Imparare a respirare di nuovo

La cantautrice cristiana Tammy Trent e suo marito hanno avuto un matrimonio da favola, fino alla loro romantica vacanza in Giamaica nel settembre 2001. Ma durante un'escursione subacquea di routine, suo marito Trent non è mai riemerso e in seguito è stato trovato morto, cambiando la vita di Tammy per sempre . Si è presa un anno di pausa dalla musica per soffrire e iniziare la guarigione, e ora sta usando la storia di Trento come parte della sua testimonianza e del suo ministero. Tammy racconta la sua storia nel suo nuovissimo libro, Imparare a respirare di nuovo, in cui racconta della loro meravigliosa storia d'amore, della tragica morte di Trent e di come ha raccolto i pezzi da allora. Nel seguente estratto, riprendiamo la storia due settimane dopo la morte di Trent e poco dopo il funerale, quando Tammy sta tornando a casa di Nashville. Aveva chiesto a un vicino di casa, Shannon, di prenderla all'aeroporto e portarla a casa.

Non abbiamo detto molto sulla corsa dall'aeroporto. Ma quando siamo entrati nel nostro quartiere, ho iniziato a piangere. Shannon allungò la mano e mi prese la mano, ma nessuno di noi disse nulla. Entrò nel vialetto. "Sei sicuro di non voler che entri con te, Tammy?" lei chiese.

"Ne sono sicuro. Ma grazie, Shannon."

"Se hai bisogno di qualcosa, sai che sono qui." Ha vissuto solo un paio di porte di distanza.

Annuii, la ringraziai e le abbracciai.

Quindi ho inserito il codice per aprire la porta del garage. Sentendo il rumore familiare mentre rimbombava, un boccone di memoria mi balenò nella mente: Trent e io uscimmo dal garage, portando i bagagli in macchina, grandi sorrisi sui volti e felici di essere in viaggio per la Giamaica.

I miei occhi si posarono sulle scarpe da giardino di Trento, allineate vicino alla porta che dava sulla casa. Li indossava quando falciava l'erba o lavorava fuori, e li toglieva sempre prima di entrare. Ho guardato quelle scarpe e ho immaginato Trent che le lasciava lì, sollevando un piede, poi l'altro.

Ho aperto la porta e sono entrato in casa. Tutto era esattamente come lo avevamo lasciato. Accanto alla TV c'era il dvd: Patch Adams. L'avevamo visto insieme la sera prima di partire per la Giamaica. Trent adorava quel film e alla fine entrambi avevamo asciugato le lacrime, dove Patch perde l'amore della sua vita.

Camminai piano per la casa. Non piangevo in modo incontrollabile, ma le lacrime mi rigavano le guance e ogni tanto mi coprivo la bocca per non singhiozzare ad alta voce. Mi sedetti nel soggiorno e mi guardai attorno, poi mi alzai e attraversai ogni stanza del primo piano.

Alla fine ho iniziato a salire le sedici scale, aggrappandomi al binario per salire su ogni gradino. Entrai nella nostra camera da letto e mi guardai intorno come se non l'avessi mai visto prima. Eppure era tutto così familiare: i cuscini erano disposti così male, l'immagine sul comò, le mutande di Trent sul pavimento. Sorrisi, ricordando come avevo detto "Tesoro, prendilo, " ma nella fretta di andarsene quella mattina, ovviamente se n'era dimenticato.

Nel nostro bagno, ho passato la mano sulla grande vasca che avevamo condiviso così tante volte. Ho immaginato Trent scivolare sotto la superficie, trattenendo il respiro. C'erano candele attorno al bordo della vasca e notai un piccolo fiammifero appoggiato a uno di essi. Non sapendo perché, l'ho aperto e lì, nella scrittura di Trento, è stato un messaggio per me: "Ciao, TT!" Aveva disegnato un grande cuore attorno alle parole.

Era come se avesse lasciato quel piccolo fiammifero per me da trovare esattamente in quel momento difficile. Il mio cuore ebbe un sussulto, immaginandolo mentre scriveva le parole.

All'interno della nostra cabina armadio, ho tolto un mazzo di vestiti di Trent dai ganci e sono affondato a terra, seppellendomi la faccia. Rimasi sdraiato a lungo, piangendo e cercando di respirare il profumo di Trento, cercando di sentire di nuovo la sua presenza in quegli abiti spiegazzati ...

Poco dopo sono entrato nel nostro ufficio. Ho avviato il computer e quando lo schermo si è illuminato, ho ripreso fiato quando ho visto un quadratino giallo nell'angolo in basso a sinistra. Sembrava una nota adesiva incollata lì sullo schermo e diceva: "Tammy è chi sogno. Non vedo l'ora di vederti."

Non vedo l'ora di vederti.

Mi sono seduto lì, sbalordito, dai messaggi che Trent mi aveva lasciato trovare. Prima il matchbook e ora il computer. Sono rimasto sorpreso dal modo in cui Trento ha continuato a confortarmi, anche dal cielo ...

Trasportando la torcia per Trento

A poco a poco, ho iniziato a vivere da solo. Ho fatto un'intervista con The 700 Club entro un mese dal mio ritorno dalla Giamaica, ma dopo ciò, ho rifiutato gli inviti per essere intervistati o per esibirmi. Avevo deciso di prendermi un anno di pausa dopo aver sentito Dio che mi diceva, allontanati da questa roba, Tammy. Scendi dalla piattaforma e lascia che ti rimetta a posto la vita. Ti mostrerò che il mio piano non è cambiato. Il tuo piano è cambiato, Tammy, ed è abbastanza difficile per te. Ma il mio piano non è cambiato.

Durante quell'anno ho pensato molto al destino e alla nostra parte nel piano di Dio. Mi ci è voluto molto tempo per arrivare al punto di credere che forse il destino di Trento fosse compiuto. Metteva così spesso in discussione il suo scopo nella vita e desiderava essere usato da Dio per qualcosa di significativo. Ora penso che forse sia stato creato per essere un uomo che cambierebbe il cuore di una donna. Perché è certamente quello che ha fatto per me; mi ha cambiato il cuore e mi ha preparato per qualcosa di più grande. Il mio obiettivo ora è quello di trasmettere quel messaggio e aiutare gli altri a fare cambiamenti nelle loro vite che li avvicinino a Dio. E mentre lo faccio, lo scopo di Trento nel piano di Dio è sicuramente raggiunto.

All'inizio di quell'anno ero stato pronto a dire "Ho finito". Non sapevo più da che parte girarmi con la mia musica ed ero pronto a rinunciarvi. Ma ora credo che il destino di Trento abbia contribuito a cambiare il mio cuore e mostrarmi che ho dentro di me per dare a Dio qualcosa di più grande. Questo è quello che sto facendo ora, ringiovanendo la mia musica e condividendo la mia testimonianza con il pubblico di tutto il paese, comprese le fantastiche conferenze di Women of Faith. Voglio rendere omaggio a Trento e mostrare anche agli altri, con il suo esempio, come possono diventare mariti e mogli più premurosi, più divertimento con cui stare e come possono portare devozione a Dio in tutto ciò che fanno. Voglio che capiscano, come faccio ora, che anche quando Dio non sembra usarci per i suoi scopi, quando ci rendiamo disponibili a lui, ci sta usando!

Prima di partire per la Giamaica, avevo fatto domanda per Trent come corridore di supporto nell'Olympic Torch Relay, un evento di 65 giorni in cui i corridori avrebbero portato una torcia attraverso gli Stati Uniti per aprire le Olimpiadi a Salt Lake City all'inizio 2002. Quindici giorni dopo la morte di Trento, fui informato che la sua domanda era stata accettata. La lettera di conferma a Trento diceva: "Sei stato nominato da tua moglie, Tammy, come un" guardiano della fiamma ", perché hai ispirato e toccato la vita di Tammy ogni giorno e non riusciva a pensare a nessun altra persona più meritevole a guardia della fiamma ".

Mi è stato permesso di gestire la sezione di due miglia di Trento al suo posto quando la torcia ha attraversato Nashville nel dicembre 2001. Il padre e la sorella Tara di Trent sono scesi per l'evento, e anche la mia famiglia è venuta. Mi sono svegliato molto presto la mattina della corsa per trovare una carta stesa sul bancone del bagno. Diceva semplicemente "TT" all'esterno e avrei giurato che fosse la calligrafia di Trento. Ho aperto il biglietto e ho letto: "È così difficile non tenere la tua mano in questo momento, proprio quando hai più bisogno di me. Non riesco a pensare a un posto in cui preferirei stare con te. Ma non posso cambia le circostanze. Quindi, finché non ti vedrò di nuovo, ti invierò il mio cuore pieno di amore e forza. Tieni quei pensieri vicini, come sei sempre nel mio. " Era firmato, "Per sempre, Trento".

Sono caduto a terra, piangendo piano per non svegliare i miei coinquilini (la mia famiglia stava con me per l'evento). La porta del bagno si aprì dolcemente e mia sorella Gina era lì con lacrime che le cadevano anche dal viso. In quel momento sapevo che era stata Gina quella che aveva comprato quella carta perfetta per me e l'aveva lasciata nel mio bagno, volendo farmi sapere che Trento era ancora qui con me, in qualche modo, in quel momento, quel giorno speciale.

La corsa della torcia è stata un'occasione agrodolce, una che non dimenticherò mai. Ma quando l'eccitazione è finita e la mia famiglia è tornata a casa, sono rimasta sola nel mio dolore. Il "quadro generale" della mia vita era cambiato enormemente ...

Respirazione di nuovo

Attraverso tutto quello che è successo - il dolore, il dolore, la confusione, la rabbia - Dio mi ha dimostrato ancora e ancora che è ancora qui. Non va da nessuna parte. Quei pensieri sono stati il ​​risultato di come mi fido di lui, di come mi aggrappo a lui, di come dipendo da lui per tutto ciò che faccio. Se potessi avere una conversazione con Trento in questo momento, penso che direbbe, Ragazza, stai facendo esattamente quello che dovresti fare. Ho dovuto andare via, ma Dio sta usando il tuo dolore per qualcosa di molto potente. Non mollare, Tammy. Starai bene. Sono così orgoglioso di te!

Mi fa ancora male il cuore, e anche se ho perso Trento, mi sento più completo con il passare delle stagioni. Questo tipo di forza può venire solo da Dio. Sta davvero riempiendo il vuoto e mi trovo nella straordinaria situazione di avere un cuore che è ancora spezzato ma una vita che sta diventando di nuovo piena. Mi mancherà sempre Trento, ma sto imparando di nuovo a essere felice, rendendomi conto che Dio rimane per sempre costante nella mia vita. È ancora una lotta alcuni giorni, ma sto scegliendo la vita. Sto scegliendo la pace. Sto scegliendo la gioia.

Comunque sia, Dio è ancora qui e alla fine Dio è abbastanza. Lo è sempre stato, lo sarà sempre. Riesce a gestire qualunque cosa noi forniamo. Ride con noi nei bei tempi, ci porta attraverso il dolore e quando la tragedia ci toglie il vento, ci aiuta a imparare a respirare di nuovo.

Adattato per autorizzazione. (Imparare a respirare di nuovo: scegliere la vita e trovare la speranza dopo una perdita devastante), Tammy Trent, W. Publishing Group, una divisione di Thomas Nelson, Inc., Nashville, Tennessee. Tutti i diritti riservati. La copia o l'utilizzo di questo materiale senza l'autorizzazione scritta dell'editore è severamente vietato e in diretta violazione della legge sul copyright.

Puoi trovare Imparare a respirare di nuovo nella tua libreria cristiana locale o facendo clic qui. Per ulteriori informazioni su Tammy Trent, visita la nostra pagina artista per lei.

Articoli Interessanti