5 lezioni preziose che ho imparato da un digiuno di 40 giorni

Qualche anno fa mi sono imbarcato in un digiuno di 40 giorni. Ho iniziato il digiuno con un motivo di paure e ansie calmanti, ma ho finito per imparare ancora di più.

Ho bevuto principalmente acqua e succo di frutta, un po 'di latte di mandorle e un po' di brodo leggero. È stato sicuramente un test. I morsi della fame fisica si sono verificati solo durante i primi tre giorni. Dopo ciò, il mio corpo non sembrava più desiderare cibo solido. Ma ciò non significa che sia stato facile. Dopo i primi tre giorni, dovevo ancora affrontare l'abitudine di desiderare cibo durante i pasti e la fame emotiva.

Durante la Quaresima, è un buon momento per pensare a ciò che Dio desidera quando digiuniamo. A volte Gesù ci chiamava a digiunare, anche se non disse che doveva essere durante il periodo quaresimale. Ci ha anche detto di non essere ovvi quando digiuniamo. In altre parole, non andare in giro a vantarti del digiuno o parlarne per avere pietà. Quando rinunci a qualcosa, lascia che sia così che il Signore possa insegnarti qualcosa, non in modo che tu possa vantarti o attirare l'attenzione su di te in alcun modo. Quindi, spero che condividere la mia esperienza non si vanti ma piuttosto condividere ciò che ho imparato per aiutare gli altri.

1. Sostentamento duraturo

Andare senza cibo solido mi ha insegnato a guardare a Dio per la mia forza e il mio sostentamento. Ma soprattutto, mi ha insegnato a guardare a Dio per il mio sostentamento emotivo. Questa è probabilmente la ragione principale per cui Dio vuole che digiuniamo di tanto in tanto, così che impariamo a guardare a Colui che può aiutarci in tutte le situazioni invece di guardare verso qualcos'altro che può solo aiutare momentaneamente.

2. Uno spirito umile

Il digiuno, sia che si tratti di cibo o solo di certe cose, dovrebbe farmi guardare dentro di me. Guarda dentro ciò che mi motiva a fare le cose. Presta attenzione a ciò che mi fa litigare e discutere con altre persone. Nota cosa mi porta alla disarmonia. Di solito ciò che provoca una mancanza di pace nel mio spirito sono i miei desideri insoddisfatti. Uno spirito più umile dovrebbe essere il risultato di un tempo di digiuno. Uno spirito che pone la volontà di Dio al di sopra della mia dove dovrebbe essere e pone ciò di cui le altre persone hanno bisogno davanti ai miei stessi desideri.

3. Una mentalità focalizzata sull'altro

Amare e cercare di capire le altre persone è il secondo più grande comandamento. Cambiare il mio modo di pensare e i miei modi di cercare di mettere i bisogni degli altri davanti ai miei non solo aiuta quelle persone, ma mi aiuta anche. Quando lavoro per curare le ferite di altre persone, anche le mie stesse ferite sono guarite da Dio. Penso che questo sia uno di quei gloriosi misteri delle vie di Dio. Forse l'amore porta con sé un balsamo curativo?

4. Sii fermo e conosci

Durante quei 40 giorni, il Signore ha davvero ripristinato la mia forza. A volte sentivo ancora più energia di quando mangiavo regolarmente. Penso che sia perché quando penserei al cibo, la mia mente passerebbe invece alla preghiera. E la preghiera sembrava ripristinarmi ancor più del cibo. Salmo 42: 1 assunse un nuovo significato: come un cervo ansima per corsi d'acqua, così la mia anima ansima per te, o Dio.

5. Grazia e debolezza

Il mio orgoglio mi ha esortato a lasciare questo paragrafo fuori dall'articolo. In realtà ci sono state tre diverse volte, da qualche parte nel mezzo del digiuno, che sono caduto dal carro. Ho avuto alcuni pezzi di frutta tagliata quando ho incontrato alcuni amici per pranzo un giorno. A una festa, ho mangiato un paio di antipasti. E un'altra volta, ho bevuto un po 'di dieta cola. Tre volte ho sbagliato. Proprio come Pietro, mi sembrava di aver negato il Signore tre volte. Ma ... di nuovo proprio come Peter ... mi sono pentito e mi è stata data grazia e misericordia. I miei errori mi fanno amare ancora di più un misericordioso Salvatore.

Il 41 ° giorno, ho ricominciato a mangiare cibi solidi ed ero pieno di gratitudine perché Dio mi aveva mostrato la sua straordinaria grazia. La grazia e la potenza di Dio mi hanno permesso di finire quell'impresa sentendomi piena.

Hai bisogno di una fresca infusione di grazia? Vuoi realizzare di più dello Spirito di Dio? Vuoi provare più gioia? Un digiuno di qualsiasi lunghezza di qualcosa che significa qualcosa per te può aiutarti. Dio illumina la sua luce sul perché senti di aver bisogno di quella cosa. Il tuo cuore cambierà perché illuminerà i tuoi motivi.

Allora godrai dell'Onnipotente e guarderai a Dio (Giobbe 22:26).

Jennifer Heeren ama scrivere e vuole vivere in modo tale che le persone siano incoraggiate dalla sua scrittura e dal suo atteggiamento. Ama scrivere cose che portino alla gente speranza e incoraggiamento. La sua tazza è sempre almeno mezza piena, anche quando le circostanze non sono ideali. Collabora regolarmente con Crosswalk.com. Vive vicino ad Atlanta, in Georgia, con suo marito. Visitala su www.jenniferheeren.com.

Data di pubblicazione : 10 marzo 2015

Articoli Interessanti