10 cose che dovresti sapere sulla nuova alleanza

Durante la Settimana Santa, la notte in cui Gesù si radunò con i suoi discepoli nella stanza superiore, dichiarò che attraverso il suo sangue versato sarebbe nata una "nuova" alleanza, una gloriosa realtà descritta in dettaglio in Ebrei 8. Eccone alcuni dieci cose sulla Nuova Alleanza che tutti i cristiani dovrebbero sapere.

(1) Sappiamo da Luca 22: 19-20 che quando Gesù offrì il suo corpo sulla croce e versò il suo sangue in modo che potessimo essere perdonati dei nostri peccati, stava inaugurando e stabilendo la Nuova Alleanza. Ecco come lo registra Luca: “E prese il pane, e quando rese grazie, lo spezzò e lo diede loro, dicendo: 'Questo è il mio corpo, che è dato per te. Fallo in ricordo di me. ' E allo stesso modo il calice dopo aver mangiato, dicendo: "Questo calice che è stato versato per te è la nuova alleanza nel mio sangue" ”(Luca 22: 19-20).

(2) Ma che bisogno c'è di una nuova alleanza tra Dio e il suo popolo? Perché il Mosaic (Old) Poven non era abbastanza buono per tutte le persone e per tutti i tempi? Nel dire che l'Alleanza Vecchia o Mosaica non era “abbastanza buona” non sto dicendo che non fosse “buona”. Era. Fu una benedizione senza precedenti per il popolo di Israele. Forniva loro leggi per governare il loro comportamento. Prometteva loro benedizioni spirituali, materiali e persino militari se obbedivano a quella legge e rimanevano fedeli all'alleanza. Dio istituì persino in quell'alleanza l'ufficio di sommo sacerdote in modo che il popolo avesse qualcuno che offrisse sacrifici per suo conto e li rappresentasse alla presenza di Dio. Quel vecchio patto prevedeva un sistema sacrificale in cui il sangue di tori e capre consentiva almeno temporaneamente di rimanere in comunione con Dio. L'Antica Alleanza sotto Mosè era piena di grazia, misericordia, longanimità e amore.

Ma l'Alleanza Vecchia o Mosaica aveva tre difetti fondamentali. In primo luogo, sebbene ci fosse un sommo sacerdote che offriva regolarmente un sacrificio animale per i loro peccati, tali sacrifici non potevano mai completamente e finalmente garantire il loro perdono. "Perché è impossibile che il sangue di tori e capre porti via i peccati" (Ebr. 10: 4).

In secondo luogo, la legge dell'Antica Alleanza emanata da Mosè non era in grado di fornire il potere di cui le persone avevano bisogno per adempiere e obbedire. La Legge di Mosè era molto chiara nel dichiarare: "Non devi" o "Fai questo e vivi" o "Sii santo". Ma non c'era nulla nella legge stessa che potesse autorizzare il popolo ad obbedire. La Legge di Mosè disse al popolo d'Israele cosa dovevano e non dovevano fare, ma non fu mai in grado di fornire loro l'energia interna o il potere spirituale per obbedire. Come qualcuno ha detto una volta:

"Per eseguire e gestire i comandi di legge,

Eppure non mi dà né piedi né mani.

Ma migliori notizie che il Vangelo porta:

Mi fa volare e mi dà le ali! ”

Il punto qui è che con la Nuova Alleanza che Cristo ha stabilito e il dono dello Spirito Santo che abita in tutti i suoi membri, non solo sappiamo cosa fare, ci è stato anche dato il potere e la forza per farlo. Altro su questo in un momento.

Terzo, l'Alleanza Vecchia o Mosaica era temporanea. È stato progettato da Dio con un'obsolescenza integrata . Dio non ha mai voluto che l'Antica Alleanza durasse per sempre. Non ha mai voluto che fosse la rivelazione finale della sua volontà per l'umanità. Lo sappiamo perché in Ebrei 8: 5 leggiamo che tutto ciò che Mosè fece nel costruire il tabernacolo dell'Antica Alleanza, insieme ai suoi rituali e sacrifici, era solo "una copia e un'ombra delle cose celesti". Sappiamo anche che l'Antica Alleanza era temporanea a causa di ciò che vediamo in Geremia 31: 31-34, un passaggio che è citato in Ebrei 8: 8-12. Lì leggiamo che Dio intendeva sempre stabilire una nuova alleanza con il suo popolo che sarebbe diversa da quella che fece con Mosè e Israele in seguito all'esodo dall'Egitto. A ciò aggiungiamo Ebrei 8:13 - “Parlando di una nuova alleanza, egli [Dio] rende la prima [la vecchia alleanza] obsoleta. E ciò che sta diventando obsoleto e invecchiando è pronto a svanire ”.

(3) In Ebrei 8: 6-7 leggiamo che l'esistenza stessa di questa nuova alleanza è solo un'altra prova o dimostrazione che il sommo sacerdozio di Gesù è superiore al sommo sacerdozio di Aaronne e dei suoi discendenti. Il "ministero" sacerdotale di Gesù è migliore di quello di Aaronne perché l '"alleanza" da lui stabilita e ora media è migliore di quella che venne attraverso Mosè.

(4) Non sono contento di come viene tradotta la linea di apertura di v. 8. Ho intenzione di mettere in discussione l'ESV qui, anche se dovrei sottolineare che fanno riferimento a questa altra possibile traduzione in una nota a piè di pagina. Ebrei 8: 8a dovrebbe leggere: "Per aver trovato un difetto, dice loro ". Dio trovò un difetto nell'alleanza, non nel popolo . Ha appena menzionato in v. 7 che la prima o la vecchia alleanza del Mosaico non era “impeccabile”. Ecco perché c'era bisogno di una seconda o nuova alleanza. Tale punto è quindi riaffermato nella v. 8a.

(5) Dobbiamo anche prendere atto dell'identità di coloro con i quali viene stipulata o stabilita questa nuova alleanza. In Ebrei 8: 8 afferma che la nuova alleanza è stabilita o stipulata "con la casa di Israele e con la casa di Giuda". Ma ciò non significherebbe che noi, la Chiesa di Gesù Cristo, non abbiamo alcuna adesione a questa alleanza e non puoi beneficiare delle sue benedizioni? Dopotutto, molti di noi sono gentili e non sono discesi fisicamente da Israele o da Giuda. No, non significa nulla del genere!

In primo luogo, quando l'apostolo Paolo cita le parole di Gesù in 1 Corinzi 11 e racconta alla Chiesa la sua responsabilità di celebrare la Cena del Signore, menziona esplicitamente che questa è la celebrazione della Nuova Alleanza profetizzata in Geremia 31. Ciò non ha senso se non La profezia di Geremia è applicabile a tutto il Corpo di Cristo, a tutta la Chiesa, che comprende sia ebrei credenti che credenti gentili.

Secondo, in 2 Corinzi 3: 6 Paolo dice esplicitamente che siamo i destinatari e i ministri della Nuova Alleanza.

Terzo, le benedizioni della nuova Alleanza profetizzata, quelle descritte qui in Ebrei 8 e in tutto il resto del NT, sono identiche alle benedizioni che i cristiani nella Chiesa ricevono e godono: perdono dei peccati, il ministero potenziante dello Spirito Santo, e la conoscenza di Dio inscritta nei nostri cuori.

In quarto luogo, le persone a cui è stato scritto il libro di Ebrei sono membri della Chiesa! Il suo punto in questa epistola è: “Ora avete e siete partecipanti alla nuova e migliore alleanza promessa in Geremia 31 e stabilita da Gesù attraverso la sua morte e risurrezione; allora perché vorresti mai tornare indietro sotto la vecchia alleanza e le sue vie inferiori? ”Se i membri della chiesa di Roma, a cui era indirizzata questa lettera, non sono anche membri della Nuova Alleanza, nulla in questo intero libro fa nessun senso.

In quinto luogo, secondo Ebrei 8: 6 la Nuova Alleanza “è” migliore (tempo presente) e “è stata emanata” (tempo perfetto) su migliori promesse. E quelle migliori promesse sono esattamente ciò che descrive in vv. 10-12 che si applicano a noi, la Chiesa.

In sesto luogo, in Ebrei 10:15 il nostro autore afferma che lo Spirito Santo rende testimonianza a "noi" la Chiesa che Dio ha fatto questa Nuova Alleanza con noi!

Settimo, chi era presente nella sala superiore quando Gesù inaugurò la Nuova Alleanza e stabilì la Cena del Signore come l'ordinanza con la quale la celebriamo? Gli ebrei! Le uniche persone presenti erano i discepoli e i loro amici intimi, tutti membri della casa di Israele o di Giuda. Non dobbiamo dimenticare che secondo Galati 3:16 e 3: 28-29 (e numerosi altri testi) chiunque crede in Gesù Cristo è ora il "seme" di Abramo e quindi un erede secondo la promessa. In altre parole, la Chiesa di Gesù Cristo è il vero Israele di Dio .

Ciò non significa che gli ebrei credenti siano esclusi o sostituiti come eredi della promessa fatta ad Abramo. Tutti gli ebrei etnici che credono in Gesù sono membri della Nuova Alleanza. Ma anche i gentili etnici credono in Gesù. Il sangue nelle vene non conta più nulla. L'unica cosa che conta è la fede nel tuo cuore: se hai fiducia in Gesù, che tu sia maschio o femmina, schiavo o libero, ebreo o gentile, sei il seme di Abramo, il vero Israele di Dio, e quindi membri di la nuova alleanza.

(6) Con la Nuova Alleanza arriva la promessa di un potere interno . "Metterò le mie leggi nelle loro menti e le scriverò nei loro cuori" (Ebrei 8: 10b).

Le persone al tempo della vecchia alleanza potevano ovviamente memorizzare la legge di Dio, e molti lo fecero. Ma questo di per sé non è venuto con una promessa di potere di obbedire a ciò che la legge imponeva. Quando parla di Dio stesso che scrive la legge nei nostri cuori, significa che la nostra obbedienza scaturirà da una trasformazione che è avvenuta in noi, in virtù di un potere che Dio stesso ha fornito. Ciò significa che ogni membro della Nuova Alleanza è stato rigenerato e ha avuto la legge di Dio posta nelle loro menti e scritta nei loro cuori (in questo vedere in particolare Ezechiele 36: 26-27).

Nella nuova alleanza, la volontà di Dio è inscritta nel nostro cuore, internamente, esperienzialmente, nel senso che qualunque cosa Dio richieda da noi in termini di obbedienza, ci fornisce in termini di potere interiore e abilitante dello Spirito.

(7) Con la Nuova Alleanza arriva la promessa di una relazione personale . "Sarò il loro Dio e saranno il mio popolo" (Ebrei 8: 10c; vedere anche Apocalisse 21: 3).

Dio non è solo Dio. Non è solo lì. Non è semplicemente l'essere supremo onnipotente, infinitamente gentile e gentile che ha creato tutte le cose e le sostiene. Ciò in cui gioiamo non è semplicemente che Dio esiste. Piuttosto, è il mio Dio! Lui è il tuo Dio! Lui ti appartiene. E non sono solo un essere umano. Sono più di una creatura. Dio dice di me: "Sam è mio!" Dio dice di te: "Amy è mia! Giovanni è mio! Dustin è mio! Mi appartengono tutti! ”

(8) Con la Nuova Alleanza arriva la promessa di una conoscenza intima . "E non insegneranno a ciascuno il suo vicino e ciascuno a suo fratello, dicendo:" Conosci il Signore ", perché tutti mi conosceranno, dal più piccolo al più grande" (Eb 8:11).

Durante il periodo dell'Antico Testamento o dell'Antica Alleanza, il popolo di Dio era una comunità mista. Vale a dire, Israele era composto sia da credenti che da non credenti. Non tutti quelli che erano circoncisi nella sua carne erano circoncisi nel suo cuore. Ancora una volta, questo significa semplicemente che non tutti coloro che hanno ricevuto il segno fisico della vecchia alleanza sono nati o rigenerati.

Questo è il motivo per cui i membri della nazione Israele dovevano essere esortati a "conoscere" il Signore. Ma sotto la Nuova Alleanza incontriamo una situazione completamente diversa. Ogni membro della Nuova Alleanza è credente. Ogni membro della Nuova Alleanza è rinato. Nota cosa dice il nostro autore: "mi conosceranno tutti, dal più piccolo al più grande" (8:11).

(9) Questa promessa che ogni membro della nuova alleanza sperimenterà la conoscenza personale e di prima mano di Dio che salva è una delle ragioni principali per cui credo che solo i credenti dovrebbero essere battezzati.

Dobbiamo ricordare che l'alleanza di Dio con Israele era di natura teocratica. Israele non era solo il popolo di Dio; Israele era anche un'entità politica. Pertanto, tutti coloro che furono circoncisi fisicamente erano membri della comunità dell'alleanza, indipendentemente dal fatto che arrivassero o meno a salvare la fede. Questo non è vero nella Nuova Alleanza. Solo quelli che vengono per salvare la fede sono membri della nuova comunità dell'alleanza.

La Chiesa non è un'entità politica. La Chiesa non è uno stato geo-politico. La Chiesa è un organismo spirituale unito a Cristo. Ciò non significa che la Chiesa non dovrebbe essere coinvolta nel processo politico. Il grado in cui voi come singoli cristiani partecipate a quel processo dipende interamente da voi. Amo il mio paese. Sono patriottico come il prossimo. Ma gli Stati Uniti d'America non hanno un rapporto di alleanza con Dio. Non è mai stato e non lo sarà mai . Non sto parlando se sia corretto descrivere o meno gli Stati Uniti come una "nazione cristiana". Quello che sto dicendo è che gli uomini non possono istituire o stabilire un'alleanza con Dio. Solo Dio può iniziare e stabilire un'alleanza con gli esseri umani. E lo ha fatto solo con i membri del corpo di Cristo, la Chiesa.

La Chiesa è formata da uomini e donne di ogni tribù, lingua, popolo e nazione attraverso la distesa del globo. Tu ed io abbiamo un'unità più profonda e vitale con un cristiano che vive in Sudan o in Germania di quanto non facciamo con qualsiasi non cristiano che è un cittadino portatore di carte degli Stati Uniti.

Dire che ogni membro della Nuova Alleanza conosce il Signore non significa che non ci siano in mezzo a noi persone che affermano di conoscere Cristo ma non lo fanno. Ma quelli che sono veramente salvati e veramente membri della Nuova Alleanza sono tutti rinati e giustificati dalla fede in Gesù.

I battisti paedo sostengono che poiché nell'Antico Testamento la circoncisione, come il segno dell'alleanza, era applicata a tutti, anche se molti non arrivarono mai a salvare la fede, il battesimo, come il segno della Nuova Alleanza, dovrebbe essere applicato a tutti, anche anche se molti battezzati non arriveranno mai alla salvezza della fede.

Ma ancora una volta, le vecchie e le nuove alleanze differiscono significativamente e quindi l'analogia si rompe. A differenza di OT, ovunque nel NT leggiamo che i membri della Nuova Alleanza sono nati di nuovo, credenti giustificati in Gesù. Pertanto è solo a loro che si applica l'ordinanza del battesimo. I membri della Nuova Alleanza sono quelli che hanno la legge di Dio scritta nei loro cuori; sono quelli che appartengono a Dio in una relazione di intimità personale; sono quelli che conoscono Dio; sono quelli i cui peccati sono stati perdonati. Ecco perché non battezziamo i bambini a Bridgeway. I bambini che non si sono ancora fidati di Cristo per la salvezza non sono membri della Nuova Alleanza.

(10) Con la Nuova Alleanza arriva la promessa del perdono finale dei peccati . "Poiché sarò misericordioso verso le loro iniquità e non ricorderò più i loro peccati" (Ebrei 8:12).

Il perdono dei peccati non era una nuova idea quando Geremia registrò questa profezia. Il popolo di Israele aveva una certa familiarità con il concetto che Dio ci cancella gentilmente dalla colpa dei nostri peccati e rifiuta di nuovo di sollevarli o di usarli contro di noi. In caso di dubbi, leggi Salmo 51 o Salmo 103.

Ma sotto la vecchia alleanza il perdono non è mai stato definitivo e per sempre. Bisognava ritornare anno dopo anno nel Giorno dell'Espiazione (Levitico 16) in modo che il sommo sacerdote potesse massacrare continuamente un animale e collocare il sangue del sacrificio sull'altare nel Santo dei Santi. Per un credente OT, è stato meraviglioso sperimentare il perdono per i peccati precedentemente commessi. Ma ogni persona sapeva che con i peccati futuri c'era bisogno di un altro, futuro sacrificio. Il sangue di tori e capre non potrebbe mai purificare perfettamente le loro coscienze.

Ma nella nuova alleanza, stabilita dallo spargimento del sangue di Cristo, i nostri peccati sono totalmente e per sempre perdonati: passato, presente, futuro.

Questo articolo è originariamente apparso su SamStorms.com. Usato con permesso.

Sam Storms è un edillista cristiano, calvinista, calvinista, carismatico, complementare ed edonista, che ama la moglie di 44 anni, le sue due figlie, i suoi quattro nipoti, libri, baseball, film e tutto ciò che riguarda la Oklahoma University. Nel 2008 Sam è diventato Lead Pastor for Preaching and Vision presso la Bridgeway Church di Oklahoma City, Oklahoma. Sam fa parte del Consiglio di amministrazione di Desiring God e del Bethlehem College & Seminary e fa anche parte del Consiglio di The Gospel Coalition. Sam è il presidente eletto della Evangelical Theological Society.

Immagine per gentile concessione: © Thinkstock / Francesco Cura

Articoli Interessanti