Il progetto Jason offre aiuto, speranza alle famiglie delle persone scomparse

(CNSNews.com) - Alcuni casi di persone scomparse, come quelli che coinvolgono Shasta e Dylan Groene e la "sposa in fuga" Jennifer Wilbanks, hanno ricevuto un'ampia copertura mediatica. Ma le sparizioni di migliaia di altre persone ricevono poca attenzione e i loro cari ricevono poco aiuto e speranza.

"La consapevolezza di una persona scomparsa è spesso la chiave per la risoluzione di questi casi", Kelly Jolkowski, fondatrice e presidente del Progetto Jason, un'organizzazione senza fini di lucro focalizzata sulla stragrande maggioranza dei casi di persone scomparse che ottengono poca o nessuna attenzione.

"Più spesso viene visto il volto di una persona cara scomparsa, maggiori sono le probabilità di localizzazione e riunione", ha detto Jolkowski.

Secondo le statistiche dell'FBI, 47.589 persone sono state classificate come disperse dal 1 ° maggio, sebbene Jolkowski abbia affermato che tali statistiche non sono affidabili a causa di un gran numero di incidenti non segnalati.

Fin dalla sua istituzione nell'ottobre del 2003, il Progetto Jason ha sviluppato diversi metodi per aiutare a trovare le persone scomparse, tra cui "Adottare una persona scomparsa" e "Angeli a 18 ruote".

Nel programma Adotta una persona scomparsa, le persone di tutte le età inviano gratuitamente letteratura, pulsanti, volantini e poster relativi a una persona scomparsa.

I partecipanti quindi distribuiscono poster e volantini, indossano bottoni con le foto della persona adottata e distribuiscono informazioni sulla scomparsa. Ad oggi sono state fatte 1.156 "adozioni" di persone scomparse.

Un altro programma sono gli Angeli a 18 ruote, in cui i camionisti si offrono volontariamente il loro tempo e risorse per aiutare a individuare una persona cara scomparsa. I driver stampano un poster in primo piano dal sito Web di Project Jason (che cambia i poster a giorni alterni) e li pubblicano lungo i loro percorsi.

Dozzine di famiglie hanno beneficiato degli sforzi di Jolkowski, inclusa la famiglia del 24enne Tamika Huston, che è scomparso da Spartanburg, SC, un anno fa.

"Ho trascorso molti giorni e notti frustrati cercando di contattare i media nazionali per quanto riguarda la scomparsa di Tamika", ha detto la zia Rebkah Howard. "Mi è sembrato imperativo che la sua storia fosse conosciuta il più lontano possibile per aumentare le possibilità che tornasse a casa in sicurezza per noi."

Howard ha contattato Project Jason per chiedere aiuto. Jolkowski "ha ascoltato e aiutato quando molti altri semplicemente non erano interessati", ha detto Howard. "Ha fornito assistenza e supporto e ha fatto sforzi straordinari per pubblicare le foto e le informazioni di Tamika su vari siti Web che presentano i dispersi."

Tamika è stata anche inclusa nel programma Adopt a Missing Person. "Mia sorella, la madre di Tamika, è stata particolarmente toccata dalla gentilezza degli estranei che avrebbero" adottato "sua figlia e mantenuto viva la sua storia facendo qualcosa di semplice come indossare una spilla con la sua foto", ha detto Howard.

Ha aggiunto che il Progetto Jason colma il vuoto lasciato dalla mancanza di attenzione da parte dei media nazionali. "Ci sono migliaia di persone scomparse in questo paese", ha detto Howard. "La maggior parte di loro non ha il vantaggio di una copertura continua delle varie reti.

"Il progetto Jason è lì per servire tutti questi individui e le loro famiglie che sono così disperati nel trovarli. Trovo che questo sia un lavoro straordinario per la madre di un giovane che ancora oggi manca ancora", ha aggiunto.

Il figlio Jason di Jilkowski è scomparso a 19 anni il 13 giugno 2001, dal vialetto della famiglia a Omaha, Neb., Ma la storia di Jason non ha attirato l'attenzione dei media nazionali che si è concentrata su altri casi.

Jolkowski e il Sen. Pat Bourne, senatore dello stato del Nebraska, hanno contribuito a far approvare la legge di Jason - un disegno di legge per creare una stanza di compensazione statale di informazioni sulle persone scomparse e fornire formazione e istruzione ai funzionari delle forze dell'ordine.

Fino ad oggi, nessun individuo è stato trovato attraverso il progetto, ma Jolkowski ha affermato che non misura il successo in base al numero di persone localizzate. Invece, ha detto che si basa su "come fa sentire le famiglie dei nostri cari scomparsi quando sanno che ora gli altri li stanno aiutando.

"Molte volte in questi casi, dopo che le forze dell'ordine hanno setacciato gli indizi, e non ci sono più indizi da seguire, ciò che resta è consapevolezza e speranza", ha detto. "Questi sono i doni a sostegno che forniamo alle famiglie che serviamo".

Invia una lettera all'editore a proposito di questo articolo.

Articoli Interessanti