Michael & Susan Card: A Brief Taste of Heaven

Michael Card è un nome ben noto negli ambienti cristiani. Come cantante, cantautore e autore, Michael ha preso le Scritture e le ha riportate in vita con le sue numerose registrazioni e libri per bambini e adulti.

La settimana scorsa stavo guidando attraverso le strade secondarie della nostra zona con un carico di bambini con tempo piovoso e drammatico. La vita era stata estremamente impegnativa ed esigente e mi resi conto che avevo bisogno di una prospettiva eterna. Fortunatamente ho avuto la registrazione di Michael sul libro di Apocalisse, Unveiled Hope, in macchina. Mentre procedevamo, cantavamo in cima ai nostri polmoni la gloriosa rivelazione di nostro Signore. Fu un breve assaggio di paradiso. Questo è ciò che penso che Michael Card sia in grado di realizzare. Non mi viene da pensare: "Ooh, è così forte." Invece, i miei occhi sono sul Signore e spesso ricevo una nuova visione delle cose eterne.

Susan Card ha scritto un libro incoraggiante sull'educazione domestica, The Homeschool Journey, nel 1997. Da quando ho letto quel libro cinque anni fa, ho desiderato avere la possibilità di parlarle delle storie della sua vita da homeschool. Sono stato in grado di visitare Michael e Susan questo autunno ed esplorare brevemente alcune idee che ho sentito per anni dai loro scritti e dai concerti di Michael.

Al centro di ciò che abbiamo discusso c'erano idee come avere uno stile di vita di ascolto, di condivisione delle nostre vite in comunità e di rendere il Signore il centro di tutto ciò che facciamo. Piuttosto che avere tutte le risposte, hanno parlato come compagni di soggiorno che potevano apprezzare la lotta.

Se la musica di Michael non ti è nota, corri (non camminare) dove puoi trovare musica cristiana di qualità. Puoi iniziare dal libro della Genesi e ascoltare la tua strada attraverso le Scritture. Ascolterai suggerimenti di musica irlandese, cori gospel e molti testi stimolanti per stimolarti nella tua vita come credente in Gesù Cristo.

È stato un piacere chiacchierare con Michael e Susan al telefono una mattina invernale qualche mese fa. Voglio condividere la nostra piacevole conversazione con te.

D: Michael, parli del valore della community quando sei in concerto e nel tuo video, Scribbling in the Sand . La comunità può essere piuttosto elusiva per le famiglie occupate a casa. È difficile deludere le persone e trovare il tempo per tutte le cose chiamate " importanti ".

Michael Card (MC) : è una lotta costante. Ovviamente il video mostrerà il lato positivo. Susan ha una piccola comunità. Ci sono forse altre tre mamme con cui ha studiato a casa per 10 anni, e tendono a darsi molto spazio e a ridimensionarsi a vicenda. Ma la comunità più ampia non capisce.

Susan Card (SC) : Oh, sono d'accordo. Che si tratti di una scuola o di una chiesa, tutti hanno un ordine del giorno e, se non ti iscrivi all'agenda, non sembra che tu stia dando un contributo. Rende la famiglia un aspetto egoista. Siamo nella stessa lotta. Puoi provare a fare tutto. Per me stava cercando di riversare nel nostro ministero. Ma se continui a cercare di tenerne il passo, finisci per bruciare il tuo stoppino ad entrambe le estremità e rimani senza energia. Ti confondi e crolli. Ci sono molte mamme su quella barca perché nessuno dice loro: "Non devi fare tutto. Stai facendo abbastanza. Questo è il tuo ministero per questa stagione della tua vita". Non stiamo solo combattendo il sistema educativo; c'è un intero vuoto spirituale perché così tante chiese riguardano il mantenimento di un'istituzione e il non prendersi cura delle persone. Quindi, poiché ce ne stiamo accorgendo, stiamo tutti iniziando a cercare di allontanarci e di affrontare la vita in modo diverso.

MC : Certo, parlo molto della comunità quando sono in viaggio. La gente mi chiederà: "Come fai? Come hai una comunità?" Bene, lo chiedi a Dio!

SC : Ci devono essere anche stagioni nel tipo di viaggio in cui ci troviamo. E le persone non ne parlano molto. Siamo così impegnati a confortarci a vicenda, a essere coinvolti in questa attività di gruppo e in quella di gruppo, e c'è tutta la parte del nostro viaggio con il Signore che deve essere fatto in modo isolato. Devi provare la solitudine e chiedere a Dio la solitudine. Penso che Mike e io abbiamo imparato quanto sia importante.

Abbiamo visto i bambini che cercano di capire la vita e di risolverla, e diventano un po 'depressi. È facile dire "Andiamo a fare questo e quello", quando c'è uno scopo in esso che penso che stiamo ignorando. C'è una ragione per cui Dio ci lascia passare attraverso esperienze nella natura selvaggia.

D: Ma penso che l'isolamento sia una delle cose più difficili da gestire per il genitore homeschool.

SC : Questa è una buona domanda che dobbiamo porre come homeschooler: "Nella nostra chiamata, dove il mio homeschooling interferisce con lo scopo di Dio?" Perché, in realtà, con le nostre buone intenzioni potremmo essere disobbedienti in altre aree o idolatrare un ideale. Mike dice sempre "Se il diavolo non può farti sbagliare, può farti sbagliare". Quindi sono nel posto in cui voglio guardarlo in modo molto realistico e senza dire "L'istruzione domestica è la soluzione ideale". Tutti noi abbiamo urtato contro il lato negativo di esso. È tempo di dire: "Ho bisogno di avere tempo da solo con il Signore. Come posso intagliarlo?" Perché, in realtà, questa è la priorità. Questo è ciò che ha senso per tutto il resto.

Q: Susan, The Homeschool Journey è stato un grande incoraggiamento per me. L'hai scritto cinque anni fa; com'è stato il viaggio negli ultimi cinque anni?

SC : Come stavamo parlando, siamo molto più realistici. Penso che se dovessi cambiare qualcosa nel libro, sarei più specifico e dire: "Questo è un ottimo libro per le persone con bambini in età scolare".

Abbiamo alcuni bisogni speciali nella nostra famiglia. Abbiamo figli molto artistici e con un dono forte avrai spesso una debolezza in un'altra area. Quindi abbiamo dei punti deboli e prestare attenzione richiede molto tempo. Sono diventato più realistico riguardo a ciò che mi è richiesto. Non posso fare tutto.

D : Uno dei punti di forza del tuo libro che emerge chiaramente è il rispetto dell'individualità dei tuoi figli.

SC : Sì, e pagherai un prezzo quando inizi a guardare l'individuo perché ci vuole il doppio del tempo. Devi davvero ascoltare la loro vita.

D : Nel tuo libro e in concerto menzioni lo sviluppo di uno stile di vita di ascolto, ma ascoltare è una sfida.

MC : L'ascolto è un duro lavoro. Pensi di non fare nulla, ma stai facendo più lavoro della persona che sta parlando. Le persone non dicono quasi mai cosa significano, quindi devi ascoltare ciò che non dicono e devi investire molto tempo. È una cosa che richiede molto tempo.

D : E richiede tempo quando sto funzionando. Entro la sera, i miei occhi si abbassano e sto cercando di sembrare attento mentre condividono il loro cuore con me. Cerco di non addormentarmi.

MC : Ricevono gli avanzi! Posso dire che è qualcosa in cui Susan è molto brava, in particolare tutta questa faccenda di ciò che non dicono. Sono abbastanza bravo a interpretare ciò che dicono, ma Susan è quella che ha una grande intuizione su dove si trovano. Penso che ci bilanciamo. Li prenderò letteralmente ogni volta e li farò cambiare la loro lingua per adattarmi a me. Susan è quella che sa leggere tutto, a quanto pare, allo stesso tempo, ed è in grado di dire: "Non è quello che vogliono dire. So che è quello che hanno detto, ma non è quello che vogliono dire". E, quindi, forse Dio aveva un piano per mettere insieme noi due.

Q : Ora hai adolescenti. Puoi darci un po 'di saggezza per quegli anni di genitorialità? Ho una figlia di 12 anni, quindi siamo quasi arrivati.

SC : Sia tu che tuo marito contribuite con cose diverse. Sto scoprendo con gli adolescenti che hanno bisogno di tempo da soli con i loro genitori. Ha bisogno di tempo da sola con suo padre, ma ne ha anche bisogno con te perché sei tu a darle forma come donna. Quello che dovevo dirmi di fare con nostra figlia era: "Vai a fare shopping con lei. Esci e divertiti." Mi sono reso conto che ogni volta che ero con lei, abbiamo sempre avuto un fratello minore che taggava insieme. Era bello che qualcuno dicesse: "Individuala e concedile quel tempo". Abbiamo fatto cose così divertenti. Parlando di ascolto - bene, scopro di più sui bambini quando li tiro fuori da solo e faccio qualcosa di divertente. Questo è quando iniziano a parlare.

MC : Will è l'altro nostro adolescente. Abbiamo appena iniziato a prendere il karate insieme circa quattro o cinque mesi fa. L'intero valore di farlo è l'unità lì e l'unità indietro. Parla e non prende mai fiato. Dal mio punto di vista, la cosa sugli adolescenti non è quella di acquistare ciò che il mondo dice di quegli anni. Ricordo cosa dissero dei terribili due. Avevamo quattro figli e non pensavo che nessuno di loro fosse terribile. Lo stesso vale per gli adolescenti. Mi piace che siano adolescenti; sono molto più interessanti.

SC : Mi è stato chiesto da un amico l'altro giorno, "Cosa ti sei divertito questa settimana?" Mi darà questa lezione sull'avere momenti con la famiglia e momenti con i bambini. L'ironia è che Mike e io abbiamo trascorso circa cinque Natale consecutivi nel tentativo di reintrodurlo ai nostri genitori. Stavamo comprando cose per loro che si divertivano quando erano giovani solo per ricordare loro quando erano più giovani. È buffo; è molto più difficile applicarlo a te stesso. Ogni volta che possiamo, stiamo cercando di incoraggiarlo a vicenda. Provo a dire a Mike: "Vai a pescare con Scott ... fai qualcosa che lo risveglia in te stesso". E poi diventi così pratico. Stai cercando di essere saggio con i tuoi soldi, stai cercando di fare tutto nel modo giusto.

MC : Sono andato nei fine settimana e non tornerò a casa e dirò: "Ciao, ragazzi, vado a pescare!" Non posso farlo.

SC : Sai che ognuno ha circostanze diverse, ma fondamentalmente stiamo tutti dicendo la stessa cosa. Una delle cose che potrebbe aiutare è l'avvio di tradizioni in cui ogni primo - primo giorno di neve, primo giorno di vacanze estive, prima di tutto - facciamo qualcosa di speciale. Diventa un evento che non vedi l'ora e sentirai dire ai bambini: "Oh, ricordi quando abbiamo fatto questo e quello?" Se diventa una tradizione, allora non richiede tanta energia per mantenerla; è proprio quello che facciamo.

MC : L'elemento tradizionale ti dà il permesso di farlo.

Michael e Susan Card vivono nel Tennessee con i loro quattro figli. L'ultimo libro di Michael Card, Scribbling in the Sand , è stato recentemente onorato come l'unico libro da un editore evangelico a fare la prestigiosa lista dei "Migliori libri di religione del 2002" del settimanale dell'Editore. Per ulteriori informazioni su Michael Card, clicca qui

Diane Wheeler è scrittrice senior per The Old Schoolhouse Magazine e vive a Placerville, in California, con suo marito John e i loro cinque figli.

Intervista usata con il permesso di The Old Schoolhouse Magazine . Edizione primavera 2003.

Articoli Interessanti