5 motivi per pregare per la pace di Gerusalemme

Pregate per la pace di Gerusalemme:

“Possano prosperare chi ti ama.

“Possa la pace essere tra le tue mura,

E prosperità nei tuoi palazzi. "

Per il bene dei miei fratelli e dei miei amici,

Ora dirò: "Possa la pace essere dentro di te".

Per amore della casa del Signore nostro Dio,

Cercherò il tuo bene.

(Salmo 122: 6-9 NASB)

Mentre ci avviciniamo alla fine dei giorni, è importante tenere d'occhio Gerusalemme mentre la profezia si svolge. Tuttavia, dovremmo ancor di più pregare per la pace di Gerusalemme, poiché il Salmo 122 esorta il lettore.

Di seguito sono riportati cinque motivi per cui dovremmo pregare per la pace di Gerusalemme.

1. Dovremmo prendere le Scritture alla lettera

Dovremmo prendere alla lettera le Scritture a meno che non abbiamo forti ragioni per credere che gli autori stiano usando un qualche tipo di metafora o dispositivo grammaticale che ci induce a cercare un significato diverso per le parole usate. Il Salmo 122 parla di una Gerusalemme letterale, l'attuale capitale di Israele e futura capitale del regno del Messia. Questa è la dimora spirituale del popolo ebraico - dove sorgeva il tempio e dove avvenivano sacrifici e adorazione, dopo che fu costruito sotto il regno di re Salomone.

Dovremmo prendere questo Salmo alla lettera e godere delle benedizioni della parola di Dio mentre obbediamo a ciò che Egli ha effettivamente detto e non ai significati che attribuiamo personalmente ad esso.

2. La preminenza di Gerusalemme nella Bibbia

La città di Gerusalemme occupa un posto di rilievo nella Bibbia. La parola "Gerusalemme" ricorre 806 volte nella Bibbia, 660 volte nell'Antico Testamento e 146 volte nel Nuovo Testamento; riferimenti aggiuntivi alla città si presentano come sinonimi.

In 2 Samuele capitolo 7, il Signore parla a David tramite il profeta Nathan dicendo al re che avrebbe costruito una dinastia di re ebrei dai suoi discendenti e che insieme a un palazzo per David, il Signore avrebbe anche costruito un giorno una casa per se stesso - una casa più permanente per l'Arca dell'Alleanza (1 Re 8: 1) e un luogo che sarebbe diventato il centro del culto di Israele e dell'identità nazionale - tutti situati nella città di Gerusalemme.

Alla fine, Gerusalemme sarebbe diventata la capitale del regno eterno di David quando il Messia stesso governa il suo trono legittimo in una Gerusalemme rinnovata e restaurata alla sua seconda venuta. E quando le promesse del suo regno ad Israele saranno adempiute, una nuova Gerusalemme scenderà dal cielo e sarà la dimora eterna per tutti coloro che credono e adorano il Signore Yeshua.

Come scrive l'apostolo Giovanni, “E mi portò via nello Spirito su una montagna grande e alta, e mi mostrò la città santa, Gerusalemme, scendendo dal cielo da Dio, avendo la gloria di Dio. Il suo splendore era come una pietra molto costosa, come una pietra di diaspro cristallino ”(Apocalisse 21: 10-11).

3. Desiderio di pace in Medio Oriente

Quando preghiamo per la pace di Gerusalemme, preghiamo per la fine del terrore e degli attacchi missilistici, la fine dell'ostilità che esiste tra israeliani e palestinesi e il ritorno del Messia. Forse ancora più importante, chiediamo al Signore di portare la pace personale a coloro che vivono in Terra Santa accettando il Principe della Pace Yeshua come il loro Messia e Signore. “Pace, parto con te; La mia pace ti do; non come il mondo dà, io ti do. Non lasciare che il tuo cuore sia turbato, né che sia spaventato ”(Giovanni 14:27).

4. Pace personale e adempimento

La radice del termine ebraico usato per prosperare è Shalah, che può essere facilmente tradotto come "messo a proprio agio" o "quieto". La prosperità descritta nel Salmo 122 è quindi una qualità di anima e vita, che consente a coloro che amano Gerusalemme di godere di una pace personale simile a quella della città scelta da Dio. Possiamo godere personalmente di ciò che Gerusalemme gode come comunità. Shalom e Shalah hanno un impatto simile su di noi; pace, facilità dell'anima, quiete del cuore, ecc.

5. Produrre il Messia

Se benediciamo Israele, allora stiamo partecipando nel portare le promesse di Dio al popolo ebraico, il che ha un impatto diretto sui Gentili, poiché Israele è stato scelto per benedire i Gentili - per essere un ponte di redenzione verso un mondo rotto e peccaminoso.

Quando benediciamo anziché maledire il popolo ebraico, siamo impegnati nel piano di Dio per la redenzione del mondo. Pregare per la pace di Gerusalemme è, in realtà, pregare per il ritorno di Gesù, poiché la penultima pace che desideriamo verrà solo quando prende il suo legittimo trono a Gerusalemme e regna per sempre (Matteo 23:37, Romani 11: 11-29, Apocalisse 11:15).

Pregare per la pace di Gerusalemme è un modo per chiedere a Dio di impiantare la Sua pace nei cuori di ebrei e gentili accettando personalmente il Principe della Pace come Signore della loro vita ... ora! Possano prosperare chi ti ama ... [1]

Il salmista ci dice che l'amore è e dovrebbe essere la motivazione delle loro preghiere per la città santa di Dio. In altre parole, se ami Gerusalemme, pregherai per Gerusalemme.

Conoscere la ricompensa non è il motivo della preghiera o della benedizione del popolo ebraico - è grazie al nostro amore per Gerusalemme e il popolo ebraico che preghiamo e benediciamo. E la ragione per cui molti seguaci di Yeshua, sia ebrei che gentili amano il popolo ebraico e la nazione di Israele e la città di Gerusalemme è perché amano il Dio che ha creato la nazione di Israele e amano il Messia di Israele. Non puoi amare Gesù e non amare il Suo popolo eletto ... e questo amore porta alla preghiera e alla benedizione, il che porta benedizione e pace al credente.

[1] C'è una variante della lettura di questo testo mentre alcuni manoscritti ebraici inseriscono il termine oholeha, che significa tende anziché amore. La differenza dipende dal modo in cui gli antichi scribi hanno copiato una lettera ebraica - o una "Scommessa" (B), che porta al termine per amore o "Lamedh" (L) che porta alle tende. Se gli scribi che preferissero le tende all'amore per una ragione o per l'altra (come potrebbe essere stata una scelta o un errore), la traduzione del brano sarebbe la seguente: Pregate per la pace di Gerusalemme: Possa la prosperità essere nelle vostre tende . Possa la pace essere tra le tue mura e prosperità nei tuoi palazzi. Ciò fluirebbe anche bene perché la poesia ebraica è stata scritta in parallelismo. Tuttavia, la parola amore ha ancora il supporto manoscritto primario per la scelta giusta della parola. Septuagint usa la parola per amore nella sua versione del testo che è anche un altro punto di prova. Questi sono problemi difficili che probabilmente verranno risolti solo in paradiso!


Il Dr. Mitch Glaser è il presidente dei Ministri del popolo eletti e membro fondatore dell'Alleanza per la Pace di Gerusalemme. È anche autore e coautore di numerosi libri, tra cui "Israele, la Chiesa e il Medio Oriente: una risposta biblica all'attuale conflitto".

Articoli Interessanti