5 fatti che potresti non conoscere Christopher Columbus

"Nel 1492 Columbus navigò nell'oceano blu!"

Ad essere onesti, questa è probabilmente l'estensione della conoscenza di Cristoforo Colombo che molti di noi hanno. Se premuto per ulteriori informazioni, possiamo dire che Colombo ha scoperto l'America (una sorta di) e stava cercando l'oro e un nuovo passaggio d'acqua in India. Dato che gli americani celebrano il Columbus Day una volta all'anno, non dovremmo sapere qualcosa in più su questa imponente figura storica?

1.Il Cristoforo Colombo introdusse la tratta degli schiavi nelle Americhe.

Sebbene l'acquisto e la vendita di schiavi fosse comune in altre parti del mondo, per quanto ne sappiamo non fu praticato nelle Americhe fino a quando Colombo non lo portò nei Caraibi. Scrittura di schiavi proprio come potrebbe fare con altre merci, Colombo scrisse nel suo diario,

"Possiamo inviare da qui, nel nome della Santissima Trinità, tutti gli schiavi e il legno del Brasile che potrebbero essere venduti."

Ha scritto molte altre voci riferendosi ai popoli nativi come semplici, ingenui e facili da sfruttare. Poiché la legge spagnola proibiva la schiavitù per cittadini e cristiani spagnoli, Colombo decise di schiavizzare piuttosto che battezzare gli indigeni. Anche pratiche come la schiavitù sessuale, le mutilazioni e l'uso frequente della forca sono state praticate in questi insediamenti, il che porta al n. 2 ...

2. Cristoforo Colombo fu arrestato, spogliato dei suoi titoli, rimpiazzato Governatore e fallì ogni compito che si prefiggeva di compiere.

Sappiamo già che Colombo non ha mai cercato di scoprire un nuovo continente, quindi è stato un bonus a sorpresa. Ma ciò significava anche che non era riuscito a raggiungere l'India e un nuovo passaggio per le navi, e non aveva mai trovato grandi ricchezze nelle Americhe come aveva sperato. Ma lo sai già dalla scuola elementare. Ricordi quei problemi con la schiavitù e il maltrattamento nativi che abbiamo menzionato nella prima sezione? Secondo Biography.com,

“Le [C] ondate nell'insediamento di Hispaniola erano peggiorate al punto da essere quasi ammutinate, con i coloni che sostenevano di essere stati ingannati dalle pretese di ricchezza di Colombo e si lamentavano della cattiva gestione dei suoi fratelli. La corona spagnola mandò un ufficiale reale che arrestò Colombo e lo spogliò della sua autorità. Tornò in Spagna in catene per affrontare la corte reale. Le accuse furono successivamente ritirate ma Columbus perse i suoi titoli di governatore delle Indie e per un certo periodo, molte delle ricchezze fatte durante i suoi viaggi. "

Anche se alla fine fu rilasciato dalla prigione e tornò di nuovo nel nuovo mondo, cadde in disgrazia sia con la Spagna che con i coloni. Dopo la morte della regina Isabella nel 1504, il più fedele sostenitore di Colombo non fu più in grado di garantire per lui, e non fu mai in grado di riconquistare i suoi titoli o l'ex prestigio.

3. Lo "scambio colombiano" ha portato nuova cultura (e nuove malattie) in entrambi i continenti.

Columbus mise in moto un enorme scambio intercontinentale di cibi, merci, cultura e malattie mortali, attraverso i suoi viaggi da e verso i Caraibi.

“Il cavallo dall'Europa ha permesso alle tribù di nativi americani nelle Grandi Pianure del Nord America di passare da uno stile di vita nomade a uno di caccia. Cibi provenienti dalle Americhe come patate, pomodori e mais sono diventati gli alimenti di base per gli europei e hanno contribuito ad aumentare la loro popolazione. Il grano proveniente dall'Europa e dal Vecchio Mondo divenne rapidamente la principale fonte di cibo per le persone nelle Americhe. Il caffè dall'Africa e la canna da zucchero dall'Asia sono diventati le principali colture per i paesi dell'America Latina.

Sfortunatamente, le malattie che sono entrate a far parte di questo grande scambio hanno avuto effetti devastanti nelle Americhe.

“La piccola varicella del Vecchio Mondo ha decimato milioni di nativi americani a semplici frazioni del loro numero originale. Questo più di ogni altro fattore determinò il dominio europeo delle Americhe. I travolgenti benefici dello scambio andarono inizialmente agli europei e infine al resto del mondo. Le Americhe furono alterate per sempre e le culture un tempo vibranti e ricche delle civiltà dei nativi americani non solo furono cambiate, ma perse, negando al mondo qualsiasi comprensione completa della loro esistenza. "

4. Cristoforo Colombo fu un prodotto del suo tempo.

Potrebbe essere difficile per i cristiani moderni comprendere molte delle azioni e delle motivazioni di un uomo come Colombo, che sosteneva di essere un cristiano e salutato da una cultura di origine incredibilmente religiosa. Ma Colombo viveva in un mondo molto diverso. I giorni degli europei di Colombo non erano preoccupati per molte questioni che riguardano il nostro mondo di oggi, come la conservazione della cultura antica e la libertà di praticare qualsiasi religione piaccia. La Spagna stava cercando di colonizzare, di espandere il suo impero e Colombo era pronto ad aiutarlo a esplorare il mondo.

Inoltre, sebbene molti critichino la sete di Colombo per l'oro, è opportuno che lo storico ricordi che i viaggi di Colombo non erano né economici, né che stava viaggiando a modo suo. Ai regimi che sponsorizzavano i suoi numerosi viaggi era stato promesso un ritorno sul loro investimento, quindi la ricerca di Colombo per l'oro nelle Americhe (che così spesso restituiva infruttuoso, o al costo della vita umana) fu una sfortunata conseguenza dell'alto costo dell'esplorazione. Colombo non ebbe il lusso di navigare all'infinito o di essere soddisfatto delle delizie della flora e della fauna; aveva debiti da rimborsare.

5. Celebriamo il Columbus Day perché ...

Sapevi che il Columbus Day è diventato una festa americana ufficiale solo nel 1937?

Sebbene l'eredità e le scoperte di Colombo fossero state celebrate ufficiosamente dagli anni '90 del 1790, la festa ufficiale avvenne solo a causa dei Cavalieri di Colombo. I Cavalieri di Colombo, una influente organizzazione cattolica per soli uomini, volevano che il governo governasse un modello di ruolo cattolico forte per i loro figli. Dopo intense pressioni esercitate dai cavalieri, il presidente Franklin Roosevelt e il Congresso hanno dichiarato il Columbus Day una festa legale e federale negli Stati Uniti

Debbie Holloway è l'editore di Family Life per Crosswalk.com.

Articoli Interessanti