Che cosa è questo per te? Tu segui Gesù Cristo!

Dopo la sua risurrezione dai morti, Gesù chiese a Pietro tre volte se lo amava. Ha risposto sì tre volte. Quindi Gesù disse a Pietro come sarebbe morto, apparentemente per crocifissione. Peter si chiedeva come sarebbe andata con John. Quindi chiese a Gesù: "E quell'uomo?" Gesù spazzò via la domanda e disse: "Cos'è per te? Mi segui!" Ecco l'intero interscambio.

"In verità, in verità ti dico, quando eri giovane, ti vestivi e camminavi dove volevi, ma quando sarai vecchio, tenderai le mani e un altro ti vestirà e ti porterà dove fai non voglio andare ". (Questo disse per mostrare con quale tipo di morte avrebbe glorificato Dio). E dopo aver detto questo gli disse: "Seguimi". Pietro si voltò e vide il discepolo che Gesù amava seguirli, quello che si era adagiato a tavola vicino a lui e aveva detto: "Signore, chi ti tradirà?" Quando Pietro lo vide, disse a Gesù: "Signore, che mi dici di quest'uomo?" Gesù gli disse: "Se è mia volontà che rimanga finché io non vengo, che cosa è questo per te? Mi segui!" (Giovanni 21: 18-22)

Le parole schiette di Gesù - "Non sono affari tuoi, seguimi" - sono dolci per le mie orecchie. Si stanno liberando dalla schiavitù deprimente del confronto fatale. A volte, quando eseguo la scansione degli annunci su Christianity Today (tutti di diecimila), mi scoraggio. Non più di quanto facessi venticinque anni fa. Ma trovo ancora opprimente questa valanga di suggerimenti ministeriali.

Libro dopo libro, conferenza dopo conferenza, DVD dopo DVD, che mi dice come avere successo nel ministero. E tutti loro trasmettono in silenzio il messaggio che non sto realizzando. Il culto potrebbe essere migliore. La predicazione potrebbe essere migliore. L'evangelismo potrebbe essere migliore. La pastorale potrebbe essere migliore. Il ministero della gioventù potrebbe essere migliore. Le missioni potrebbero essere migliori. Ed ecco cosa funziona. Compra questo. Vai qui. Vai lì. Fallo in questo modo. E aggiungendo all'onere, alcuni di questi libri e conferenze sono miei!

Quindi sono stato rinfrescato dalla parola schietta di Gesù per me (e per te): "Che cosa è questo per te? Mi segui!" Peter aveva appena sentito una parola molto dura. Morirai, dolorosamente. Il suo primo pensiero fu il confronto. Che mi dici di John? Se devo soffrire, dovrà soffrire? Se il mio ministero finisce così, la sua fine sarà così? Se non riesco a vivere una lunga vita di fecondo ministero, ci riuscirà?

Questo è il modo in cui noi peccatori siamo collegati. Confrontare. Confrontare. Confrontare. Desideriamo ardentemente sapere come possiamo accumularci rispetto ad altri. C'è un qualche tipo di high se riusciamo a trovare qualcuno meno efficace di noi. Ahia. Fino ad oggi, ricordo la piccola nota pubblicata dal mio assistente residente a Elliot Hall durante il mio ultimo anno a Wheaton: "Amare è smettere di confrontare". Cos'è per te, Piper? Seguimi.

  • Cosa pensi che David Wells abbia una comprensione così completa degli effetti pervasivi del postmodernismo? Tu mi segui.
  • Cos'è per te che Voddie Baucham parla il Vangelo in modo così potente senza note? Tu mi segui.
  • Cos'è per te che Tim Keller vede così chiaramente le connessioni evangeliche con la vita professionale? Tu mi segui.
  • Cosa pensi che Mark Driscoll abbia a portata di mano la lingua e la follia della cultura pop? Tu mi segui.
  • Cos'è per te che Don Carson legge cinquecento libri all'anno e combina la visione pastorale con la profondità e la completezza dello studioso? Tu mi segui.

    Quella parola è arrivata su di me con grande gioia. Gesù non mi giudicherà in base alla mia superiorità o inferiorità su nessuno. Nessun predicatore Nessuna chiesa. Nessun ministero. Questi non sono lo standard. Gesù ha un'opera da fare per me (e un'altra per te). Non è quello che ha dato a chiunque altro da fare. C'è una grazia per farlo. Mi fiderò di lui per quella grazia e farò ciò che mi ha dato di fare? Questa è la domanda. O la libertà che viene quando Gesù diventa duro!

    Spero che tu possa trovare incoraggiamento e libertà oggi quando ascolti Gesù dire a tutti i tuoi paragoni preoccupanti: "Che cosa è questo per te? Mi segui!"
    Di John Piper. © Desiderare Dio. Sito Web: www.desiringGod.org . E mail: . Numero verde: 1.888.346.4700.

Articoli Interessanti