Che cos'è la preghiera?

Ti senti mai come se dovessi pregare nel modo giusto, o non funzionerà? Ti sei sentito come se la tua preghiera non fosse stata esaudita perché non avevi abbastanza fede o pregavi abbastanza a lungo? Anche io mi sono sentito così. Forse è perché rendiamo la preghiera troppo dura. Molto spesso, facciamo di tutto per trovare le parole e l'approccio perfetti. Pensiamo di dover pregare nel modo giusto affinché Dio ascolti e risponda.

Eppure Gesù rassicurò i suoi discepoli con queste parole: “Quando preghi, non continuare a borbottare come pagani, perché pensano che saranno ascoltati a causa delle loro molte parole. Non essere come loro, perché tuo Padre sa di cosa hai bisogno prima di chiederglielo ” (Matteo 6: 7-8).

La preghiera non è una formula che devi fare bene

L'ascolto di Dio delle nostre preghiere non dipende dalla nostra preghiera abbastanza a lungo o dal colpire le frasi giuste. La preghiera è un invito a venire davanti al nostro Padre celeste che conosce i nostri bisogni e desidera ascoltare le nostre voci. Dio ci ascolta e ci risponde perché è fedele e compassione dei suoi figli.

La mia vita di preghiera diventa più profonda quando dedico qualche minuto concentrato a pregare ogni mattina come fece Gesù (Marco 1:35). Questo mi porta nel giusto stato d'animo per continuare a pregare più tardi nel corso della giornata. Sto imparando che la preghiera può essere semplice e naturale come respirare.

La preghiera non è un rituale che dipende dalla chiusura degli occhi e dall'esposizione di volti santi. Non dobbiamo inginocchiarci o sederci. Possiamo pregare mentre camminiamo, guidiamo o lavoriamo. Dio risponde a una richiesta di due parole per chiedere aiuto nel mezzo di un intenso pomeriggio, proprio come fa a un momento di preghiera concentrato dopo aver letto le Scritture al mattino. Pregare non deve essere complicato. Dio si diletta in qualsiasi semplice parola che gli offriamo.

Diamo un'occhiata a 10 cose che la preghiera è e cosa fa per noi:

1. La preghiera è parlare con Dio

Come credenti in Cristo, abbiamo un privilegio straordinario; il nostro Padre celeste ci invita a parlargli! In Geremia 29:12, invita i Suoi figli a parlare e promette di ascoltare: “Allora chiamerai me e verrai e pregherai me, e io ti ascolterò”. Possiamo leggere la Parola di Dio e parlargli nel mattina per allineare i nostri cuori con i suoi all'inizio della giornata e possiamo anche parlargli mentre procediamo con le nostre routine quotidiane.

Potremmo pensare di dover pregare con parole fantasiose, ma la preghiera sta solo parlando con Dio. Per tutto il giorno, Dio desidera ascoltare le nostre semplici preghiere:

  • Grazie per questa colazione, Signore.
  • Aiutami a rimanere calmo in questo ingorgo.
  • Signore, aiutami ad amare questa persona in questo momento.
  • Dio, mi mostrerai cosa fare?
  • Signore, ti amo. Sii con me.
  • Buonanotte, Signore.

2. La preghiera è lode.

All'inizio di quest'anno, ho letto una serie devozionale basata sulla preghiera del Signore e mi sono reso conto che avrei lasciato sfuggire lode dalla mia vita di preghiera. Tuttavia, quando Gesù insegnò ai suoi discepoli a pregare, insegnò loro a iniziare con lode: "Padre nostro che sei nei cieli, che il tuo nome sia mantenuto santo" (Matteo 6: 9).

Per diverse settimane ho provato un esperimento; Ho iniziato la mia preghiera mattutina lodando Dio per la sua potenza, grandezza, maestà e amore. Ho visto diversi risultati positivi. Il primo è stato che conoscevo la mia lode onorata da Dio e mi metteva nella giusta relazione con Lui. Il secondo è stato che la lode ha costruito la mia fede. Quando mi sono ricordato degli incredibili attributi e del potere di Dio su tutta la creazione, la mia fiducia in Lui è cresciuta.

3. La preghiera può essere tranquilla davanti a lui.

Pensiamo alla preghiera come a parlare, ma ogni relazione implica ascoltare e parlare; possiamo anche stare zitti in presenza di qualcuno che amiamo. Il Salmo 46:10 ci dice: "Stai fermo, e sappi che io sono Dio", e talvolta le nostre anime hanno solo bisogno di fermarsi alla presenza di Dio per ricordare la Sua gloria, potenza e amore. Quando calmiamo i nostri cuori davanti a Lui, ci mettiamo in una posizione per ricevere ciò di cui abbiamo bisogno da Lui.

Quando ci sediamo tranquillamente alla presenza di Dio, siamo in grado di ascoltare meglio. E se riecheggiamo le parole di 1 Samuele 3: 9, "Parla, Signore, il tuo servitore sta ascoltando" ? Certo, ascoltare Dio è soggettivo, e non possiamo mai essere sicuri al 100% che è la Sua voce che ascoltiamo, ma quando chiedo a Dio di parlarmi, sono spesso sorpreso da quella voce ancora piccola che riconosco: un pensato che mi viene in mente, una Scrittura che ho letto o una parola di saggezza che un amico mi dà.

4. La preghiera chiede un cambiamento di cuore.

La parola "pentimento" mi faceva rabbrividire perché onestamente non volevo ricordare il mio peccato. Ma sto imparando a richiamare alla mente il mio peccato, a confessarlo a Dio e a chiedergli di cambiarmi inaugura il rinnovamento spirituale. Atti 3:19 ha una promessa per noi: "Pentiti, quindi, e volgiti a Dio, affinché i tuoi peccati possano essere cancellati, affinché i tempi di ristoro possano venire dal Signore". Quando riconosciamo i nostri peccati, Dio si muove verso ripristinaci e rinnovaci.

Ultimamente nella mia mattinata tranquilla, prego insieme alle parole del Salmo 139: 23, 24.

“Cercami, o Dio, e conosci il mio cuore; Mettimi alla prova e conosci i miei pensieri ansiosi; E vedi se c'è qualche modo doloroso in me, e guidami nel modo eterno ” (NASB).

Annoto spesso un semplice elenco di peccati che mi vengono in mente e chiedo a Dio di cambiare il mio cuore.

  • Quando confesso la preoccupazione, lo Spirito di Dio porta la pace.
  • Dove mi pento dell'irritabilità, Dio rinnova la mia pazienza.
  • Quando confesso l'ansia a causa di un programma sconvolto, Dio indica i miei prossimi passi.

5. La preghiera sta dicendo a Dio i tuoi bisogni nella preghiera.

Sebbene la preghiera sia molto più che chiedere a Dio di aiutarci e provvedere a noi, il nostro Padre celeste si preoccupa davvero profondamente dei nostri bisogni e desidera ardentemente fornirli. Filippesi 4: 6 ci attira: “Non preoccuparti di nulla; invece, prega per tutto. Di 'a Dio di cosa hai bisogno e ringrazilo per tutto ciò che ha fatto ” (NLT).

Quando veniamo a Dio nella fede, chiedendogli di soddisfare i nostri bisogni fisici e spirituali, possiamo fidarci che Lui ci ascolta e provvederà. Prova un esperimento di 30 giorni; tieni un elenco dei bisogni per cui preghi e guardaci di tanto in tanto. Aggiungi note a margine mentre vedi le risposte di Dio. La tua fede crescerà quando ricorderai la Sua fedele disposizione.

6. La preghiera può presentargli altri.

Come cristiani, abbiamo il fantastico privilegio di partecipare all'opera di Dio pregando per le altre persone. Anche se spesso lo trascuriamo, il nostro ministero più potente ed efficace come cristiani è la preghiera. Possiamo avere un impatto sui nostri figli, amici, familiari e persone care mentre preghiamo per loro.

Ho la tendenza a preoccuparmi delle persone che amo e, quando non mi preoccupo, cerco di controllare le situazioni e migliorarle con i miei sforzi. Eppure tutte le mie preoccupazioni non cambieranno nulla e i miei sforzi stanchi non saranno all'altezza. Quando trasformo queste preoccupazioni in preghiere, chiedo a un Dio onnipotente e sempre amorevole di intervenire e di operare la sua volontà in situazioni e persone che non sono in grado di cambiare.

7. La preghiera ringrazia Dio.

Mentre preghiamo, non dimentichiamo di ringraziare Dio per quello che ha già fatto nelle nostre vite. Quando è stata l'ultima volta che hai ringraziato Dio per aver mandato Gesù a morire per te? Lo hai ringraziato di recente per il dono del Suo Spirito Santo? Quando ringraziamo Dio per le molte benedizioni spirituali che riceviamo, lo onora e apre gli occhi all'abbondante vita che ci sta dando.

Ringrazialo per le benedizioni quotidiane come l'amicizia fedele del tuo cane o il sorriso di tuo figlio. Ringrazialo per aver risposto alle tue preghiere. E se ci impegniamo a ringraziare Dio per quello che ha già fatto prima di chiedergli qualcosa di nuovo? Se hai problemi a vedere cose per cui ringraziare oggi, chiedi a Dio di aprire gli occhi all'abbondanza e alla gratitudine.

8. La preghiera chiede guida.

Ti sei mai sentito confuso su cosa fare dopo? Ti sei mai trovato in una situazione che sembra impossibile? La preghiera offre l'opportunità di chiedere a Dio di guidarci. Sia che tu debba affrontare un'importante decisione di vita, che tu abbia bisogno della saggezza di Dio per una situazione difficile sul lavoro, o abbia semplicemente bisogno di sapere come rispondere in una conversazione difficile, lo Spirito Santo di Dio ti mostrerà il tuo prossimo passo quando gli chiederai una guida.

Possiamo pregare insieme a queste parole rassicuranti:

“In te, Signore mio Dio, ho fiducia ... Mostrami le tue vie, Signore, insegnami le tue vie. Guidami nella tua verità e insegnami, poiché tu sei Dio mio Salvatore, e la mia speranza è in te tutto il giorno ”. (Salmo 25: 1, 4-5)

9. La preghiera richiede il potenziamento.

Quando mi sento particolarmente stanco, è spesso perché corro con le mie forze, ma sto imparando a fermarmi e chiedere aiuto a Dio. Le mie riserve di forza mi porteranno solo così lontano e l'esaurimento serve da segnale di avvertimento che sto correndo a vuoto. Dio promette di rafforzarci con lo stesso Spirito Santo che ha risuscitato Gesù dai morti.

Forse Dio ti ha chiamato per fare qualcosa che sembra troppo grande. Forse stai affrontando una situazione difficile che ti fa sentire debole. Forse hai attraversato un periodo di prova e ti stai chiedendo come puoi eventualmente fare un altro passo. Chiedi al Signore di riempirti del suo potere nonostante la tua debolezza. Chiedigli di darti la forza di cui hai bisogno per fare un altro passo. Invocalo per darti il ​​potere di vivere per Lui oggi.

10. Pregare è trasformare il tuo cuore verso Dio.

Infine, e soprattutto, la preghiera è un'opportunità per volgere il nostro cuore verso Dio. Abbiamo lo straordinario privilegio di venire davanti al Signore dell'universo. "L'Eterno è vicino a tutti coloro che lo invocano, a tutti coloro che lo invocano nella verità" (Salmo 145: 18). Quando invochiamo Dio e rivolgiamo il nostro cuore a Lui, Egli ci vede e ci ascolta; Lui è con noi.

Quindi, qualunque cosa tu abbia bisogno oggi, amico, guarda a Dio. Non aspettare il momento perfetto per sederti e pregare. Non aspettare fino a quando non hai le parole perfette. Alziamo la voce a Dio nella quiete mattutina, sulla strada per il lavoro, e mentre portiamo a spasso il cane, facciamo la cena o facciamo shopping. Bastano poche parole. Trasformiamo i nostri cuori verso Dio in preghiera oggi. Desidera ascoltarci.

Betsy de Cruz scrive per incoraggiare le donne a far entrare la Parola di Dio in modo che possano vivere la loro fede. Scopre che stare vicino a Gesù la salva dal strapparsi i capelli quando la vita diventa pazza o scoraggiante. La guida gratuita di Betsy, 10 Days to More, mostra ai lettori 10 modi per studiare la devozione biblica. È disponibile sul suo blog, Faithspillingover.com, dove troverai consigli per lo studio della Bibbia e la preghiera, oltre a incoraggiamento per la vita familiare e la fede quotidiana. Puoi anche trovare Betsy su Facebook, Pinterest e Instagram.

SUCCESSIVO: Preghiere di adorazione - Sperimenta scoperte in lode

Scelti dall'editore

  • 5 belle lezioni per i genitori che soffrono di depressione
  • 10 cricche che esistono in ogni chiesa


Articoli Interessanti