Ciò che Dio significa con "La mia grazia è sufficiente per te"

Siamo abbastanza? In breve, no. Non possiamo contare completamente su noi stessi; piuttosto, dobbiamo affidarci completamente a Dio. I cristiani possono spesso dimenticare che il verso da cui proviene (2 Corinzi 12: 9) proviene da un luogo di debolezza e fragilità.

La grazia di Dio riempie i buchi che altre cose su cui proviamo a fare affidamento non possono.

Che cos'è la grazia biblica?

Parte della ragione per cui i cristiani possono citare male, "La mia grazia è sufficiente per te", è che spesso non abbiamo una comprensione della grazia di Dio.

Grazia biblica significa benedizione o favore di Dio in termini della nostra natura peccaminosa. Dio sceglie di offrirci la salvezza, nonostante la nostra natura ribelle e disobbedienza a lui. È lui che trattiene la sua ira e offre una via per il paradiso se lo seguiamo (Giovanni 3:16).

La grazia ci salva quando non possiamo (Efesini 2: 8-9). Il versetto, scritto da Paolo, chiarisce che nella nostra debolezza solo la grazia di Dio ci salva.

In quale altro luogo la Bibbia parla di grazia e sufficienza?

Alcuni altri versetti nella Bibbia che indicano grazia e sufficienza sono:

2 Corinzi 9: 8 - Dio fa abbondare la sua grazia per noi, così saremo attrezzati per ogni buon lavoro. La grazia di Dio ci dà gli strumenti di cui abbiamo bisogno per predicare il Vangelo e parlare della speranza che abbiamo in Cristo.

2 Corinzi 3: 5 - La nostra adeguatezza viene da Dio.

Giovanni 15: 1-7 - Non possiamo sopravvivere senza la vite. Un ramo a parte una vite non darà frutti. A causa della nostra debolezza, possiamo vantarci solo in Cristo perché sappiamo che ogni buona opera viene da Lui che lavora attraverso di noi.

Questi versetti ci mostrano che dobbiamo fare affidamento su Dio. Solo quando ci aggrappiamo alla vite possiamo vedere l'abbondanza della grazia di Dio.

Qual è il contesto di 2 Corinzi 12 in cui apprendiamo la grazia sufficiente?

Paolo, qui, sta predicando al popolo corinzio. Come molti credenti oggi, i corinzi avevano un problema con l'autosufficienza e il vanto. Per fare il possibile e fare un punto, Paolo sta dicendo ai corinzi che non ha nulla di cui vantarsi se non la sua debolezza, perché la sua debolezza gli fa capire quanto deve fare affidamento su Dio.

Parla di una spina al fianco che ha chiesto a Dio di rimuovere, ma Dio non toglierà la cosa che gli fa capire la sua debolezza.

Alcuni teologi hanno speculato sulla natura di questa spina. Alcuni hanno suggerito che Paul avesse un po 'di brio che rendeva difficile predicare, o forse l'epilessia. Altri hanno indicato la grande persecuzione che ha vissuto.

Ad ogni modo, poiché Paolo aveva avuto una serie di rivelazioni e visioni, che potevano causare alcuni cristiani gelosi di queste epifanie, la sua spina nel fianco lo riporta sulla terra.

Paolo cerca di aiutare i Corinzi a fare lo stesso, a rendersi conto che solo la grazia di Dio è sufficiente per noi, e dovremmo vantarci di nient'altro che la grazia di Dio.

Cosa sta cercando questo versetto di insegnare ai cristiani oggi riguardo alla grazia?

Simile ai Corinzi, a volte possiamo gonfiarci un po '. Se abbiamo un certo dono spirituale o un dono in un ministero, diciamo ad esempio che siamo forti guerrieri della preghiera, potremmo correre il rischio di diventare orgogliosi di quel dono.

Potremmo dimenticare da chi proviene quel dono (Giacomo 1:17).

Spesso possiamo ricevere una spina dalla nostra parte per ricordarci della nostra debolezza e della necessità di fare affidamento sulla grazia di Dio.

Forse hai un regalo per la musica e canti nella squadra di adorazione della tua chiesa, ma la spina nel fianco è che perdi la voce o non riesci a cantare per alcune settimane.

Questo verso ci insegna a fare affidamento sulla grazia di Dio. Sebbene possa offrirci esperienze straordinarie, come le visioni che Paolo ha ricevuto, non possiamo dimenticare Dio durante i bei momenti. Dobbiamo fare affidamento su di lui in ogni momento.

A volte possiamo interpretare erroneamente questo versetto per dire che la grazia di Dio ci tirerà fuori dal momento difficile in pascoli più verdi, ma corriamo il rischio di predicare false dottrine quando lo diciamo. Dio non rimuoverà sempre la spina dalla nostra parte, ma la sua grazia sarà tutto ciò di cui abbiamo bisogno, spina o nessuna spina.

Prendi in considerazione di dire questa preghiera qui sotto se ritieni di dover fare maggiormente affidamento su Dio o se hai a che fare con una spina al fianco, come Paolo.

Caro Padre celeste, ora vengo da te e riconosco la mia debolezza. Tu sei la vite, io sono un ramo e, a parte te, non posso fare nulla. Per favore, ricordami di aggrapparti a te e di ricordare che la tua grazia è tutto ciò di cui ho bisogno. Nei momenti buoni e cattivi, ho bisogno di te. Grazie per la tua grazia travolgente. Amen.

Affidati pienamente alla grazia di Dio.

Se ti ritrovi a fare affidamento su te stesso, ricordati di Paolo. Anche se molti cristiani parlano dei suoi successi e di come ha plasmato la fede e la storia della chiesa, indica sempre Dio. Uno dei cristiani più famosi di tutti i tempi si vantava della sua debolezza, perché sapeva di non poter fare un passo senza l'aiuto di Dio.

Nella tua vita, cerca di trovare aree in cui potresti fare affidamento su qualcos'altro oltre a Dio. Anche quando Dio ci dà un dono spirituale, possiamo finire per adorarlo invece di Lui. Trova quelle aree e chiedi a Dio di aiutarti a rimuovere quegli idoli e rivolgiti alla sua sola grazia.


Hope Bolinger è un agente letterario del CYLE e si è laureato nel programma di scrittura professionale della Taylor University. Più di 400 dei suoi lavori sono stati presentati in varie pubblicazioni che vanno da Writer's Digest a Keys for Kids. Ha lavorato per varie case editrici, riviste, giornali e agenzie letterarie e ha curato il lavoro di autori come Jerry B. Jenkins e Michelle Medlock Adams. La sua rubrica "Hope's Hacks", suggerimenti e trucchi per evitare il blocco dello scrittore, raggiunge oltre 6.000 lettori ogni settimana ed è pubblicata mensilmente sul blog di Cyle Young . Il suo moderno Daniel, "Blaze" , (Illuminate YA) uscito a giugno, e hanno contratto il sequel "Den" per luglio 2020. Scopri di più su di lei qui .

Articoli Interessanti