Cosa significa "Raccogli ciò che semini"?

“Non lasciarti ingannare, non puoi deridere la giustizia di Dio. Raccoglierai sempre ciò che pianti. Coloro che vivono solo per soddisfare la propria natura peccaminosa raccoglieranno decadenza e morte da quella natura peccaminosa. Ma quelli che vivono per compiacere lo Spirito raccoglieranno la vita eterna dallo Spirito ”. (Galati 6: 7-8)

Vorrei iniziare con ciò che non è seminare e mietere. Non è "karma". Anche se il concetto di karma è vagamente basato sulla mietitura e sulla semina.

Le origini del Karma sono nelle tradizioni indù e buddiste ed è definita come la somma delle azioni di una persona in questa vita e nelle vite precedenti che decidono il destino delle loro esistenze future.

Il concetto di "seminare e raccogliere" è immensamente migliore del "karma". La parte di semina non è solo un dovere che devo svolgere. C'è nutrimento che accompagna facendo la volontà di Dio e aiutando altre persone. C'è una gioia nel finire le buone opere per il Signore (Giovanni 4:34) e quella gioia non dipende dal raccolto che potrebbe venire dopo.

Problema n. 1: vite multiple

Il primo problema che ho con l'idea del karma è che è profondamente connesso alla convinzione che ogni persona abbia più vite terrene. Questo semplicemente non corrisponde alla Bibbia. Otteniamo una vita che sembra breve come un vapore e svanisce rapidamente (Giacomo 4:14). Una breve vita per accettare la disposizione amorevole di Dio o rifiutarla. Pertanto, devo stare molto attento a come vivo e sfruttare al massimo ogni opportunità (Efesini 5: 15-16).

Problema n. 2: la storia del Karma

Il prossimo problema è la storia del karma. Il sistema delle caste dell'India elenca molte persone povere nella loro categoria "intoccabile" perché devono aver fatto qualcosa di molto brutto in questa vita o in una vita precedente e quindi meritano cattive condizioni di vita. Mahatma Gandhi e Madre Teresa hanno tentato di combattere le atrocità di questo sistema dimostrando che c'è dignità in ogni vita umana. Questo fondo della categoria delle caste significa che non sono degni di aiuto. D'altra parte, Gesù venne per aiutare TUTTI, specialmente i malati, i poveri e gli abbattuti.

Problema n. 3: Tit per Tat Mentality

Un altro problema che ho con il karma è che viene spesso usato in modo tit. Se lo faccio, otterrò quest'altra cosa di uguale valore. Devo fare questa cosa buona e riceverò ugualmente. È come se stessi dicendo: "Se lo faccio, Dio mi deve". Non è così che Dio ha creato il mondo per lavorare. Non mi deve nulla.

Problema n. 4: vendetta mentalità

Infine, molte persone usano la parola "karma" come mentalità di vendetta. La parola viene urlata quando vedi qualcuno che ti ha fatto di sbagliato in passato, facendo qualcosa di simile a loro. Sei contento che siano stati messi al loro posto. La vendetta non ha posto nel regno di Dio! Il regno di Dio è tutto basato sul pentimento e sul perdono.

Naturalmente, c'è anche giustizia, e seminare e raccogliere include anche seminare cose cattive e ottenere conseguenze in cambio. La Bibbia dice che "chiunque semina l'ingiustizia provoca calamità e la verga che brandiranno nella furia sarà rotta" (Proverbi 22: 8). Ma anche in quelle conseguenze, ci sono molte opportunità di pentimento e perdono.

La soluzione di Dio di seminare e raccogliere

"Chi semina di lacrime raccoglierà canti di gioia" (Salmo 126: 5). Dio può persino portare gioia da eventi terribili, perfino tragici. L'amore di Dio è molto più grande del karma.

Nell'economia di Dio, le cose non sono quasi mai all'altezza di tat. In alcuni momenti, pianto ma non vedo mai veramente il raccolto, almeno non un raccolto direttamente correlato. In altri momenti, ricevo un raccolto che non ho piantato (Giovanni 4: 37-38)! Il regno di Dio è un mondo di cammino per fede, non per vista. Fede che Dio porterà cose buone da tutto ciò che pianto anche quando non lo vedo. E la fede che ci sarà molta grazia anche quando non sarò in grado di piantare.

La mietitura e la semina riguardano benedizioni e conseguenze. Cerco sempre di vivere nell'obbedienza seminando cose buone e poi raccolgo altre cose buone, ma non necessariamente nello stesso campo. Semino spesso in un campo e mietere in un altro. Ricorda sempre che chi semina con parsimonia mieterà anche con parsimonia, e chi semina generosamente anche mieterà generosamente (2 Corinzi 9: 6). Quindi, vai avanti e semina generosamente e perfino generosamente. C'è sempre una sorta di ricompensa. Alcuni premi sono istantanei e facili da individuare. Altri richiedono un po 'più di introspezione per vedere, ma sono tutti uguali.

Non dimenticare grazia e misericordia

Quindi c'è grazia! I credenti del karma spesso non tengono conto della grazia. La legge di Dio sulla semina e sulla mietitura include molta grazia. Puoi imparare dalle cose buone che fai e puoi anche imparare dalle cose sbagliate che fai. Puoi imparare dai successi e dagli errori. Puoi fare meglio ogni giorno man mano che cresci nell'obbedienza. Le circostanze tristi non significano che meriti di rimanere giù.

Seminare buone azioni può darmi dei benefici. Ma posso anche ricevere benefici anche quando non me lo merito (grazia). Posso anche ricevere benefici, lezioni e seconde possibilità anche quando faccio cose sbagliate (misericordia). Dio è estremamente generoso con grazia e misericordia!

Il karma porta a fare cose per guadagnare altre cose. Ma Dio preferisce che io faccia cose buone come un dono per la gratitudine che provo per il Suo amore.

Abbiamo l'opportunità di raccogliere ciò che seminiamo. Spesso raccogliamo più di quanto seminiamo. A volte, raccogliamo anche più tardi di quanto seminiamo. E raccogliamo persino alcune cose che non abbiamo mai seminato.

Dio porta sempre molte benedizioni, sia meritate che immeritate. E in realtà, anche quelli per cui lavoriamo sono immeritati. Dio è molto meglio di quanto meritiamo!

Jennifer Heeren ama scrivere e vuole vivere in modo tale che le persone siano incoraggiate dalla sua scrittura e dal suo atteggiamento. Ama scrivere articoli e storie devozionali che portano la gente speranza e incoraggiamento. La sua tazza è sempre almeno mezza piena, anche quando le circostanze non sono ideali. Collabora regolarmente con Crosswalk.com. Vive vicino ad Atlanta, in Georgia, con suo marito. Visitala su www.jenniferheeren.com.

Articoli Interessanti