Tutto ciò che fai nella vita dovrebbe essere per la gloria di Dio

Viviamo in un tempo di sovrapposizione tra i secoli. Ciò che un teologo ha chiamato "il tempo tra i tempi". Poiché così tante persone sono cieche alla gloria di Dio, noi, come popolo di Dio, dobbiamo vivere in modo tale che le persone inizino a vedere la presenza e la bellezza di Dio. Ma noti gli esempi di Paul. “Sia che mangi o bevi. . . ”Cosa potrebbe esserci di più banale e banale del mangiare e del bere? E poi Paolo dice "o qualunque cosa tu faccia ". Caspita, quindi non importa cosa facciamo - tutto - la roba più banale e poco importante della nostra vita, dovrebbe essere "per la gloria di Dio".

Quindi la domanda è: come possiamo glorificare Dio con tutte le nostre vite, non solo le cose apertamente "spirituali"? Ma con tutto ciò che facciamo - fino a mangiare e bere?

Per alcune persone, è una risposta facile. Se sei un pastore o un "missionario" o un genitore o un artista o lavori per un'organizzazione no profit basata sulla fede - da qualche parte puoi parlare apertamente di Gesù. Quindi è chiaro.

Ma cosa succede se sei un assistente esecutivo presso una procura? O un meccanico per la tua concessionaria Toyota locale? O un broker assicurativo? Come glorifichi Dio con il lavoro della tua vita?

Bene, ecco la mia opinione: siamo l'immagine di Dio, ricordi? Il nostro compito è rendere visibile il Dio invisibile - rispecchiare e imitare ciò che è simile al mondo. Possiamo glorificare Dio facendo il nostro lavoro in modo tale da rendere visibile Dio invisibile da ciò che facciamo e da come lo facciamo .

Prendiamo ognuno a turno. Prima di tutto, per quello che facciamo. . .

Lo scrittore anglicano John Stott ha affermato che il tipo di lavoro a cui siamo chiamati è: “Il dispendio di energia (manuale o mentale o entrambi) al servizio degli altri, che porta soddisfazione al lavoratore, beneficio alla comunità e gloria a Dio."

Molti di noi ottengono la prima parte di quella definizione: "Adempimento all'operaio" - Idealmente, il tuo lavoro dovrebbe essere una vocazione, una chiamata, un'opera che senti che Dio ti ha fatto fare e che ami. E molti di noi ottengono la seconda parte: "Beneficio della comunità" - dovrebbe rendere il mondo in un posto più simile a un giardino. Ma che dire della "gloria a Dio"? Come lo facciamo?

Bene, se la gloria di Dio è la sua presenza e bellezza, allora, come la vedo io, glorifichiamo Dio rimodellando le materie prime del mondo in modo tale che, per quelli con gli occhi da vedere, la gloria e la presenza di Dio siano rese visibili.

Quando vediamo un'opera d'arte, vediamo dietro l'arte e diamo un'occhiata a come è l'artista.

Allo stesso modo, quando vediamo la creazione, vediamo dietro la creazione e otteniamo un'immagine di come è il Creatore.

In Romani leggiamo: "Dalla creazione del mondo le qualità invisibili di Dio - la sua potenza eterna e la sua natura divina - sono state chiaramente viste, essendo comprese da ciò che è stato fatto, in modo che le persone siano senza scuse".

I teologi chiamano questa rivelazione generale. È l'idea che tutti, ovunque, abbiano almeno qualche rivelazione su chi sia Dio e come sia, semplicemente vivendo nel suo mondo. I romani stanno solo riprendendo la poesia ebraica che abbiamo letto in precedenza: "I cieli parlano della gloria di Dio".

In che modo una stella "parla della gloria di Dio"? È un oggetto inanimato. Non emette suoni, né tanto meno linguaggio: come parla?

Essendo una stella.

In che modo un albero parla della gloria di Dio?

Essendo un albero.

Come parla un leone?

Ruggendo forte.

Come parla un fiore?

Spiegandone il colore ogni primavera.

Quando vediamo il mondo nella forma che Dio intendeva, come dovrebbe essere, Dio ottiene gloria, senza una parola .

Come persone fatte a immagine di Dio, possiamo unirci a lui in questo lavoro creativo in corso. Come suoi partner, possiamo rimodellare le materie prime del suo mondo in modo tale che le persone vedano la bellezza dietro la bellezza.

Non possiamo creare il mondo, ma possiamo rifarlo in un macchiato, un edificio, un'app, un vestito, un libro, un pasto, una scuola, una cura, una canzone, un business o diecimila altre cose in in modo tale che per quelli con gli occhi vedere - l'invisibile presenza e bellezza di Dio siano più che visibili - sono abbaglianti e inevitabili.

Ciò significa che dobbiamo imparare a valutare la bellezza per amore della bellezza. Forse anche per l' amor di Dio .

Forse è per questo che, storicamente, alcuni dei più grandi artisti del mondo sono stati seguaci di Gesù. Avevano una visione così avvincente di Dio che hanno dovuto rimodellare il mondo per aiutare gli altri a vedere chi è e come è. In effetti, la prima volta che leggiamo la frase "riempito con lo Spirito di Dio", è nel libro di Exodu . . .

Quindi la prima persona che è "piena dello Spirito di Dio" non è un profeta, un prete o un re - è un artista. E cosa stava facendo in lui lo Spirito di Dio? Dandogli "saggezza, con comprensione" e "conoscenza" e "tutti i tipi di abilità" per fare arte .

A volte nella nostra ricerca contro l'ingiustizia, l'avidità e lo spreco e nella nostra passione di amministrare la ricchezza dell'Occidente in un modo simile al regno di Dio, è facile reagire in modo eccessivo e svalutare le cose che Dio stesso apprezza, come l'arte o la bellezza. Ma questo è un problema, perché adoriamo un Dio artista.

Come le persone hanno fatto a sua immagine - tutto il lavoro è artistico. Tutto il lavoro è intrinsecamente creativo. Tutto il lavoro - dalla pittura alla genitorialità - sta rimodellando le materie prime del Pianeta Terra in modo tale che sia come Dio intendeva, come dovrebbe essere, tutto ciò che gli umani possono prosperare quando vedono la gloria di Dio.

[Nota del redattore: questo estratto è tratto da Garden City: lavoro, riposo e l'arte di essere umani di John Mark Comer. © 2015 di John Mark Comer. Utilizzato per concessione di Zondervan. www.zondervan.com.]

John Mark Comer è il pastore per l'insegnamento e la visione alla Bridgetown Church di Portland, nell'Oregon, e autore di Garden City: Work, Rest, and the Art of Being Human.

Immagine per gentile concessione : Unsplash

Data di pubblicazione : 9 novembre 2015

Articoli Interessanti