Chi era Peter e perché era così importante?

Chi era Peter?

La vita di Peter è, forse, la più grande storia di redenzione mai registrata.

Ai suoi tempi i pescatori erano considerati uomini virili con temperamento caloroso e linguaggio volgare. Erano tradizionalmente non istruiti, ma avrebbero avuto ampie capacità e capacità di sopravvivenza acquisite lavorando duro e sfidando i mercati del mare e del pesce. I pescatori erano stereotipicamente uomini d'azione, molto fisici e senza paura degli altri, cosa che Pietro dimostra quando taglia l'orecchio del soldato nel Giardino del Getsemani all'arresto di Gesù: una reazione carnale della violenza invece dell'amore come aveva sentito predicare Gesù per tre anni.

Tuttavia, questo semplice viaggio di pescatori verso un apostolo di Cristo si trova in tutto il Nuovo Testamento. Secondo la tradizione ecclesiale, il vangelo di Marco è in realtà una collaborazione con Giovanni e Marco, che lo hanno scritto e messo insieme come una rivisitazione della vita di Pietro, una sorta di biografia. Quindi, la difficile condizione di Pietro di diffondere la Buona Novella si trova nel Libro degli Atti, e scrisse due lettere ai nuovi cristiani che furono adottati nella Bibbia. Nella foto sotto: Pietro e pescatore nel Mare di Galilea.

L'impatto della vita di Peter non può essere riassunto in un articolo o in alcuni di essi, poiché la sua influenza è ricca di conoscenza, studi applicativi e messaggi pertinenti. Ma vorrei presentare quattro punti importanti riguardanti l'esempio e il ministero di Pietro. Spero che questi ti incoraggino a fare il tuo studio su questo complicato e imperfettamente perfetto uomo.

Pietro era un uomo peccatore, eppure divenne parte del circolo interno di Cristo.

I vangeli di Matteo, Marco e Luca elencano Pietro come il primo discepolo chiamato da Gesù, seguito da vicino dal fratello di Pietro Andrea, quindi da Giacomo e Giovanni.

I resoconti di Matteo e Marco sono un racconto quasi identico di quando Gesù si avvicinò ai loro pescherecci. Ma Luca aggiunge ulteriori dettagli, dipingendo un'immagine di Pietro e Gesù che hanno un momento sincero all'inizio della loro relazione. Dopo aver visto il miracolo del pesce in una battuta di pesca altrimenti sterile, Pietro si rende conto del suo stato peccaminoso e dà gloria al Signore davanti a lui cadendo in ginocchio ed esclamando: “'Vattene da me, Signore; Sono un uomo peccatore! '” (Luca 5: 8 NIV). Eppure Gesù guardò quest'uomo malvagio e disse: “'Non aver paura; d'ora in poi pescerai per le persone '” (Luca 5:10 NIV).

Dopo le sue parole, Pietro e gli altri tre lasciano cadere tutto, comprese le loro stesse identità di pescatori, e iniziano un bellissimo viaggio con Gesù. Pietro continuava a commettere errori ripetutamente, ma Gesù, come è la sua natura, amava Pietro con tutto il cuore e continuava a usarlo nell'opera del suo regno. Ciò includeva l'annuncio di Pietro che Gesù era il Messia (Luca 9:20).

Pietro è considerato una parte della cerchia interna di Gesù perché ci sono parecchi incidenti in cui furono testimoni solo Pietro, Giovanni e Giacomo, inclusa la Trasfigurazione. Questo fu quando l'aspetto fisico di Gesù cambiò per rivelare la sua divinità (Matteo 17: 2), Mosè ed Elia apparvero in “glorioso splendore” davanti a loro (Luca 9:30 NIV), e il Padre parlò da una nuvola dicendo: “'Questo è mio figlio, che mi fa molto piacere. Ascoltalo! '” (Matteo 17: 5 NIV).

La relazione affiatata di Pietro con Gesù dimostra che desidera ardentemente un'intimità con i Suoi seguaci: persone normali, di tutti i giorni, come Pietro, e come te e me. Vedere come Gesù ha preso un uomo non istruito e peccatore e lo ha amato all'infinito ci dà la certezza che può fare anche questo per noi. Nella foto sotto: Gesù che lava i piedi di Pietro

Pietro crebbe nella maturità come seguace di Gesù.

Durante il ministero di Gesù, Pietro era un uomo che desiderava una fede potente ma vacillava spesso. Salì sul mare mosso per incontrare Gesù che camminava sull'acqua, ma anche dopo aver fatto qualche passo in sicurezza, inizia a dubitare e si tuffa tra le onde. In questo passaggio, Gesù lo salva dalla "poca fede" (Matteo 14:31). Più tardi, anche Pietro rimproverò il Signore dopo aver predetto la sua morte, dicendo: "Mai, Signore ... Questo non ti succederà mai!" (Matteo 16:22 NIV). E dopo che Gesù fu arrestato, prima che il gallo cantasse la mattina dopo, Pietro lo rinnegò tre volte (Matteo 26: 69-75).

Anche ancora, dopo l'ascensione di Gesù al cielo, dopo essere stata restaurata e perdonata da Suo Signore, Pietro diventa il portavoce degli apostoli. Quest'uomo senza istruzione ha parlato con audacia a migliaia di persone, portando loro la Buona Novella e convertendoli in ciò che ora chiamiamo Cristianesimo. Nei suoi oltre 30 anni di lavoro per il Regno di Dio, compì molti miracoli tra cui riportare in vita i morti (Atti 9: 36-43). Ha viaggiato ovunque condividendo il messaggio di Gesù, sopportando persecuzioni, incarcerazioni e infine la morte, mostrando la sua maturità vivendo una vita guidata dallo Spirito.

Perché in 1 Pietro 2: 2, Pietro stesso, dice: "Come i neonati, bramano il latte spirituale in modo che tu possa crescere nella tua salvezza ora che hai assaggiato che il Signore è buono" (NIV). Vedi, Pietro riconosce che il tempo trascorso con Gesù dovrebbe produrre maturità nella relazione del credente come aveva fatto con lui. Ciò può essere dimostrato dall'obbedienza alla propria Parola e dal frutto spirituale che si porta. Prego ogni giorno che passa la mia crescita nella comprensione di Gesù si rafforza, così può usarmi nel ministero come ha fatto con Pietro.

Pietro ha mostrato al mondo che i non ebrei possono essere cristiani.

Il significato di Atti da 10 a Atti 11:18 non può essere sottovalutato. Dopo una visione, Pietro andò a casa di un Gentile di nome Cornelio. In quel momento, era "contro la nostra legge (ebraica) che un ebreo si associasse o visitasse un Gentile". (Atti 10:28 NIV). Tuttavia, sapendo ciò che il Signore voleva, Pietro condusse Cornelio e la sua famiglia a Cristo e fu testimone della ricezione dello Spirito Santo. Pietro battezzò quindi la famiglia nel nome di Gesù.

Pietro viene interrogato su questo dai credenti ebrei. Raccontò loro la sua storia, dicendo: "'se Dio desse loro lo stesso dono (lo Spirito Santo) ci dava chi credeva nel Signore Gesù Cristo, chi ero io per pensare che avrei potuto ostacolare Dio?" (Atti 11:17 NIV).

A causa della fedeltà di Pietro, i cristiani ebrei hanno risposto "senza ulteriori obiezioni e lodando Dio dicendo: 'Quindi, anche ai gentili Dio ha concesso il pentimento che conduce alla vita". (Atti 11:18 NIV).

Non è fantastico? Dio voleva essere sicuro che tutto il mondo sapesse che quando ha dato la vita per tutti, intendeva per tutti . E ha usato Pietro per chiarire questo, per mostrarci quanto è grande il suo amore e quanto è capace la sua grazia - che può perdonare i peccati di tutti e dare a tutta la vita eterna. Perché, come afferma il libro di Romani 3: 22-24, “Questa giustizia è data mediante la fede in Gesù Cristo a tutti coloro che credono. Non c'è differenza tra ebreo e gentile, poiché tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio, e tutti sono giustificati liberamente dalla sua grazia attraverso la redenzione che è venuta da Cristo Gesù ”.

L'incubo di Pietro come seguace di Cristo non cancella la sua identità in Cristo.

Non credo nelle coincidenze. Quindi, quando Gesù disse le stesse esatte parole nelle sue prime frasi a Pietro come l'ultima, dovremmo prendere nota. Nella loro prima interazione, Gesù disse a Pietro di seguirlo (Matteo 4:19). Quindi dopo la risurrezione di Gesù, e alla speciale colazione sulla riva dove Gesù restaurò Pietro, le sue ultime parole registrate per lui furono di nuovo: "Seguimi!" (Giovanni 21:19).

Posso immaginare che anche Peter abbia notato la ripetizione di queste parole. Quando segui qualcuno, imiti ciò che fanno dalla tua posizione dietro di loro. Pietro andò dietro Gesù e lo fece ombra, cercando di imparare ed essere come Cristo in tutte le sue vie. Certo, Gesù è perfetto, e quindi Pietro non otterrebbe una perfetta imitazione sulla terra, ma lasciò cadere tutto per provare.

Una volta presa la decisione di seguire Gesù, diventa la nostra identità. Siamo quindi seguaci di Cristo. Questa identità supera il nostro cognome, il nostro titolo al lavoro e persino la nostra posizione in chiesa. Siamo stati fatti suoi portatori di immagini, seguendo dietro a nostro Signore.

E la bellezza della ripetizione di queste parole è che anche quando Pietro ha fallito Gesù negando di conoscerlo, Gesù ha perdonato la sua offesa. Da quando ha assunto la forma umana, comprende le nostre debolezze e perdona i nostri fallimenti quando ci pentiamo e ci rivolgiamo a Lui. Nella foto sotto: Pietro nega Gesù

"Su questa roccia edificherò la mia chiesa" - Jesus Calls Peter

Dopo questa restaurazione, Gesù ha donato a Pietro la sua identità, che era la cosa più importante di lui: la sua appartenenza a Dio.

Gesù ricordò a Pietro la sua identità e importanza in Matteo 16:18, "E io ti dico anche che tu sei Pietro, e su questa roccia, edificherò la mia chiesa e le porte dell'inferno non prevarranno contro di essa". Il nome Pietro significa "una roccia o pietra" - Gesù conosceva il destino di Pietro!

Sono così grato per la mia identità in Cristo, e sono altrettanto grato che mi perdoni quando sbaglio. Come affermato in precedenza, il nostro rapporto con Cristo dovrebbe maturare e dovremmo acquisire forza nella lotta contro il mondo e le sue insidie. Ma quanto è dolce che quando falliamo, il nostro Signore ci ama abbastanza da guardarci negli occhi e dirci di nuovo di seguirlo.

Kristen Terrette ha conseguito un Master in Studi teologici e ha ricoperto la carica di Direttore del Ministero dei bambini per cinque anni. Ha a cuore le sue radici meridionali e attualmente vive 45 minuti fuori Atlanta, GA. Con il sostegno di suo marito e di due figli, rimane a casa a scrivere fiction cristiana, permettendo a Dio di portare la storia dove ha bisogno di andare. Fa anche parte della leadership femminile e del gruppo di insegnanti nella sua chiesa e scrive per i ministeri di Wholly Loved su WhollyLoved.com. Puoi leggere il suo blog personale e consultare i suoi romanzi attuali su www.kristenterrette.com.


Questo articolo fa parte della nostra serie People from the Bible con i nomi e le figure storiche più noti della Scrittura. Abbiamo compilato questi articoli per aiutarti a studiare coloro che Dio ha scelto di metterci davanti come esempi nella Sua Parola. Possano le loro vite e le loro passeggiate con Dio rafforzare la tua fede e incoraggiare la tua anima.

Chi era Melchizedek e perché era così importante?

Jael nella Bibbia: 5 potenti lezioni della sua storia

4 cose che potresti non sapere di Abramo nella Bibbia

5 cose da sapere su Luca della Bibbia

20 fatti che potresti non conoscere Mosè dalla Bibbia

La storia biblica della regina Ester

La vita di Ruth - 5 lezioni di fede essenziale

6 cose che non sapevi di Paolo dalla Bibbia

Giovanni Battista: 6 potenti verità dalla sua vita

3 cose che non sapevi di Maria (madre di Gesù)

La storia della Bibbia di Giuseppe

Chi era Pietro nella Bibbia e perché era così importante?

I limiti di Satana in questo mondo

Storia di Noè: 10 verità teologiche

Chi erano i 12 discepoli di Gesù?

La storia biblica di Elia

La storia della Bibbia di Giobbe

Articoli Interessanti