Contrastare la commercializzazione del Natale

Oggi il Natale è celebrato più come una frenesia delle vendite che come la nascita più importante della storia. Sfortunatamente, i cristiani sono sensibili a questa mentalità commerciale e troppi hanno compromesso il messaggio del dare. Spesso facciamo regali inutili a Natale, perché ci si aspetta da noi, e se non lo facciamo ci sentiamo in colpa. E più ci avviciniamo al Natale, cresce la pressione per fare questi doni non necessari e ci sentiamo depressi e indegni se non possiamo dare.

Per secoli il Natale è stato celebrato dando da mangiare agli affamati, fornendo vestiti ai poveri e facendo regali speciali ma semplici. Anche all'inizio dell'America, se venivano offerti doni, di solito era limitato a bambini piccoli, pastori, missionari e convertiti missionari. Nel complesso, la celebrazione è rimasta semplice in America fino a quando la prosperità ha portato al commercialismo e il materialismo ha iniziato a prendere il sopravvento. L'indulgenza del dono sembra aver sostituito la secolare tradizione natalizia di provvedere ai poveri e ai bisognosi.

Naturalmente, tutte le nostre celebrazioni natalizie contemporanee non sono male. La stagione delle vacanze offre alle famiglie la possibilità di ricongiungersi e consente una piacevole pausa dalla nostra routine quotidiana. Tuttavia, un buon modo per rinfrescare e rinnovare la nostra celebrazione delle vacanze sarebbe quello di prendere alcune misure positive per stabilire un migliore equilibrio nelle nostre celebrazioni.

Il primo passo è pregare per la guida di Dio nel determinare un importo ragionevole che dovrebbe essere speso per Natale. Il secondo passo è quello di sviluppare un budget che classifica la quantità di denaro che sarà messa da parte per Natale, quindi attenersi al budget e non acquistare articoli che non sono preventivati. Il terzo passo è quello di non utilizzare le carte di credito a meno che l'intero saldo non sia stato pagato a gennaio o quando arriva il conto. Il quarto passo è coinvolgere la tua famiglia in una sorta di servizio di ministero. Acquistare cibo o giocattoli per le famiglie bisognose o consegnare alle missioni. Le famiglie dovrebbero impegnarsi a dare un minimo di una decima dell'importo della spesa natalizia preventivata a cause bisognose, e alcuni potrebbero voler impegnare una pari quantità spesa in doni per questi progetti speciali.

Dare per soddisfare i bisogni degli altri consente ai bambini di vedere lo scopo e il valore dei loro sacrifici, nonché quello dei loro genitori.

"Allora i giusti gli risponderanno: 'Signore, quando ti abbiamo visto affamato e nutrirti, o assetato e ti abbiamo dato qualcosa da bere? Quando ti abbiamo visto straniero e ti abbiamo portato dentro, o senza vestiti e ti abbiamo vestito? Quando ti abbiamo visto ammalato o in prigione e ti abbiamo visitato? E il re risponderà loro: "Vi assicuro: qualunque cosa abbiate fatto per uno dei miei fratelli più piccoli, lo avete fatto per me" "(Matteo 25: 37-40).

Esistono molti servizi di ministero che le famiglie cristiane possono offrire per provvedere ai bisogni degli altri, e alcuni sono alcuni che i cristiani potrebbero considerare:

  • I più poveri tra i poveri in America sono generalmente più ricchi del 75% della popolazione mondiale. Tuttavia, milioni di americani sono costretti a vivere secondo il più basso standard di vita accettato per esistere nella società materialista più guidata dal denaro e sulla terra. Pensa alla gioia che una famiglia cristiana potrebbe regalare a una famiglia meno fortunata questo Natale offrendo un pasto speciale per quella famiglia e regali che i bambini apriranno la mattina di Natale.
  • Per i disoccupati, fare regali di Natale potrebbe essere molto scarso. I fondi che hanno potrebbero essere sufficienti per acquistare un semplice pasto natalizio per la famiglia, ma fare regali potrebbe essere fuori discussione. Con l'aiuto di cristiani impegnati, questo potrebbe essere un piacevole ricordo di Natale per le famiglie dei disoccupati, piuttosto che un ricordo negativo.
  • Centinaia di migliaia di americani sono senzatetto in una determinata notte. Nel corso di un anno, ben 3, 5 milioni di persone vivono senzatetto per un certo periodo di tempo. Il gruppo di senzatetto in più rapida crescita è costituito da famiglie con bambini, in genere una giovane madre non sposata o solitaria con due o tre figli. A meno che rifugi o missioni offrano un pasto natalizio e piccoli doni come guanti, cappelli, coperte o piccoli giocattoli alle famiglie dei senzatetto, è probabile che il loro Natale sarà proprio come qualsiasi altro giorno nelle strade fredde e crudeli. Quale modo migliore per adempiere le parole di Cristo pronunciate in Matteo 25 che provvedere ai bisogni dei senzatetto?
  • Milioni di persone vivono sole. Le famiglie monogenitoriali con almeno un figlio che vivono a casa sarebbero un'ottima idea per condividere il Natale quest'anno. Milioni di persone di età superiore ai 65 anni vivono da sole, molte in strutture assistenziali o di assistenza completa. Sfortunatamente, solo la metà di questi riceve visite regolari da familiari o amici.
  • La maggior parte degli studenti in valuta estera non è in grado di tornare a casa per Natale. Quindi, a meno che non siano invitati a trascorrere del tempo con le famiglie americane, saranno soli per Natale.
  • Una persona su 150 in America è incarcerata. Circa 2 milioni trascorreranno il Natale dietro le sbarre e questo lascerà oltre 500.000 bambini senza almeno un genitore questo Natale. I bisogni fisici e materiali sono soddisfatti per i prigionieri, ma i bisogni emotivi e spirituali possono essere trascurati e spesso i bisogni fisici, emotivi e spirituali dei loro figli vengono dimenticati.

La solitudine è abbastanza devastante da affrontare quotidianamente. Durante il periodo natalizio può diventare il catalizzatore che spinge coloro che sono soli nella depressione profonda. Quale modo migliore per le famiglie cristiane di mostrare l'amore di Cristo nella celebrazione della sua nascita che offrire conforto e amicizia a coloro che molto probabilmente saranno soli questo Natale?

Alla luce del mandato di Gesù di Matteo 25, come cristiani dobbiamo quest'anno rivalutare le nostre abitudini di donazione e cercare di avvicinarci un po 'a ciò che Gesù aveva in mente.


Howard Dayton è CEO di Crown Financial Ministries. Dayton e il compianto Larry Burkett si sono uniti nel 2000 quando i Ministeri della Corona, guidati da Dayton, si sono fusi con Christian Financial Concepts, guidato da Burkett. La nuova organizzazione divenne Crown Financial Ministries, sul web all'indirizzo www.crown.org.

© 2006 Baptist Press. Usato con permesso. Tutti i diritti riservati.

Articoli Interessanti