Andrò ancora in paradiso se commetto suicidio?

Caro Roger,

Ciao, non mi sento a mio agio nel dichiarare il mio nome, ma ho 17 anni e sono cristiano. Sono stato cresciuto come uno e mi è stato sempre detto e predicato che senza Dio e credendo che fosse morto per me, allora non sto vivendo bene. Ma ultimamente ho questi minimi costanti ... Prego sempre Dio per avere aiuto e forza, ma non riesco mai a recuperare nulla e questo mi rende così tanto più arrabbiato con lui che non mi aiuterà. So che lo è, ma allo stesso tempo, sento che starei meglio rinunciare. Immagino che la mia domanda principale sia: se un giorno rinunciarmi e lasciarmi andare alla depressione e mi suicidassi ... andrei ancora in paradiso?

Sconosciuto.

Caro Sconosciuto,

Ero in piedi sul balcone del terzo piano il giorno in cui ho deciso di saltare. Il problema era proprio come farlo. Se prima saltassi giù dai piedi, ho deciso che probabilmente avrei solo rotto entrambe le gambe e avrei dovuto spiegare a tutti cosa stavo facendo. L'altra opzione era quella di immergermi prima in faccia e ho deciso che l'improvvisa fermata sembrava terribile. Mi sono ricordato del mio primo anno al college durante gli esami finali, quando uno degli studenti è saltato fuori dalla finestra di un dormitorio per primo. Il giornale Baylor Lariat descriveva come i suoi occhi gli uscivano dalla testa. Non volevo che i miei bulbi oculari si trovassero fuori dalle loro orbite.

Quindi, indietreggiai dalla sporgenza, appoggiai la schiena contro il muro e sedetti completamente depresso.

Non ero preoccupato di andare in paradiso o all'inferno. Gesù perdonò tutti i miei peccati sulla croce, persino il suicidio fu perdonato.

Mentre sedevo pensando, mi resi conto che non volevo entrare nella Sala del Trono celeste prima del mio tempo. Immaginavo che Gesù dicesse: "Roger, che ci fai qui? Non ho intenzione di vederti per altri quarantasette anni. Che cosa ho intenzione di fare con te per i prossimi quarantasette anni?"

Arrivare presto per incontrare Gesù prima che avesse finito con me sulla terra rese il suicidio molto meno attraente.

Caro Sconosciuto, stai ovviamente pensando di porre fine alla tua vita o non avresti mai scritto questa e-mail.

Sei depresso e le persone depresse non pensano chiaramente. La mia filosofia non è mai quella di prendere decisioni importanti o che cambiano la vita quando sono depresso. La vita sembra sempre oscura a chi è depresso.

La maggior parte delle persone che conosco che si sono suicidate sono depresse. In effetti, penso che, con poche eccezioni, nessuno si suicida senza essere depresso.

Prima di prendere qualsiasi decisione di vita immutabile, vai a trovare un medico che possa offrire terapia o medicinali per curare la tua depressione. La vita può sembrare molto senza speranza quando sei depresso.

E può sembrare davvero bello quando non lo sei. Le persone che non sono depresse raramente hanno pensieri di suicidio. Quindi consultare un medico per la depressione al più presto.

Se continui a pensare di suicidarti, ci sono professionisti medici e psicologici che possono aiutarti a riportarti "in piedi". Non sei solo. Andare in ospedale e dire loro cosa sta succedendo e saranno felici di aiutarvi a superare questo momento difficile.

Ho lottato con la depressione per tutta la vita. Grazie a Dio per gli antidepressivi. Gli antidepressivi non mettono gli occhiali color rosa davanti ai nostri occhi. Gli antidepressivi tolgono solo quelli oscuri.

Le persone depresse non vedono le cose razionalmente. Non hanno bisogno di ragioni e spiegazioni e non di molto incoraggiamento. Fare del male alle persone ha bisogno di conforto.

Gesù disse in Matteo Cinque: "Beati coloro che piangono ... perché riceveranno conforto". Il lutto e il conforto richiedono almeno due persone: una a piangere e una a confortare.

La maggior parte dei pastori non ha molti amici che possono confortarli quando fanno male. Così, un giorno, sono andato accanto a casa di Pete e gli ho chiesto di ascoltare mentre gli raccontavo delle mie lotte. Poi gli ho chiesto di darmi una pacca sulla spalla e di dire semplicemente "Mi dispiace così tanto che stai facendo male. Mi rattrista che tu provi così tanto dolore ..."

Il comfort è il linguaggio della depressione. Trova un Pete. Rimarrai sorpreso dal numero di Pete che aspettano solo di aiutarti.

A proposito, non è un peccato essere depresso e voler suicidarsi.

Giobbe sperimentò una profonda depressione come riportato in Genesi a causa di grandi prove che caddero sulla sua vita. Fortunatamente, Job ha superato il dolore e ha finalmente recuperato la sua vita e ha avuto un grande finale. Anche tu puoi.

Sii confortato. Dio ha un piano e uno scopo per la tua vita. Ebrei 12: 4-13 insegna che Dio ci fa maturare per assomigliare a Gesù inviando e / o permettendoci di affrontare prove e difficoltà:

"Inoltre, tutti abbiamo avuto padri umani che ci hanno disciplinato e li abbiamo rispettati per questo. Quanto più dovremmo sottometterci al Padre degli spiriti e vivere! Ci hanno disciplinato per un po 'come pensavano meglio; ma Dio ci disciplina per il nostro bene, al fine di poter condividere la sua santità. Nessuna disciplina sembra piacevole al momento, ma dolorosa. In seguito, tuttavia, produce un raccolto di giustizia e pace per coloro che sono stati addestrati da essa.

Pertanto, rafforza le tue deboli braccia e le ginocchia deboli. "Crea percorsi di livello per i tuoi piedi", in modo che lo zoppo non possa essere disabilitato, ma piuttosto guarito . "

Le rocce frastagliate nella tua vita sono pietre preziose davvero non raffinate che Dio sta lavorando nella tua vita.

Gestire la depressione per me è stato molto più facile il giorno in cui ho capito che Dio stava usando la mia depressione per aiutarmi a maturare e a guardare a Gesù. Decisi che ero vivo, come tutti i cristiani, per esprimere l'amore di Cristo e per aiutare a far avanzare il Regno di Dio proprio qui, proprio ora.

Per favore, qualunque cosa serva, prendi il libro di Hannah Hurnard, Hinds 'Feet on High Places e leggilo. Riguarda te e ciò che Dio sta facendo nella tua vita e come trovare lo scopo di Dio dietro tutta la delusione e il dolore che stai soffrendo.

Quando le cose non vanno bene, tendiamo tutti ad arrabbiarci con Dio. Quando non mi sento come se mi stesse trattando bene, provo a ricordare che la Bibbia non dice mai che Dio risolverà tutti i nostri problemi. Ciò che promette è di darci la grazia e il potere di vivere vittoriosamente attraverso i nostri problemi. Leggi Filippesi 4: 10-14 e tutti i 2 Corinzi 11-12 e usa Paolo come modello per vivere in vittoria con l'aiuto e la potenza di Dio.

Ora, riguardo al suicidio, sì, secondo la Bibbia le persone possono andare in Paradiso anche se si suicidano. Ma non vuoi suicidarti. Dio ha un tempo e un piano per la tua vita.

Ha ogni sorta di buone intenzioni per te. Ancora una volta, non vuoi entrare nella sala del trono senza preavviso prima del tuo tempo. Quindi, ti incoraggio a continuare a trovare forza e pace da Dio per continuare a vivere.

Inoltre, voglio che tu ricordi che ci sono persone intorno a te che possono condividere con sicurezza. Coltiva le relazioni con loro in modo da avere persone che ti consolino nel tuo dolore e ti diano la forza e l'aiuto di cui hai bisogno.

Fammi sapere come stai.

Sto pregando per te.

Amore, Roger

Altre risorse cristiane sul suicidio:

Il suicidio porta condanna?

6 modi per aiutare a prevenire il suicidio

Versetti della Bibbia sul suicidio e la ricerca di speranza

Nota del redattore: la colonna "Chiedi a Roger" del pastore Roger Barrier appare regolarmente su Predicare, insegnare. Ogni settimana a Crosswalk, il dottor Barrier mette quasi 40 anni di esperienza nel pastorato per rispondere a domande di dottrina o pratica per i laici o dare consigli su questioni di leadership della chiesa. Inviagli le tue domande su .

Il Dr. Roger Barrier si è ritirato come pastore di insegnamento senior dalla Casas Church di Tucson, in Arizona. Oltre ad essere un autore e ricercato relatore di una conferenza, Roger ha fatto da mentore o ha insegnato a migliaia di pastori, missionari e leader cristiani in tutto il mondo. La chiesa di Casas, dove Roger ha prestato servizio durante la sua carriera di trentacinque anni, è un megachurch noto per un ministero multigenerazionale ben integrato. Il valore di includere le nuove generazioni è profondamente radicato in tutta Casas per aiutare la chiesa a spostarsi fortemente nel XXI secolo e oltre. Il Dott. Barrier ha conseguito la laurea presso la Baylor University, il Southwestern Baptist Theological Seminary e il Golden Gate Seminary in greco, religione, teologia e cura pastorale. Il suo libro popolare, Ascoltare la voce di Dio, pubblicato da Bethany House, è nella sua seconda stampa ed è disponibile in tailandese e portoghese. Il suo ultimo lavoro è, Got Guts? Diventa divino! Pray the Prayer Dio garantisce di rispondere, da Xulon Press. Roger può essere trovato sul blog di Predicare, insegnare, il sito di insegnamento pastorale fondato con sua moglie, la dottoressa Julie Barrier.

Articoli Interessanti