Spirito critico altrettanto distruttivo per il matrimonio quanto problemi "più grandi"

Nota del redattore: hai bisogno di solidi consigli biblici su un problema nel tuo matrimonio o famiglia? Il Dr. David risponderà a due domande dei lettori di Crosswalk in ogni rubrica settimanale. Invia la tua domanda a lui su

Caro dottor David,

Mio marito ed io siamo entrati in abitudini molto distruttive e spero che tu possa aiutarti. Sembra che ogni volta che mio marito torna a casa dal lavoro di notte, e anche altre volte, diventa critico. Prima che io lo sappia, difendo e spiegando le mie azioni, ma mi risento per tutto il tempo. Non sa nemmeno che lo sta facendo e dice che non vuole continuare a commettere l'errore di essere critico. Ma si difende, dicendomi che se non avessi fatto alcune delle cose che avrei fatto, non si sarebbe arrabbiato. Ma, dottore, sono stanco di essere trattato come un bambino di dieci anni per gli errori che faccio. Non lo tratto come un bambino quando fa qualcosa di sbagliato. Come posso convincerlo a vedere che questo tipo di litigi sta uccidendo il mio amore per lui? - Sentirsi piccoli

Caro piccolo,

La tua nota riflette un problema crescente in molte relazioni e, per fortuna, ci sono alcune risposte chiare.

Innanzitutto, nota quanto spesso usi le parole "slip" e "prima che io lo sappia". Aggiungi, "Non sa nemmeno che lo sta facendo." Ciò suggerisce un grave problema nelle relazioni: una mancanza di consapevolezza e un incredibile passività. Le coppie continuano a trattarsi a vicenda allo stesso modo, "scivolando" negli stessi schemi di interazione e, naturalmente, trovando gli stessi risultati.

La prima volta che le coppie notano schemi distruttivi, possono definirlo un errore. Ma quando commettono gli stessi errori ancora e ancora, si parla di abbandono ed evitamento di problemi reali. La tua passività, i poveri confini e la mancanza di consapevolezza devono finire. Entrambi dovete sviluppare ciò che chiamo relazione consapevole. Spiegherò.

La relazione consapevole è lo sviluppo della capacità di guardare il modo in cui parli, notando il linguaggio del corpo, il tono e persino il contenuto critico. La relazione consapevole richiede sempre di essere in guardia per le abitudini distruttive, come gli spiriti insidiosi critici.

Secondo, partecipi anche a questo modello distruttivo, quando “scivoli dentro” difendendoti. Generalmente, quando ci difendiamo o ci spieghiamo, significa che ci sentiamo sulla difensiva, spesso a critiche reali o percepite. È facile "scivolare" in un ciclo di attacco-difesa-contrattacco senza consapevolezza. Alcune semplici regole, confini più sani e consapevolezza ti aiuteranno a uscire da questo modello distruttivo.

In terzo luogo, raccomando anche una potente tecnica chiamata interruzione del modello. Sì, è così semplice: osserva lo schema e crea una nuova ricetta di comportamenti pronti a sostituire i vecchi schemi. Nel mio libro, Dicendolo così ascolterà, condivido ampiamente l'importanza di non difendersi. Questo errore porta a una maggiore difesa, a maggiori critiche e all'erosione di sentimenti positivi. Invece dì: "Mi sento criticato e vorrei che tu chiedessi ciò che vuoi in un modo diverso", oppure "Mi sento sulla difensiva e ho bisogno di chiamare un breve intervallo per considerare come voglio rispondere."

In quarto luogo, che ne dici di iniettare un'altra interruzione del modello: accetta di chiedere ciò di cui hai bisogno l'uno dall'altro in modo positivo. Ricorda la vecchia regola, "Non offrire mai critiche senza offrire una possibile soluzione". Accordati di dirti cosa ti piacerebbe diversamente, essendo pronto ad aiutare il tuo compagno con la soluzione. Quando sono necessari il restauro e la correzione, farlo delicatamente. (Galati 6: 1) Le Scritture insistono sul fatto che manteniamo tre atteggiamenti per una vita sana: misericordia, giustizia e umiltà. (Michea 6: 8) È impossibile abbracciare questa ingiunzione ed essere una persona critica.

Infine, ancora un'altra interruzione del modello: aggiungi positività alla relazione. Una regola potente per la tua relazione potrebbe essere: devi avere almeno due commenti positivi nella relazione prima di poterne aggiungere una negativa. Nessuna eccezione. Questa regola diffonde anche lo spirito più severo e critico con una forte dose di umiltà, umorismo e leggerezza.

Caro dottor David,

Mia moglie ed io siamo sposati da vent'anni e siamo entrambi stanchi del conflitto. Siamo cristiani forti, ma la nostra fede sembra avere scarso effetto sul modo in cui ci relazioniamo l'un l'altro. Condividiamo la nostra fede insieme la domenica e tutti pensano che siamo una coppia felice con i nostri tre meravigliosi bambini. Quello che non sanno è che c'è stata violenza domestica, ostilità, depressione e altri problemi. Abbiamo consultato diverse volte, ma mio marito trova qualcosa di sbagliato in ogni consulente e quindi abbiamo smesso di andare. In poco tempo torniamo a vivere con le sue esplosioni rabbiose, l'irritabilità e l'occasionale insulti.

Sono confuso sul perché la nostra fede non ci fa cambiare i nostri modi distruttivi? Perché non è abbastanza amare il Signore, adorarlo e tuttavia litigare e combattere? Mi sento maltrattato e mi chiedo se dovrei continuare a vivere così. Le altre coppie stanno lottando come noi o siamo soli in questa battaglia? Aiuto. - Esausto

Caro Esausto,

Il tuo primo errore è assumere che, poiché sei cristiano, non avrai problemi. Uno degli errori che facciamo spesso in chiesa è nascondere la nostra sporca biancheria, facendoci sentire soli con le nostre lotte. Troppo spesso facciamo finta che la vita vada bene, quando dietro le quinte lottiamo con gli stessi problemi di quelli fuori dalla chiesa. Tuttavia, ci sono risposte. Consideriamo alcune delle tue preoccupazioni.

Nonostante le apparenze, le Scritture chiariscono che avremo prove e tribolazioni, e in effetti quelle prove hanno lo scopo di renderci più forti. Quindi, non è la presenza di problemi che dovrebbe preoccuparci, anzi, dovremmo aspettarci che ci siano. Ma dobbiamo rispondere in modo appropriato.

C'è un errore che molti cristiani fanno riguardo ai problemi. Crediamo erroneamente che, poiché siamo cristiani, saremo istantaneamente maturi relazionalmente. Questo, come tutti sappiamo, semplicemente non è vero. Proprio come dobbiamo crescere e maturare nella nostra relazione con Cristo, dobbiamo maturare nella nostra capacità di risolvere i problemi e di amarci l'un l'altro in modo maturo. Una lettura approfondita di I Corinzi 13 dovrebbe farci rabbrividire e mettere il naso alla mola.

Cosa significa praticamente questo? Significa che tu e tuo marito avete bisogno di trovare uno psicologo o un consulente qualificato e di mettervi al lavoro, e di attenervi. I problemi del personaggio non sono facili da cambiare. Sospetto che voi due abbiate molte abitudini distruttive che devono essere affrontate.

Inoltre, menzioni la sua violenza: ciò richiede un trattamento strategico e specifico per un risultato positivo. Devi insistere sul fatto che riceva un trattamento di violenza domestica; nessuna scorciatoia, nessun fine corsa - trattamento specifico per un problema specifico. Ti separi lasciandolo no che basterà un trattamento a dir poco intenso. Parla insieme al tuo pastore e lascia che lui / lei ti ritenga responsabile di questi cambiamenti.

In un recente intensivo matrimonio che ho condotto, abbiamo dettagliato i modelli distruttivi che una coppia aveva sviluppato e appreso strumenti e tecniche specifici per porre fine ai loro schemi problematici. Troppi cercano cambiamenti profondi con uno sforzo superficiale. Mentre noi cristiani non saremo mai liberi da problemi, abbiamo Dio dalla nostra parte per aiutarci con il coraggio e la forza necessari per superare. Sviluppa un piano che si adatti al problema e seguilo con l'obiettivo finale.


David Hawkins, Pd.D., Ha lavorato con coppie e famiglie per migliorare la qualità della loro vita risolvendo problemi personali negli ultimi 30 anni. È autore di oltre 18 libri, tra cui Love Lost: Living Beyond a Broken Marriage , dicendo così che ascolterà e quando piace agli altri ti fa male . I suoi ultimi libri sono intitolati The Relationship Doctor's Prescription for Healing of Hurting Relationship e The Relationship Doctor's Prescription for Living Beyond Guilt . Hawkins è cresciuto nello splendido Pacifico nord-occidentale e vive con sua moglie al South Puget Sound, dove ama navigare, andare in bicicletta e sciare. Ha pratiche attive in due città di Washington.

Articoli Interessanti