Perché le mogli devono leggere il contesto di Efesini 5:22

"Mogli, sottomettiti ai tuoi mariti come fai al Signore" (Efesini 5:22).

Per molti, è un comando inquietante o ridicolo. I cinici citano questo versetto per dimostrare che la Bibbia è arcaica e irrilevante. Un Neanderthal biblicamente analfabeta cita questo versetto per mantenere sua moglie in un ruolo sottomesso, insistendo sul fatto che la sua opinione non ha alcun valore e il suo contributo alla famiglia è limitato alla cucina, alla pulizia e alla disponibilità per i suoi capricci sessuali. Le donne cristiane con mariti che non sono assistenti della chiesa hanno difficoltà a rispondere all'idea di sottomissione.

Invece di saltarci sopra, mettiamo Efesini 5:22 nel contesto. Dopo un ulteriore esame, credo che scoprirai questo versetto e i suoi passaggi circostanti riguardano il potenziamento di ogni membro della famiglia.

Cominciamo con le nove parole che precedono immediatamente quel versetto. Efesini 5:21 dice chiaramente: "Sottomettetevi l'un l'altro per riverenza per Cristo". È abbastanza chiaro. L'apostolo Paolo stava scrivendo ai credenti nella chiesa di Efeso e a tutti i credenti ovunque. Si aspettava che tutti noi avessimo il cuore di un servo e mettessimo prima i bisogni degli altri.

Quindi, dopo aver introdotto il concetto di sottomettersi l'un l'altro, Paul rivolge la sua attenzione alla famiglia, che è la base di una società sana. Fornisce tre esempi di come funziona la sottomissione nella vita reale per mogli, mariti e figli. Leggili per te:

Mogli, sottomettiti ai tuoi mariti come fai al Signore. Poiché il marito è il capo della moglie come Cristo è il capo della chiesa, il suo corpo, di cui è il Salvatore (Efesini 5: 22-23).

Mariti, amate le vostre mogli, proprio come Cristo ha amato la chiesa e si è arreso per lei ... Allo stesso modo, i mariti dovrebbero amare le loro mogli come i propri corpi. Chi ama sua moglie ama se stesso (Efesini 5: 25, 28).

Figli, obbedite ai vostri genitori nel Signore, perché questo è giusto (Efesini 6: 1).

Uomini, donne e bambini hanno bisogni diversi, quindi Paolo spiega come onorarli e affermarli in modo diverso. I bambini hanno bisogno di istruzioni. Le donne hanno bisogno di sentirsi care. Gli uomini devono guidare.

La sottomissione consiste nel mettere le esigenze degli altri membri della tua famiglia davanti alle tue. Ma la cultura di oggi non attribuisce un valore molto alto agli altri. L'egoismo, le priorità sbagliate e l'esaurimento ci impediscono di coltivare i nostri cuori sottomessi e non ci resta più nulla da dare alle persone che amiamo di più.

  • I genitori indaffarati a volte non hanno il tempo o l'energia per istruire e disciplinare i loro figli, ma è quello di cui hanno bisogno. I nostri bambini contano su di noi per insegnare loro bene o male.

  • I mariti distratti a volte dimenticano di fare le piccole cose (e le cose grandi) per esprimere amore alle nostre mogli. Ma l'amore sacrificale di un marito per la sua sposa è fondamentale per un matrimonio sano.

  • Le mogli esauste a volte prendono decisioni familiari senza alcun contributo dei loro mariti. Sta cercando di gestire una famiglia e non riesce nemmeno ad attirare la sua attenzione. Si sente fuori dal giro e la famiglia perde la sua leadership. E perde il loro rispetto.

Riesci a vedere i benefici immediati del capitolo 5 di Efesini sia per moglie che per marito? Alcuni teologi lo chiamano "sottomissione reciproca". Ad altri non piace quel termine, ma è una parafrasi piuttosto accurata di come la Bibbia descriva un matrimonio riuscito. Si sente rispettato. Lei si sente amata. Entrambi sono alla ricerca del meglio l'uno dell'altro e alla ricerca dell'altro.

Quindi la prossima volta che senti qualcuno che cita Efesini 5:22, ora sei attrezzato per metterti in faccia e dire: “Sai, penso che stai portando quel verso fuori dal contesto. Hai mai letto quel passaggio completo della Bibbia? ”

Porta via

Qualsiasi discussione sulla sottomissione reciproca deve includere il mandato di Genesi 2:24, "E diventano una sola carne". Quando stai cercando il tuo coniuge, stai davvero cercando te stesso. E viceversa.

"Non c'è niente di più ammirevole di due persone che vedono negli occhi la casa come uomo e moglie, confondendo i loro nemici e deliziando i loro amici."

—Homer (IX secolo a.C.)

Articolo tratto da 52 cose che i mariti hanno bisogno delle loro mogli di Jay Payleitner. © 2013, Harvest House Publishers. Usato con permesso.

Jay Payleitner è uno dei principali produttori radiofonici cristiani indipendenti negli Stati Uniti. Ha lavorato su Josh McDowell Radio, Today's Father, Jesus Freaks Radio for the Voice of the Martyrs, Project Angel Tree con Chuck Colson e molti altri. È anche un oratore popolare sulla genitorialità e il matrimonio e autore di oltre una dozzina di libri, tra cui le 52 cose di cui i bambini hanno bisogno da un papà , 52 cose che le mogli hanno bisogno di un marito e 52 cose che i figli hanno bisogno da loro padre ; ha anche creato "The Dad Manifesto". Jay è stato anche regista dell'AWANA, allenatore di wrestling e direttore esecutivo dell'Illinois Fatherhood Initiative; ora collabora con il National Center for Fathering, i cui sforzi promuove e promuove. Lui e sua moglie, Rita, vivono vicino a Chicago, dove hanno cresciuto cinque grandi figli e hanno adorato dieci bambini adottivi.

Articoli Interessanti