Perché Gesù paragonò la spietatezza all'albero della sicamina

Se aveste fede come un chicco di semi di senape,

potreste dire a questo albero di sicamina,

Sii strappato dalla radice,

ed essere piantato nel mare; e dovrebbe obbedirti.

- Luca 17: 6

In Luca 17: 1-6, Gesù insegnò ai Suoi discepoli l'amarezza e il perdono e come rimuovere queste forze malvagie dalla propria vita. A titolo illustrativo, Gesù paragonò queste forze all'albero di sicamina che era così ben noto in quella parte del mondo. La parola "sicamina" deriva dalla parola greca sukaminos, ed è la parola greca che si riferisce a un albero che è cresciuto in tutto il Medio Oriente.

Quando capirai tutto ciò che è collegato all'albero di sicamina, saprai esattamente perché Gesù scelse di usare questo albero come esempio di amarezza e perdono in Luca 17: 6. In quel versetto, Gesù disse ai Suoi discepoli: "... Se aveste fede come un chicco di semi di senape, potreste dire a questo albero di sicamina: siate colti dalla radice ed essere piantati nel mare; e dovrebbe obbedirti. ”Nota che Gesù disse:“ ... Potresti dire a questo albero di sicamina ... ”La parola“ questo ”indica che Gesù stava indicando qualcosa di molto specifico per loro.

Tieni presente che Gesù stava parlando di sbarazzarsi di amarezza e perdono. In Luca 17: 3, disse ai discepoli che dovevano perdonare coloro che avevano peccato contro di loro. Ha quindi raggiunto il massimo in Luca 17: 4 dicendo che anche se un fratello fa qualcosa di sbagliato sette volte in un giorno ed è ogni volta veramente pentito, dovrebbero continuare a perdonare quel fratello offensivo.

Perdonare una volta è già una sfida per la maggior parte delle persone. Ma perdonare qualcuno sette volte in un giorno sembra quasi impossibile a molte persone. Deve essere sembrato assurdo anche ai discepoli, poiché dissero: "... Signore, aumenta la nostra fede" (Luca 17: 5). Questa affermazione era l'equivalente del loro dire: “Signore, non sappiamo se abbiamo abbastanza fede per perdonare così tante volte in un giorno. Dovrai aumentare la nostra fiducia se lo faremo sette volte in un giorno! ”

Fu allora che Gesù iniziò a insegnare ai Suoi discepoli a parlare di amarezza e perdono. Disse: "... Se avessi fede come un chicco di semi di senape, potresti dire a questo albero di sicamina ..." Quando Gesù usò la parola "questo", era l'equivalente di Gesù che diceva loro: "Amarezza e la non perdono è proprio come l'albero di sicamina - e se vuoi davvero essere libero da questi atteggiamenti, puoi parlare a questa crescita minacciosa nella tua vita e ordinargli di essere piantato nel mare! ”

Prima di poter capire ciò che Gesù ha insegnato a sbarazzarsi dell'amarezza e della perdonozza, dobbiamo prima capire perché ha usato l'albero di sicamina per illustrare queste forze distruttive. C'è stato un motivo particolare per cui non ha usato una quercia, un melo o una palma in questa illustrazione? Perché ha usato l'albero di sicamina per simboleggiare gli effetti dannosi dell'amarezza e della non perdono nella vita di una persona?

Mentre osservi le caratteristiche dell'albero della sicamina elencato di seguito, credo che capirai perché Gesù ha usato questo particolare albero in questo contesto.

1. L'albero di sicamina aveva una struttura radicale molto grande e profonda.

L'albero di sicamina era noto per avere una delle strutture radicali più profonde di tutti gli alberi in Medio Oriente. Era un albero vigoroso e robusto che crebbe fino a un'altezza di trenta piedi o più. Poiché le sue radici scendevano così in profondità nella terra, era molto difficile uccidere. Il caldo e le temperature torride hanno avuto scarso effetto su questo albero perché è stato attinto da una fonte d'acqua in profondità sotto la terra. Anche tagliandolo alla sua base non garantirebbe la sua morte perché le sue radici, nascoste in profondità nel terreno, attingerebbero da fonti sotterranee di acqua, permettendole di continuare a riaffiorare ancora e ancora. In altre parole, questo albero era molto difficile da sradicare.

Non sorprende che Gesù abbia usato questo albero come esempio di amarezza e perdono! Come l'albero di sicamina, l'amarezza e il perdono devono essere trattati con chiarezza alle radici, o continueranno a spuntare ancora e ancora. Le radici dell'amarezza e della spietatezza scendono profondamente nell'anima umana, alimentata da ogni offesa che giace nascosta nel suolo del cuore. Quella fonte nascosta di offesa farà riaffiorare queste forze del male nella vita di una persona. Ci vorrà una decisione seria per quella persona per strappare quelle radici di amarezza e offesa dal suo cuore una volta per tutte in modo che non possano ricrescere in futuro.

2. Il legno dell'albero di sicamina era il legno preferito per la costruzione di cofanetti.

In Egitto e in Medio Oriente, l'albero di sicamina era considerato il legno preferito per la costruzione di cofanetti e bare. È cresciuto rapidamente e in quasi tutti gli ambienti, rendendolo accessibile in molti luoghi diversi. È cresciuto anche meglio in condizioni asciutte, il tipo di condizioni per le quali il Medio Oriente è famoso. Questi sono due motivi per cui il legno di sicamina è stato usato in così tanti luoghi per costruire cofanetti e bare.

Ancora una volta, possiamo vedere perché questa illustrazione dell'albero di sicamina è così ideale per ritrarre amarezza e perdono. Proprio come l'albero della sicamina è cresciuto molto rapidamente, così anche l'amarezza e la perdono. In effetti, non ci vuole troppo tempo perché queste forze malvagie sfuggano al controllo e inizino a prendere il controllo dell'intero posto! Quando questi atteggiamenti brutti e in rapida crescita possono crescere liberamente, non solo rovinano le condizioni del tuo cuore, ma rovinano le tue relazioni con altre persone.

Inoltre, proprio come l'albero di sicamina cresceva facilmente in ogni ambiente, così anche l'amarezza. Non importa da dove vengono le persone, dove vivono, in quale tipo di background culturale sono cresciuti o in quale livello di società appartengono - l'amarezza e la noncuranza crescono nei cuori umani ovunque, perché sono universali nella loro portata influenza malvagia.

L'albero di sicamina cresceva meglio dove cadeva poca pioggia e l'acqua era scarsa. Non è solo amarezza e perdono? Questi atteggiamenti negativi prosperano laddove esistono condizioni spiritualmente aride. Puoi quasi contare sul trovare amarezza e perdono che crescono e sbocciano dove non c'è pentimento, gioia o pioggia fresca dello Spirito.

E non dimenticare che il legno di sicamina era il legno preferito per la costruzione di cofanetti e bare. Che messaggio potente è questo! Ci dice che l'amarezza e il perdono sono mortali . Il rancore amaro ti seppellirà spiritualmente più rapidamente di ogni altra cosa! Questi atteggiamenti sono i materiali che Satana usa per metterti sottoterra di sei piedi!

Consentitemi di sottolineare questo punto perché è così importante: se permettete all'amarezza e alla perdono di crescere nella vostra vita, non passerà molto tempo prima che questi atteggiamenti abbiano ucciso la vostra gioia, rubato la vostra pace e cancellato la vostra vita spirituale!

3. L'albero di sicamina ha prodotto un fico che era molto amaro da mangiare.

L'albero di sicamina e il gelso avevano un aspetto molto simile; i due alberi hanno persino prodotto un frutto che sembrava identico. Tuttavia, il frutto dell'albero della sicamina era estremamente amaro. Il suo frutto sembrava delizioso e delizioso come un fico di gelso. Ma quando una persona ha assaggiato il frutto del fico di sicamina, ha scoperto che era orribilmente amaro.

I fichi di gelso erano deliziosi e quindi costosi. A causa del costo di questo frutto, è stato principalmente mangiato da persone più ricche. Ma il fico di sicamina era economico e quindi alla portata dei più poveri. Poiché i poveri non potevano permettersi il succulento fico di gelso, sgranocchiavano il fico di sicamina come sostituto.

Tuttavia, il fico di sicamina era così amaro che non poteva essere mangiato intero. Per consumare un intero fico di sicamina, il mangiatore ha dovuto mordicchiarlo un po 'alla volta. Dopo una pausa, il mangiatore sarebbe tornato a rosicchiarlo di nuovo, ma non avrebbe mai potuto divorare un intero pezzo di questo frutto in una volta; era troppo aspro e pungente per mangiare in una sola seduta.

Gesù ci fa sapere che come il frutto della sicamina, il frutto dell'amarezza e della perdono è amaro, aspro e pungente. Come il fico, la maggior parte delle persone che sono amareggiate e piene di perdono masticano i loro sentimenti per lungo tempo. Stuzzicano per un po 'l'amarezza; poi si fermano per digerire ciò che hanno mangiato. Dopo aver riflettuto profondamente sulla propria offesa, tornano al tavolo della memoria per ricominciare a rosicchiare l'amarezza - prendendo un morso, poi un altro morso, poi un altro. Mentre continuano a pensare e meditare sulla loro offesa, interiorizzano i loro sentimenti amari verso coloro che li hanno offesi. Alla fine, il loro continuo mordicchiare sul frutto velenoso dell'amarezza li rende persone amare e acide.

E proprio come i principali consumatori del frutto della sicamina erano i poveri, quelli che siedono intorno e meditano costantemente su ogni errore che è mai stato fatto loro di solito sono legati a tutti i tipi di povertà. Il loro atteggiamento amaro non solo li rende spiritualmente poveri, ma sono anche spesso sconfitti, depressi, malati e anche finanziariamente poveri.

4. L'albero di sicamina è stato impollinato solo dalle vespe.

È molto interessante notare che l'albero di sicamina non è stato impollinato naturalmente. Il processo di impollinazione è stato avviato solo quando una vespa ha attaccato il suo pungiglione nel cuore del frutto. Pertanto, l'albero e il suo frutto dovevano essere "punto" per essere riprodotti.

Pensa a quante volte hai sentito una persona amara dire: “Sono stato punto da quella persona una volta, ma non sarò di nuovo punto! Ciò che mi ha fatto così male che non lo lascerò mai abbastanza vicino da pungermi di nuovo! ”È probabile che le persone che hanno fatto una simile affermazione siano state“ colpite ”da una situazione che il diavolo ha appositamente ideato per impollinare i loro cuori e anime con amarezza e perdono. Quando una persona parla così, puoi sapere con certezza che la vespa dell'amarezza è arrivata a loro !

Gesù disse che per liberare questo fastidio dalla propria vita, una persona deve avere fede delle dimensioni di "un chicco di semi di senape". La parola "grano" è la parola greca kokkos . Descrive un seme, un grano o un kernel molto piccolo . In questo esempio Gesù usa l'esempio di un seme di "senape". La parola "senape" è la parola greca sinapi, che si riferisce alla piccola pianta di senape che cresce da un seme minuscolo, minuscolo .

Usando questa parola, Gesù stava dicendo ai Suoi discepoli che non è necessaria una grande quantità di fede per affrontare l'amarezza e la perdono. Chiunque abbia anche una minima dose di fede può parlare con amarezza e non perdono e comandare loro di andarsene - se questo è davvero il desiderio del suo cuore.

Allora, qual è il tuo desiderio oggi, amico? Desideri sinceramente essere libero dall'amarezza, dalla non perdonozza e dall'offesa che è penetrata nella tua anima da così tanto tempo? Sei pronto a strappare quelle radici distruttive dal tuo cuore in modo che non possano riaffiorare nella tua vita? Sei stanco di quegli atteggiamenti dannosi che uccidono la tua gioia, rubano la tua pace e annullano la tua vita spirituale? Se è così, assicurati di leggere la Gemma scintillante di domani in modo da poter scoprire esattamente come eliminare definitivamente questi atteggiamenti dalla tua vita!

LA MIA PREGHIERA PER OGGI

Signore, grazie per aver parlato con il mio cuore di come sbarazzarsi di amarezza, perdono e offesa. So per esperienza che questi atteggiamenti sono un assassino della mia vita spirituale. Quando sono pieno di amarezza e perdono, divento un ostaggio ostile dei miei ricordi. Quando sono consumato dall'offesa, perdo la gioia e la pace e le mie relazioni con altre persone sono orribilmente colpite. Ti ringrazio per avermi dato tutta la fede di cui ho bisogno per affrontare questo problema, Signore. Oggi ti sto chiedendo di aiutarmi ad iniziare il processo di strappare quelle sporche radici dal suolo del mio cuore e della mia anima.

Prego questo nel nome di Gesù!

LA MIA CONFESSIONE PER OGGI

Confesso che desidero sinceramente essere liberato dall'amarezza, dalla non perdono e dall'offesa. Sono stanco del modo in cui queste radici velenose hanno prodotto i loro frutti mortali nella mia vita per così tanto tempo. Sono pronto a fare tutto il necessario per strappare quelle radici dal mio cuore in modo che non possano riaffiorare nella mia vita. Con il potere dello Spirito Santo e l'autorità che Dio mi ha dato, mi pento di questi atteggiamenti dannosi che hanno ucciso la mia gioia, rubato la mia pace e annullato la mia vita spirituale. Per fede sto camminando libero da questi nemici della mia anima.

Lo dichiaro per fede nel nome di Gesù!

DOMANDE DA CONSIDERARE

  1. Hai ospitato sentimenti profondi nella tua anima che ora stanno cominciando a influenzare la tua vita spirituale? Ti sei sentito "morto" all'interno a causa della tua stretta presa sull'amarezza, la perdono e l'offesa?
  2. Chi è quella persona o quel gruppo di persone contro cui hai nutrito questi sentimenti? Quelli che ti hanno offeso ti hanno fatto qualcosa che in passato non sei stato colpevole di fare con qualcun altro?
  3. Ti ha aiutato ad aggrapparti così strettamente a questi sentimenti di perdono? L'amarezza ha migliorato la qualità della tua vita? Le tue relazioni sono diventate più ricche e piene a causa del tuo attaccamento all'offesa? Quale frutto è stato prodotto nella tua vita perché hai permesso a questi atteggiamenti negativi di peggiorare e crescere?

Puoi trovare altro da Rick Renner su LightSource.com, comprese le trasmissioni di

"Buone notizie con Rick Renner" e "Rifornimento con Rick"! Puoi anche iscriverti per ricevere un settimanale "Gemme scintillanti dal greco" devozionale da Crosswalk.com e Rick Renner ogni lunedì facendo clic qui.

Originariamente pubblicato il: 5 gennaio 2009

Articoli Interessanti