Come camminare nella paura del Signore

“Assicurati che non rifiuti chi parla. Se non sono fuggiti quando hanno rifiutato colui che li aveva avvertiti sulla terra, quanto meno saremmo, se ci allontanassimo da colui che ci avverte dal cielo? A quel tempo la sua voce scosse la terra, ma ora ha promesso: "Ancora una volta scuoterò non solo la terra ma anche i cieli". Le parole "ancora una volta" indicano la rimozione di ciò che può essere scosso, cioè le cose create, in modo che ciò che non può essere scosso possa rimanere. Pertanto, poiché stiamo ricevendo un regno che non può essere scosso, siamo grati e adoriamo Dio in modo accettabile con riverenza e timore reverenziale, poiché il nostro 'Dio è un fuoco consumante' ”- (Ebrei 12: 25-29).

Cari intercessori,

Se stiamo entrando nel momento più emozionante di tutta la storia, perché così tanti di noi camminano nella paura segreta? Perché l'ansia e la paura sono in cima alla lista dei problemi umani? La paura sta crescendo in tutto il mondo. Le persone temono di tutto, dai serpenti e scorpioni ai terremoti e alle carestie. C'è la paura dell'uomo, la paura della vergogna, la paura del dolore o del pericolo e la paura di una grande perdita. L'elenco è infinito. Ciò che dovremmo temere non è l'ISIS o il mercato azionario, ma il Signore. Dio sta parlando ad alta voce in questi giorni. Ci sta avvertendo e sta scuotendo tutto. Ma il Regno di Dio non può essere scosso. Non dimentichiamoci che quelli che seguono veramente il Signore fanno parte di quel regno irremovibile.

Quando impariamo a camminare nel timore del Signore, le nostre altre paure svaniranno sullo sfondo.

Il modo in cui camminiamo in questi giorni è estremamente importante. Ogni nostro passo conta. Ho avuto un'esperienza qualche anno fa che ha influenzato tutta la mia vita. Ero di sopra a casa mia e mi affrettavo a rispondere al mio campanello. È successo tutto così in fretta quando sono scivolato sul gradino più alto. Ho fatto una grande caduta dalle scale, sono atterrato al polso e mi sono rotto il tallone. Quattro mesi in sedia a rotelle e un paio di anni di recupero mi hanno mostrato quanto sia importante camminare! Dobbiamo camminare attentamente e consapevolmente momento per momento nel timore del Signore. Una caduta può essere estremamente dolorosa e costosa. Il timore del Signore ci protegge.

Così spesso temiamo l'uomo perché temiamo Dio così poco. Ma stiamo entrando in un momento in cui il timore del Signore sarà una necessità vitale per tutto il popolo di Dio, in modo che possiamo sorgere vittoriosamente come la Sposa di Cristo e rimanere senza paura di fronte a un mondo dei tempi finali molto spaventoso. Cammineremo in una pace soprannaturale che attirerà i perduti dal 1000. Vivremo finalmente la vita soprannaturale che Dio intendeva da sempre.

Ci sono tre tipi di paure di cui dobbiamo essere consapevoli: paure dannose, sane e sante. Le paure dannose sono quelle che ci ostacolano. Paolo disse a Timoteo: "Dio non ti ha dato uno spirito di paura, ma di potere, amore e mente sana" (2 Timoteo 1: 7). Timoteo stava lottando contro quelle paure che ostacolavano il suo ministero e la sua vita come la paura del fallimento, il rifiuto, l'inferiorità e l'inadeguatezza. Invece di essere coscienti di Dio, le paure dannose ci rendono autocoscienti. Queste non sono paure utili! Ma le paure sane sono buone perché possono trattenerci da situazioni pericolose. Un bambino impara a non giocare in strada o saltare da un tetto. Queste paure sono salvaguardie nella nostra vita.

"Il timore del Signore è l'inizio della saggezza: e la conoscenza del santo è comprensione" - (Proverbi 9:10).

Cercare il timore del Signore ci conduce alla saggezza. È una paura che dobbiamo cercare ogni giorno. È una paura che ci motiverà verso la vita santa, la riverenza di Dio e la giustizia.

Camminando nella paura del Signore

“Molti di noi desiderano ardentemente un ritorno alla gloria soprannaturale della chiesa primitiva: guarigione, protezione angelica, incontri di preghiera sconvolgenti, conversioni di massa e avventura missionaria. Voglio tutto questo. Ma voglio la cosa reale, non una cattiva imitazione. Se vogliamo la presenza di Dio, abbiamo bisogno della riverenza di Dio ”.

Mentre valutiamo la nostra vita, la maggior parte di noi deve ammettere che stiamo appena iniziando a conoscere il timore del Signore. Vogliamo la presenza di Dio, ma sappiamo che dobbiamo crescere nella nostra riverenza e paura di Dio. La nostra carne guerreggia naturalmente contro il nostro spirito, quindi dobbiamo sforzarci esercitando la nostra legittima autorità sulla nostra carne. Ecco alcuni modi per aiutarti a camminare nel timore del Signore:

  • Scegli di temere il Signore: hai una scelta e non sei schiavo dei desideri peccaminosi. Ama ciò che Dio ama e odia ciò che odia. Impara a odiare il male. Nel tempo le tue emozioni si allineeranno con il tuo spirito.

    “Temere il Signore è odiare il male; Odio l'orgoglio e l'arroganza, il comportamento malvagio e il discorso perverso ” (Proverbi 8:13).

  • Sii consapevole della presenza di Dio durante il giorno - Impara a praticare la presenza di Dio. Parla con Dio tutto il giorno con piccole frasi. "Gesù, ti amo." "Sono ammirato dalla tua grandezza." "Grazie per essere così buono."

    "Beati quelli che hanno imparato ad acclamarti, che camminano alla luce della tua presenza, Signore" (Salmo 89:15).

  • Impara a fidarti del Signore ogni giorno - Quando hai paura, confessalo come peccato e chiedi a Dio di aiutarti a camminare nella Sua pace. Lui è il tuo rifugio.

    "Chiunque teme il Signore ha una fortezza sicura e per i suoi figli sarà un rifugio" (Proverbi 14:26).

  • Valorizza e rispetta la Bibbia: sappi che la Bibbia è sotto attacco e prendi un impegno personale per sostenere la verità di Dio. Prenditi del tempo per leggere e studiare la Bibbia (Proverbi 2: 1-5). Impegnati ad applicare ciò che leggi e pregalo di nuovo a Dio, interiorizzando lentamente i versi. Imparerai di più sulla natura di Dio, sulle sue vie e su come obbedire.

    "Tutta la Scrittura è ispirata da Dio ed è utile per insegnare, rimproverare, correggere e addestrare la giustizia, in modo che il servitore di Dio possa essere completamente attrezzato per ogni buona opera" (2 Timoteo 3: 16-17).

  • Adorate Dio durante il giorno - Studiate gli attributi di Dio nella Sua Parola e adoratelo attraverso la Sua Parola. Canta e proclama i suoi attributi. Quando le persone nella Bibbia hanno incontrato Dio, hanno risposto con profonda riverenza e sottomissione. Lascia che l'adorazione permea la tua vita.

    "Vieni, inchiniamoci nell'adorazione, inginocchiamoci davanti al Signore nostro Creatore" (Salmo 95: 6).

  • Accogli e abbraccia la disciplina di Dio - Non scappare dal fuoco raffinatore di Dio. È un padre amorevole e ci tratta come figli. Non dobbiamo disprezzare il Suo castigo perché si diletta in noi. Sebbene possa essere doloroso, in seguito produce il pacifico frutto della giustizia (Ebrei 12:11).

    "Figlio mio, non disprezzare la disciplina del Signore e non risentirti del suo rimprovero, perché il Signore disciplina coloro che ama, come un padre, il figlio in cui si diletta" (Proverbi 3: 11-12).

  • Evita le circostanze che non sono di Dio: osserva in modo proattivo quali circostanze ti portano a pensare e ad agire peccaminosamente. cioè internet, film, cattive relazioni, ecc. Segui la via della giustizia.

    “Meglio un po 'con la giustizia che molto guadagnare con l'ingiustizia (Proverbi 16: 9).

  • Pentiti di ogni peccato personale che Dio ti rivela: vivi quotidianamente uno stile di vita pentito. Vedi l'esempio di David in Salmo 51: 4-10.

    “Nascondi la tua faccia dai miei peccati e cancella tutta la mia iniquità. Crea in me un cuore puro, o Dio, e rinnova in me uno spirito saldo (Salmo 51: 9-10).

Man mano che il risveglio arriva nella Chiesa di tutto il mondo, un santo timore di Dio sarà conosciuto come nelle generazioni precedenti. La terrificante presenza di Dio spazzerà via tutti i peccati e rivelerà ogni cuore nel profondo. Temeremo veramente il Signore e la Sua presenza bruciante sarà nelle nostre vite. Lasciamo che il Suo riflettore penetri nei nostri piani, nei nostri programmi, nei nostri beni e nelle nostre vite. La sua stessa presenza frantumerà tutto ciò che è nei nostri stili di vita carnali. Dio vuole che la nostra relazione con Lui non sia semplicemente credenza e dottrina, ma la Sua presenza bruciante nelle nostre vite.

Il mondo è alla ricerca di un popolo che teme il Signore e conosca il suo potere glorioso. Siamo quelli che vivono nel timore del Signore. Sosteniamo la verità e lasciamo che il fuoco divoratore di Dio tocchi tutto nella nostra vita. Siamo in un'ora critica. È tempo di vivere con straordinaria riverenza e rispetto per il Signore. Proprio come Dio ha detto ai figli di Israele attraverso Giosuè, credo che ci stia dicendo:

“Quindi temi il Signore e servilo con tutto il cuore. Metti via per sempre gli idoli ” (Giosuè 24: 14a).

Dammi la paura del Signore di Matt Gilman

È tempo di temere il Signore e di pregare. Il National Day of Prayer e il Global Day of Prayer sono eventi di preghiera di questo mese. Questo è un momento urgente per digiunare e pregare per un mondo che ha un disperato bisogno di Dio.

  • La giornata nazionale della preghiera - 7 maggio 2015
  • La giornata mondiale della preghiera - 24 maggio 2015
  • Guida di preghiera di 10 giorni GDOP

“Quei miracoli del I secolo sono avvenuti in mezzo a una chiesa in preghiera che predicava il pentimento e praticava la santità. I primi discepoli erano stati battezzati con il fuoco (vedere Matteo 3:11) - una fiamma purificatrice che brucia il peccato e produce il timore del Signore ... Il vero risveglio è roba seria. Non solo porta gioia e pace; ha anche il potere di schiacciare gli ego gonfiati, esporre l'egoismo e uccidere l'orgoglio. Lo vogliamo? ” Citazioni di J. Lee Grady

Insieme nella vendemmia,

Debbie Przybylski

Intercessori Arise International

Personale KC dell'International House of Prayer (IHOP)

www.intercessorsarise.org

Articoli Interessanti