John, il migliore amico di Gesù: come essere il migliore amico

Saltare le rocce sulle onde che lambiscono. Pulire il pesce e giocare a stickball. Giocare a nascondino tra gli ulivi. Giovanni e Gesù erano probabilmente amici per tutta la vita. In effetti, molti storici credono che Giovanni fosse cugino di Gesù. Secondo Matteo 27:56, Marco 15:40, Giovanni 19:25, Salome, la madre di Giacomo e Giovanni, era la sorella di Maria. Zebedeo e Salome provengono da Cafarnao, il piccolo villaggio di pescatori che abbraccia la sponda settentrionale del Mare di Galilea. Era cugino di Gesù? Non possiamo saperlo con certezza. Ma una cosa che sappiamo. Giovanni era il discepolo che Gesù amava. Nessun dubbio a riguardo! E da John, possiamo imparare anche come essere i migliori amici.

I migliori amici si impegnano l'un l'altro. Completamente.

James e suo fratello John, ancora puzzolenti dalla puzza di budella di pesce, lasciarono cadere le loro reti e lasciarono i loro mezzi di sussistenza per seguire Cristo. Il loro selvaggio salto di fiducia nel seguire il profeta rinnegato è stato come lasciare la vita redditizia dei proprietari di piccole imprese per esistere come groupies squattrinati e fanatici per una rock star. Nessuno nell'entourage di Gesù sapeva da dove veniva il prossimo pasto o dove sarebbe stata la prossima tappa del tour.

I migliori amici condividono le parti più profonde e segrete della nostra vita.

Peter, James e John erano il trio dinamico. Hanno visto la figlia di Iairo tornare alla vita dai morti, hanno visto Gesù "materializzarsi" nella sua gloria celeste con Mosè ed Elia e hanno pianto quando Gesù ha sudato gocce di sangue nel Getsemani. Pietro e Giovanni furono i primi ad arrivare alla tomba vuota. Giovanni vide il sudario in cui Gesù "dematerializzò" miracolosamente e posò il tovagliolo sulla testa dall'altra parte della stanza di sepoltura. Nessun altro discepolo ha condiviso questi momenti santi.

Nessun migliore amico è perfetto.

John e James erano hothead, che chiedevano a Cristo di chiamare "il fuoco dal cielo" per colpire i facinorosi ebrei che cercavano di devastare il suo ministero. Spinto dalla mamma Salome, James e John chiesero ai troni di affiancare Gesù quando reclamò la sua regalità in cielo. Cattiva idea.

Le migliori amiche rimangono lì quando i tempi si fanno difficili.

Giovanni si appoggiò al petto di Gesù per confortarlo durante l'ultima cena. Era l'unico discepolo che non abbandonò Gesù durante il processo alle marionette e la crocifissione cruenta. Giovanni era così amato dal suo Maestro che Gesù affidò sua madre anziana alle cure di Giovanni. E quando Gesù restaurò Pietro presso la colazione a base di pesce vicino al mare, ancora una volta Gesù affermò che Giovanni sarebbe sopravvissuto a tutti gli altri discepoli, incluso Pietro la Roccia. Ecco perché Giovanni si definì "il discepolo che Gesù amava" in Giovanni 13:23, 19:26, 21: 7 e 21:20.

I migliori amici ti capiscono meglio di chiunque altro.

Giovanni aveva più "lettere rosse" (parole di Gesù) nel Suo vangelo di Matteo, Marco o Luca. John era un buon ascoltatore. Ricordò le parole di Gesù e le scrisse. Come Maria di Betania, l'amato Giovanni di Gesù conosceva il suo cuore. Comprese la fede che Gesù desiderava tanto profondamente impartire. Ha descritto vividamente otto miracoli di Gesù nel suo vangelo per convincere anche lo scettico più indurito a venire alla fede. Le sue brevi lettere del primo, secondo e terzo Giovanni trasudavano il nocciolo del messaggio di Gesù in termini semplici. Gesù lo chiamò il "primo comandamento:" "Ama il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, anima, mente e forza e il tuo prossimo come te stesso". (Luca 10:27) Rugoso e stanco, vecchio Giovanni, imprigionato sull'isola di Patmos, fu catturato nella gloria del cielo per apprendere i piani di Dio per la Terra Futura.

Essere un migliore amico non è facile, ma ne vale la pena.

Come possiamo amare come John? La ricchezza di un'amicizia profonda richiede più di tweet e testi. Ci vuole tempo, devozione, accettazione e perseveranza. Non puoi aver paura delle cose brutte. Abbatti le pareti e consenti al tuo amico del seno di conoscere il vero te. Sarai il più ricco per questo!



PROSSIMO POST Chi mi ha toccato? La donna impura guarita da Gesù Leggi di più Dr. Julie Barrier Chi mi ha toccato? La donna impura guarita da Gesù lunedì 8 aprile 2013

Articoli Interessanti