Quali sono le iniquità e in che modo differiscono dai nostri peccati?

Mentre studiavo in seminario, a Louisville, avevo un lavoro alla Chick-fil-A. Prendere ordini di bevande era molto più complicato di quanto fosse necessario perché così tante persone hanno ordinato "una Coca-Cola". Per me, un nativo del Missouri nord-orientale, una Coca Cola significa una cola scura specifica. Per coloro che vivono in più stati del sud "una coca cola" è sinonimo di soda. Quando le persone hanno ordinato una Coca-Cola, ho dovuto imparare a chiedere "che tipo?" Nel mio gergo, tutte le Coca-Cola sono bibite, ma non tutte le bibite sono Coca-Cola. Per molti dei nostri clienti, tutte le bibite erano Coca-Cola. Ci sono molte altre parole inglesi come questa che usiamo in modo intercambiabile, ma a un'ulteriore ispezione, c'è effettivamente un po 'di differenza nel significato.

Nella Bibbia, i termini, peccato e iniquità, sono spesso usati in modo intercambiabile. Sappiamo che entrambi non sono buoni e sappiamo che, in un certo senso, sono un'offesa contro un Dio santo. In effetti, se cerchi la parola, l'iniquità, nella maggior parte dei dizionari biblici, verrai reindirizzato alla parola "peccato", tuttavia, c'è una piccola differenza tra questi due concetti. Almeno 70 volte, vediamo questi termini usati insieme.

Cosa significano peccato e iniquità nella Bibbia?

Ci sono tre parole ebraiche principali che sono spesso usate in modo intercambiabile. Queste parole sono spesso tradotte come peccato, iniquità o trasgressione. Chattah, che viene spesso tradotto come peccato, significa perdere il segno. Awon, spesso tradotto come iniquità, si riferisce maggiormente al carattere interiore e indica una torsione intenzionale di un determinato standard. Pesha, spesso tradotto come trasgressione, è più una ribellione volontaria contro lo standard dato. Vediamo queste parole nelle loro sfumature e usate anche in modo intercambiabile nel Salmo 51:

Abbi pietà di me, o Dio, secondo il tuo costante amore; secondo la tua abbondante misericordia cancella le mie pesha [trasgressioni]. Lavami a fondo dalla mia disonestà e purificami dalla mia chattah [peccato]! Conosco il mio pasha [trasgressioni] e il mio chattah [peccato] è sempre davanti a me. Contro di te, solo tu, ho chattah [peccato] e ho fatto ciò che è male ai tuoi occhi, in modo che tu possa essere giustificato nelle tue parole e irreprensibile nel tuo giudizio. Ecco, sono stato generato in un inganno [iniquità] e in chattah [peccato] mia madre mi ha concepito.

Vediamo qui che mentre c'è molta somiglianza tra peccato e iniquità (e sono talvolta usati in modo intercambiabile), c'è anche una piccola differenza. Proprio come ho dovuto chiedere "che tipo" quando qualcuno ha ordinato una Coca-Cola, quindi anche quando vediamo la parola "iniquità" nelle Scritture, non dovremmo semplicemente supporre che sia semplicemente un sinonimo di peccato.

Questa illustrazione è un po 'troppo semplificata, ma forse si rivelerà utile. Se un arciere salta selvaggiamente un segno, useremmo la parola chattah. Stava sparando per qualcosa e gli è venuto in mente. Dal punto di vista morale, miriamo alla giustizia e alle azioni che modellano accuratamente il Dio che siamo stati creati per immaginare. Come ha detto l'apostolo Giovanni, "Il peccato è illegalità". Sta infrangendo la legge e manca lo standard che è fissato per noi. Ma dobbiamo ancora dire perché questo arciere ha mancato il bersaglio. Se volessimo scoprire perché l'arciere non è all'altezza, probabilmente useremmo una parola come awon (o iniquità). L'iniquità indica il personaggio / il cuore che causa il colpo mancato. L'iniquità indica il nostro perverso desiderio di stravolgere il santo standard di Dio. Rompiamo lo standard di Dio perché la nostra iniquità ci spinge a distorcere la Parola di Dio.

Cosa dice Gesù del peccato?

Questo è simile a quello che Gesù insegnò in Luca 6. È dalla straripamento del cuore che la bocca parla. Il problema non è semplicemente l'espressione esteriore del peccato, ma è anche il cuore che ha creato il comportamento di rottura standard. Ciò avrà un impatto sul modo in cui discepoliamo (e specialmente sul modo in cui siamo genitori). Non stiamo semplicemente mirando a un comportamento modificato. In altre parole, il nostro obiettivo non è semplicemente quello di fermare il peccato, ma anche di affrontare l'iniquità del cuore che ha alimentato l'azione peccaminosa.

Considera Isaia 6. Mi paragono all'esperienza di Isaia di indossare una camicia nera sotto una luce nera. Al liceo, ho deciso di indossare la mia camicia nera preferita per un appuntamento al bowling a luce nera. Quando ho lasciato la casa, ho pensato che stavo guardando almeno socialmente accettabile, ma una volta che sono stato messo sotto la luce nera che cerca, ogni pezzo di lanugine e ogni macchia sulla mia camicia e sui pantaloni sono stati esposti a tutti. Sono uscito di casa pensando che avrei fatto un'impressione favorevole e ho finito per rendermi conto che ero un pazzo macchiato di candeggina e coperto di lanugine. Quando Isaia si ritrovò sotto la palese santità di Dio, fu annullato. Ogni macchia si distinse e Isaia pensò immediatamente alle sue labbra impure.

Nota cosa Dio fa con Isaia:

Quindi uno dei serafini volò verso di me, avendo in mano un carbone ardente che aveva preso con le pinze dall'altare. 7 E mi toccò la bocca e disse: “Ecco, questo ha toccato le tue labbra; la tua colpa [ awon ] è tolta e il tuo peccato [ chattah ] espiato. (Isaia 6: 7)

Dio non solo espia per il nostro peccato, ma toglie anche la nostra iniquità. L'opera di Cristo affronta il peccato, la trasgressione e l'iniquità al massimo. Questa è una grande notizia. Dio non solo pulisce l'esterno del calice, ma fa un notevole lavoro di cuore. Ci trova al più vile e ci purifica. Non c'è peccato o iniquità così profonda che Cristo non può perdonare, guarire e trasformare, poiché è stato "trafitto per le nostre trasgressioni e schiacciato per le nostre iniquità ..." (Isaia 53: 5)

Crosswalk.com: come posso imparare a odiare il mio peccato? - Ron Gannett di Crosswalkquestions su GodTube.


Mike Leake è il pastore principale dell'FBC Marionville a Marionville, Missouri. Attualmente sta perseguendo il suo M.Div. al Southern Baptist Theological Seminary. Mike è sposato con Nikki e hanno due figli, Isaiah e Hannah. Puoi seguirlo su Twitter @MikeLeake.

Articoli Interessanti