Una preghiera per il riposo dalla necessità di metterci alla prova - La tua preghiera quotidiana - 22 ottobre

Una preghiera per riposare dal bisogno di metterci alla prova

Di Jennie Allen

Salmo 103: 12, "Ha rimosso i nostri peccati tanto lontano da noi quanto l'est è da ovest." (NLT)

Tutti noi abbiamo la nostra versione delle carte stellari [adesivi], qualcosa per cui stiamo cercando di ottenere l'approvazione da parte dei nostri genitori, amici, coniugi, bambini, conoscenti online, colleghi o persino da Dio. Molti di noi portano quel sentimento di tensione per tutta la vita.

Ma il modo in cui interagiamo con le persone alla fine si fa strada nelle nostre vite spirituali. Così spesso proviamo a relazionarci con Dio attraverso le carte stellari - e finiamo per provare vergogna o delusione per il fatto che la nostra esibizione non ha portato il risultato che volevamo. Cerchiamo di lavorare di più, ottenere di più, saltare più lontano, ottenere un punteggio più alto per ottenere la sua approvazione o benedizione. Finiamo per relazionarci con Dio con una paura sottostante piuttosto che piena di una fede in attesa, infantile, piena di gioia.

Dio non funziona con le carte stellari. Non è manipolato dalla nostra esibizione. In Geremia 9: 23-24, dice: “ Non si vanti i saggi nella sua saggezza, non si vanti i potenti nella sua potenza, non si vanti i ricchi nelle sue ricchezze, ma si lasci vanto da chi si vanta, che lui mi capisca e mi conosca, che io sono il SIGNORE che pratica l'amore costante, la giustizia e la giustizia sulla terra. Perché in queste cose mi diletto, dichiara il Signore ”.

Dio non sta cercando grandi esibizioni o grandi movimenti. Ci sta inseguendo!

Dio già sa che non siamo abbastanza, ma non ci sta chiedendo di esserlo. Siamo quelli che hanno scelto di camminare attraverso il deserto con enormi branchi legati alle nostre spalle pieni di tutto tranne l'acqua. Come se il regno di Dio fosse tenuto o insieme da noi.

Per arrivare al posto in cui Dio può essere abbastanza, dobbiamo prima ammettere che non lo siamo. Fingendo che stiamo bene, quanti di noi stanno facendo funzionare la vita. Senza quell'illusione, potremmo dover vivere avendo bisogno di Dio.

E potrebbe essere difficile. Colpiscilo. È difficile.

Non più esibirsi. Non più fingere. Non più metterci alla prova.

Perché non abbiamo nulla da dimostrare.

Caro Dio, sto realizzando che non è la mia maledizione che credo di non essere abbastanza; è il mio peccato che continuo a cercare di essere. Grazie per il promemoria che la vita con Te significa che posso riposare e non ho nulla da dimostrare. Continuerai a mostrarmi la tua libertà, il tuo potere e il mio bisogno di smettere di sforzarmi di farti piacere e invece di vivere solo con te? Nel nome di Gesù, Amen.

Nota del redattore: contenuto tratto dal devozionale Incoraggiamento per oggi, "Tearing Up the Star Charts", scritto da Jennie Allen. Puoi leggere quel pezzo per intero qui. Tutti i diritti riservati.

Ora che hai pregato, hai bisogno di qualcuno che preghi per te? Fai clic sul pulsante qui sotto!

Visita iBelieve.com per contenuti di preghiera più stimolanti.

Articoli Interessanti