Che cos'è un peccato generazionale?

Sono molto felice di venire da due grandi famiglie dalla parte di mia madre. Mia nonna materna era una dei nove figli e anche mio nonno materno era uno dei nove figli. I miei nonni e i loro fratelli nacquero alla fine del diciottesimo secolo e all'inizio del diciannovesimo secolo. I miei antenati erano persone molto laboriose.

La nostra famiglia comprendeva soldati, contadini, fabbri, carpentieri, predicatori, meccanici, architetti, costruttori di selle e molte madri dedicate. Ognuno dei miei antenati ha creato la propria strada e guadagnato i propri soldi in tempi difficili. Erano fondamentalmente brave persone che hanno perseverato in molti anni angoscianti di difficoltà personali e finanziarie. Molti dei miei antenati erano persone amorevoli, risolute, coraggiose, fedeli, realistiche e pratiche. Hanno fatto il meglio che potevano fare nonostante le circostanze della loro vita.

Come individui e famiglie, abbiamo commesso molti peccati generazionali nel corso degli anni.

Definizione di "peccato generazionale"

Che cos'è il peccato generazionale? Disobbedisce ai comandamenti di Dio peccando contro le Sue leggi. Adora anche qualsiasi cosa diversa da Dio.

I peccati generazionali sono debolezze o tendenze che ci vengono tramandate attraverso le generazioni da genitori o membri della nostra famiglia. Questi peccati possono comportare modelli comportamentali e modi di pensare che ci tengono intrappolati nel passato. Anche se il peccato può essere tramandato attraverso le generazioni, ogni persona è responsabile dei propri peccati personali contro il Signore.

Ezechiele 18: 30-32 dice: "Perciò ti giudicherò, o casa d'Israele, ciascuno secondo la sua condotta", dice il Signore Dio. “Pentiti (cambia il tuo modo di pensare) e allontanati da tutte le tue trasgressioni, in modo che il peccato non diventi un ostacolo per te. Allontana da te tutte le tue trasgressioni, che hai commesso [contro di me], e renditi un nuovo cuore e un nuovo spirito! Perché dovresti morire, casa d'Israele? Perché non ho alcun piacere nella morte di chiunque muoia ”, dice il Signore Dio. "Perciò pentiti e vivi!" (AMP)

La mia famiglia è stata afflitta dai seguenti peccati generazionali: spietatezza, menzogna, amarezza, paura, preoccupazione, giudizio, risentimento, orgoglio, rifiuto, invidia, gelosia, rabbia, abuso, bramosia, dubbio, incredulità, ribellione, ubriachezza, manipolazione, avidità lussuria, idolatria, fornicazione, adulterio, odio, molestie, incesto e vendetta.

Il peccato generazionale può moltiplicarsi e diventare una roccaforte

I peccati generazionali hanno molti schemi. Una volta che un modello di peccato inizia in una famiglia, può continuare e moltiplicarsi tra i membri della famiglia. Può durare per quattro generazioni e può diventare una roccaforte e un ostacolo per tutta la famiglia. Il peccato generazionale non sta solo disobbedendo ai comandamenti di Dio. Adora anche qualsiasi cosa diversa da Dio, che è idolatria. Esodo 20: 4-6 dice: “Non farai per te un idolo, né alcuna somiglianza di ciò che è nei cieli sopra o sulla terra sotto o nell'acqua sotto la terra. Non li adorerai né li servirai; poiché io, il Signore tuo Dio, sono un Dio geloso, visitando l'iniquità dei padri sui bambini, sulla terza e quarta generazione di coloro che mi odiano, ma mostrando amorevole gentilezza a migliaia, a coloro che mi amano e mantengono I miei comandamenti. " (NASB)

Il peccato generazionale nella Bibbia

La famiglia di Abramo è un ottimo esempio di peccato generazionale che si ripete da una generazione all'altra. In Genesi 12 Abraham ha mentito sul suo rapporto con sua moglie Sarai. Le disse di dire che era sua sorella. Sapeva che era una donna bellissima e aveva paura che se avesse detto agli egiziani che era sua moglie, l'avrebbero ucciso e l'avrebbero presa. I funzionari del Faraone lodarono Sarai dal Faraone e la portarono a casa sua e lui la prese per sua moglie.

"Ma il Signore colpì il faraone e la sua casa con grandi piaghe a causa di Sarai, la moglie di Abramo". (Genesi 12:17 NASB) Quando il faraone si rese conto che era sua moglie, disse ad Abramo di prenderla e andare. Abraham ha mentito perché aveva paura di essere assassinato e di perdere Sarai. Lo spirito bugiardo nella famiglia di Abramo continuò alla generazione successiva. In Genesi 26 Isacco disse agli uomini di Gerar che sua moglie, Rebecca, era sua sorella. Aveva paura che lo avrebbero ucciso e l'avrebbero presa. Sia il padre che il figlio mentivano sulle loro mogli a causa dei propri peccati di paura e dubbio.

Rebecca e l'inganno di Giacobbe

In Genesi 27 Giacobbe ingannò Isacco e rubò il suo diritto di nascita e la sua benedizione. Per Isacco era importante dare la benedizione della famiglia primogenita a Esaù, quella che Dio aveva scelto. Rebekah sentì Isaac dire che avrebbe dato a Esaù la benedizione primogenita, così lei progettò di ottenere la benedizione per Giacobbe. Si accordò con Jacob per ingannare Isacco quando gli portò un piatto di carne in modo che Esaù non potesse ricevere la benedizione. I peccati di mentire e l'inganno di sua madre e suo fratello furono dolorosamente dolorosi per Esaù che dovette vivere il resto della sua vita senza la benedizione del primogenito, che era giustamente suo.

Il peccato e le conseguenze generazionali di re David

Il re David commise peccati generazionali, che provocarono la morte. Desiderava ardentemente Bathsheba, la moglie di uno dei suoi soldati. Si accordò per dormire con lei e lei rimase incinta. Dopo aver scoperto la sua gravidanza, David ha mandato il marito Uria in una feroce battaglia e lo ha assegnato alla posizione più pericolosa nella battaglia. Uriah morì nella battaglia. Bathsheba pianse il marito. Alla fine del lutto, David la portò a casa sua e divenne sua moglie.

"Ma la cosa che Davide aveva fatto era malvagia agli occhi del Signore". 2 Samuele 11: 27b (AMP)

Il Signore mandò Nathan, un profeta e consigliere di David, a dirgli che sarebbe stato punito per l'omicidio di Uria, ma sarebbe sopravvissuto. Gli disse anche che il figlio che aveva avuto con Bathsheba sarebbe morto. 2 Samuele 12: 13-14 dice: “E Davide disse a Natana:“ Ho peccato contro l'Eterno ”. E Natana disse a Davide:“ Anche l'Eterno ha lasciato passare il tuo peccato [senza ulteriore punizione]; non morirai. Tuttavia, poiché con questa azione hai dato [una grande] opportunità ai nemici del Signore di bestemmiare [Lui], il figlio che è nato da te morirà sicuramente. "(AMP)

Il figlio di David si ammalò poco dopo la sua nascita. David pregò e digiunò. Il settimo giorno morì suo figlio. Il re David, che era chiamato "un uomo dal cuore di Dio", mentiva, bramava e commetteva adulterio. Quindi manipolò le posizioni di battaglia per far uccidere Uria in una feroce battaglia. La sua punizione fu la morte di suo figlio.

La disposizione di Dio per la nostra liberazione dal peccato generazionale

Non dobbiamo arrenderci al potere vincolante dei nostri peccati o dei peccati delle generazioni. Dio ha provveduto alla nostra liberazione dai nostri peccati molti anni fa, quando suo figlio Gesù morì per i nostri peccati sulla croce. Quando appropriamo il sacrificio di Gesù per i nostri peccati per noi stessi e confessiamo i nostri peccati, abbiamo fatto il primo passo per spezzare il potere vincolante del peccato generazionale. Quando il potere vincolante del peccato è rotto, possiamo ricevere la grazia di perdonare che Dio offre a ciascuno di noi. È un Dio amorevole e fa spazio alla grazia nel Suo cuore per ognuno di noi quando ci rivolgiamo a Lui e liberiamo le offese dagli altri a cui ci siamo aggrappati. Insieme alla grazia, provvede compassione e misericordia per liberargli il nostro passato.

Possiamo sempre pregare, come fece il salmista in Salmo 79: 8-9. “O non ricordare contro di noi i peccati e le colpe dei nostri antenati. Lascia che la tua compassione e misericordia vengano presto per incontrarci, perché siamo stati portati molto in basso. Aiutaci, o Dio della nostra salvezza, per la gloria del tuo nome; Salvaci, perdona i nostri peccati per amor del tuo nome. " (AMP)

Maggiori informazioni sulle maledizioni generazionali - cosa le causa e come romperle, su Christianity.com.


Nan Brown Self è un consigliere professionista in pensione e terapista del gioco registrato. È un ex membro dell'American Association of Christian Counselors e da oltre 10 anni offre consulenza a famiglie, individui e bambini. Ha conseguito una laurea in psicologia presso l'Università del Texas a Dallas e una laurea specialistica presso l'Università del Nord del Texas a Denton. Nan e suo marito vivono in Texas. Per ulteriori informazioni, visitare www.ForgivenessByGrace.com

SUCCESSIVO: I genitori più importanti possono fare questa estate

Scelti dall'editore

  • 5 belle lezioni per i genitori che soffrono di depressione
  • 10 cricche che esistono in ogni chiesa


Articoli Interessanti