Sorgere alla sfida della paternità cristiana

È molto più facile diventare padre che esserlo.

Kent Nerburn, Lettere a mio figlio

M en, sei il capo delle tue famiglie. Potresti essere riluttante ad assumere quel ruolo. Potresti persino negare che ti spetti. Tuttavia, sei il leader di fatto della tua famiglia, che tu scelga di crederci o no.

I leader sono sempre gli obiettivi con la massima priorità in qualsiasi guerra. Il nemico sa che se riesce a uccidere il comandante, le truppe saranno più facili da sconfiggere. Taglia la testa e il corpo muore. Il corpo in questo caso è la tua famiglia, tu sei la testa. Un modo per combattere ed essere i leader che Dio ci ha creato per essere è essere consapevoli dei nostri ruoli, delle nostre responsabilità e della nostra influenza con coloro che guidiamo.

Il padre indispensabile

Potresti non pensare a te stesso come particolarmente influente o addirittura di successo nella vita. Forse non guadagni molti soldi, conduci un folto gruppo di persone, salva vite o inventa gadget fantastici. Forse la vita ti ha persino abbattuto e hai perso la fiducia nelle tue capacità. Di conseguenza, non ti consideri un grosso problema. Ma puoi scommettere che lo fa il tuo ragazzo. Pensa che tu sia un grosso problema. Non sa né gli importa cosa pensa il mondo esterno. Sa solo che tra le mura di casa sei la persona più grande, più saggia e più potente in vita. Oh, sa che non sei perfetto. Ma a lui non importa, perché sei abbastanza bravo da essere indispensabile nella sua vita.

Il padre è al centro della mascolinità, di ciò che significa essere un uomo. I padri divini mettono i bisogni degli altri prima dei propri. Se sei come me, spendi la maggior parte dei tuoi pensieri e sforzi coscienti per soddisfare i tuoi desideri e bisogni. È quasi una risposta automatica alla vita. Ma se vogliamo essere uomini e padri autentici, dobbiamo ripensare quell'atteggiamento e fare consapevolmente sacrifici in modo che gli altri possano beneficiare e prosperare.

Quando i padri trascurano questo dovere o sono assenti da casa, le famiglie vengono attaccate dai predatori. I giovani, come i membri di una banda, che sono cresciuti senza l'influenza degli uomini più anziani diventano spesso lupi predatori stessi - predatori che predano donne e bambini per la propria autogratificazione.

Le famiglie sono come greggi di pecore. I bambini, come gli agnelli, sono ingenui e semplici nella loro comprensione del mondo. I padri sono come i cani da pastore, a guardia del gregge dai lupi predatori. Proteggiamo le nostre famiglie da predatori umani e da programmi televisivi corrotti, film, musica, libri, amici e altre persone o influenze che entrano nella vita di un bambino.

A proposito, i cani da pastore provengono dal genere lupo, quindi non sono estranei alle caratteristiche e alle abitudini dei lupi. Adatto, no? Spesso papà trovano le hackles che si alzano sul collo quando avvertiamo un lupo travestito da pecora sfilare intorno ai nostri figli. Una volta ho detto a mia figlia adolescente: "Potrei non sempre sapere il perché, ma conosco un lupo quando ne vedo uno; riesco a percepirlo". Certo, mia figlia dice che penso che tutti i ragazzi siano lupi, ma le dico solo perché lo ero. Ci vuole uno per conoscerne uno.

Quando uscivo insieme, come tutti i giovani ragazzi, avevo una paura mortale dei padri delle ragazze con cui uscivo. Se la maggior parte dei padri mostrasse interesse nell'incontrare i ragazzi con cui uscivano le loro figlie, sospetto che quasi tutti i giovani sarebbero costretti a rimanere celibi fino al matrimonio.

L'altro giorno mi sono fermato in un complesso di appartamenti per visitare un ragazzo la cui madre single mi aveva chiesto di incontrarlo. Mentre entravo nel grande complesso, notai almeno trentacinque o quaranta bambini che giocavano nel parcheggio. I bambini erano di tutte le età, dai più piccoli agli adolescenti. Molti dei ragazzi più grandi indossavano abiti di gruppo, si posturavano in modo aggressivo, fumavano erba e imprecavano ad alta voce. Numerose giovani donne che indossavano abiti suggestivi erano appese intorno a loro, cercando di attirare la loro attenzione. La musica rap risuonava da un oratore che tutti i bambini potevano ascoltare, non importa quanto fossero giovani. Il testo della canzone era così volgare che avrebbero messo in imbarazzo i marinai sulla nave della Marina su cui un tempo ero di stanza. Eppure questi bambini hanno giocato nel caos come se fosse una parte normale della crescita. Gli unici adulti intorno erano alcuni uomini predatori che costeggiavano il perimetro dell'azione, in cerca di prede indebolite.

Il mio primo pensiero è stato: che possibilità hanno questi bambini di crescere per condurre una vita normale, produttiva, felice e soddisfacente? Il mio secondo pensiero fu: dove sono gli adulti? Dove sono tutti gli uomini? Quando ho parlato con la madre, ho appreso che non c'erano uomini in giro perché non vi abitano uomini tranne i pochi che ho notato in precedenza mentre scrutavano il gregge alla ricerca di vittime. Ero appena entrato nel regno dell'America senza padre.

Sono venuto dal complesso di appartamenti diverse settimane dopo, durante un fine settimana. Molti bambini erano fuori a giocare, ma questa volta quattro o cinque padri in visita interagivano e li supervisionavano. Questa volta non c'erano predatori in agguato, niente vestiti da gang, niente droghe, niente musica rap ad alto volume, niente ragazze seminude e nessuna parolaccia. Che differenza fa un'influenza maschile positiva. Era come se il sole fosse uscito sul cortile.

La paternità è un comportamento modellato che oggi sta diventando una merce sempre più rara. A causa dell'alto tasso di divorzi nella nostra cultura, abbiamo una generazione di padri cresciuti senza padri propri. Gli uomini sono diventati padri senza aver mai visto come agisce un padre e cosa comporta il suo ruolo.

Prima di diventare cristiano, ero preoccupato per le mie capacità paterne. Non avendo avuto un ottimo modello da seguire, non ero esattamente sicuro di cosa fare in determinate situazioni. Mi sono trovato a reagire invece di avere un piano di gioco proattivo. La reazione a situazioni spesso mi ha costretto a usare la rabbia invece della saggezza. Anche dopo aver iniziato a leggere libri per migliorare le mie capacità paterne, non ero fiducioso nelle mie capacità. I libri incoraggiavano la ricerca di "momenti di insegnamento" da utilizzare per le lezioni. Non ero sicuro di quale fosse un momento di insegnamento, tanto meno cosa dire o fare quando è arrivato. Così mi sono ritrovato a eludere o allontanarmi dalle mie responsabilità, pensando di evitare il fallimento. Sapevo che i miei figli non si aspettavano solo un padre migliore, ma meritavano uno. E sapevo che mia moglie stava guardando e valutando il mio ruolo di padre. La prospettiva di perdere il rispetto era più di quanto desiderassi sopportare. Ma allontanandomi dalle mie responsabilità e cercando di evitare di fallire attivamente, stavo ancora fallendo. Stavo solo fallendo passivamente, il che era anche peggio!

Molti uomini con cui parlo hanno gli stessi sentimenti di inadeguatezza riguardo alle loro capacità paterne. Senza un'adeguata formazione e modelli di ruolo, la paternità può sembrare una responsabilità schiacciante. Ma come dice l'autore Frank Pittmon, "I ragazzi che temono di diventare padri non capiscono che la paternità non è qualcosa che gli uomini perfetti fanno, ma qualcosa che perfeziona gli uomini. Il prodotto finale della crescita dei figli non è il bambino, ma il genitore".

Lasciami dire questo: sei l'uomo che Dio ha scelto di essere il padre dei tuoi figli! Dio avrebbe potuto scegliere chiunque sulla terra per questo compito, ma nella sua infinita saggezza, ha scelto te. Anche se non hai fiducia nelle tue capacità paterne, Dio dice che si adatta perfettamente al conto per il suo piano per la tua famiglia. Conosce tutti i tuoi punti di forza e di debolezza e ha deciso prima che il tempo iniziasse che saresti stato il padre dei tuoi figli.

Ti fa sentire meglio o solo più terrorizzato? Rilassati: se stai leggendo questo libro, stai cercando conoscenza e saggezza su come diventare un papà migliore. Questo parla bene del tuo cuore. Se sei sincero e perseverante, Dio onorerà quel degno desiderio lavorando nella tua vita per esaudire quel desiderio. Ho pregato molte volte il mio Padre celeste per la saggezza nel crescere i miei figli e ho iniziato a sentirmi come se avesse iniziato a onorare quella richiesta. Lentamente ma sicuramente, mi sono ritrovato a riconoscere i "momenti di insegnamento" quando si sono verificati. E per grazia di Dio, ha parlato attraverso la mia bocca in molte di quelle occasioni, sorprendendo anche me con la saggezza che è emersa! Una volta che ho iniziato a vivere una vita di paternità intenzionale anziché semplicemente reagire a ciò che la vita mi ha lanciato, Dio ha iniziato a benedire i miei sforzi.

Oggi adoro essere un padre. Per anni ho temuto il pensiero di genitori genitori. Ora, tuttavia, trovo esaltanti le sfide legate alla crescita degli adolescenti, anche se questi anni sono in genere i più insoddisfacenti per un padre. La naturale curiosità che gli adolescenti hanno della vita. Gli alti e i bassi ormonali. Lanciandoli nel mondo come adulti produttivi e felici. Che ci crediate o no, trovo tutto questo divertente, anche se stimolante, e trovo grande soddisfazione quando Dio mi dà la saggezza per rispondere a questi bisogni.

Può darti lo stesso appagamento nella tua famiglia. Mantenere un buon atteggiamento è metà della battaglia.

Credimi quando dico che so quanto sia difficile essere un uomo e un padre oggi. Ti senti come dare, lavorare e lottare e non c'è mai abbastanza di te per andare in giro. Le pressioni sono inesorabili. Eppure sei così importante da essere quasi insostituibile nella vita dei tuoi figli, specialmente tuo figlio. La paternità è un privilegio dato da Dio, e con quel privilegio deriva il potere di avere un impatto sulla vita. Esercitato responsabilmente per sempre, quel potere può portare alla benedizione di Dio per te e la tua famiglia.

Privilegio, potere, responsabilità, sacrificio. Fanno tutti parte dello stesso pacchetto. Appartengono tutti a un padre.

Essere un uomo. Stai in piedi. Dai a tuo figlio un esempio di mascolinità che sopravviverà attraverso le generazioni. Ho sentito uomini parlare nei toni riverenti dei loro nonni o addirittura dei bisnonni che non hanno mai incontrato. Il potere dell'eredità maschile che hanno lasciato alle spalle è guarito e indurito attraverso i secoli come una base concreta di virilità.


Rick Johnson è il fondatore di Better Dads, un programma di abilità paterna progettato per equipaggiare gli uomini ad essere più coinvolti nella vita dei loro figli. Rick sviluppa e organizza seminari di formazione del padre per aziende, chiese, scuole e altre organizzazioni nel nord-ovest. In precedenza ha scritto That's My Son: How Moms può influenzare i ragazzi a diventare uomini di carattere. Rick, sua moglie Suzanne e i loro due figli vivono a Gresham, nell'Oregon.

Utilizzato con il permesso di Revell, una divisione del Baker Publishing Group.

Articoli Interessanti