Cosa stiamo cantando: meglio è un giorno nelle tue corti

Di recente, come regalo di compleanno per il mio bambino di dieci anni, ho portato lei e la sua amica Brianna al Nick Hotel nella vicina Orlando. Nick, abbreviazione di Nickelodeon Network, fa da sfondo, se vuoi, al tema dell'hotel. Ogni suite è decorata in un tema adatto ai bambini (la nostra era The Fairly Oddparents). Per un intero pomeriggio, le ragazze si sono scatenate nel parco acquatico con la sua torre alta quattro piani e il serbatoio di scarico dell'acqua da 400 galloni (che si riversa a caso). Quella sera suonarono in sala giochi, si mescolarono con i personaggi di Nick e poi, la mattina seguente, fecero un'incredibile colazione a buffet e cenarono con SpongeBob Squarepants e Dora the Explorer.

Alla fine della nostra avventura di ventiquattro ore, mia figlia esclamò: “Questo è stato il giorno più bello di sempre! "Che è stato rapidamente seguito da" Non vedo l' ora di farlo di nuovo! "

Better is One Day ...

Sono stato portato a riflettere sul mio "miglior giorno di sempre". Ma, per qualcuno che ha vissuto cinque decenni, mi sono reso conto che c'erano molti "migliori giorni di sempre". Quindi, ho riflettuto sul miglior giorno recente di sempre.

Chiunque mi conosca non sarà sorpreso di leggere che è avvenuto durante il mio ultimo viaggio in Israele. Mi sono svegliato quella mattina nella mia camera all'Hotel Nof Ginnosar, ho aperto le tende e ho guardato fuori per osservare le onde del Mar di Galilea che lambivano la riva. Dopo una deliziosa colazione, io e il mio amico Miriam ci siamo avventurati nel nord di Israele, osservando lungo il cammino il Monte Hermon, coperto di neve e apparentemente sospeso nel cielo da Dio, che ci ha fatto cenno di avanzare. Siamo arrivati ​​a Tel Hazor poco dopo le 8:00 del mattino, abbiamo preso un caffè forte con il nostro amico e direttore del parco, il signor Hussein el-Heib, quindi abbiamo fatto un tour privato tra le rovine della città che Joshua aveva bruciato a terra un poche migliaia di anni fa. Due ore dopo andammo a Banias / Cesarea di Filippo, dove Gesù chiese a Pietro: "Chi dici che io sia?" E Pietro rispose: "Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente". Da lì, fino alle pendici innevate di Hermon, poi di nuovo giù per la fortezza di Nimrod, "Il castello della grande scogliera" (vedi foto in cima all'articolo), dove l'incredibile vista del Golan si stendeva davanti a noi. Ci fermammo al mercato di un contadino druso, comprammo frutta e verdura fresca e pranzammo. Quindi ci ritirammo più in basso fino a raggiungere la Riserva del Dan. Per ore abbiamo camminato attraverso la natura incontaminata, lungo corsi d'acqua cristallini e calme piscine per bambini. Quindi, tornando alla macchina, e un disco per la scogliera dell'Arbel che domina la fertile Galilea (vedi foto). Un'escursione sul retro di Arbel ha regalato una corsa memorabile. Il mio cuore batteva all'impazzata mentre il sole tramontava alla mia sinistra, gettando una tonalità dorata e rosea sul Mare di Galilea. Quando raggiunsi la cima, allargai le braccia meravigliato e il mio amico scattò una foto. È stato uno dei momenti più felici e vertiginosi della mia vita; la fine perfetta per il giorno perfetto. Avevo visto Dio nella maestà della Sua Terra Santa.

Non potevo immaginare un giorno migliore.

Forse non io, ma qualcuno ha scritto ...

Mentre non si sa chi abbia scritto Salmo 84, nel suo libro Il tesoro di David, Charles H. Spurgeon ha scritto:

Poco importa quando questo Salmo è stato scritto, o da chi. Il suo profumo è davidico ... Ha una lieve luminosità che le entità lo chiamano "La Perla dei Salmi". ... Questo è il più dolce dei Salmi della pace.

Eppure, l'autore è sconosciuto. Forse per darci la possibilità di riflettere su quello che sarebbe il giorno migliore in assoluto come individui piuttosto che limitarsi a leggere le aspirazioni quasi dolorose di un uomo di essere nella Casa e nelle Corti di Dio per un solo giorno.

Quando leggo le parole "Quanto è bella la tua dimora", tuttavia, mi viene da chiedermi se "adorabile" sia una parola troppo debole. "Adorabile", pensai, sembra più qualcosa che mia nonna avrebbe potuto chiamare il suo tavolo da pranzo, arredato con lenzuola e porcellana, decorato con argento e cristallo. Pensando a questo, ho capito la bellezza della parola.

Immagina un posto così spettacolare - al di là di qualsiasi paesaggio o tavolo da pranzo, superiore a qualsiasi castello o montagna, più eccitante di qualsiasi tema o parco acquatico - ti fa letteralmente male vederlo, abitare al suo interno, sederti in silenzio o scoppiare in lode tra i suoi muri. Immagina un posto in cui, quando ci sei e quando sei tornato, ti senti soddisfatto solo per la presenza lì. Immagina che la Presenza - come un'aquila madre - spieghi le sue ali e tu, la sua aquila annidata sotto la loro ombra.

Immagina di essere nel luogo in cui vive la gloria di Dio, poiché viveva all'interno delle corti e tra le suppellettili del tabernacolo ai giorni di David e nei templi costruiti dopo. Ora immagina di passare un'intera giornata lì. Solo un giorno. Cosa faresti? Come trascorreresti le tue ventiquattro ore nella casa di Dio?

E quando te ne andassi, come ti sentiresti? Quanto desideri ardentemente tornare?

Quindi, diciamo che David l'ha scritto ...

Da ragazzo e da giovane, possiamo supporre che David fosse andato alla "casa del Signore", se non in nessun altro momento durante le feste appropriate e con la sua famiglia. Da giovane, guerriero e genero del re Saul, David fu scacciato da casa sua e lontano dalla sua famiglia dal re pazzo, incapace di entrare nel tabernacolo. Ad un certo punto durante i suoi anni di clandestinità, David visse nel sud di Israele. 1 Samuele 23:29 recita: E David salì da lì e visse nelle fortezze di En Gedi.

Chiunque sia stato a En Gedi sa del suo splendore. Nel testo del Cantico dei Cantici di Salomone troviamo: Il mio amante è per me un grappolo di fiori di henné dai vigneti di En Gedi.

La mia recente visita in Israele ha confermato tutto ciò che avevo mai letto al riguardo. Nelle pagine del mio diario ho scritto : Sono affascinato dalla sua bellezza - verdi lussureggianti in mezzo alle montagne del deserto - e sbalordito dalla sua altezza ... Non c'è da meravigliarsi che questo fosse il nascondiglio di David; un rifugio dai pericoli e un santuario traboccante della presenza e del sollievo di Dio.

Com'è bella la tua dimora, o Signore Onnipotente!

La mia anima brama, anche scema, le corti del Signore;

il mio cuore e la mia carne invocano il Dio vivente ...

Meglio è un giorno nei tuoi tribunali che mille altrove;

Preferirei fare il portiere nella casa del mio Dio piuttosto che dimorare nelle decine dei malvagi. (Estratto dal Salmo 84)

E così cantiamo

"Mi avvicinerò a te", dice l'ultima riga della canzone.

E così dovremmo.

E così facciamo.

Domande per studio privato o di gruppo

Quale cosa al mondo ti piacerebbe vedere? Paragonalo a un giorno con Dio. come si impila?

Hai mai vissuto un tempo alla presenza di Dio che ti ha lasciato bramoso, dolorante di essere di nuovo in Lui in quel modo?

Il tabernacolo e il tempio in Israele non esistono più, ma 1 Corinzi 6:19 dice: Non sai che il tuo corpo è il tempio dello Spirito Santo? Come trascorri il tuo tempo, quindi, nella presenza di Dio?

Il libro di Eva Marie Everson Riflessioni di Israele; Un viaggio personale in Terra Santa di Dio (Thomas Nelson / Nelson Bibles) uscirà a maggio 2008. Per ulteriori informazioni sul libro e sugli argomenti di discussione di Eva, visitare: www.EvaMarieEverson.com

Articoli Interessanti