7 motivi per cui lottiamo con vertigini spirituali

Viviamo in un mondo in difficoltà. Assistiamo alla violenza nelle nostre città e temiamo per la nostra sicurezza. Temiamo per il nostro lavoro. Siamo preoccupati per l'influenza degli amici sui nostri figli. Spesso i nostri cuori si spezzano per le delusioni della vita. I nostri cuori sono pieni di dubbi e la nostra fede è messa alla prova. Dio interverrà? Gli importa ancora? Stiamo vivendo vertigini spirituali.

Le vertigini fisiche sono una condizione in cui il cervello non può elaborare ciò che i tuoi occhi vedono. Le vertigini spirituali si verificano quando la nostra fede non può elaborare ciò che vediamo, ascoltiamo o sperimentiamo. Diventiamo spiritualmente disconnessi, sbilanciati e dubitiamo della nostra fede in Dio.

Ecco sette questioni che portano alla vertigine spirituale nelle nostre vite e al modo in cui possiamo superarle:

1. Autodipendenza .

Ci è stato insegnato a credere in noi stessi, ma cosa succede quando le circostanze della vita vanno oltre il nostro talento, intelletto o abilità? Ci rivolgiamo a Dio, ma non abbiamo l'abitudine di dipendere da Lui. Come preghiamo Come possiamo esprimere fede in Lui in una crisi? Quando i nostri figli affrontano problemi o problemi, quando le finanze sono strette, quando affrontiamo afflizioni fisiche, è difficile per noi cambiare marcia. È estraneo a noi dipendere da Cristo. La chiave è umiliarci davanti al Signore. Colossesi 2: 6 dice: “ Perciò, come hai ricevuto Cristo Gesù il Signore, cammina anche in Lui. "Come abbiamo ricevuto Cristo? Ci siamo umiliati alla croce, rendendoci conto che non possiamo fare nulla per salvarci. Dipendiamo totalmente da Cristo per salvarci dai nostri peccati. Ora, come credenti, dobbiamo umiliarci ogni giorno ai piedi di Cristo, dipendere da Lui e ricevere la grazia quotidiana.

2. Aspettative di Dio .

Abbiamo la tendenza a mappare le nostre vite, almeno inconsciamente. Se la vita si discosta da ciò che ci aspettiamo, percepiamo che Dio ci ha deluso. Quando abbiamo questa visione, stiamo davvero dicendo che sappiamo cosa è meglio per le nostre vite. Abbiamo sogni e piani per vivere un certo stile di vita: un buon lavoro, un sacco di soldi, un sacco di tempo libero, bambini felici, una buona salute e un successo. Quando i nostri piani non funzionano, pensiamo che Dio ci abbia deluso. La domanda è: chi è responsabile della tua vita? Chi è davvero sul trono?

3. Falsa comprensione .

Archie Bunker una volta disse: "La fede crede in ciò che nessuno crederebbe se non fosse nella Bibbia". Quando la tragedia colpisce, i nostri amici ci dicono: "Abbi solo fiducia in Dio". Cosa significa? I tuoi amici hanno mai avuto problemi reali? A volte pensiamo che se vogliamo qualcosa di abbastanza e crediamo, Dio lo farà. È come se trattassimo Dio come un genio e quanto desideriamo siano i criteri per ricevere. La fede, tuttavia, sta semplicemente confidando in Dio e nella Sua Parola. Se Dio non ha rivelato nulla attraverso la Sua Parola o nel tuo cuore, non c'è promessa da rivendicare. Per conoscere le promesse di Dio e far crescere la nostra fede, dobbiamo studiare la Bibbia. “ Quindi la fede viene dall'udire e dall'udire mediante la parola di Cristo”. (Romani 10:17) Solo così possiamo rivendicare le promesse di Dio.

4. Gratitudine per le benedizioni passate .

Oz Guinness afferma che la fede si trova tra il "non più" e il "non ancora". Afferma che esiste una tensione tra i due. Guardiamo al "non più" ed esercitiamo gratitudine per ciò che Dio ha fatto nella nostra vita. Man mano che diventiamo grati, la fede inizia a crescere nei nostri cuori e siamo in grado di andare avanti verso il "non ancora". Ad esempio, nell'Antico Testamento, il problema della nazione di Israele era che non si sono mai fermati a crogiolarsi i miracoli compiuti da Dio. Le piaghe in Egitto, la divisione del Mar Rosso, la manna che cadeva dal cielo, non fecero nulla per accrescere la loro fede in Dio. Lasciano che ogni miracolo rimanga da solo, senza mai collegare i punti tra il "non più" e il "non ancora". Ti sfido a tornare indietro e riflettere sulle benedizioni di Dio nel tuo passato. Ti aiuterà a superare le vertigini spirituali.

5. La nostra performance passata .

Spesso, sentiamo che Dio non libererà perché non lo meritiamo. Le Scritture insegnano che Satana è l' accusatore dei fratelli . A volte, quando non ci sentiamo benedetti, pensiamo che sia colpa nostra, non viviamo abbastanza vicini o abbastanza santi. Se è colpa mia, perché Dio dovrebbe aiutare? Per favore sappi che Dio ti ha amato così tanto che Cristo è venuto a morire per i tuoi peccati. Potresti pensare: “Sì, ma prima che diventassi cristiano. Che dire dei peccati che ho commesso da quando sono diventato credente? ”Quando Gesù morì sulla croce 2000 anni fa, tutti i tuoi peccati erano in futuro. Dio dice: "Non ricorderò più i tuoi peccati (contro di te)". Dio ha cancellato il tuo passato sulla croce: devi anche lasciarlo alle spalle.

6. Guerra spirituale .

La nostra fede dovrà sempre affrontare l'opposizione. Le nostre più grandi battaglie sono con Satana. Ci tenta a peccare, ruba la Parola di Dio dai nostri cuori, pone sensi di colpa sui peccati perdonati, ci conduce nelle abitudini peccaminose della nostra vita e ci scoraggia. Il campo di battaglia di Satana è la tua mente. Ecco perché Paolo dice in 2 Corinzi 10: 5: " Stiamo distruggendo le speculazioni e ogni cosa elevata sollevata contro la conoscenza di Dio, e stiamo prendendo ogni pensiero prigioniero dell'obbedienza di Cristo ". La chiave per combattere Satana è riempire la tua mente con la Scrittura e resisti ai suoi pensieri di sconfitta, scoraggiamento e disperazione nel momento in cui entrano nella tua mente.

7. Perdita di speranza .

Nella Scrittura, la speranza non è semplicemente un pio desiderio; piuttosto confida nelle promesse di Dio. La speranza biblica è sapere che Dio ha qualcosa per te in futuro e non vedi l'ora di riceverlo. A volte lottiamo perché abbiamo permesso a fallimenti, ritardi e prove di scoraggiarci: le circostanze che ci circondano sembrano senza speranza. Nel suo libro " Quando gli dei sono silenziosi ", Kornelis Miscotte scrisse sugli orrori di Auschwitz. In esso, pone la domanda agghiacciante, "Si può ancora credere in Dio che ha permesso di accadere quello che è successo, ma si può ancora parlare con Lui?" C'è ancora speranza. Spero che Dio farà la sua volontà nella tua vita; spero che Dio ti salvi dalla schiavitù, che risponda alle tue preghiere; che consegnerà. Il più grande sciopero dell'oro della storia è stato scoperto a due pollici da dove l'ultimo uomo ha smesso di scavare. Dio ti ama e ha un piano per te. Non mollare!

Dr. Dwayne Mercer : originario della Georgia, Dwayne Mercer è laureato al Toccoa Falls College, al Southwestern Baptist e ai seminari teologici battisti dell'America centrale. Il Dr. Mercer è pastore della chiesa CrossLife di Oviedo, in Florida, dal 1993. Durante quel periodo, la chiesa è cresciuta da 650 a 5000 membri e oltre 4000 nuovi credenti sono stati battezzati. Il suo ultimo libro è intitolato "Superare le vertigini spirituali". Lui e sua moglie, Pam, hanno tre figli adulti e sei adorabili nipoti. Per ulteriori informazioni, visitare www.crosslifechurch.com o www.drdwaynemercer.blogspot.com.

Immagine per gentile concessione: Unsplash.com

Articoli Interessanti