CONSIDERANDO LILY

Flashback a 20 anni fa, due ragazze nacquero alle estremità opposte del mondo - una in Nuova Zelanda e l'altra in California. Entrambe le ragazze avrebbero mostrato prove del loro amore per la musica e per le esibizioni in giovane età. Anche l'amore per Dio e il desiderio di servirlo con le loro vite hanno cominciato a emergere.

Mentre si avvicinavano ai loro anni dell'adolescenza, le loro vite continuavano a coincidere mentre entrambi sentivano la chiamata a servire Dio con i loro talenti. Ma le somiglianze non si fermerebbero qui. Anche se uno sarebbe nato bruna e l'altro biondo, entrambi sarebbero cresciuti alla stessa altezza (5 '10 "). Oltre ai loro compleanni, i loro anniversari di matrimonio sarebbero stati distanti due mesi. Anche i nomi di loro madre sono gli stessi. Coincidenza ? Forse, ma credono diversamente.

Incontra {{Considering Lily}}, due donne che erano sicuramente destinate a incrociarsi: Jeanette Herdman e Pearl Barrett. Pearl spiega: "Abbiamo costantemente scoperto cose che ci stavano collegando e le abbiamo prese come affermazioni che Dio ci ha messo insieme". Quindi il titolo del loro album, The Pieces Fit, è particolarmente adatto.

La circostanza che ha creato la necessità di unire questi due "pezzi" è nata all'inizio del 1998 quando Serene Allison, sorella e compagna musicale di Pearl, lasciò il gruppo per diventare una madre a tempo pieno. "Considerando che Lily aveva acquisito una buona base di fan e la casa discografica e io ero fortemente intenzionato a continuare con il gruppo", afferma Pearl. "E ho ancora sentito Dio chiamarmi per continuare con questo ministero."

La ricerca di un nuovo partner per Pearl si rivelerebbe breve. Eddie DeGarmo, vicepresidente di A&R presso ForeFront aveva in mente qualcuno sin dall'inizio della partenza di Serene. Jeanette, moglie del membro di {{Audio Adrenaline}} Bob Herdman, aveva parlato con Eddie di un potenziale progetto solista nel periodo in cui Serene aveva lasciato il gruppo. "L'idea di abbinare Pearl e Jeanette insieme è venuta da me solo un giorno. Ho pensato che fosse un colpo lungo, ma mi sono sentito obbligato a perseguirlo", afferma DeGarmo.

Seguendo il suo istinto, Eddie presentò Jeanette e Pearl e la palla iniziò a rotolare e rotolare piuttosto rapidamente. Due giorni dopo il loro incontro iniziale, hanno iniziato a scrivere brani per il nuovo album.

Il duo ha accettato di lavorare insieme e costruire un nuovo album, insieme ai produttori Barry Blair e Michael Quinlan. Un album a suo completamento che avrebbe messo in mostra le armonie rilassanti di Pearl e la forza della voce principale di Jeanette. Con un tocco fresco e decisamente moderno, le due voci creano una miscela che lavora insieme per formare un suono morbido e distintivo. "Volevamo utilizzare componenti che avrebbero creato più di un suono pop, più loop di batteria e programmazione di tastiere", afferma Jeanette. Pearl aggiunge: "Ci siamo sentiti come se avessimo le canzoni giuste e volevamo catturare la loro passione e renderlo un album che la gente avrebbe voluto ascoltare più e più volte".

Le due donne si sedettero e iniziarono a scrivere musica insieme, con la loro prima collaborazione chiamata "What I Was Made For", un'emissione a Dio, riconoscendo che la vera ragione per cui siamo stati creati era per lodarlo. "Volevamo che questa canzone esortasse le persone ad abbandonare le loro inibizioni quando si tratta di adorare il Signore. Riteniamo che questa canzone possa essere uno strumento potente durante i nostri concerti per convincere le persone a unirsi a noi in lode", afferma Pearl.

La prima canzone dell'album è "Great Expectations", una canzone di speranza scritta con il produttore Quinlan. La canzone si basa su I Corinthians 2: 9 ("Nessun occhio ha visto, nessun orecchio ha sentito e nessuna mente può concepire ciò che Dio ha preparato per coloro che Lo amano."). Perla lo descrive come relativo al piano di Dio per le nostre vite. "Anche se non possiamo sapere che cosa ha per noi, possiamo avere speranza e certezza per ciò che attende."

La traccia del titolo dell'album, "The Pieces Fit", è una potente ballata che parla di una cospicua corrente sotterranea che corre durante il progetto.

Mentre condividono molti degli stessi talenti e tratti fisici, ci sono evidenti differenze nella personalità - dentro e fuori dal palco. Mentre Pearl confessa di essere introspettiva e focalizzata sull'arte dello spettacolo, Jeanette è attratta verso un ruolo più vocale e interattivo con il pubblico. Entrambi condividono una profonda preoccupazione per il messaggio spirituale che viene trasmesso durante lo spettacolo. Jeanette spiega: "Credo che il nostro spettacolo dal vivo sia uno dei principali strumenti del nostro ministero. Vogliamo raggiungere i giovani nella chiesa e incoraggiarli ad adorare Dio e sfidarli a approfondire le loro relazioni con Lui".

Sebbene non possiamo sempre conoscere il piano di Dio per le nostre vite, è chiaro attraverso la testimonianza di Jeanette e Pearl che Dio sa quali persone e circostanze orchestrare. Il suo tempismo e la sua pianificazione sono perfetti, e con {{Considering Lily}}, i pezzi si sono adattati davvero.

Articoli Interessanti