Fidarsi di Dio quando la vita sembra ingiusta

Dov'è Dio quando la vita sembra ingiusta? La mia amica Patricia si chiedeva proprio questo. "Mio marito vive con una donna a Palm Springs" mi disse amaramente Patricia. "Non sembra preoccuparsi del mondo. Nel frattempo, faccio fatica a sbarcare il lunario per me e i bambini."

Il mio cuore è uscito da lei. Non era giusto che stesse lottando sotto questo fardello da sola, mentre suo marito di 30 anni - dopo aver lasciato la famiglia e vivere per se stesso - sembrava stare meglio. O lo era?

La situazione non sembrava giusta. Dov'era Dio? E perché non sembrava interessarsene?

La mia conversazione con Patricia mi ha fatto pensare alle vie di Dio e al modo in cui le situazioni non sono sempre come sembrano. E mi venne in mente un principio della Scrittura, scritto da David, un uomo a cui fu promesso il regno di Israele ma attese anni prima che Dio glielo consegnasse. Un uomo che era retto nei suoi modi e ancora aspettava il momento di Dio per benedirlo. Un uomo, unto re, che dormì nelle caverne e fu cacciato per anni come una bestia selvaggia perché l'attuale re era follemente geloso di lui e lo voleva morto.

Quell'uomo, nella sua umiltà, scrisse: "Preferirei fare il portiere nella casa del mio Dio piuttosto che dimorare nelle tende dei malvagi" (Salmi 84:10).

Il re Saul dimorava intensamente ... in tende regali. David stava dormendo sul duro terreno roccioso, probabilmente nelle grotte. Il re Saul stava mangiando qualunque cosa il suo cuore desiderasse. David stava risparmiando, prendendo il suo cibo, vivendo fuori dalla terra. Non è stato giusto. Non sembrava giustizia. Eppure il legittimo re disse, in così tante parole, "Preferirei vivere semplicemente, e senza molto, essendo vicino al mio Dio, piuttosto che avere tutto da solo."

Potresti sentire di vivere semplicemente, risparmiando e riuscendo a malapena a cavarsela. Mentre qualcun altro - che sembra non avere riguardo per Dio - sta vivendo in alto sul maiale! Ma Dio vede il tuo cuore. E se sei veramente intenzionato a obbedire a Lui, anche durante i momenti difficili in cui le cose non sembrano giuste, ti solleverà al momento giusto ... forse persino nel palazzo del re, per così dire.

Giacomo 4:10 ci dice: "Umiliati davanti al Signore e ti solleverà". In un'altra traduzione che recita "Sii umile alla presenza del Signore e ti onorerà" (CEV). E 1 Pietro 5: 6 ci dice "Umiliati, quindi, sotto la potente mano di Dio, che possa sollevarti a tempo debito. Trasmetti tutta la tua ansia su di lui perché si prende cura di te."

C'è ansia nel vedere qualcun altro prosperare quando ci si sente trascurati? Oh si. Questo è probabilmente il motivo per cui Dio ha affrontato il problema dell'ansia subito dopo averci detto di umiliarci. E hai preso quando Dio ci solleverà? A tempo debito. C'è un fattore di tempismo in tutto ciò che attraversiamo nella vita. Se ci stiamo umiliando e Dio non ci sta esaltando, il nostro tempo non è ancora arrivato.

Fidati di lui. Aspetta, non la tua circostanza. E getta tutta la tua ansia su di lui. Perché? Perché si prende cura di te.

Continua a tenere quella porta per il Signore. Continua a fare le piccole cose in sua presenza e con un cuore gioioso. Continua a provvedere ai tuoi figli come fai tu. E mantieni un cuore puro. Mentre lo fai, goditi il ​​fatto di vivere semplicemente. La Bibbia dice che è meglio che avere una posizione importante nel mondo senza di lui.

Ricordo un poster su una delle pareti della mia casa mentre crescevo. Diceva: "Preferirei camminare con il mio Dio nel buio della notte piuttosto che andare da solo durante il giorno".

Questo è diventato lo slogan che la mia amica ha adottato durante le notti difficili di sentirsi persi e dimenticati mentre il suo ex marito sembrava prosperare. Ma scoprì, a tempo debito, che la gioia e la pace che derivavano dall'essere ubbidiente al Signore e dall'attesa su di Lui per le sue provviste, superavano qualsiasi lussi temporanei che avrebbe potuto godere senza di Lui.

Può essere anche questo il tuo motto? Spero che tu possa davvero dire, come disse l'aspirante re David: "Preferirei strofinare i pavimenti nella casa del mio Dio piuttosto che essere onorato come ospite nel palazzo del peccato" (Salmo 84: 10b, il Messaggio ) Se il tuo desiderio è di compiacerlo, lo verserà su ... a tempo debito.

Ecco alcuni principi da tenere a mente mentre attraversi questo momento "oscuro" di sentirti dimenticato.

• Renditi conto che Dio vede tutto. Niente gli sfugge. La Scrittura dice "Poiché gli occhi del Signore si estendono su tutta la terra per rafforzare coloro i cui cuori sono totalmente impegnati con lui" (2 Cronache 16: 9).

• Rallegrati - anche quando non sembra esserci un motivo. Questo attira l'attenzione di Dio. Secondo Tessalonicesi 5:18 dice "ringrazia in ogni circostanza, poiché questa è la volontà di Dio per te in Cristo Gesù". Non c'è modo migliore per mostrare a Dio un cuore arreso che essere grati, anche quando la vita non sta andando bene.

• Ricorda che Dio si oppone agli orgogliosi ma dà grazia agli umili (Giacomo 4: 6). Abbiamo bisogno della grazia di Dio quando ci guardiamo intorno e vediamo persone che non vivono bene e sembrano avere tutto ciò di cui hanno bisogno. La grazia di Dio ci aiuterà a dire "Potrebbero avere tutto, ma non hanno Te, Signore, e Tu sei il mio più grande tesoro".

Mentre attraversi momenti difficili e ti fidi di Dio nonostante tutto, la mia preghiera è che tu sia in grado di dire quello che ha detto David, vedendo la protezione e la provvidenza di Dio: "Per il Signore Dio è un sole e uno scudo; il Signore concede il favore e l'onore, non nega nulla a coloro il cui cammino è irreprensibile "(Salmi 84:11).

4 marzo 2010


Cindi McMenamin è un oratore nazionale e autore di numerosi libri, tra cui "Lasciare che Dio soddisfi le tue esigenze emotive" e "Quando le donne camminano da sole: un compagno devozionale di 31 giorni", da cui questo articolo è stato adattato. Per ulteriori informazioni sul suo ministero, consultare www.StrengthForTheSoul.com.

Articoli Interessanti