Che cos'è un cristiano?

Il compagno di squadra di mia figlia voleva saperne di più su Dio. Forse è stata la recente eruzione di suicidi adolescenti nella nostra zona. Forse sono stati tutti i disordini nel mondo. Forse era semplice curiosità. Ma per qualsiasi motivo, aveva contattato mia figlia Ashton per fare un "discorso di Dio".

Ashton si è unita alla sua amica di Starbucks e ha aperto l'argomento con una semplice dichiarazione, pronunciata con assoluta sincerità: "Voglio che tu ti senta libero di farmi qualsiasi domanda - qualsiasi cosa - su cosa significhi essere un cristiano e io" Farò del mio meglio per rispondere. "

Ashton ha preparato la conversazione con me e suo padre. Pensò che la sua amica avrebbe chiesto della Bibbia o di come provare l'esistenza di Dio o di qualche altro argomento inebriante. Fu sorpresa dalla risposta della sua amica: “Sento i cristiani parlare di come il cristianesimo non sia una religione; è una relazione. Non ho idea di cosa significhi. Cosa vuol dire essere cristiani? ”

Cosa significa essere cristiani?

L'amica di mia figlia non è sola nella sua confusione.

Perché c'è così tanta confusione su cosa significhi essere cristiani?

Oltre due miliardi di persone in tutto il mondo professano di essere "cristiani", ma non tutti hanno la stessa definizione di cosa significhi essere cristiano.

Alcuni affermano di essere cristiani perché nati in una famiglia "cristiana" o che vanno in chiesa. Altri spiegano di essere un cristiano in termini di una denominazione religiosa ("Sono (inserisci denominazione), quindi sono un cristiano"). Alcuni affermano di essere cristiani perché hanno compiuto alcuni atti religiosi come pregare una preghiera, essere stati battezzati o dare in beneficenza. Mio nipote ebreo pensava che Hitler fosse cristiano perché perseguitava gli ebrei (storia vera). Probabilmente hai sentito le tue versioni di queste definizioni. Nessuna di queste definizioni, tuttavia, spiega pienamente cosa significa essere cristiani, secondo la Bibbia.

Da dove viene il termine "cristiano"?

È interessante notare che Gesù non ha mai chiamato i suoi seguaci cristiani, né la chiesa primitiva si definiva cristiani. Invece, le persone esterne alla chiesa hanno coniato il nome di "cristiano" per descrivere le persone che hanno accettato, creduto e seguito Gesù.

"Cristiano" significa letteralmente "della festa di Cristo" o "seguace di Cristo". Atti 11:26 dice: "e i discepoli furono inizialmente chiamati cristiani ad Antiochia" (enfasi aggiunta). Un discepolo è più che uno studente; un il discepolo abbraccia le vie dell'insegnante come le loro vie: i primi credenti erano chiamati cristiani perché credevano agli insegnamenti di Gesù, accettavano la morte e la risurrezione di Gesù come pagamento per il peccato e emulavano Gesù nel modo in cui vivevano. Queste cose sono ancora vere oggi In poche parole, un cristiano è un seguace di Gesù.

I cristiani credono che la Bibbia sia la Parola di Dio e insegna quanto segue sul significato di essere cristiani:

1. Dio ama tutte le persone e ha inviato Gesù per dimostrare il suo amore

L'amica di mia figlia non è stata la prima persona a desiderare chiarezza sul messaggio di Cristo; un leader ebreo di nome Nicodemo venne anche a Gesù con alcune domande. Gesù disse a Nicodemo questo: "Dio ha tanto amato il mondo da dare il suo unico e unico Figlio, così che chiunque crede in Lui, non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16)

Dio ha amato, così Dio ha dato.

Gesù venne sulla terra per dimostrare l'amore di Dio a tutti e per dare la vita eterna a chiunque scelesse di credere in Lui.

2. Nessuno di noi è nato cristiano; siamo rinati cristiani.

Il termine "nato di nuovo cristiano" divenne popolare negli anni '70 e '80. Sebbene avesse lo scopo di chiarire cosa significhi essere un cristiano, per alcuni ha fatto sembrare strano essere cristiani. Onestamente, la frase può sembrare strana, cioè, a meno che tu non capisca che Gesù usa la metafora della nascita perché è una semplice illustrazione che tutti possono capire, ovunque. Tutti sanno che la nascita genera vita.

Dai un'occhiata a come è iniziata la conversazione tra Nicodemo e Gesù:

Dopo il buio una sera, lui (Nicodemo) venne a parlare con Gesù. "Rabbino", disse, "sappiamo tutti che Dio ti ha mandato per insegnarci. I tuoi segni miracolosi sono la prova che Dio è con te. "

Gesù rispose: "Ti dico la verità, a meno che tu non sia rinato, non puoi vedere il Regno di Dio".

"Che cosa vuoi dire?" Esclamò Nicodemo. "Come può un vecchio tornare nel grembo di sua madre e rinascere?"

Gesù rispose: “Ti assicuro che nessuno può entrare nel Regno di Dio senza essere nato dall'acqua e dallo Spirito. Gli umani possono riprodurre solo la vita umana, ma lo Spirito Santo dà vita alla vita spirituale. Quindi non essere sorpreso quando dico: "Devi rinascere". (Giovanni 3: 2-7)

Ricordi come l'amica di mia figlia si confuse sul fatto che il cristianesimo non fosse una religione? Si scopre che anche Nicodemo era un po 'confuso su questo punto. L'illustrazione di Gesù chiarisce perché il cristianesimo è diverso dalla religione (la sua morte e risurrezione spiegano di più - ma ci arriveremo tra un momento).

Dio dà la vita spirituale

Considera questo: se una famiglia musulmana dà alla luce un bambino, il bambino è musulmano. Se una famiglia ebrea dà alla luce un bambino, il bambino è ebreo. Ma il cristianesimo è diverso. La nascita fisica non rende una nascita cristiana, spirituale.

Le persone danno vita fisica; Dio dà la vita spirituale. Ecco perché Gesù disse a Nicodemo: "Devi rinascere".

Questo spiega anche perché essere cristiani non è una cosa fisica, come quale chiesa si frequenta, o quali buone azioni o pratiche religiose si fanno. Essere cristiani sta vivendo una nuova nascita che trasforma fondamentalmente chi sei, dall'interno, fuori. È una relazione in cui diventi il ​​figlio di Dio. E come la nascita fisica, la nascita spirituale avviene una persona alla volta.

3. Un cristiano riconosce umilmente di non essere perfetto, ma lo è Dio.

C'è una ragione per cui la frase "nessuno è perfetto" viene ripetuta di generazione in generazione; è vero!

Vediamo l'imperfezione intorno a noi. Vediamo l'imperfezione in noi. La Bibbia si riferisce a questa imperfezione come "peccato". Il termine "peccato" era originariamente un termine di tiro con l'arco che significava "adorerai questo" "perdere il segno". La distanza tra un occhio di bue e dove una freccia atterrò fu chiamato "peccato".

Romani 3:23 esprime questo concetto in parole: "Perché tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio". In qualche modo ci siamo persi l'occhio di bue. Nessuno è perfetto. Lo sappiamo nelle nostre ossa. Vediamo e sperimentiamo la realtà di questa verità. Ogni. Singolo. Giorno.

Il peccato ha conseguenze

Questa imperfezione, questo peccato, ha conseguenze. Il peccato non influenza solo le nostre relazioni reciproche, ma influenza anche le nostre relazioni con Dio. Il profeta Isaia scrisse: "Ma le tue iniquità hanno fatto una separazione tra te e il tuo Dio" (Isaia 59: 2).

Il peccato è reale. Il peccato è doloroso. Il peccato separa le persone dalle persone. E il peccato separa le persone da Dio.

Lo sappiamo. Non importa quale sia il nostro background spirituale - o la sua mancanza - nel profondo della nostra anima, sappiamo che questo è vero.

4. I cristiani credono e accettano il perfetto pagamento di Gesù per i loro peccati.

Quando ero uno studente dell'UCLA, un amico ebreo si incuriosì con un gruppo di noi che eravamo cristiani. Dopo aver osservato il modo in cui cercavamo di amare e vivere, le sue idee preconcette su cosa significasse essere un cristiano furono messe alla prova. Il suo interesse ha suscitato interesse. Una sera, mi ha fatto una delle migliori domande che io abbia mai ricevuto.

Per il meglio del mio ricordo, ecco cosa ha detto: “Capisco perché Gesù ha vissuto. Ma perché è dovuto morire? Onestamente, fare un così grande affare per la sua morte sembra un po 'inquietante. "

Ah, onestà. Lo adoro.

Quindi, perché i cristiani fanno così tanto sulla morte di Gesù?

Il peccato viene fornito con un prezzo

Come in tutte le relazioni, umane o divine, il peccato ha un prezzo. Romani 6:23 lo spiega in questo modo: “Il salario del peccato è la morte; ma il dono gratuito di Dio è la vita eterna, attraverso Gesù Cristo nostro Signore ”.

Alla fine, il prezzo del peccato è la morte, ma Gesù Cristo è morto sulla croce al posto nostro, per pagare il prezzo dei nostri peccati. Dio avrebbe potuto chiedere a te e me di pagare il prezzo per i nostri peccati e sarebbe stato perfettamente giustificato nel farlo. Ma nel suo grande amore, Gesù ha pagato il prezzo, il salario, per i nostri peccati morendo al posto nostro sulla croce. 1 Pietro 2:24 dice: "Egli stesso ha portato i nostri peccati nel suo corpo sulla croce".

Quando qualcuno muore perché qualcun altro viva, è un grosso problema. È l'ultimo sacrificio d'amore.

Ma c'è di più! La morte sacrificale è un grosso problema, ma la risurrezione è ancora più grande. Tre giorni dopo la morte per i peccati del mondo, Gesù risuscitò dai morti, significando sconfitta sul peccato e potere sulla morte. La risurrezione di Gesù convalida la sua sostituzione sacrificale per il peccato e la certezza della vita eterna.

5. Un rapporto con Dio è un dono della sua grazia, ricevuto dalla fede

Efesini 2: 8-9 dice: "Perché per grazia sei stato salvato, per fede - e questo non è da te stesso, è il dono di Dio - non per opera, in modo che nessuno possa vantarsi".

Nessuno è cristiano perché le loro buone opere li rendono cristiani. Nessuno di noi è così bravo. Ci sono brave persone al mondo? Relativamente parlando, ovviamente! Ci sono persone perfette al mondo? Neanche vicino.

Solo Dio è perfetto. Gesù venne a vivere in mezzo a noi, a insegnarci, a guidarci e a morire al posto nostro, per i nostri peccati, per darci una nuova nascita e una vita eterna. Questo è il dono gratuito.

E il regalo è disponibile per chiunque scelga di accettarlo.

6. I cristiani non accettano solo l'insegnamento di Gesù nella loro testa; lo vivono nella loro vita.

Gesù disse: "Se qualcuno mi ama, manterrà la mia parola". (Giovanni 14:23) Giacomo scrisse: "A che serve se qualcuno dice che ha fede ma non ha opere? Quella fede può salvarlo? ”(Giacomo 2:14) Dopo che Paolo spiegò come siamo salvati per grazia attraverso la fede e non per le opere, continuò:“ Perché noi siamo la sua opera, creata in Cristo Gesù per le buone opere, che Dio preparati in anticipo, che dovessimo camminarci dentro ”. (Efesini 2:10)

La notte prima della morte di Gesù, radunò il suo gruppo di 12 discepoli per condividere il loro ultimo pasto - l'ultima cena. Con solo poche ore di vita da vivere, Gesù disse questo: “Un nuovo comandamento che ti do, che ti ami l'un l'altro: proprio come io ho amato te, anche tu devi amarti l'un l'altro. Con questo tutti sapranno che siete miei discepoli, se avrete amore gli uni per gli altri ”. (Giovanni 13: 34-35)

Essere cristiani è più che accettare certe verità su Gesù. Un cristiano crede che Gesù sia il Figlio di Dio, che ci ama, è morto per noi e risuscitato. Un cristiano sa di essere salvato non da buone opere, ma dal dono gratuito della grazia di Dio. Un cristiano è così preso dall'amore di Dio, dalla grazia di Dio e dall'accoglienza di Dio come suo figlio, vive la sua fede seguendo Gesù nella vita reale.

In poche parole, un cristiano segue Cristo.


Donna Jones Moglie, autrice e relatrice nazionale di un pastore, Donna viaggia da costa a costa, aiutando le persone a trovare e seguire Dio nella vita reale. Per ulteriori informazioni su cosa significhi essere un cristiano, dai un'occhiata al suo libro, Seek: A Woman's Guide to Meeting God. Una ragazza del sud, che ora è una ragazza del sud della California, Donna e suo marito hanno fondato la Crossline Church a Laguna Hills, in California, nel 2005. È mamma dei loro tre giovani figli adulti, che spesso siedono sul bancone della cucina, solo per chiacchierare. Entra in contatto con Donna su www.donnajones.org o su Instagram @donnaajones.

SUCCESSIVO: Come metto la mia fede in Dio?

Scelti dall'editore

  • 5 belle lezioni per i genitori che soffrono di depressione
  • 10 cricche che esistono in ogni chiesa


Articoli Interessanti