Come pentirsi: 4 passaggi per il vero pentimento biblico

All'inizio del mio cammino cristiano, ho commesso lo stesso peccato ancora e ancora. Ogni volta, dopo piangevo, ma alla fine avrei peccato di nuovo. Sono stato preso in un circolo vizioso, uno che francamente, non volevo fermarmi perché mi piaceva quel particolare peccato.

Mentre continuavo a camminare con Cristo, lo Spirito Santo mi ha condannato per quel peccato. Un giorno mi chiesi se mi piaceva il peccato più di quanto amassi il Signore. La mia risposta è stata un clamoroso "NO".

Anche se volevo smettere di peccare, non avevo la forza nella mia carne per farlo. Ho gridato al Signore, confessando il mio peccato e mi sono pentito. È importante notare che anche dopo che mi sono pentito, il desiderio di quel particolare peccato è rimasto. Tuttavia, ora avevo un desiderio e una determinazione più nuovi e più nuovi di camminare santi davanti al Signore.

Qual è il significato del pentimento?

Secondo la Concordanza di Strong, il pentimento è una "condanna (per colpa, compresa la riforma); un cambiamento di mentalità, come sembra a chi si pente, di uno scopo che ha formato o di qualcosa che ha fatto. ”Questa è la definizione formale della parola pentimento. Una definizione informale di pentimento si sta allontanando da comportamenti, atteggiamenti o opinioni precedenti.

Il vero pentimento va oltre il semplice dire che ti dispiace per qualcosa. In effetti, il vero pentimento si traduce in comportamenti e atteggiamenti modificati. Quando i cristiani peccano, lo Spirito Santo condanna il cristiano, portando rimorso o "dispiacere divino" per gli atti che hanno compiuto. I cristiani si rattristano per ciò che hanno fatto e desiderano cambiare il loro comportamento. Vogliono essere graditi agli occhi di Dio.

Dove leggiamo la necessità del pentimento nella Bibbia?

La Bibbia è piena di versi sul pentimento. Vediamo la parola pentirsi nell'Antico Testamento (Ezechiele 14: 6 ed Ezechiele 18:30) e vediamo Dio che chiede alle persone di “allontanarsi” dal loro peccato e dalla loro malvagità come in 1 Re 8:35, 2 Cronache 6:26, 2 Cronache 7:14, Isaia 59:20, Geremia 18: 8, Ezechiele 18:21, Ezechiele 33:19 e Daniele 9:13.

Nel Nuovo Testamento, il pentimento fu predicato da Giovanni Battista (vedi Matteo 3), Gesù (vedi Matteo 4 e Luca 17: 3-4), i dodici discepoli (vedi Marco 6:12), Pietro (Atti 2:38) e Paul.

In 2 Corinti 7:10, Paolo scrisse uno dei miei versi preferiti sul pentimento: "Per il dolore che è secondo la volontà di Dio produce un pentimento senza rimpianti, che porta alla salvezza, ma il dolore del mondo produce morte." Godly il dolore porta al vero pentimento e il pentimento porta alla conversione (vedere Atti 3:19).

Inoltre, il libro dell'Apocalisse ci ammonisce anche a pentirci (vedere i capitoli 2 e 3).

Quali sono alcuni esempi di vero pentimento nella Bibbia?

Mentre ci sono alcuni esempi di pentimento nella Bibbia, voglio concentrarmi su due: il re David e l'apostolo Paolo.

Vero pentimento nell'Antico Testamento: re David

Dio favorì il re David sopra tutti i suoi fratelli e lo unse re di Israele. Dio benedisse abbondantemente David e non trattenne nulla da David. Durante la stagione in cui i re uscirono in battaglia, David rimase indietro e vide una donna di nome Bathsheba fare il bagno. Mandò a chiamare Bathsheba e dormì con lei (questa è la lettura più generosa del testo. Recentemente, ci sono stati molti dibattiti sul fatto che dovremmo considerare lo stupro delle azioni di David). Bathsheba rimase incinta e lo disse a David. David ha pianificato di uccidere il marito di Bathsheba, Uriah. Ha poi sposato Bathsheba.

Alla fine, Dio mandò il profeta Nathan a parlare con David. Nathan raccontò a King Dave una storia e David si arrabbiò per quello che l'uomo aveva fatto nella storia. Il profeta Nathan disse al re David: "Tu sei quell'uomo", e continuò a dare a David una parola dal Signore. Non ha riconosciuto il suo peccato fino a quando il profeta Nathan non lo ha affrontato. Vediamo David confessare il suo peccato in 2 Samuele 12:17, dicendo: "Ho peccato contro il Signore".

Dobbiamo dire la stessa cosa. Finché fingiamo ignoranza o incolpiamo gli altri per il nostro peccato, non ci pentiremo mai. David scrisse il Salmo 51 dal dolore e dal dolore che provava per aver peccato contro Dio. David chiese a Dio di creare in lui un cuore pulito, di rinnovare uno spirito fermo in lui e di non allontanarlo dalla presenza di Dio. Inoltre chiese a Dio di non togliergli lo Spirito Santo (vedere Salmo 51: 10-11). E Dio nella sua grazia e misericordia ha concesso la petizione di David. Tuttavia, David ha dovuto raccogliere le conseguenze delle sue azioni. Il bambino che ha avuto con Bathsheba è morto.

Questo mi porta a una nota importante. Il pentimento non ci protegge sempre dalle conseguenze delle nostre azioni. Il compenso del peccato è la morte.

Vero pentimento nel Nuovo Testamento: l'apostolo Paolo

L'apostolo Paolo è un'altra bellissima storia di pentimento. Paolo era un fariseo che, nell'ignoranza, perseguitava la chiesa primitiva (leggi la sua storia in Atti 9 e Atti 22). Paolo ebbe un incontro sulla strada di Damasco con il Signore Gesù Cristo (Atti 9: 6), e Gesù disse a Paolo di non indugiare ma di: "... alzati, sii battezzato e lava via i tuoi peccati, invocando il nome del Signore ”. (Atti 9:16). Sì, anche il grande apostolo Paolo ha dovuto pentirsi.

Sebbene Paolo perseguitasse la chiesa nell'ignoranza (1 Timoteo 1:13), sentiva ancora gli effetti della sua vita precedente quando la gente lo evitava e non lo diffidava (vedere Atti 9:26).

Quali sono i passaggi per pentirsi veramente?

Il pentimento è potente. È un'arma spirituale contro la tentazione. Quando il diavolo porta la tentazione di qualcosa per cui ci siamo pentiti, possiamo dichiarare con convinzione: “Mi sono pentito di ciò. "Dio mi ha guarito e non ci tornerò più."

Come si può pentirsi di qualcosa quando non c'è un dispiacere divino? Senza un dispiacere divino, non ci sarà una mente cambiata e commetteremo sempre lo stesso peccato.

Il pentimento è una faccenda seria e dovrebbe essere preso seriamente, con un cuore sincero. Dovresti cercare un cuore e una mente rinnovati.

Lo Spirito Santo ci rafforza e ci aiuta attraverso il processo di pentimento. Ma prima di poterci pentire, dobbiamo riconoscere che abbiamo torto, che siamo peccatori. Per pentirci, dobbiamo:

  1. Abbi una pia devozione per il nostro peccato
  2. Confessa il nostro peccato
  3. Abbandona dal peccato (con l'aiuto di Dio)
  4. Scegli la santità ogni giorno

Tristezza

Prima di poterci pentire, 2 Corinzi 7 insegna che dobbiamo avere un dispiacere divino. Quindi, il primo passo per pentirsi veramente è sperimentare una pia devozione, un dolore per il nostro peccato. Il nostro peccato deve diventare un peso, un peso, che non desideriamo più portare. Dobbiamo vedere che è ripugnante, una puzza nelle narici di Dio. La tristezza divina ci porta a vedere il peccato come Dio fa.

Confessare

Dobbiamo quindi confessare il nostro peccato davanti a Dio perché è "... fedele e giusto per perdonarci dei nostri peccati e per purificarci da ogni ingiustizia" (1 Giovanni 1: 9). Possiamo anche confessare i nostri difetti a un amico fidato o un consigliere spirituale (vedere Giacomo 5:16) in modo da poter essere guariti.

turno

Quando abbiamo un dispiacere divino e confessiamo il nostro peccato, possiamo allora pentirci. Ancora una volta, il pentimento sta voltando le spalle al peccato. Il pentimento sta fermando tutto ciò che stiamo facendo che non è gradito agli occhi di Dio. Il pentimento è scegliere la via di Dio invece della nostra carne. Indipendentemente da quale peccato (i) hai commesso, puoi pentirti adesso, se hai un dispiacere divino per questo. Non devi aspettare fino alla prossima volta che vai in chiesa per pentirti.

Santità

L'ultimo passo nel pentimento è scegliere la santità ogni giorno. Solo perché ci pentiamo non significa che la tentazione di peccare non sorgerà più nella nostra vita. Pertanto, dobbiamo scegliere ogni giorno santità e giustizia.

Quando mi sono pentito del mio peccato, ho intenzionalmente deciso di camminare ogni giorno nella santità. Questa decisione mi ha richiesto di cambiare chi ho visto, dove sono andato, chi ho invitato a casa mia, la musica che ho ascoltato e i film che ho visto. Ho dovuto proteggere il mio cuore, i miei occhi, le mie orecchie e la mia mente ogni giorno. Potrebbe essere necessario fare lo stesso.

Una preghiera di pentimento Puoi pregare: pregare attraverso il Salmo 51

Sapevi che puoi usare i Salmi come preghiere per pregare per esigenze di preghiera diverse? Il Salmo 51 è un esempio di preghiera di pentimento e perfetto per pregare come parte della tua confessione di peccato.

Abbi pietà di me, o Dio,

secondo il tuo immancabile amore;

secondo la tua grande compassione

cancella le mie trasgressioni.

2 Lavare via tutta la mia iniquità

e purificami dal mio peccato.

3 Poiché conosco le mie trasgressioni,

e il mio peccato è sempre davanti a me.

4 Ho peccato solo contro di te

e fatto ciò che è male ai tuoi occhi;

quindi hai ragione nel tuo verdetto

e giustificato quando giudichi.

Padre, sei gentile e pieno di misericordia.

Vengo da te ora, pentendomi per i peccati che mi hanno tenuto prigioniero.

Signore, tante volte ti ho detto che mi dispiaceva per quello che avevo fatto, ma non ero ancora commosso con una pia devozione e sono tornato agli stessi peccati.

5 Sicuramente ero peccatore alla nascita,

peccato dal momento in cui mia madre mi ha concepito.

6 Eppure desideravi la fedeltà anche nel grembo materno;

mi hai insegnato la saggezza in quel posto segreto.

7 Purificami con l'issopo, e sarò pulito;

lavami e sarò più bianco della neve.

8 Fammi sentire gioia e letizia;

fai rallegrare le ossa che hai schiacciato.

9 Nascondi la tua faccia dai miei peccati

e cancella tutta la mia iniquità.

10 Crea in me un cuore puro, o Dio,

e rinnovare uno spirito risoluto dentro di me.

11 Non gettarmi dalla tua presenza

o prendi il tuo Spirito Santo da me.

12 Restituiscimi la gioia della tua salvezza

e concedimi uno spirito volenteroso, per sostenermi.

Oggi, il vero dispiacere divino mi porta al pentimento.

So che devo cambiare il mio comportamento e desidero farlo.

Padre, grazie per avermi perdonato. Grazie per avermi pulito. Grazie per avermi ripristinato.

13 Allora insegnerò ai tuoi trasgressori le tue vie,

così che i peccatori torneranno a te.

14 Liberami dalla colpa dello spargimento di sangue, o Dio,

tu che sei Dio mio salvatore,

e la mia lingua canterà della tua giustizia.

15 Apri le mie labbra, Signore,

e la mia bocca dichiarerà la tua lode.

16 Non ti diletti nel sacrificio, o lo porterei;

non ti diletti nelle offerte bruciate.

17 Il mio sacrificio, o Dio, è [b] uno spirito spezzato;

un cuore spezzato e contrito

tu, Dio, non disprezzerai.

18 maggio ti fa piacere prosperare Sion,

per edificare le mura di Gerusalemme.

19 Allora ti diletterai dei sacrifici dei giusti,

nelle offerte bruciate offerte intere;

allora i tori saranno offerti sul tuo altare.

Abbi pietà di me. Dammi la forza di abbandonare i miei modi malvagi e di vivere una vita santa e piacevole per te.

Ti amo, Signore, e prego questa preghiera nel nome di Gesù,

Amen.

Credito di immagine: © Unsplash / AyoOgunseinde

Aretha Grant serve la sua chiesa locale come insegnante di bibbia e anziano. Ama scrivere ed è l'autore di Overcomer: 25 Keys to Walking Victoriously. Aretha risiede a Hagerstown, MD con suo marito e i due figli più piccoli. Puoi leggere il blog di Aretha su www.arethagrant.com.

Articoli Interessanti