Come affrontare le date dell'anniversario degli innamorati perduti

Il giorno si avvicina. Il giorno in cui penserai costantemente alla persona amata perduta. Vorresti in qualche modo addormentarti e svegliarti un paio di giorni dopo il fatto.

Il dolore è abbastanza difficile da sopportare, ma affrontare una data dell'anniversario ti rende nervoso. Significa che rivivrai di nuovo tutto.

Non puoi condividere come ti senti perché alcune persone pensano che dovresti andare avanti, qualunque cosa significhi.

Forse ci sono cose che puoi fare per renderlo più tollerabile. Alcune piccole cose che potresti provare. Non devi temere quei giorni. Ecco come affrontare i giorni dell'anniversario della persona amata perduta.

Cosa sappiamo del dolore?

Attraverso le molte perdite che ho sperimentato, questo è ciò che ho imparato sul dolore:

Dio è vicino al cuore infranto. Leggi Salmi 34:18. Anche se non riesci a sentire la sua presenza, ciò non significa che sia assente. Dio è proprio lì.

Dio non voleva che la persona amata morisse. Non è volontà di Dio che la persona amata sia morta. La morte è il risultato di un mondo caduto. Alcuni potrebbero dirti che era volontà di Dio. Sappiamo che Dio detiene le chiavi della vita e della morte. E poiché Dio è sovrano, sa quanti giorni ciascuno di noi vivrà. Ma Dio non dice: "Penso che lo prenderò oggi."

Nessuno sa come ti senti. Non ci sono due persone che si affliggono allo stesso modo. Anche quelli della stessa famiglia soffrono in modo diverso. La gente sa che sei triste, è abbastanza ovvio. Se hanno sperimentato una perdita, sanno come ci si sente. Ma nessuno sa esattamente come ti senti. Solo tu lo sai.

Il dolore è duro e le date dell'anniversario possono essere atroci.

Stai appeso sul lato della barca per la vita cara, e improvvisamente, l'intera barca si lancia in avanti e quasi perdi la presa. Ogni volta che ti senti scivolare, in qualche modo trovi la forza di resistere ancora un po '. Ma ti senti anche come se potessi lasciarti andare da un momento all'altro. Questo è dolore.

Poi arrivano le date dell'anniversario che intensificano tutto. Sia che stiamo parlando del compleanno della persona amata, del giorno in cui hai incontrato per la prima volta, o del giorno in cui hai perso la persona amata. Le date dell'anniversario ti succhiano la vita.

Alcune persone hanno amici premurosi che lasceranno loro un messaggio o chiameranno loro in una data di anniversario. Conosco qualcuno che ha ricevuto fiori ogni mese per tutto il primo anno, dopo la morte del suo bambino.

La sua casa era piena di fragranza che persisteva, proprio come il suo dolore.

Tutti dimenticheranno la mia persona cara?

Dobbiamo stare attenti ad alcune delle cose in cui crediamo. Un griever temeva che la persona amata sarebbe stata dimenticata. Solo quel pensiero porta così tanto dolore in un cuore già spezzato.

Ci sono alcune persone che trovano difficile parlare della persona che è morta. Hanno paura persino di menzionare il suo nome per paura di farti del male. La verità è che stai già facendo male. E far apparire il loro nome in realtà ti fa sentire un po 'meglio.

Hai voglia di parlarne; sono sempre nei tuoi pensieri. Presto ti accorgerai che il dolore non è qualcosa che le persone condividono facilmente. Il dolore è un viaggio solitario, che dobbiamo prendere da soli.

Ma solo perché la persona amata non è in cima alle menti degli altri, non importa. Puoi ancora pensare a loro tutto quello che vuoi. E quando la data dell'anniversario si avvicina, puoi decidere di celebrarli.

Festeggia la persona amata.

Possiamo prendere una decisione consapevole di concentrarci su tutto ciò che abbiamo condiviso con i nostri cari invece di soffermarci solo su tutto ciò che abbiamo perso. Questo non accade all'inizio, ma arriverà.

Puoi essere creativo mentre pensi ai modi per celebrare questa persona che ha significato il mondo per te. Ogni data dell'anniversario può essere un momento che non vedi l'ora, invece di un giorno che sopporti, pregare che presto finisca.

A casa di mio figlio, quando è il compleanno della sua preziosa figlia, hanno ancora una torta di compleanno anche se lei è in paradiso. E tutti condividono i ricordi della sua breve vita di 14 mesi. Il giorno in cui è nata sarà sempre importante per loro.

Fai qualcosa che alla persona amata piace fare.

Un consulente ascoltò come un padre condivideva il suo dolore per aver perso suo figlio. Avevano pianificato di costruire una barca e fare un viaggio lungo il fiume.

"Allora, cosa è successo con quel sogno?" Chiese il consigliere, sporgendosi in avanti.

"Immagino che il sogno sia morto quando lo ha fatto", rispose il padre.

"E se costruissi ancora la barca e facessi il viaggio da solo?"

Il padre ci pensò a lungo e duramente. Volendo alleviare la sensazione vuota nel suo cuore, decise di farlo.

Ci sono voluti mesi per completare il progetto. All'inizio è stato lancinante, ma alla fine ha iniziato a guardare avanti per lavorare sul loro sogno. Si sentiva vicino a suo figlio ad ogni passo che faceva. E quando in realtà era sull'acqua in quella barca, sentì la pace e si rese conto che l'intera esperienza era necessaria per la guarigione che ebbe luogo.

Trova qualcuno con cui condividere la giornata.

Quando si avvicina la data di un anniversario, il griever inizia a temere il giorno, anche prima che sia qui. Sii proattivo. Pianifica la giornata e lascia che l'anticipazione sostituisca il terrore che provavi.

In Ecclesiaste 4: 9 -10, parla di come due siano meglio di uno. Perché non lasciare che qualcuno condivida il tuo dolore? È un privilegio sopportare gli oneri reciproci.

Leggi 2 Corinzi 1: 3-4. L'intero quadro del conforto è qualcosa che Dio ha inventato. Ci conforta in modo che possiamo trasmetterlo. Non dobbiamo essere serbatoi del conforto di Dio, ma piuttosto canali.

Prenditi un po 'di tempo da solo.

Forse vuoi essere solo in una data di anniversario. Anche perfettamente.

Mi sono seduto sulla sedia a dondolo di mia madre che le avevamo comprato pochi mesi prima. La sua morte improvvisa ha scioccato tutti noi. Quarantatré è troppo giovane.

Mi sarei seduto su quella sedia nera con il rivestimento dorato solo pensando a lei per ore. Ero triste, ma andava bene. Come può una persona che perde una persona cara NON essere triste? È impossibile.

Perdere una persona cara ti cambia per sempre. Il nostro dolore è un dono per quello che abbiamo perso. È una dichiarazione che contavano per noi, e lo faranno sempre. Non permettere a nessuno di portarti via il tuo regalo.

Scrivi una lettera alla persona amata.

Quando mia sorella è scomparsa, sapevamo che era morta. Ho avuto così tanti sentimenti dentro di me.

Un consulente mi disse: "Voglio che tu scriva tre lettere a tua sorella. E voglio che aspetti un paio di settimane tra ognuno. È importante scriverli a mano, senza digitare. "

Come potrebbe essere d'aiuto?

La mia prima lettera a Peggy era piena di rabbia. Ero arrabbiato perché non ci aveva detto prima cosa stava passando. Arrabbiato che se ne fosse andata. Sono così arrabbiato.

La mia seconda lettera conteneva meno rabbia, ma era ancora pesante. Le lacrime caddero ad ogni riga che scrissi.

Con la mia terza lettera, ero sopraffatto dalla tristezza. Ho letteralmente scritto il mio cuore. E posso dirtelo, mi ha aiutato.

Nel corso degli anni, ho preso una penna e l'ho scritta ancora e ancora. Non era solo mia sorella, era mia amica.

Guarda i tuoi ricordi.

In una scatola di legno sul mio comò sono sistemate alcune carte che ho ricevuto nel corso degli anni. Ho un biglietto di Lois, il mio insegnante di Bibbia. Ho un'altra carta che mia sorella mi ha dato, molti anni fa.

In allegato al mio schedario c'è una carta fatta a mano, 8 pollici per 12 pollici con due impronte di mani. Uno è mia nipote, Ruthie, che aveva 23 mesi quando morì sua sorella. E accanto ad esso, imbrattato, c'è l'impronta della mano di Livie, la nostra nipotina di 14 mesi in cielo. Adoro questa carta così tanto. All'inizio è stato doloroso, ma mesi dopo, ricordo di averlo messo su e da allora mi ha dato gioia ogni giorno.

Ci riuniremo un giorno.

I miei cari conoscevano personalmente il Signore, quindi un giorno li rivedrò. Li immagino in paradiso con un velo tra di noi. Un giorno il velo verrà sollevato e ci riuniremo.

Un giorno non ci mancheranno più quelli che ci mancano. Non ci saranno più lacrime, né più dolore. Li vedremo con i nostri occhi. E tienili stretti per un po '.

Senti la sua presenza confortante.

Lascia che Dio ti consoli. Trova quelli che ti faranno parlare della persona amata.

E per quanto riguarda la tua perdita. Per favore, mi dispiace molto.

Padre Dio, porto questo lettore davanti a te. Signore, vedi come stanno perdendo la loro preziosa persona amata. Prego che consoli il loro cuore dolorante. Dio, avvicinali e sussurra loro come sarai ciò di cui hanno bisogno, visto che gli manca la persona amata. Circondali con le tue braccia eterne. Padre, sai cosa significa perdere qualcuno che ami. Hai perso il tuo prezioso Figlio. Fornisci ciò di cui ogni persona ha bisogno, prego questo nel prezioso e santo nome di tuo Figlio. Amen.

Anne Peterson è una poetessa, relatrice e autrice di 14 libri, tra cui il suo libro di memorie, Broken: Una storia di abusi, sopravvivenza e speranza. Ha anche scritto un libro di poesie per quelli in lutto, Droplets . E una serie di tre libri che sono dialoghi poetici con Dio, intitolati He Whispers. Tutti sono disponibili su Amazon. Puoi trovare Anne sul suo sito Web, Facebook, Twitter, Google Plus e Pinterest. Puoi anche leggere i suoi articoli su Medium.

Fai clic qui se desideri iscriverti al nuovo eBook di Anne: Aiutare qualcuno in lutto: 17 cose che dovresti sapere.

Foto per gentile concessione: © Thinkstock / Wavebreakmedia

SUCCESSIVO: I 10 migliori bugiardi distruttivi che credono i cristiani (su se stessi)

Scelti dall'editore

  • 5 belle lezioni per i genitori che soffrono di depressione
  • 10 cricche che esistono in ogni chiesa


Articoli Interessanti