Come possiamo essere sicuri che il paradiso sia un luogo reale?

Il paradiso è una parola che molti di noi probabilmente usano senza pensare troppo al suo reale significato biblico e alle implicazioni della sua realtà.

La cultura ci ha condizionato a pensare al paradiso come “il posto migliore” in cui le persone muoiono, un luogo in cui piccoli angeli paffuti si muovono attorno e ogni giorno è come un bel giorno di primavera.

Mentre alcune di queste cose si basano su ciò che la Bibbia in realtà ci dice del cielo, guardare più in profondità in ciò che la Bibbia ci rivela su questo posto ci aiuterà ad accrescere la nostra fede e ci incoraggerà a guardare avanti a questo luogo che Dio ha preparato per noi.

Nel suo articolo per The Gospel Coalition intitolato "Is There Proof of Heaven?" Matt Smethurst osserva che ci vuole uno sforzo consapevole e attenzione alle scritture per vedere correttamente il paradiso. È facile iniziare a pensare al paradiso come a una sorta di luogo immaginario se ascoltiamo semplicemente ciò che la cultura ci racconta.

Sebbene l'esistenza del cielo non possa essere dimostrata dal metodo scientifico o dalla logica matematica, i cristiani credono nella sua realtà perché crediamo nella verità della Parola di Dio che parla così chiaramente del paradiso. Credere nei cieli, come credere in Dio richiede fede; tuttavia, non è una fede cieca.

Ebrei 11: 1 dice che "La fede è la certezza delle cose sperate, la convinzione di cose che non si vedono".

Le parole "sicurezza" e "convinzione" sono parole forti, suggerendo che questa fede si basa su solide fondamenta.

Quindi, cosa dice veramente la Bibbia sul cielo e perché è importante sapere cosa dice su questo argomento?

Nell'articolo di Crosswalk.com "3 motivi che fanno riflettere sul fatto che dovresti studiare il paradiso", Chip Ingram e Lance Witt osservano che "Ci è stato comandato di pensare al paradiso. Non è solo un buon suggerimento o una bella idea. ”

Ingram e Witt proseguono poi citando Colossesi 3: 1-2: “Da allora, quindi, sei stato cresciuto con Cristo, metti i tuoi cuori sulle cose sopra, dove Cristo è seduto alla destra di Dio. Metti la tua mente sulle cose sopra, non sulle cose terrene. "

Quindi, cosa dobbiamo "mettere le nostre menti" quando si tratta di paradiso?

Smethurst discute alcune cose importanti che la Parola di Dio dice sul cielo.

Innanzitutto, il paradiso è un luogo reale, non solo un concetto o uno stato d'animo. Quando preghiamo la preghiera del Signore, diciamo "Padre nostro che è nei cieli" (Matteo 6: 9), ricordandoci che il paradiso è la dimora di Dio.

Il paradiso è anche il luogo in cui il nostro tesoro dovrebbe essere conservato (Matt. 19:21), il luogo della nostra vera cittadinanza (Fil. 3:20), il luogo della nostra eredità (1 Piet. 1: 4-5), e il luogo della nostra speranza accumulata (Col. 1: 5).

Smethurst, così come Ingram e Witt, notano che cherubini paffuti, persone che fluttuano sulle nuvole, angeli che suonano arpe d'oro e altre immagini culturali simili del cielo oscurano solo le vere glorie del paradiso.

Smethurst dice che in cielo, "Correremo e lavoreremo e suoneremo e canteremo e lavoreremo e rideremo e riposeremo e ci godremo le infinite meraviglie di Dio buono e bello". Sarà come i migliori tempi sulla Terra, ma senza tristezza, senza dolore, senza paura. Saremo sempre con Dio, e Apocalisse 21: 4 ci dice che Dio “asciugherà ogni lacrima dai loro occhi”.

La verità sul cielo dovrebbe anche ispirare nei bambini di Dio un desiderio ardente. Probabilmente abbiamo sentito questo desiderio a volte quando realizziamo anche nei giorni migliori, anche con tutta la ricchezza, tutto il successo, tutte le benedizioni che possiamo ottenere ed essere concessi in questa vita sulla Terra, c'è una parte di noi che anela a qualcosa di ancora più appagante.

CS Lewis una volta disse che "Se troviamo in noi stessi un desiderio che nulla in questo mondo può soddisfare, la spiegazione più probabile è che siamo stati fatti per un altro mondo".

Nelle Scritture ci viene detto che questo altro mondo sarà migliore di qualsiasi cosa abbiamo mai sperimentato qui sulla Terra. Per coloro che credono in Gesù, la promessa del cielo è a dir poco esultante alla presenza di Dio per sempre.

Foto per gentile concessione: Thinkstockphotos.com

Data di pubblicazione: 6 aprile 2016

Veronica Neffinger è l'editore di ChristianHeadlines.com



PROSSIMO POST Perché i cristiani ignorano la maggior parte delle regole dell'Antico Testamento? Maggiori informazioni di tendenza Perché i cristiani ignorano la maggior parte delle regole dell'Antico Testamento? Martedì 5 aprile 2016

Articoli Interessanti