4 modi in cui Satana cerca di divorarci tramite Facebook

I social media hanno senza dubbio cambiato il modo in cui pensiamo e viviamo, ma quanto è utile per quelli in Cristo?

Credo che i social media possano essere una piattaforma efficace per la diffusione del Vangelo. Ci sono molte risorse incentrate su Cristo nella comunità online che utilizzo quotidianamente per aiutarmi a crescere spiritualmente. Ma se siamo onesti, probabilmente passiamo una piccola parte del nostro tempo a far progredire la nostra crescita spirituale, mentre il resto è dedicato allo scorrimento senza scopo. Trascorriamo ore al giorno a consumare infinite informazioni, immagini e video senza alcuna protezione per le nostre menti. Per i cristiani, ho scoperto che questo è un territorio pericoloso. Questo potenzialmente trasforma la mente in una pianura aperta, con satana che si aggira nell'erba come un leone, in attesa di divorare. (1 Pietro 5: 8)

Ecco quattro modi in cui il nemico cerca di divorarti attraverso i social media:

1. Satana vuole il tuo matrimonio.

Inizia con un like qui e un like lì. Lei è solo un'amica. Giustifichi l'interazione innocente del pulsante mi piace perché non attraversa alcuna linea continua. Spingi gradualmente la linea di confine sempre più indietro. Forse mi piace e commenti portano a conversazioni private. Ricorda, il peccato non è mai soddisfatto della quantità di te che ha.

Prima o poi nascondi le conversazioni dal tuo coniuge. Prima di saperlo, sei coinvolto in una relazione mentale, forse persino fisica.

Molti studi dimostrano che Facebook è il luogo più comune in cui inizia una relazione. Ho visto accadere di chiudere amici devoti che pensavano che non sarebbero mai arrivati ​​a quel punto. A meno che non si disponga di protezioni, può succedere a te.

Ero solito alzare gli occhi quando vedevo coppie con account Facebook comuni o password condivise. Ma ora capisco perché la maggior parte di loro lo fa. Quelle coppie comprendono i pericoli. Quelle coppie stanno combattendo per quello che hanno.

Dai al tuo coniuge l'accesso ai tuoi social media. Credetemi, avere quella responsabilità è assolutamente necessario. Sei molto meno tentato di nascondere qualcosa. E se hai qualcosa da nascondere al tuo coniuge, è più che probabilmente peccaminoso.

"Cattura le volpi per noi, le piccole volpi che rovinano i vigneti, perché i nostri vigneti sono in fiore." (Cantico dei Cantici 2:15)

2. Satana vuole i tuoi pensieri puri.

Se stai combattendo il peccato di lussuria, ti suggerisco di fare una pausa dai social media, forse anche indefinitamente. La tua relazione con Dio è infinitamente più preziosa di Facebook.

Scorrere senza scopo tra le notizie che intorpidiscono la mente è una delle cose più pericolose che un cristiano possa fare. Nella mia esperienza, è qui che muoiono i pensieri puri. Viviamo in una cultura pornografica ed è quasi impossibile evitare durante lo scorrimento. Abbinalo alla facilità di dare pensieri lussuriosi ed è un disastro per la vita santa.

La tentazione di tornare indietro per un altro sguardo è ancora più pericolosa perché fatta privatamente. Satana sussurrerà che va bene guardare perché non c'è nulla di male. Chi lo saprà? Può essere il tuo piccolo peccato da compagnia. Ma proprio come ho menzionato nella sezione precedente, non si fermerà qui.

Non seguire, annullare l'amicizia o eliminare il tuo account, se necessario. Ricorda le aree che ti hanno fatto inciampare prima e correre dall'altra parte. Ma non limitarti a scappare da loro, corri verso le braccia aperte di Cristo Gesù. Corri alle promesse della Sua Parola.

Matteo 5: 8 ci dice che i puri di cuore vedranno Dio! Mantieni il tuo cuore puro e fissato sul Padre. Sbarazzati di tutto ciò che potrebbe ostacolarlo. Ne vale assolutamente la pena, e assolutamente mortale se non lo fai.

“La fine di tutte le cose è a portata di mano; perciò sii autocontrollo e sobrio per il bene delle tue preghiere ”. (1 Pietro 4: 7)

3. Satana vuole il tuo tempo.

I social media sono uno strumento molto utile che Satana usa per strappare la tua attenzione e affetto da Dio. John Piper fa una battuta, "Uno dei grandi usi di Twitter e Facebook sarà quello di dimostrare all'ultimo giorno che la mancanza di preghiera non è stata per mancanza di tempo".

Ahia.

Se confronti il ​​tempo giornaliero trascorso su Facebook con la preghiera, come si misura? Se il primo è maggiore, non lo scrollerei semplicemente di dosso. Il Salmo 1 ci dice che l'uomo benedetto medita giorno e notte sulla Parola di Dio. Come possiamo sapere cosa pregare se non meditiamo sulla sua Parola? Come possiamo leggere la Parola, tanto meno meditarla giorno e notte se scorriamo costantemente attraverso i social media? Stiamo semplicemente scegliendo i piaceri di questo mondo piuttosto che passare il tempo con il Dio dell'universo. È così semplice.

Poiché non stiamo perseguendo Dio come dovremmo, ci annoiamo e stiamo cercando di riempire il vuoto con un intrattenimento costante. Sono colpevole di aver tirato su Facebook alla minima noia. Per noi è quasi una seconda natura. E se Dio volesse incontrarti nella tua noia per rivelarti il ​​Suo proposito?

Allontanati dal costante rumore di newsfeed che il nemico vuole usare per annebbiare la tua mente.

“Lascia che le parole della mia bocca e la meditazione del mio cuore siano accettabili ai tuoi occhi, Signore, mia roccia e mio Redentore”. (Salmo 19:14)

4. Satana vuole la tua adorazione.

Non intendo adorare il diavolo come nei pentagrammi, nelle vesti nere o in quella spazzatura. Quello di cui sto parlando è molto più sottile e focalizzato verso l'interno. I social media possono addestrarci ad adorare l'idolo di sé. Fondamentalmente creiamo mini santuari di noi stessi, cercando di lodare tramite l'onnipotente.

Satana vuole che ti concentri su te stesso. Se sei focalizzato verso l'interno, non ti concentrerai su Gesù. Satana vuole che la tua fonte di autostima si trovi solo nella lode vuota e nell'attenzione degli altri, non nel sangue espiatorio di Cristo.

Non puoi essere autoassorbito e avere compassione per gli altri. Se il nemico può tenerci distratti mantenendo le nostre facce sepolte in uno schermo, allora non saremo in grado di vedere il mondo ferito intorno a noi. Certamente non saremo interessati alle missioni se siamo consumati dalle nostre stesse vite.

"Non fare nulla per egoismo o presunzione vuota, ma con umiltà mentale consideriamo gli altri come più importanti di voi stessi." (Filippesi 2: 3)

In 1 Corinzi 10:31, Paolo ci dice di glorificare Dio in qualunque cosa facciamo. Questo include i social media. Possiamo usare Facebook per la gloria di Dio, o quella di Satana.

Topher Lee Haddox è un marito, un papà e un batterista dipendenti dalla caffeina. Nato e cresciuto in Louisiana, Topher ama i grandi spazi aperti e il suo nuovo fascino per le escursioni. Di solito può essere trovato dondolando sulla sua amaca, caffè in mano o beccando il suo prossimo articolo. Ha una passione profondamente radicata per il culto e per nutrire gli altri con la Parola di Dio. Il suo lavoro appare regolarmente su Crosswalk. Visita il suo blog su //topherhaddox.wordpress.com/.

SUCCESSIVO: Lo sfogo è biblico?

Scelti dall'editore

  • 5 belle lezioni per i genitori che soffrono di depressione
  • 10 cricche che esistono in ogni chiesa


Articoli Interessanti