Come e perché prego "nel nome di Gesù?"

Per me, è stata sempre la frase adesiva alla fine; l'arco su una preghiera ben confezionata. In effetti, se una preghiera non si concludesse con le parole "Nel nome di Gesù, Amen", mi sembrerebbe estraneo e strano ... quasi non biblico e disinformato.

Dopo tutto, Gesù ci ha detto di pregare nel suo nome, quindi non sarebbe sbagliato finire una preghiera senza quelle parole? È semplicemente una "parola magica" che santifica e benedice le nostre preghiere?

Sostegno biblico per pregare nel nome di Gesù

Il concetto di pregare nel nome di Gesù è decisamente biblico. Il testo chiave è Giovanni 14: 13-14: “Qualunque cosa tu chieda nel mio nome, questo farò, affinché il Padre sia glorificato nel Figlio. Se mi chiedi qualcosa a mio nome, lo farò. ”Questo concetto si ripete più volte in Giovanni 15:16 e Giovanni 16: 23-24.

In questi versetti, sembra che Gesù stia dicendo che è garantita una risposta alla preghiera data nel nome di Gesù.

In che modo viene abusato 'nel nome di Gesù'?

È abusato molto. E non intendo solo quando viene usato semplicemente per la ripetizione vuota delle preghiere durante i pasti. Pregare (o fare qualsiasi cosa) nel nome di Gesù è spesso usato come un modo per forzare l'approvazione di Dio; tentando di invocare la sua autorità su ogni singola azione e desiderio che abbiamo.

I predicatori della prosperità dichiareranno la benedizione finanziaria verso i loro ascoltatori "nel nome di Gesù".

I guaritori della fede fraudolenti comanderanno alle malattie di fuggire "nel nome di Gesù".

Ma il libro di Giacomo ci dà un terribile avvertimento sulle nostre preghiere: "Chiedi e non ricevi, perché chiedi erroneamente, di spenderlo per le tue passioni" (Giacomo 4: 3). Pensare che possiamo invocare il nome di Gesù semplicemente per adempiere alle nostre passioni, significa indebolire e abusare della grazia di Dio.

Pregare nel nome di Gesù è molto più profondo e molto più bello della versione "economica" che ascoltiamo così spesso.

Quindi cosa significa "nel nome di Gesù"?

Pregare nel nome di Gesù significa meno includere la frase alla fine della tua preghiera, e più sul posizionare correttamente il tuo cuore quando preghi . Pregare nel nome di Gesù significa che sei consapevole di due verità primarie mentre porti le tue richieste a Dio:

1. Riconoscimento della sua intercessione

C'è qualcosa di diverso nella preghiera nel Nuovo Testamento che nell'Antico Testamento. In Giovanni 16:24, Gesù dice ai suoi discepoli: “ Fino ad ora, non hai chiesto nulla a mio nome. Chiedi e riceverai che la tua gioia sarà piena ”.

Quindi, cosa c'è di diverso nelle nostre preghiere ora che Cristo ha vissuto, è morto e risorto per noi?

Quando Gesù ascese al cielo dopo la sua risurrezione, divenne il nostro intercessore e il nostro avvocato presso il Padre (Rom 8:34; 1 Giovanni 2: 1; Ebrei 7:25). Pregare in suo nome è riconoscere e ricordare che Cristo è l'unica via - che la nostra posizione davanti al Padre è basata sull'opera compiuta da Cristo solo. Veniamo da lui in preghiera, non a causa delle nostre opere o meriti, ma nel nome di Gesù.

Quella preposizione "in" è significativa. Parla del nostro rapporto con Cristo. Siamo "in" lui. Siamo stati uniti a lui nella sua morte, sepoltura e risurrezione. E ora, anche le nostre preghiere sono "nel" suo nome.

Quando preghiamo nel nome di Gesù, riconosciamo che, senza l'opera di Cristo, saremmo alienati da Dio per sempre.

2. Sottomissione alla sua volontà

L'apostolo Giovanni, che scrisse le parole di Gesù riguardo alla preghiera nel suo nome, scrive qualcosa nel libro di 1 Giovanni che potrebbe fornire ulteriori chiarimenti sul significato di pregare nel nome di Gesù.

1 Giovanni 5: 14-15 dice: “E questa è la fiducia che abbiamo nei suoi confronti, che se chiediamo qualcosa secondo la sua volontà, ci ascolta. E se sappiamo che ci ascolta in qualunque cosa chiediamo, sappiamo che abbiamo le richieste che gli abbiamo chiesto. "

Ciò fornisce la stessa certezza della preghiera esaudita di Giovanni 14: 13-14. E credo che quella frase, "secondo la sua volontà", sia strettamente connessa alla frase, "nel nome di Gesù". Non distorciamo il braccio di Gesù nel rispondere alla nostra richiesta, gli presentiamo le sue richieste in umile sottomissione.

Dire semplicemente "Nel nome di Gesù, Amen" non significa necessariamente che stai portando la tua richiesta in sottomissione e in linea con la volontà di Dio. Né costringe Gesù ad allineare la sua volontà alla tua richiesta. E semplicemente aggiungendo, "Se è la tua volontà" ad ogni richiesta non significa necessariamente che lo stiamo inviando.

Pregare secondo la volontà di Dio è pregare in linea con il suo carattere. Sta cercando di pregare per le cose che Cristo vorrebbe. Prega in un modo che vede la vita dalla prospettiva di Dio.

La preghiera è certamente un privilegio bellissimo e immeritato. Che onore è venire a Dio in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo, portandogli le nostre petizioni. Ma facciamo attenzione a chiedere "a torto, di spenderlo per le tue passioni". Preghiamo in un modo che riconosca l'intercessione di Cristo a nostro favore e la nostra unione con lui, e che allinea umilmente le nostre preghiere alla sua volontà e al suo carattere.


Aaron Berry è coautore del blog Pursuing the Pursuer . Puoi leggere altri articoli di Aaron e dei suoi colleghi iscrivendoti al loro blog o seguendoli su Facebook , Twitter e Instagram . Aaron attualmente risiede ad Allen Park, in Michigan, con sua moglie e due figli, dove presta servizio nella sua chiesa locale e ha recentemente completato un diploma MDiv presso il Seminario teologico battista di Detroit .

Articoli Interessanti