Giuda aveva una scelta o era predestinato a tradire Gesù?

Nota del redattore: la colonna "Chiedi a Roger" del pastore Roger Barrier appare regolarmente su Predicare, insegnare. Ogni settimana a Crosswalk, il dottor Barrier mette quasi 40 anni di esperienza nel pastorato per rispondere a domande di dottrina o pratica per i laici o dare consigli su questioni di leadership della chiesa. Inviagli le tue domande su .

Caro Roger,

La nostra salvezza è predestinata da Dio? O è il risultato del nostro libero arbitrio di rispondere alla grazia di Dio?

Giuda Iscariota avrebbe potuto cambiare il proprio destino scegliendo di chiedere perdono a Dio come fece Pietro, invece di suicidarsi? O era pre-destinato a tradire Gesù e diventare la nave per l'ira di Dio?

Grazie, JST

Caro JST,

John Calvin era un leader della Riforma protestante che ha concluso che da qualche parte nell'eternità Dio ha eletto, o predestinato, o ha scelto alcune persone per andare in Paradiso e altre per andare all'Inferno. Gli individui non hanno voce in capitolo riguardo al loro destino eterno. L'implicazione della Bibbia, se vista da una prospettiva calvinista, è che l'umanità ha poco o nessun libero arbitrio. Calvino basava la sua interpretazione della predestinazione su termini del Nuovo Testamento come: “eleggere” (Tito 1: 1); "Predestinato" (Romani 8: 28-29); "Forenown" (Romani 8:28); "Scelto" (Efesini 1:11) e "chiamato" (Romani 1: 6).

C'è un forte caso biblico per un mondo in cui c'è poco libero arbitrio; dove la maggior parte, se non tutte, delle nostre scelte sono pianificate e mappate prima ancora di nascere.

Se devi ancora ascoltare il termine "Enigma quantistico", lo farai presto. Ogni giorno i fisici quantistici imparano di più sul funzionamento dell'universo. Una delle strane scoperte della meccanica quantistica è che ogni azione delle particelle subatomiche è determinata da scelte fatte per loro da un osservatore di livello superiore. Ad esempio, le persone possono predestinare e prevedere le attività delle particelle di luce e queste particelle obbediranno completamente. Le cose sopra le altre cose prendono le decisioni e pianificano le azioni delle cose più in basso di loro. Questo si chiama "causalità verso il basso". L'implicazione qui è che tutto ciò che facciamo e diciamo, comprese le scelte che facciamo, è pianificato per noi da un'autorità superiore. Nel nostro caso, Dio.

Come cristiani diremmo "Dio è l'agente della causalità verso il basso". L'implicazione qui è che non abbiamo libero arbitrio e tutto ciò che diciamo o facciamo è pianificato da Dio per noi. Questa prospettiva si adatta bene al calvinismo.

L'arminianesimo, d'altra parte, è in diretto contrasto con il calvinismo. Si basa sul libero arbitrio. L'arminianesimo può essere sintetizzato da Giovanni 3:16: "Perché Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito che chiunque crede in lui non perisca ma abbia vita eterna". In altre parole, chiunque può venire a Cristo per la salvezza a qualsiasi età, in qualsiasi momento o in qualsiasi luogo.

La Bibbia è piena di immagini di libero arbitrio di un Dio a braccia aperte che desidera che i Perduti tornino da Lui. Tutti coloro che verranno riceveranno il benvenuto e il pieno rispetto. Luca 15, ad esempio, ha tre parabole che raffigurano Dio che cerca cose perdute per riportarle a casa in sicurezza: la moneta perduta, la pecora perduta e il figlio perduto. Non li sta eleggendo o predestinando, li sta supplicando.

In poche parole, il Calvinismo dichiara che gli unici che possono essere salvati sono quelli che Dio ha già scelto nel passato dell'eternità. D'altra parte, l'Arminianesimo non pone tali restrizioni nel ricevere l'amore, la salvezza e la grazia di Dio. L'insegnamento fondamentale dell'Arminianesimo è: "Chiunque verrà". La salvezza non è solo il dominio degli eletti. La salvezza è un dono gratuito, offerto ora nel presente, a tutti coloro che credono in Cristo per fede.

Mi sembra che "chiunque lo voglia" è un riflesso migliore dell'immagine biblica del cuore di Dio rispetto all'idea che abbia fatto scelte arbitrarie per determinare lo stato eterno di alcuni individui prima della fondazione della terra.

Considerando tutte le questioni coinvolte, arrivo alla seguente conclusione come un modo per risolvere il dibattito: prima della fondazione dell'universo, Dio ha predeterminato che un gruppo (noto come "gli eletti") composto da tutti coloro che ricevono liberamente Gesù come loro Signore e il Salvatore è predestinato a "conformarsi all'immagine di Cristo" (Romani 8: 28-29 ed Efesini 1).

Pertanto, nessuno è predestinato al Paradiso o all'inferno. Ci viene data la libera scelta di ricevere Cristo. Quelli che lo fanno sono chiamati "eletti", scelti e predestinati non per quanto riguarda se vanno in Paradiso o all'inferno, ma invece sono predestinati a maturare per assomigliare a Gesù.

Detto questo, affrontiamo la questione se Giuda fosse o no predestinato a tradire Gesù.

Gli ultimi giorni della vita di Gesù sulla terra furono preordinati per includere il tradimento di Giuda, così come lo furono la croce e la risurrezione (Marco 14: 17-21; Atti 1:16 e Salmo 109: 5-8). L'implicazione di questi versetti fu che Giuda fu scelto da Dio per tradire Gesù.

Sia Gesù che Pietro, nei passaggi precedenti, verificano che Giuda fu scelto appositamente per il lavoro di tradimento. Potremmo dire che Giuda fu predestinato, chiamato, eletto e / o scelto per tradire Gesù. Non aveva libero arbitrio e quindi nessuna scelta in merito.

(A proposito, l'affare di Giuda per 30 pezzi d'argento fu predetto anche in Zaccaria 11: 12-13 e adempiuto in Matteo 26: 14-16.)

Giuda aveva qualche scelta in merito? Sembra di no Non poteva evitare o cambiare il suo destino. Fu preordinato a commettere questo atto brutale. Nel momento in cui Satana entrò in Giuda, il dado fu lanciato (Luca 22: 3).

Ora veniamo alla parte del libero arbitrio. Una volta che Giuda ebbe completato la sua missione empia, fu libero di sistemare le cose con Gesù. Gesù è morto anche per Giuda. Sai che se Giuda fosse caduto in ginocchio, si fosse pentito e avesse chiesto perdono che Gesù lo avrebbe accolto nel regno.

Pietro tradì anche il suo rapporto con Cristo; ma è nella gloria del cielo. Perché? Perché è tornato a Cristo e si è pentito. La Bibbia dice che Pietro non solo provò vergogna e disperazione, si pentì e chiese perdono.

La Bibbia ci dice che Giuda si sentiva così male per quello che aveva fatto che uscì e si impiccò. Avrebbe avuto bisogno di una guerra spirituale per esorcizzare Satana dalla sua vita, ma non doveva uccidersi.

La storia di Giuda è un paradosso. È l'epitome della predestinazione insieme al suo contrario, libero arbitrio. Doveva tradire Gesù, ma era libero di tornare a Cristo se lo avesse voluto. Non avrebbe fatto una grande storia di redenzione e salvezza!

Uno dei miei lettori ha condiviso un modo intrigante per vedere come la predestinazione e il libero arbitrio potrebbero interagire. È interessante pensarci nel contesto di una domanda secolare: abbiamo una libera scelta o è tutto predeterminato? Penso che la risposta sia: SÌ. Tutto è predeterminato E abbiamo libera scelta. È come quando giochiamo a un gioco di carte. Ci viene data una mano. E non abbiamo alcun controllo sulle carte che ci vengono distribuite. È predeterminato.

Ma possiamo anche giocare quella mano. Abbiamo anche una scelta libera. In definitiva, è la COMBINAZIONE della mano che viene distribuita e il modo in cui la giochiamo a determinare il risultato. Ed è il risultato che modella la mia visione della mano originale che mi è stata data. Dio ci dà una mano. Non c'è niente che possiamo fare per cambiarlo. Ma possiamo giocare quella mano. Posso rispondere agli eventi della mia vita. Ed è la mia risposta, le mie azioni in futuro, che determinano il significato degli eventi nel mio passato.

Infine, ci sono due diversi resoconti biblici sulla morte di Giuda.

Atti 1:18: con il pagamento ricevuto per la sua malvagità, Giuda acquistò un campo; lì cadde a capofitto, il suo corpo si spalancò e tutti gli intestini si sparsero.

Matteo 27: 5: Così Giuda gettò i soldi nel tempio e se ne andò. Poi se ne andò e si impiccò.

Quindi cosa dà? Penso di sapere cosa è successo. La Bibbia dice che Giuda comprò un campo. Ciò è stato predetto e predestinato da Dio. Su un robusto ramo di un albero si appese al collo. Per diversi giorni rimase sospeso nella brezza, nelle mosche e nei vermi che coprivano il suo corpo in decomposizione. Alla fine, un'anima misericordiosa decise di abbattere il cadavere in decomposizione. Quando lo fece, il corpo gonfio di Giuda colpì il terreno e si spalancò.

Quindi, JST, spero che questo aiuti.

Che Dio vi benedica,

Roger

Il Dr. Roger Barrier si è ritirato come pastore di insegnamento senior dalla Casas Church di Tucson, in Arizona. Oltre ad essere un autore e ricercato relatore di una conferenza, Roger ha fatto da mentore o ha insegnato a migliaia di pastori, missionari e leader cristiani in tutto il mondo. La chiesa di Casas, dove Roger ha prestato servizio durante la sua carriera di trentacinque anni, è un megachurch noto per un ministero multigenerazionale ben integrato. Il valore di includere le nuove generazioni è profondamente radicato in tutta Casas per aiutare la chiesa a spostarsi fortemente nel XXI secolo e oltre. Il Dott. Barrier ha conseguito la laurea presso la Baylor University, il Southwestern Baptist Theological Seminary e il Golden Gate Seminary in greco, religione, teologia e cura pastorale. Il suo libro popolare, Ascoltare la voce di Dio, pubblicato da Bethany House, è nella sua seconda stampa ed è disponibile in tailandese e portoghese. Il suo ultimo lavoro è, Got Guts? Diventa divino! Pray the Prayer Dio garantisce di rispondere, da Xulon Press. Roger può essere trovato sul blog di Predicare, insegnare, il sito di insegnamento pastorale fondato con sua moglie, la dottoressa Julie Barrier.

Data di pubblicazione : 28 agosto 2014

Articoli Interessanti