Qual è il significato della croce?

I molti significati della croce

La croce è una grande contraddizione. La morte e la vita, l'odio e l'amore, la violenza e la pace, l'accusa e il perdono, il peccato e la purezza, la rottura e l'integrità, tutto è perduto, ma tutto è guadagnato, distruzione e restaurazione, sconfitta e vittoria. Una volta la forma più crudele di esecuzione, eppure ora è un simbolo di vita abbondante.

La croce significa molte cose per molte persone. Alcuni l'hanno mostrato sulla mensola del camino, altri lo indossano intorno al collo. Cos'è la croce?

1. La croce è amore.

Cristo è morto per i peccatori. È morto per le persone che avevano perso la strada. Non morì perché gli fu imposto. È stata una scelta Una scelta fatta innamorata.

Ma Dio ha mostrato il suo grande amore per noi mandando Cristo a morire per noi mentre eravamo ancora peccatori (Romani 5: 8).

Gesù ama ancora i peccatori. È venuto e ha dato la vita per loro. Il messaggio della Croce rimane un dono d'amore per quelli immeritevoli. Soprattutto, la Croce è un simbolo di amore.

2. La croce è personale.

Nella maggior parte delle religioni, le persone si sforzano di raggiungere la divinità. Il cristianesimo è l'unica fede in cui Dio ci ha raggiunto. La nostra risposta a un simile Dio è conoscerlo personalmente. Gesù è morto per poterti conoscere. Era personale.

Voglio conoscere Cristo ... Voglio soffrire con lui, partecipando alla sua morte (Filippesi 3:10).

3. La croce è umiltà intenzionale.

La morte di Cristo è stata un atto della sua volontà. In Filippesi 2: 7-8, Paolo afferma che Gesù si umiliò in obbedienza e morì di una morte criminale sulla Croce. A volte pensiamo erroneamente che abbia preso quella decisione come Dio. Gesù arrivò alla conclusione di morire per l'umanità come un essere umano. Voleva che la sua carne, la sua mente e le sue emozioni morissero sulla Croce.

E per quella volontà (questa è la volontà di Gesù come essere umano, non la volontà di Dio), siamo stati resi santi attraverso il sacrificio del corpo di Gesù Cristo una volta per tutte (Ebrei 10:10).

Cristo è appeso sulla croce apposta. Poteva scegliere di vivere come gli pareva, ma ha scelto di dare la vita per il nostro bene. Galati 2:20 dice che siamo stati crocifissi con Cristo - passato. Come cristiani, dobbiamo essere morti per la nostra volontà, come lo era Cristo. La preghiera della nostra vita dovrebbe essere: "Non la mia volontà, la tua sia fatta". E proprio come Gesù, è nostra responsabilità agire sulla nostra preghiera. Essere nella volontà di Dio non è una cosa passiva. È un atto di volontà.

4. La croce è profetica.

Ci sono molte profezie della croce nella Bibbia dalla Genesi all'Apocalisse. Dall'inizio dei tempi, Dio ha progettato di salvare l'umanità dalle grinfie del male con una morte orribile su una croce.

Eppure erano le nostre debolezze che portava; erano i nostri dolori che lo appesantivano. E pensavamo che i suoi problemi fossero una punizione di Dio, una punizione per i suoi peccati! Ma fu trafitto per la nostra ribellione, schiacciato per i nostri peccati. È stato picchiato per poter essere integri. Fu frustato in modo che potessimo essere guariti (Isaia 53: 4-5).

Fu sfigurato, tormentato, completamente abusato. Ma non solo fu profetizzata la sua punizione, ma anche la nostra espiazione. Trafitto per il peccato. Picchiato per completezza. Montato per la guarigione. Uno scambio divino. Benedizioni per le maledizioni, completezza per la rottura, ingiustizia per la santità. La redenzione fu profetizzata.

5. La croce è definitiva.

"Ora ho visto nel mio sogno, che l'autostrada su cui Christian doveva andare, era recintata su entrambi i lati con un muro, e quel muro era chiamato Salvezza. In questo modo, quindi ha gravato la corsa di Christian, ma con grande difficoltà, perché del carico sulla schiena.

Corse così finché non arrivò a un ritmo un po 'ascendente; e su quel luogo sorgeva una croce, e un po 'più in basso, in fondo, un sepolcro. Così vidi nel mio sogno che proprio quando Christian arrivò con la croce, il suo fardello si staccò dalle sue spalle, cadde da dietro la schiena e cominciò a cadere, e così continuò a fare fino a quando non arrivò alla bocca del sepolcro, dove è caduto, e non l'ho più visto. "

- Progresso di Pellegrino

Tanti sguardi sulla croce e ancora aggrapparsi a dolori, dolori e problemi passati. Non ti appartengono più alle spalle: Gesù le ha prese sulle sue. Il debito è pagato. Guarda la croce e ricevi la tua salvezza.

E hanno cantato una nuova canzone con queste parole:

“Sei degno di prendere la pergamena

e rompi i suoi sigilli e aprilo.

Perché sei stato ucciso e il tuo sangue ha riscattato le persone per Dio

di ogni tribù e lingua, popolo e nazione.

E tu li hai fatti diventare il regno di Dio e i suoi sacerdoti.

E regneranno sulla terra. "

(Apocalisse 5: 9-10, NLT)

Redentore, Agnello di Dio, è degno. Grazie per la croce, Signore.

Sarah Coleman è un autore e comunicatore australiano. I suoi libri includono Single Christian Female e Make Yourself Amazing. È appassionata del Regno di Dio. Adora anche essere moglie e madre di due ragazzi. Per saperne di più sui pensieri di Sarah, vai su sarahcoleman.com.au.

Data di pubblicazione : 13 marzo 2014

Articoli Interessanti