8 cose che la maggior parte dei cristiani non capisce dell'entrata trionfale di Gesù

Dio non ha mai perso l'occasione di usare simboli potenti in tutte le Scritture. La famosa cavalcata di Gesù su questo umile animale rivela molte cose sul carattere e lo scopo di Cristo.

Prima di entrare a Gerusalemme, Cristo ha incaricato i suoi discepoli di acquisire per lui un asino Matteo 21: 1-5. (Nel Vangelo di Matteo un asino e un puledro, due poetiche frasi parallele ebraiche.)

Perché Gesù cavalcava un asino?

1. Cristo rivendica il suo legittimo posto come profetizzato Messia.

Zaccaria scrisse: “Ecco, il tuo re viene da te, trionfante e vittorioso. È umile e cavalca un asino, un puledro, il puledro di un asino. ” (Zaccaria 9: 9) KJV.

Ogni ebreo avrebbe conosciuto la profezia messianica di Zaccaria. Ecco perché le folle hanno salutato Gesù mentre il loro re gridava: “Osanna! Beato chi viene nel nome del Signore! ” (Matteo 21: 9). Gesù è il vero messia e re davidico.

2. Gesù cavalcava un asino per simboleggiare la pace.

Perché Gesù non cavalcò un cavallo da guerra, come fece in Apocalisse? Mark Boda spiega:

Nell'antico mondo mediorientale, i leader cavalcavano cavalli se cavalcavano in guerra, ma gli asini se venivano in pace. First Kings 1:33 menziona Salomone che cavalca un asino il giorno in cui fu riconosciuto come il nuovo re di Israele. Altri casi di leader che cavalcano asini sono i Giudici 5:10; 10: 4; 00:14; e 2 Samuele 16: 2.

La menzione di un asino in Zaccaria 9: 9-10 corrisponde alla descrizione di un re che sarebbe “giusto e avente salvezza, gentile”. Piuttosto che cavalcare per conquistare, questo re entrerebbe in pace.

Zaccaria 9:10 sottolinea questa pace: “Porterò via i carri di Efraim e i cavalli di guerra da Gerusalemme, e l'arco di battaglia sarà rotto. Proclamerà la pace alle nazioni. La sua regola si estenderà da un mare all'altro e dal fiume fino alle estremità della terra ".

Nota i molti dettagli che simboleggiano la pace in questa profezia:

  • "Take away the chariots": la fine del principale veicolo di guerra.
  • "Porta via ... i cavalli di guerra": non c'è bisogno di cavalli usati in guerra.
  • "L'arco di battaglia sarà rotto": non sono necessari archi o frecce per combattere.
  • "Proclamerà la pace alle nazioni": il suo messaggio sarà di riconciliazione.
  • "La sua regola sarà di mare in mare": il re controllerà il territorio esteso senza nemici preoccupanti.

Gesù soddisfa questa previsione di Zaccaria. La pace mondiale proclamata da questo umile re sarà un compimento della canzone degli angeli in Luca 2:14: "Gloria a Dio nella più alta e sulla terra pace, benevolenza verso gli uomini!" (NKJV).

3. Il viaggio di Cristo su un asino ricondotto alla prefigurazione di un padre che sacrifica il suo unico figlio.

Isacco, un tipo di Cristo, cavalca un asino per essere ucciso da suo padre Abraham sull'altare (Genesi 49: 10-12).

4. Il viaggio di Gesù su un asino simboleggiava la benedizione di Dio per il Suo popolo.

La benedizione divina di Giacobbe su suo figlio Giuda include un riferimento a un asino e un puledro d'asino (Genesi 49: 10-12):

“Lo scettro non si allontanerà da Giuda, né lo staff del sovrano tra i suoi piedi finché non verrà colui al quale appartiene e l'obbedienza delle nazioni sarà sua. Legherà il suo asino a una vite, il suo puledro al ramo più scelto; laverà le sue vesti nel vino, le sue vesti nel sangue dell'uva. I suoi occhi saranno più scuri del vino, i suoi denti più bianchi del latte. "

Gesù nasce dalla tribù di Giuda, eternamente in trono. La profezia di Giacobbe descrive un re che lava con il vino (il suo sangue) e ha i denti bianchi (purezza). Per inciso, leggi i versetti 14-16 su Isacco, l'asino crudo, che si inchina per sottomissione!

5. Il viaggio trionfale di Gesù ci insegna che dopo tutti i sacrifici offerti per il peccato, possiamo entrare nel resto della fede a causa del Suo sacrificio finale (Ebrei 10:12).

Esodo 23:12 afferma il chiaro comando di Dio:

"Sei giorni fanno il tuo lavoro, ma il settimo giorno non funziona, in modo che il tuo bue e il tuo asino possano riposare, e in modo che lo schiavo nato nella tua famiglia e lo straniero che vive in mezzo a te possa essere rinfrescato."

6. Gli emissari hanno inviato asini sovraccarichi di doni per placare l'ira di un nemico, impedendo lo spargimento di sangue.

Jacob inviò asini pieni di tesori per evitare l'ira di suo fratello Esaù (Genesi 33: 8). Abigail ha portato asini pieni di cibo per impedire a David di uccidere la sua famiglia. Nabal, suo marito, aveva fatto arrabbiare il futuro re. La saggia si inginocchiò davanti a David e disse in 1 Samuele 25:26:

“E ora, mio ​​signore, sicuramente come il Signore tuo Dio vive e come tu vivi, dal momento che il Signore ti ha tenuto lontano dallo spargimento di sangue e dal vendicarti con le tue stesse mani, possano i tuoi nemici e tutti coloro che sono intenzionati a danneggiare il mio signore come Nabal. "

7. Dio ha usato un asino per pronunciare il suo giudizio!

Sì, l'asino di Balaam in realtà avverte il profeta della sua disobbedienza. In Numeri 22, Mosè scrive:

"... Allora il Signore aprì la bocca dell'asino e disse a Balaam:" Che cosa ti ho fatto per farmi battere queste tre volte? " Balaam rispose all'asino: "Mi hai preso in giro! Se solo avessi una spada in mano, ti ucciderei proprio ora. " L'asino disse a Balaam: 'Non sono il tuo asino che hai sempre cavalcato fino ad oggi? Ho avuto l'abitudine di farti questo? "No", disse. Quindi il Signore aprì gli occhi di Balaam e vide l'angelo del Signore in piedi sulla strada con la spada sguainata. Quindi si inchinò e cadde a faccia in giù. L'angelo del Signore gli chiese: 'Perché hai battuto il tuo asino tre volte? Sono venuto qui per oppormi perché il tuo cammino è imprudente davanti a me. ""

Sansone sconfisse i Filistei con la mascella di un asino. (Giudici 15:15).

Dio mandò un leone a divorare un falso profeta in 1 Re 13: 27-31, mentre il suo asino stava in piedi e guardava sicuro. Il leone non ha mangiato l'asino. L'asino portava a casa il profeta ucciso per volere di Dio.

Il re Jehu cavalcò un asino in Samaria, una specie di falsa Gerusalemme, per distruggere il tempio del falso dio Baal (2 Re 9: 11-10: 28).

Cristo entrò nel tempio di Gerusalemme e pronunciò il giudizio mentre ribaltava i tavoli del cambiavalute in Matteo 21:12:

"La mia casa si chiamerà casa di preghiera, ma tu l'hai trasformata in un covo di ladri."

8. Gesù dimostrò di essere il portatore del peso che venne per salvarci.

Gesù Bambino è nato nell'umiltà. Ricorda, un asino portava una povera madre incinta di nome Maria da Nazareth a Betlemme. (Luca 2: 4-7). Questa dolce bestia da soma portava il Salvatore del mondo. Gesù ha usato l'immagine dell'asino di Maria per connettersi con la gente comune. È venuto per loro.

Gesù ha abbracciato i poveri, i deboli e gli oppressi durante il suo tempo qui sulla terra. La dolce e semplice storia di Cristo del buon samaritano in Luca 10: 33-34 è un simbolo perfetto del suo amore e compassione:

“Ma un samaritano, mentre viaggiava, arrivò dove si trovava l'uomo; e quando lo vide, ebbe pietà di lui. Andò da lui e bendò le sue ferite, versando olio e vino. Quindi mise l'uomo sul suo asino, lo portò in una locanda e si prese cura di lui. "

La Bibbia è ricca di simbolismo. Goditi l'ingresso trionfale in modo più profondo quest'anno.

Fonti: Haggai, Zechariah NIV Application Commentary di Mark Boda

www.Amazingbibletimeline.com

www.Taylormarshall.com

Kristin M. Swenson, Ph.D.

Lezioni da un asino: Alan Rudnick, Baylor University

NEXT: Don't Blame Me, non è colpa mia!

Scelti dall'editore

  • 5 belle lezioni per i genitori che soffrono di depressione
  • 10 cricche che esistono in ogni chiesa


Articoli Interessanti