Godly Money Management: The Great Balancing Act

Sono passati più di quarant'anni, ma ricordo ancora una grossa brocca di liquido che mio padre ha immagazzinato nel ripostiglio del nostro seminterrato. Non posso nemmeno dirti cosa c'era nel contenitore. Non ricordo il suo colore o dimensione. Ma ricordo qualcosa sull'etichetta. C'era una foto di un teschio umano e un paio di ossa incrociate su di esso. Ricordo di aver appreso che quello era il segno universale del veleno. Era il modo in cui il produttore avvertiva chiunque, colto e analfabeta, adulto e bambino, di non inghiottire le cose all'interno. Era chiaro che, a meno che non volessi assumere prematuramente la temperatura ambiente, sarebbe meglio non scherzare con quella bottiglia di liquido!

Mentre visito chiese in tutto il paese presentando No Debt No Sweat! Seminario sulla gestione del denaro cristiano Incontro molte persone che non si rendono conto che c'è un teschio e ossa incrociate che avvertono sui loro soldi.

In un modo meno letterale, ma altrettanto importante, voglio che tu lo pensi come un articolo "teschio e ossa incrociate". È qui che spero di sfidarti a ottenere una visione del denaro a occhio di Dio. Voglio avvertirti di alcune insidie ​​che il denaro può portare a. Perché insegnare alle persone la gestione del denaro, il controllo del debito e gli investimenti per il futuro, può essere come giocare con una bella candela in una stanza piena di dinamite. È così facile trasformare la virtù in vizio e consentire a un sano interesse per la gestione patrimoniale di diventare un malsano focus sul materialismo.

Speriamo di poter esplorare il modo in cui Dio vuole che noi vediamo il denaro e i beni materiali senza andare a nessuno degli estremi che sono così prevalenti nella chiesa di oggi. Senza un punto di vista divino, siamo facili prede per coloro che predicano una teologia non biblica del denaro. Di solito si svolge in uno di due insegnamenti estremi: a un'estremità dello spettro sono quelli che propongono una forma di "prosperità cristiana" che non è molto più di una forma sterilizzata di avidità; e all'altro estremo ci sono coloro che sollecitano un voto di povertà. Come nel caso di Dio e di tutta la sua creazione, l'equilibrio nell'area del denaro è fondamentale.

Lo stile di vita di Gesù

Gesù aveva un approccio curioso al denaro: non gli importava se una persona ne avesse molto o no. Gesù guardò i libri dei cuori, non quelli degli assegni. Dalla vedova e dal suo acaro alle numerose persone di strada, i Vangeli sono pieni di storie su Gesù che fa amicizia e cura i poveri. Si associava alle persone umili e riconosceva il loro valore davanti a Dio anche quando il resto della società (compresa la religione consolidata) le considerava con disprezzo. Ha difeso la loro causa e ha esortato i Suoi seguaci ad amare, nutrire, vestire e mostrare loro ospitalità.

Gesù aveva anche ricchi amici. Sospetto da tempo che Maria, Marta e Lazzaro debbano avere una grande casa per accogliere Gesù e i Suoi apostoli quando arrivarono in città per una visita. E, non dimentichiamo la storia in Luca 8:13, di "... Joanna, moglie di Chuza, amministratore di Erode e Susanna, e molti altri che stavano contribuendo al loro sostegno con i loro mezzi privati". (NASV) Apparentemente, le donne che avevano sia pedigree che pile di denaro finanziarono il ministero di Gesù! E ti ricordi di Matteo, uno degli apostoli di Gesù? Era un esattore delle tasse e, in base alla sua capacità di intrattenere, probabilmente abbastanza benestante finanziariamente. Alla morte di Gesù, un ricco discepolo di nome Giuseppe fornì la camera funeraria.

Nelle sue parabole, Gesù fece uso di persone benestanti. Ci vollero risorse finanziarie perché il buon samaritano prestasse servizio al ferito accanto alla strada. La Bibbia dice che "... lo portò in una locanda e si prese cura di lui. E il giorno seguente tirò fuori due denarii e li diede all'oste e disse:" Abbi cura di lui; e quant'altro spendi, quando torno, ti ripagherò. "" (Luca 10: 34, 35 NASV) Quest'uomo buono aveva più che buone intenzioni: aveva le risorse per portare il suo amico ferito in un hotel. E, gente, sappiamo tutti che non puoi soggiornare gratuitamente in un Hilton!

Il dono del dare

Prima o poi ti imbatterai in un cristiano ben intenzionato che implica che la tua capacità di guadagnare denaro è in qualche modo meno degna della capacità di predicare la Buona Novella o di servire in un campo di missione straniero. Quando ciò accade, non ritirarti in una grotta sentendoti come un maiale spirituale! Chiedi semplicemente al buon fratello di dirti da dove pensa che provengano i soldi per finanziare grandi ministeri, pagare gli stipendi dei missionari, costruire scuole cristiane e nutrire gli affamati. Quindi, passa a questo punto in Romani 12: 3-9:

"Poiché, per la grazia che mi è stata data, dico a ogni uomo in mezzo a voi di non pensare più a se stesso di quanto dovrebbe pensare; ma di pensare in modo da avere un buon giudizio; come Dio ha assegnato a ciascuno come una misura di fede. Proprio come abbiamo molti membri in un solo corpo e tutti i membri non hanno la stessa funzione, così noi, che siamo molti, siamo un solo corpo in Cristo e individualmente membri l'uno dell'altro. E poiché abbiamo doni che differiscono in base a la grazia ci ha dato, ciascuno di loro li eserciti di conseguenza: se profetizza, secondo la proporzione della sua fede; se il servizio, nel suo servizio; o chi insegna, nel suo insegnamento; o chi esorta, nella sua esortazione; colui che dà, con liberalità; colui che guida, con diligenza; colui che mostra misericordia, con allegria ". (NASV, enfasi mia)

Qui, Paolo elenca sette doni spirituali. Molti insegnanti della Bibbia credono che tutti i cristiani siano benedetti con almeno uno di questi doni. Se questi doni sono distribuiti in tutta la comunità dei credenti, allora la compagnia sarà forte e sana. Il quinto dono in questo elenco è il dono della liberalità. (I traduttori della versione di New King James lo rendono dicendo che se il suo dono "sta contribuendo ai bisogni degli altri, lascialo dare generosamente.") Beh, mi scusi, ma non ha senso solo che se uno dà liberalmente -il primo deve avere qualcosa da dare? E, per avere qualcosa da dare, è ragionevole supporre che questo individuo sia probabilmente bravo a fare e investire denaro.

Il bilancio critico

Per favore, ricorda questo: se permettiamo a qualcosa di intrometterci tra Dio e noi, siamo nei guai. Nella società materialista odierna guidata dal denaro, i cristiani devono essere cauti. La cultura ci dice che il nostro valore e valore si basa sulla nostra ricchezza e influenza. Intorno a noi vediamo amici, colleghi e persino altri cristiani che hanno costruito vite focalizzate sull'acquisizione delle cose di questo mondo attuale.

Uno dei luoghi della Scrittura che mi fa tremare sempre quando la leggo è la parabola del seminatore in Matteo 13. Qui Gesù analizza il modo in cui cinque gruppi di persone rispondono al messaggio di Dio confrontandoli con vari tipi di terreno agricolo. Uno dei tipi di terreno era terreno spinoso. Parlando di questa persona, Gesù dice che "è l'uomo che ascolta la parola, ma le preoccupazioni di questa vita e l'inganno della ricchezza la soffocano (la parola), rendendola infruttuosa " . (Versetto 22, NIV, enfasi mia)

La ricchezza può essere una benedizione di Dio, ma è anche un peso. Con i soldi arriva la responsabilità. Gesù ci avverte che "a tutti coloro a cui è stato dato molto sarà molto richiesto; e ai quali hanno affidato molto, a lui chiederanno di più". (Luca 12: 48b, NASV)

I cristiani con denaro hanno tentazioni e battaglie spirituali che gli altri non affrontano: "Quanto costa troppo?" "Come insegnerò ai miei figli a non amare e fidarsi dei soldi?" "Dov'è la mia stessa fede: in Dio o in denaro?" "Come posso evitare l'elitarismo e rimanere vicino a ferire le persone?"

Finché stai lottando con domande come queste, probabilmente stai andando abbastanza bene. Ricorda, Gesù ci dice di conservare i nostri tesori in cielo. La verità è che il ragazzo che muore con più giocattoli è ancora morto.

Steve Diggs presenta No Debt No Sweat! Seminario di Christian Money Management in chiese e altre sedi in tutta la nazione. Visita Steve sul Web all'indirizzo www.stevediggs.com o chiama il 615-834-3063. Autore di numerosi libri, oggi Steve è ministro dell'Antiochia Chiesa di Cristo a Nashville. Per 25 anni è stato presidente del Franklin Group, Inc. Steve e Bonnie hanno quattro figli che hanno studiato a casa. La famiglia vive a Brentwood, nel Tennessee.

Articoli Interessanti