Un divorzio di alto profilo

Nel 1995, Charles Stanley, pastore della First Baptist Church di Atlanta e uno dei predicatori più famosi d'America, annunciò che lui e sua moglie di 44 anni si erano separati. Disse alla sua congregazione che, se la separazione si fosse trasformata in divorzio, si sarebbe dimesso immediatamente.

Bene, poche settimane fa, l'altra scarpa è caduta. Stanley annunciò che il divorzio era definitivo, una grande tragedia personale. Ma invece di dimettersi come aveva promesso cinque anni fa, Stanley ha promesso di rimanere pastore senior. Lo ha caratterizzato come "fedele alla chiamata di Dio".

Ho profondo rispetto e affetto per Charles Stanley e so che Dio lo ha usato per raggiungere molte persone per Cristo. So anche perfettamente che, nonostante i loro migliori sforzi, i matrimoni cristiani a volte falliscono, causando un grande dolore per le persone coinvolte. Prego di non essere sincero o troppo duro, ma devo dire quello in cui credo. Purtroppo, penso che Stanley abbia fatto un errore, che avrebbe dovuto mantenere la sua promessa e che avrebbe dovuto dimettersi.

Ciò che rende ancora più irritante è la giustificazione usata dal pastore amministrativo della chiesa per parlare alla congregazione. Rev. Gearl Spicer ha dichiarato: "È mia convinzione biblica, spirituale e personale che Dio abbia posizionato il Dr. Stanley in un luogo in cui il suo dolore personale ha convalidato la sua capacità di ministrare a tutti noi". In altre parole, il divorzio di Stanley gli permette di essere un pastore migliore del suo gregge?

LE NOSTRE CHIESE SONO DIVENTATE COSÌ AFFIDATE AL MANCATO MORALE CHE LO APPROVIAMO?

Questo è puro parlare di Clinton. Quelli di noi che hanno criticato il Presidente per aver cavillato sulle parole per difendere il suo sordido comportamento devono essere imparziale. E ciò che era sbagliato per il signor Clinton è certamente sbagliato per il pastore di una delle principali chiese americane.

Sono stato particolarmente rattristato nell'apprendere che le brave persone della congregazione di Stanley hanno applaudito dopo che Spicer ci ha provato. Le nostre chiese si sono così abituate al fallimento morale da applaudirlo? Se questo è il test per essere un buon pastore, dovremmo anche sostenere i pedofili come pastori in modo che possano entrare meglio in empatia con le persone che commettono abusi su minori? Fino a che punto porti questa assurda discussione?

La decisione di Stanley pone i suoi compagni battisti in una posizione difficile. Nel 1998, la Convenzione generale ha invitato gli Stati a revocare le leggi sul divorzio "nessuna colpa". Eppure ora un ex presidente della Convenzione sta usando queste stesse leggi per garantire il divorzio senza conseguenze.

Se Charles Stanley può farlo, allora come possono i battisti del sud presumere di parlare ai loro vicini della fedeltà coniugale?

Gli effetti di questo caso, vedi, vanno ben oltre la situazione di Atlanta. C'è già una grande resistenza all'insegnamento morale cristiano, e un caso come questo lo rende molto più duro per noi.

Sono certo che c'è un ruolo per Charles Stanley nel mondo cristiano, ma prima ha bisogno di una volta per il pentimento personale e la guarigione. Gli standard biblici per i pastori sono molto alti, e giustamente. Dato il già alto tasso di divorzi tra i battisti, l'ultima cosa che dobbiamo fare è dare un passaggio a uno dei nostri leader, non importa quanto possiamo rispettarlo.

Credo che Charles Stanley sia un bravo e fedele servitore che riconsidererà la sua decisione e, con l'incoraggiamento dei diaconi della chiesa, farà la cosa giusta - il che significa mettere al primo posto l'integrità del messaggio, anche a sue spese personali.

Articoli Interessanti