I cristiani dovrebbero cercare segni quando prendono decisioni?

Siamo tutti alla ricerca di segni, vero?

Ho riso quando ho visto quella foto, ma ha anche risuonato con me. Spesso voglio un segno che sono sulla strada giusta. Che sto facendo la cosa giusta. Che sto prendendo la decisione migliore.

Mentre Dio ha dato segni a Gedeone, Ezechia e il servo di Abramo, Dio non sempre dà segni alle persone. Personalmente ho ricevuto pochissimi. Quando i farisei chiesero a Gesù un segno, egli disse: "Una generazione malvagia e adultera cerca un segno, ma nessun segno gli sarà dato se non il segno di Giona" (Matteo 16: 4). Sebbene i farisei mettessero alla prova Gesù in quel passaggio, nei versetti precedenti sottintendeva che avevano ricevuto segni ma non li prestavano attenzione.

Cosa significa questo per me, per noi, quando prendiamo decisioni?

A volte la risposta è chiara e abbiamo solo bisogno del coraggio di seguire e prestare attenzione a ciò che il Signore ci ha mostrato. Dobbiamo accettare percorsi scomodi e confidare in Dio in essi. Ma altre volte non possiamo davvero capire cosa fare. Non esiste una scelta chiara "giusta" o "sbagliata", tuttavia la decisione è importante. Cosa facciamo allora?

In quei casi ho trovato molto utile il processo decisionale di George Mueller, che è sorprendentemente simile alla tecnica di Ignazio secoli prima. George Mueller era un evangelista che fondò numerosi orfanotrofi in Inghilterra a metà del 1800. Ignazio di Loyola era un sacerdote spagnolo che fondò i Gesuiti a metà del 1500.

Entrambi hanno visto che la chiave per prendere una decisione divina è prima di tutto portare i nostri cuori in un luogo di indifferenza ...

dove non siamo attaccati alla nostra volontà. L'indifferenza non significa apatia per il risultato, ma piuttosto volontà di sottomettersi a Dio.

George Mueller dice questo:

“All'inizio cerco di portare il mio cuore in uno stato tale da non avere una volontà propria in merito a una determinata questione. Nove decimi del problema con le persone in genere è proprio qui. Nove decimi delle difficoltà vengono superate quando i nostri cuori sono pronti a fare la volontà del Signore, qualunque essa sia. Quando uno è veramente in questo stato, di solito è solo un piccolo modo per sapere qual è la Sua volontà. "

Ignazio credeva che dovessimo essere indifferenti anche a tutte le cose create ...

e quell'indifferenza significava che non dovremmo necessariamente cercare la salute sulla malattia, la ricchezza sulla povertà, l'onore sul disonore o una lunga vita su una breve . L'indifferenza richiede che lasciamo andare il nostro bisogno di conforto e onore. Significa confidare che, indipendentemente dal risultato, la grazia di Dio sarà sufficiente. È simile alla preghiera di abbandono di Gesù nel Giardino del Getsemani: "Eppure non la mia volontà, ma ciò che vuoi" (Marco 14:36).

Ma è più impegnativo di quanto sembri.

Questo luogo di indifferenza, portando il mio cuore in uno stato in cui non ha volontà propria, è più impegnativo di quanto sembri. La mia definizione di buona decisione è quella che mi porterà alla più grande felicità e successo mentre la definisco. Troppo spesso, quando dico che sto cercando la volontà di Dio, sto davvero chiedendo a Dio di convalidare la decisione che voglio prendere.

Dopo molta preghiera, quando posso veramente sottomettere la mia volontà alla volontà di Dio e subordinare il mio regno al regno di Dio, sono pronto ad andare avanti.

Prega e fai un elenco:

Il passo successivo di George Mueller fu pregare e chiedere a Dio saggezza. Mueller credeva che, poiché lo Spirito e la Parola saranno sempre in concerto, dovremmo guardare alla Scrittura per avere una guida. Ignazio suggerirebbe inoltre di fare un elenco di pro e contro, chiedendo aiuto allo Spirito Santo.

Entrambe queste cose mi sono state utili. In primo luogo, vado alle Scritture e chiedo a Dio di mostrarmi attraverso il consiglio completo della sua Parola cosa fare. Scrivo versi che ritengo applicabili. Anche fare un elenco degli aspetti positivi e negativi di ogni scelta è stato utile in quanto fornisce chiarezza.

Quando prego per l'elenco ...

Immagino di scegliere ciascuna delle opzioni, una alla volta. Mi siedo con ogni scelta, spesso per un giorno, come se l'avessi fatta. Mentre mi siedo con ognuno, prendo attenzione a come mi sento. Provo un senso di pace e vicinanza a Dio? O mi sento agitato e distante da Dio?

Mueller dice che dopo aver chiesto a Dio la saggezza, ti guardi intorno per vedere come Dio ti sta rispondendo. Presti attenzione alle circostanze. E aspetti un senso di pace.

Potrebbe essere la pace che senti dopo esserti seduto con una delle scelte o potrebbe essere qualcosa di inaspettato che rende chiara la scelta. Potrebbe venire dalla lettura della Parola, dalle circostanze provvidenziali o dal consiglio di un amico fidato. Ognuna di queste potrebbe essere la tua conferma, che sia Mueller che Ignazio dicono di cercare alla fine del processo.

Ho usato questo metodo nella mia vita e ha portato a una maggiore chiarezza.

L'ho persino usato con mia figlia minore, Kristi, quando stava decidendo dove andare al college. È stata strappata in due direzioni molto diverse.

La parte più impegnativa, come in ogni decisione, era arrivare in un luogo di indifferenza. Si era sempre vista in una delle scuole. Sua sorella e buoni amici erano lì. Aveva persino inviato la sua accettazione.

Sebbene questa scuola sembrasse il posto perfetto per lei, si sentiva ancora vagamente a disagio. Qualcosa dentro di lei stava ancora lottando.

Vedendolo in azione:

Per aiutarla nella decisione, abbiamo pregato per avere una guida e abbiamo trascorso del tempo a leggere insieme le Scritture. Quindi abbiamo fatto un elenco dei pro e dei contro di entrambe le scuole. Le ho chiesto di pregare per la direzione di Dio e di sedersi con ogni opzione per un giorno per vedere se uno di loro ha portato un più forte senso di pace e vicinanza a Dio o un maggiore senso di agitazione e distanza da lui.

Il processo ha portato chiarezza inaspettata. Kristi ha invertito la sua precedente decisione e ha scelto il college che era più sconosciuto e più lontano. Era ancora nervosa per il futuro, ma sentiva un senso interiore di pace.

Come prendi le decisioni? Cerchi segni? Hai mai provato un processo come questo?

Se stai lottando con una decisione importante in questo momento, ti incoraggio a provare con preghiera questo metodo. Mi piacerebbe sapere se aiuta a chiarire.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su Dance in the Rain. Usato con permesso.

Vaneetha Rendall Risner è appassionato di aiutare gli altri a trovare speranza e gioia nel mezzo della sofferenza. La sua storia include la contrazione della poliomielite da bambina, la perdita improvvisa di un figlio neonato, lo sviluppo della sindrome post-polio e il divorzio indesiderato, che l'hanno costretta ad affrontare i problemi della perdita. Lei e suo marito Joel vivono nella Carolina del Nord e hanno quattro figlie tra loro. È autrice del libro Le cicatrici che mi hanno modellato: come Dio ci incontra nella sofferenza ed è un collaboratore regolare del desiderio di Dio. Scrive su Dance in the Rain anche se non le piace la pioggia e non ha senso del ritmo.

SUCCESSIVO: 9 motivi per cui i bambini spirituali si rifiutano di crescere

Scelti dall'editore

  • 5 belle lezioni per i genitori che soffrono di depressione
  • 10 cricche che esistono in ogni chiesa


Articoli Interessanti