Perché Dio vuole che io dia?

Se sei cristiano da un po 'di tempo, sono sicuro che hai sentito e letto su come dovremmo dare alla gente. Mentre possiamo accettare e concordare con ciò, molti di noi hanno un dialogo interiore che si verifica quando Dio ci chiede di dare qualcosa. Ci chiediamo perché Dio ci sta chiedendo di dare, soprattutto se non abbiamo molto per cominciare. Dio non può chiedere a qualcuno che ha più soldi? Non riesce a trovare un altro modo per inventare questo denaro o altre necessità? Dopo tutto, è Dio!

Dare - il sacrificio per essere più specifici - può essere una pillola difficile da ingoiare, specialmente quando ci troviamo in tempi finanziari difficili. Perché Dio vuole che diamo quando sembra che stiamo lottando per coprire le nostre spese ad ogni turno? O quando finalmente abbiamo un piccolo extra dopo aver attraversato dei periodi di magra? Perché Dio sembra valorizzare il nostro dare di più quando abbiamo meno da dare (Marco 12: 41-44)?

Mentre a volte possiamo mettere in discussione i modi specifici di Dio, alla fine possiamo riposare nel fatto che lui sa cosa è meglio per noi. "I miei pensieri non sono come i tuoi pensieri", dice l'Eterno. “E le mie vie sono molto al di là di qualsiasi cosa tu possa immaginare. Proprio come i cieli sono più alti della terra, così le mie vie sono più alte delle tue vie e i miei pensieri più alti dei tuoi pensieri (Isaia 55: 8-9). Anche se i pensieri di Dio sono al di là della nostra comprensione, per fortuna spesso ci dà un'idea del perché fa le cose in un certo modo.

Quando si tratta di dare, Dio non ha bisogno dei nostri soldi o delle nostre cose. Ciò di cui ha bisogno siamo noi e il processo di donarci ci benedice e ci cambia, oltre a portargli gloria. A volte amo il modo in cui Dio è poliedrico e sinergico, usando le situazioni della nostra vita per più di un solo scopo. Per illustrare, diamo un'occhiata ad alcuni degli scopi che Dio stabilisce quando obbediamo e diamo.

Il nostro dare ci cambia

Quando diamo, obbediamo a Dio e facciamo ciò che è scomodo, il che ci aiuta a crescere e ad essere ciò che Dio ci ha chiamato ad essere. Abramo era disposto a dare il suo unico figlio dopo che Dio glielo aveva chiesto, e credo che l'esperienza lo abbia aiutato a essere l'uomo di fede che era. Dio può fare molto di più attraverso una persona saggia, generosa e matura di una persona che si preoccupa eccessivamente dei possedimenti di questo mondo. I nostri soldi e le nostre cose possono scomparire o essere distrutti in qualsiasi momento e se attribuiamo loro troppo valore, saremo devastati quando non ci saranno più. Dio vuole il nostro tesoro e vale la pena stare con quelle cose che non possono mai essere distrutte o portate via da noi, vale a dire se stesso e le persone che ha messo nelle nostre vite. “Non conservare tesori qui sulla terra, dove le falene li mangiano e la ruggine li distrugge e dove i ladri irrompono e rubano. Conserva i tuoi tesori in paradiso, dove le tarme e la ruggine non possono distruggere e i ladri non irrompono e rubano. Ovunque sia il tuo tesoro, lì saranno anche i desideri del tuo cuore ” (Matteo 6: 19-21).

Mentre Dio cambia i nostri cuori per essere più simili a lui e o agli occhi per vedere le cose a modo suo, impariamo a focalizzarci su ciò che è eternamente importante invece che sulle cose temporali di questo mondo. Paolo ha ricordato ai Corinzi di fare questo: “Quindi non guardiamo ai problemi che possiamo vedere ora; piuttosto, fissiamo il nostro sguardo su cose che non possono essere viste. Perché le cose che vediamo ora scompariranno presto, ma le cose che non possiamo vedere dureranno per sempre ” (2 Corinzi 4:18). Aprendo gli occhi su ciò che Dio può fare dietro le quinte, possiamo uscire con fede, obbedire quando ci chiede di dare e riposare nel suo piano in mezzo a incognite e circostanze apparentemente spaventose.

Il nostro dare porta gloria a Dio

Dare semplicemente non fa parte della nostra natura umana peccaminosa. Siamo nati alla ricerca dei nostri desideri e conforto. Man mano che cresciamo e apprendiamo i valori, specialmente quando conosciamo Dio e ci sottomettiamo alla sua vita, egli ci cambia per essere gli altri e fidarsi di lui per soddisfare i nostri bisogni. Il fatto che i cuori umani egoisti e peccaminosi possano essere cambiati per mettere gli altri al primo posto può essere attribuito solo a Dio, quindi il nostro dare gli dà gloria.

Dio orchestra i piani al di là di tutto ciò che possiamo escogitare e quando ci chiede di dare in una situazione, puoi essere sicuro che il destinatario del tuo dono sarà benedetto, perché gli effetti a catena sono al di là di ciò che potremmo persino immaginare. Di recente l'ho sperimentato in una situazione con un mio caro amico. Mi disse che sentiva che Dio la stava portando a regalare la sua macchina. Sta credendo per un'auto nuova e ha sentito che Dio le stava chiedendo di fidarsi di lui per fornire e dimostrare la sua fiducia dando la sua auto attuale a una famiglia che ne aveva davvero bisogno. Dopo essersi consultati con suo marito e aver avuto la stessa pagina a riguardo, hanno obbedito a Dio e hanno consegnato la propria auto alla famiglia bisognosa. Come prevedibile, questa famiglia è stata estremamente fortunata e grata. La moglie ha immediatamente ottenuto su Facebook e pubblicato su come la sua famiglia ha ricevuto una così grande benedizione. Lo ha attribuito a Dio e ha condiviso la gloria di Dio a tutti i suoi amici che lo hanno letto, e ha persino invitato alcuni amici che avevano commentato il suo status in chiesa con lei! Aggiungete a ciò, suo marito che normalmente non andava in chiesa veniva con lei il giorno dopo per dare un'occhiata!

Il mio amico che aveva dato la macchina fu estremamente benedetto nel vedere come Dio la stava usando per aiutare gli altri, ma non si fermò qui. Personalmente sono stato molto ispirato dal suo atto di obbedienza e ho iniziato a pregare su come potrei essere una benedizione del genere. Dio poi mi ha spinto a comprare un tablet per lo stesso amico e suo marito, poiché sapevo che l'avrebbe aiutata nel suo lavoro di ministero che fa per la nostra chiesa. Questo è stato un grande sforzo per me dato che ultimamente i soldi sono stati ridotti, ma dopo che ho parlato con mio marito e lui era d'accordo, abbiamo fatto il passo della fede e acquistato il tablet per i nostri amici. Sono stati così colpiti dalla benedizione di Dio per loro e siamo stati così benedetti dalla possibilità di far parte dei piani di Dio! Dio ha lavorato nel cuore dei nostri amici per fidarsi di lui e dare di più. Ha lavorato nella vita della famiglia a cui hanno ceduto dimostrando la sua fedeltà e disponibilità e dando loro un modo per testimoniare ai loro amici. Dio ha lavorato con me e mio marito aiutandoci a uscire con fede e a dare oltre ciò che pensavamo di poter fare, il che mi ha portato a scrivere questo articolo! Gli effetti a catena di questo unico atto di obbedienza hanno continuato a verificarsi, il che mostra come Dio può usare un atto di obbedienza per benedire molte persone diverse!

Solo Dio sapeva come ognuna di quelle azioni avrebbe portato a più benedizioni per più persone. Vuole che ci fidiamo di lui quando ci chiede di fare cose che sono scomode o che sembrano innaturali. Può fare molto di più con il nostro piccolo atto di dare di quanto pensassimo fosse possibile! E poi ottiene tutta la gloria!

Il nostro dare ci benedice

Nella situazione con il mio amico che ho appena menzionato, non solo coloro che hanno ricevuto i doni sono stati benedetti, ma ognuno di noi che ha dato era forse anche più benedetto! Sapere che sei usato da Dio in un modo così potente e vedere lo sguardo sul volto di qualcuno quando dici loro che Dio vuole benedirli è assolutamente impagabile. Ecco perché ci ricorda che in effetti è più benedetto dare che ricevere (Atti 20:35). Adoro la versione Amplificata di quel verso perché ci dice che in realtà “rende più felici e più da invidiare” da dare! Conosco questo in prima persona quando ho regali fantastici da regalare alla mia famiglia per Natale e sono più entusiasta di fare quei regali che di ricevere qualcosa. Ogni anno chiedo a mio marito di farmi fare presto a lui e a nostro figlio i loro doni perché sono così entusiasta di benedirli (purtroppo non me lo permette mai, ma immagino che mi stia aiutando a sviluppare la pazienza).

Dio è allo stesso modo quando si tratta di benedire i suoi figli, e vuole che anche noi siamo così! “Dai via la tua vita; troverai la vita restituita, ma non semplicemente restituita, restituita con bonus e benedizione. Dare, non ottenere, è la strada. La generosità genera generosità ” (Luca 6:38 MSG).

Sembrava troppo perfetto che la generosità della mia amica mi ispirasse ad ascoltare Dio e ad essere aperto a dare, il che a sua volta le restituì una benedizione. Sebbene non accada sempre in questo esatto modo reciproco, è un esempio naturale della legge spirituale che Dio ha messo in atto. Quando diamo, siamo a nostra volta benedetti, sia spiritualmente che fisicamente.

Spesso è difficile uscire e fare le cose spiacevoli che Dio ci chiede di fare. Aiuta quando ci viene ricordato che Dio non è disposto a toglierci, ma piuttosto a benedirci e che lavora in modi che sembrano opposti al buon senso. Se continuiamo semplicemente a fare ciò che è facile e comodo, allora non sperimenteremo l'incredibile benedizione e disposizione che solo Dio potrebbe fare accadere nella nostra vita. Il nostro spirito non sarà più forte, la nostra fede non sarà costruita e non potremo sperimentare gli incredibili benefici che Dio ha in atto per noi quando usciamo e ci fidiamo di lui e diamo oltre noi stessi.

Cortni Marrazzo attualmente risiede a Spokane, Washington, con il marito Jason e il figlio di 3 anni. Ha una laurea in Discepolato biblico e una passione per il ministero e l'incoraggiamento del corpo di Cristo. Lei e suo marito servono attualmente come direttori di piccoli gruppi nella loro chiesa locale. Puoi contattarla su o su Facebook.

Immagine per gentile concessione : © Thinkstock / weerapatkiatdumrong

Articoli Interessanti