La temuta domanda: che cosa ti sta insegnando Dio?

Uno di quei momenti che odiavo era quando Joni mi poneva questa domanda:

"Cosa ti sta insegnando Dio?"

Odiavo quella domanda. Come puoi falsificare una risposta a quella? Anche se potessi ingannare la mia sposa (improbabile), non potrei certo ingannare l'oggetto della domanda. Vorrei orlo e falco e poi arriverei alla scomoda verità.

Non tanto.

E questa è stata una vera rivelazione per me. Se non potessi rispondere a questa domanda, non c'è molto nel mio rapporto con Dio. Quando non riuscii a rispondere a questa domanda ero stagnante nella mia camminata nella migliore delle ipotesi, e andai al contrario nella peggiore delle ipotesi.

Di recente non ho temuto la domanda dalla mia amata, perché Dio mi sta insegnando molto durante il nostro viaggio congiunto attraverso la diagnosi e il trattamento del cancro al seno di Joni. Non molto tempo dopo il giorno della diagnosi (i malati di cancro e la famiglia comprendono l'impatto del D-Day), ho scritto un blog sull'inizio del nostro viaggio. L'articolo si chiamava "Frasi che cambiano la tua vita". L'ho rivisto mentre riflettevo su ciò che ho imparato.

Allora, cosa mi sta insegnando Dio attraverso questa prova? Mi vengono subito in mente tre cose:

  1. Sto imparando che la mia fiducia è solo in Lui. Non ho la capacità di controllare questa situazione. Non posso fare uno scherzo che diffonderà il cancro. Non riesco a elaborare un piano intelligente per aggirare questa malattia. Non posso ignorarlo e spero che vada via. Non posso procrastinare e occuparmene più tardi. Il cancro è nella mia faccia e non ho alcun controllo su nulla. È stato umiliante e frustrante. Ma alla fine ho dovuto confessare che sono impotente. Il re Davide capì in Salmi 18 da dove provenivano le sue forze ... Ti amo, Signore; sei la mia forza. L'Eterno è la mia roccia, la mia fortezza e il mio salvatore; il mio Dio è la mia roccia, in cui trovo protezione. È il mio scudo, la forza della mia salvezza e la mia roccaforte.

  2. Sto imparando che la maggior parte di ciò che ci affligge nelle banali lotte della vita quotidiana è un mucchio gigantesco di, uhh, balderdash. Questa è stata una lezione e una lotta allo stesso tempo. Mi trovo frustrato e persino arrabbiato quando gli altri si arrabbiano per cose insignificanti. Sto imparando che è il mio problema e non il loro. Sono responsabile per me. Voglio afferrare questi piagnucoloni per le spalle, scuoterli e dire loro di quanto devono essere grati. Ma sto imparando che la mia risposta è di essere silenziosamente grato per le mie benedizioni. E una di quelle benedizioni non è balistica per nulla. La mia paura è che dimenticherò questa lezione quando finiremo questo arduo viaggio. Sentiti libero di chiamarmi su questo se mi osservi dimenticando ciò che conta. Per favore.

  3. Sto imparando che Dio ha il controllo di tutto. Joni mi ha raccontato ieri una straordinaria intuizione che Dio le sta insegnando. Parte della lotta di questo viaggio sono le tue aspettative su come gli altri rispondono. Si entra in una crisi come questa aspettandosi che questa persona risponderà in questo modo e questa persona risponderà in quel modo. Se la tua esperienza è come la nostra ti sbaglierai per la maggior parte del tempo. Siamo rimasti sorpresi dal modo in cui alcune persone escono dal nulla per sostenere e sollevare i tuoi spiriti. Gli altri che ti saresti aspettato di fare non rispondono secondo le tue aspettative.

    Joni ha trovato una devozione in un libro intitolato Praying Through Cancer . Questo particolare articolo parlava di come Dio sceglie quelle persone che vuole prendersi cura di noi. Mette nei loro cuori il desiderio di pregare, confortare e raggiungerci. Siamo stati così benedetti da così tanti che lo hanno fatto nel nostro viaggio. Ma Satana ti induce a soffermarti su qualcuno che "ti aspettavi" di essere lì. Sto imparando che Dio ha il controllo anche di chi si prende cura di noi. Perché dovrei soffermarmi su un negativo quando ha scelto così tante persone meravigliose da condividere questo viaggio con noi.

Paolo scrive con forza ai Romani 8: 35-39:

Qualcosa può mai separarci dall'amore di Cristo? Significa che non ci ama più se abbiamo problemi o calamità, o se siamo perseguitati, o abbiamo fame o freddo o siamo in pericolo o minacciati di morte? No, nonostante tutte queste cose, la schiacciante vittoria è nostra attraverso Cristo, che ci ha amato. E sono convinto che nulla potrà mai separarci dal Suo amore. La morte non può e la vita non può. Gli angeli non possono e i demoni non possono. Le nostre paure per oggi, le nostre preoccupazioni per il domani e persino i poteri dell'inferno non possono tenere lontano l'amore di Dio. Sia che siamo in alto sopra il cielo o nell'oceano più profondo, nulla in tutta la creazione sarà mai in grado di separarci dall'amore di Dio che è rivelato in Cristo Gesù, nostro Signore.

Joni e io stiamo imparando così tanto. È una classe difficile. Siamo pronti per finire questo corso e avanzare. Ma prego che non dimenticheremo mai ciò che Dio ci sta insegnando in questo periodo.

Posso infastidirti chiedendo ... cosa ti sta insegnando Dio?


Visualizza altre voci recenti sul blog di Dave.


Dave Burchett è un regista sportivo, vincitore e premio cristiano per gli Emmy Award. È l'autore di Quando i cattivi cristiani accadono alle persone buone e li riporta in vita: un piano di guarigione per coloro che sono stati feriti dalla Chiesa . Invita le risposte collegandosi attraverso daveburchett.com

Articoli Interessanti