In che modo la fede porta alla fiducia

"Fidati di me con il tuo cuore."

Quelle parole sussurrate al mio cuore continuano a perseguitarmi, e ogni giorno che passa raggiungo una comprensione più profonda e più completa di ciò che Dio intendeva.

Sento che la vita sta andando fuori controllo. La promessa di Dio svanì dalla mia presa in un momento. I miei figli sono costretti a trascorrere gran parte di questa estate lontano da me. Sono spaventato e solo. Il mio cuore viene strappato a brandelli. Non capisco cosa sta facendo Dio.

Ma Dio continua a dirmi che la vita è fuori dal mio controllo, ma certamente non è fuori dal suo controllo. Continua a ricordarmi che le sue vie sono più alte delle mie, i suoi pensieri sono più alti dei miei pensieri (Isaia 55: 8-9). Continua a ricordarmi che quando non riesco a vedere la sua mano, posso ancora fidarmi del suo cuore. Continua a ricordarmi di focalizzare i miei occhi su di lui, di stare fermo e di sapere che è Dio (Salmo 46:10).

Nonostante la paura, il dolore e la solitudine, mi viene in mente che Dio ha sempre uno scopo nel dolore. Nessuna prova è sprecata e se collaboriamo con Dio, le prove producono sempre frutti. Ho implorato Dio di mostrarmi lo scopo di questo dolore, di aprire gli occhi su ciò che vuole in questo momento. E sto cominciando ad avere un senso di anticipazione per quello che sta facendo.

Sto cominciando a vedere che questa prova momentanea - tanto difficile e dolorosa come potrebbe essere in questo momento - è in realtà un set up. Dio sta preparando il terreno per intervenire e mostrarsi potente nella mia vita. Sta preparando il modo di fare cose che solo lui può fare, cose che indirizzeranno gli altri direttamente a lui. Sta lavorando nel mio cuore per sviluppare non solo la fede, ma anche una fiducia in lui anche quando la vita semplicemente non ha senso.

Confida nel Signore con tutto il tuo cuore

e non appoggiarti alla tua stessa comprensione;

in tutti i tuoi modi sottomettiti a lui,

e renderà dritti i tuoi percorsi (Proverbi 3: 5-6).

Dio ha trascorso gli ultimi quattro anni a costruire la mia fede. Il viaggio è stato incredibile! Negli ultimi due anni, in particolare, sono stato allungato oltre ciò che avrei mai immaginato possibile. Mi ha portato in un posto in cui credo davvero che sia in grado di fare al di sopra e al di là di tutto ciò che potrei mai chiedere o immaginare (Efesini 3: 20-21). Mi ha insegnato ad ascoltare la sua voce e a credere a ciò che ha da dire. Sono in un posto dove ascolto i sussurri di Dio, riconosco immediatamente la sua voce e poi cammino nell'obbedienza. E ho un'anticipazione nel vedere Dio mostrarsi.

Ma ora Dio sta passando dall'insegnarmi la fede all'insegnamento della mia fiducia .

Non avevo mai considerato la differenza tra fede e fiducia, ma sto cominciando a capire. La fede è una forte convinzione in qualcuno o qualcosa senza prove logiche. Ma la fiducia è una solida dipendenza dal carattere o dall'integrità di un altro. Ho sviluppato una fede in Dio, una convinzione che sia capace. Ora sta cercando di insegnarmi ad affidarmi totalmente e completamente a lui.

Nelle ultime settimane, il mio mondo è stato scosso quando una promessa a cui mi aggrappavo da due anni sembrava svanire, andarsene, diventare completamente impossibile - umanamente impossibile. Credevo che Dio fosse capace quando sembrava che potesse essere una realtà, quando pensavo di poterlo fare da solo. Ma ora, non posso fare nulla per trasformare questa promessa in realtà. Devo fare pienamente e completamente affidamento a Dio per fare il lavoro.

Sto cominciando a rendermi conto che mi sono appoggiato alla mia comprensione. Per avere piena fiducia in Dio con tutto il mio cuore, devo essere disposto a piegarmi in lui quando la vita non ha più senso. Devo essere disposto a fidarmi di lui quando la vita sta andando fuori controllo, quando tutto il valore è stato strappato via. Devo imparare a fidarmi che Dio è ancora capace quando non lo sono. Devo fidarmi che ogni singolo dolore e prova diventa un martello santo per modellarmi nella sua immagine.

Mentre cammino quotidianamente attraverso il fuoco, vedo quanta opera Dio ha ancora da fare nella mia vita, quanta crescita ho lasciato nelle aree della fede e della fiducia. Voglio davvero essere totalmente devoto a lui, vivere la mia vita in un modo che sfrutti appieno tutta la bontà che ci offre come cristiani. Anche se conosco meglio, voglio avere la vita beata e felice che tendiamo a immaginare.

Ma sto imparando che l'abbondante vita può essere nostra anche quando le circostanze sono contro di noi. Sto imparando a fidarmi che Dio è sovrano e ha uno scopo in ogni dolore. Sto imparando che se cerco la sua faccia in ogni situazione, mi mostrerà quello che ha per me. Sto imparando ad accontentarmi in ogni circostanza. Sto imparando a fidarmi di lui anche quando sembra pericoloso.

Cosa sta facendo Dio? Davvero non lo so. Ma so che vede l'intera immagine, dall'inizio alla fine. Ha ordinato tutti i miei giorni anche prima di prendere il mio primo respiro (Salmo 139: 16). Sono un capolavoro creato da lui per fare buone opere che ha già preparato per me (Efesini 2:10). Sto imparando che può fare qualsiasi cosa e nessun suo piano può essere contrastato (Giobbe 42: 2). Sto imparando ad aspettare il Signore e riporre la mia speranza nel suo lavoro (Salmo 130: 5).

Anche se non riesco a comprendere appieno i suoi modi, anche se non riesco a capire cosa sta facendo dietro le quinte, so che sta prendendo tutto e tessendo in un bellissimo mosaico per il mio bene (Romani 8:28). È il mio Padre che vede e conosce ogni cosa che mi ama così tanto; quindi, posso fidarmi di lui.

Per quanto sia difficile a volte, non è meglio affidare la nostra vita a Colui che può vedere il quadro finito? Non è meglio fidarsi di Colui che ha la prospettiva completa dall'inizio alla fine? Non è meglio lasciarlo combattere le nostre battaglie, fargli capire come finirà il lavoro che ha iniziato?

Sono stanco di combattere. Oggi ho scelto di fidarmi.

Dena Johnson è un'affollata mamma single di tre figli che ama Dio appassionatamente. Si diletta nel prendere gli eventi quotidiani della vita, trovare Dio in loro e impressionarli sui suoi figli mentre si siedono a casa o camminano lungo la strada (Deuteronomio 6: 7). Il suo più grande desiderio è quello di essere un canale di conforto e incoraggiamento di Dio. Puoi leggere altre esperienze di Dena con Great I AM sul suo blog Dena's Devos.

Data di pubblicazione: 15 luglio 2014

Articoli Interessanti