Le separazioni coniugali sono bibliche?

Caro dottor David:

Per molti anni ho apprezzato gli articoli e i consigli dati su Crosswalk.com - fino ad ora. Dalle domande e risposte, i consigli forniti sulla separazione non erano né "sani" né "biblici". In effetti, è abbastanza irresponsabile. Sebbene tu sia ovviamente un uomo istruito, da questo articolo risulta che hai perso ciò che Dio ha da dire sul matrimonio e l'impegno.

È irresponsabile che tu incoraggi, a qualsiasi livello, le coppie a separarsi e ad usarlo come un momento di preghiera - PER FAVORE !!! Anche se in teoria suona benissimo, se hai mai parlato davvero con una coppia, troppo spesso quando uno vuole andarsene c'è qualcuno in attesa di riempire il vuoto, e il mio buon dottore, non è Dio !!! Se le coppie fossero inclini a pregare per i loro matrimoni e le loro famiglie, la separazione non sarebbe una considerazione. Se, in realtà, pregassero prima di sposarsi, pregarono durante il loro matrimonio, rimanessero nella Parola di Dio per assicurarsi che fossero in linea con il modo in cui devono reagire l'un l'altro, allora non avrebbero abbracciato una visione del mondo di come per gestire questa ovvia mancanza di impegno.

Una separazione potrebbe migliorare le cose? Oserei dire che le statistiche su ciò dimostrerebbero che questo è minimo. Quando un coniuge se ne va, sarebbe naturale che quello rimasto si sentisse meno sicuro. Se il mio compagno è sinceramente preoccupato per il fatto che mi sento sicuro nella nostra relazione, allora non se ne andranno. È sciocco pensare qualcosa di meno.

Dalla mia esperienza personale, il mio ex marito mi ha lasciato innumerevoli volte. Non una volta ha rafforzato il nostro matrimonio. Alla fine è andato da un consulente "cristiano". Quest'uomo gli disse che Dio lo voleva felice ... non impegnato. Il mio "felice" ex marito è stato sposato due volte da me.

Se dici alle persone quello che vogliono sentire, ne sarai responsabile. Per favore, comprendi che Dio non lo prenderà alla leggera quando disinformiamo le persone o quando la nostra opinione diventa il sostituto di ciò che dice la Parola di Dio. In particolare, non c'è una sola Scrittura nella colonna dei consigli. --Paula

Cara Paula:

Grazie per aver scritto su un argomento così critico. In effetti, ho ricevuto innumerevoli lettere da persone alle prese con il problema della separazione nel matrimonio. La tua opinione e le tue preoccupazioni sono fondate.

Sono rattristato dalla tua situazione personale - essere stato abbandonato innumerevoli volte e poi aver avuto tuo marito consigliato di "essere felice, non impegnarti" - questo è un consiglio sciocco. La nostra felicità alla fine deriva dalla nostra obbedienza ai principi di Dio e l'impegno nei confronti del coniuge è certamente uno di questi.

Tragicamente, le separazioni coniugali spesso si verificano dopo un conflitto prolungato, forse persino violenza o infedeltà. Pochi fanno passi così drastici alla leggera. Le lettere che ricevo suggeriscono che droghe, abuso di alcool o altri atti di infedeltà sono stati portati nella santità del matrimonio, contaminandolo. Mentre le separazioni possono essere pericolose, ci sono molti che si separano nel disperato tentativo di purificare ancora una volta i loro matrimoni.

Le Scritture offrono alcune linee guida sulle separazioni coniugali; tuttavia ci sono alcuni principi che dovremmo considerare qui. In primo luogo, in un senso più ampio, dalle Scritture sappiamo che Dio vede il matrimonio come sacro, santo e permanente: "Ciò che Dio ha unito, non lasciare che nessuno si separi". (Matteo 19: 5) E conosciamo l'importanza di mantenere il matrimonio voti: “Quando fai un voto a Dio, non tardare a mantenerlo. Non ha piacere negli sciocchi; adempi il tuo voto. È meglio non giurare che fare un voto e non adempierlo. ”(Eccl. 5: 4-5)

Per quanto riguarda le separazioni coniugali, l'apostolo Paolo dice: "Una moglie non deve separarsi dal marito, ma se lo fa, deve rimanere celibe o riconciliarsi con suo marito". (I Corinzi 7: 10 - enfasi aggiunta) Là è un altro versetto delle Scritture che si rivolge in modo specifico alla separazione, e sebbene il contesto sia in riferimento alla relazione coniugale di marito e moglie, le linee guida fornite sono rilevanti per questa conversazione: “Non rifiutarti a vicenda se non forse con un accordo per una stagione, che tu potete dedicarvi alla preghiera ; ma poi vieni di nuovo insieme, affinché Satana non ti tenti per mancanza di autocontrollo " (1 Cor. 7: 5 - enfasi aggiunta).

Hai ragione quando suggerisci che le separazioni hanno la possibilità di ritorcersi contro, creare insicurezza e persino aprire la porta alla ricerca di una persona inappropriata. Come te, l'ho visto accadere troppe volte. A causa di questi potenziali pericoli, ho suggerito nella mia colonna originale: "Una separazione temporanea e limitata nel tempo può essere un processo salutare se condotta con linee guida chiare e appropriate". Ecco di nuovo i quattro passi da prendere se una coppia sta considerando una "separazione terapeutica" per il loro matrimonio:

• Dovrebbe essere fatto sotto la guida di qualcuno degno di fiducia, come il tuo pastore, per garantire che vengano prese misure per rendere il tempo a parte produttivo, non divisivo. L'occhio vigile di un devoto professionista può aiutare a suggerire aree che necessitano di cambiamenti per ripristinare e purificare il matrimonio.

• Lo scopo ultimo di una "separazione terapeutica" è quello della riconciliazione e del ripristino del matrimonio . È tempo di chiedere un consiglio divino, di digiunare e pregare e di chiedere a Dio un cambiamento di cuore. È il momento di "Lascia che la parola di Cristo dimori in te riccamente mentre insegni e ti ammonisci l'un l'altro con tutta la saggezza". (Colossesi 3: 16) È il momento di ispezionare la tua coscienza - "togli la tavola dalla tua occhio ... ”(Matteo 7: 5)

• Non ci dovrebbe essere tempo da solo con i membri del sesso opposto. Le siepi di protezione devono essere integrate in modo da non invitare la tentazione nel cercare conforto da qualcun altro.

• Infine, questo è il momento di stare soli con il Signore, cercando il suo volto e la sua guida. Dal mio precedente articolo: "Lascia che il Signore assista i tuoi bisogni e ti aiuti a ristabilire il tuo matrimonio ... .. Prepara insieme come coppia, cercando l'umiltà per essere il miglior compagno possibile".

Coloro che cercano la separazione per trovare la libertà o per evitare di affrontare i problemi del matrimonio non rientrano in questo modello e dovranno fare una seria ricerca dell'anima prima di compiere ulteriori passi. Paula, ho chiuso la mia rubrica di consigli con questa scrittura dell'apostolo Paolo: “Sii completamente umile e gentile; sii paziente, portandoti con l'altro innamorato. Fai ogni sforzo per mantenere l'unità dello Spirito attraverso il vincolo della pace ”. (Efesini 4: 2-3)

Hai bisogno di solidi consigli biblici basati su un problema nel tuo matrimonio o famiglia? Il Dr. David risponderà a due domande dei lettori di Crosswalk nella sua rubrica settimanale. Invia la tua domanda a lui su


David Hawkins, Pd.D., Ha lavorato con coppie e famiglie per migliorare la qualità della loro vita risolvendo problemi personali negli ultimi 30 anni. È autore di oltre 18 libri, tra cui Love Lost: Living Beyond a Broken Marriage , dicendo così che ascolterà e quando piace agli altri ti fa male . Il suo ultimo libro, When the Man in Your Life Can't Commit , uscirà nel febbraio 2006. Il Dr. Hawkins è cresciuto nello splendido Pacifico nord-occidentale e vive nel South Puget Sound, dove si diletta a navigare, andare in bicicletta e sciare. Ha pratiche attive in due città di Washington.

Articoli Interessanti