Cosa significa questa benedizione irlandese: "Possa la strada salire per incontrarti

"Possa la strada salire per incontrarti", una benedizione irlandese spesso usata come preghiera, ha viaggiato nei secoli attraverso la composizione musicale, il passaparola e persino un popolare schema a punto croce. Essendo un irlandese decente, una volta l'ho ricamato a punto croce, me stesso. Ho adorato il modo in cui mia nonna si aggrappava alle sue radici irlandesi, tramandando le tradizioni e rintracciando le radici della nostra famiglia in quella prima strada acciottolata in Irlanda. Ma più che radici dell'eredità, questa benedizione collega secoli di coloro che hanno fedelmente appeso alla speranza attraverso la loro fede.

Possa la strada salire per incontrarti.

Che tu abbia sempre il vento in poppa.

Possa il sole splendere caldo sul tuo viso;

le piogge cadono morbide sui tuoi campi e fino a quando ci incontriamo di nuovo,

che Dio ti tenga nel palmo della sua mano.

Storia di questa benedizione irlandese

La benedizione irlandese è una preghiera, originariamente scritta in gaelico. "Possa la strada salire per incontrarti" è in realtà un po 'mal tradotto dalla lingua gaelica originale in cui è stato scritto. "Rise" in realtà si traduce in modo più accurato per "riuscire". Quindi il testo significa: "Che tu possa avere successo sulla tua strada. ”

L'autore della preghiera non è noto con certezza, anche se molti lo attribuiscono a San Patrizio, poiché è simile ai suoi altri scritti.

Si diceva che gli antichi irlandesi apprezzassero profondamente la natura. Forse lo splendido scenario in cui furono benedetti per essere circondati li aiutò a connettersi con Dio e il cristianesimo primitivo. Il vento, il sole e la pioggia sono inclusi in questa particolare benedizione. La letteratura celtica è famosa per l'uso di immagini della natura e della vita quotidiana per parlare di come Dio interagisce con il suo popolo.

Cosa simboleggia il vento?

Sapendo che la prima linea desidera il successo del destinatario della preghiera, l'elemento del vento “alle tue spalle” in questo passaggio potrebbe significare semplicemente una mancanza di difficoltà da affrontare o una sfida da superare. Una strada pianeggiante è più facile da percorrere rispetto a una con pendii o persino pendenze graduali.

Ma i cristiani sanno che non è realistico avere zero ostacoli perché quelli sono spesso i mattoni del carattere e della fede che sperimentiamo che raffinano i nostri cuori durante il nostro viaggio sulla terra. (1Pietro 1: 7)

Uno scrittore ha suggerito che il "vento" può essere paragonato allo Spirito di Dio, che è venuto come un "potente vento" a Pentecoste. In questo senso, lo Spirito Santo è sicuramente con noi nel nostro viaggio.

Cosa simboleggia il sole?

"Possa il sole splendere caldo sul tuo viso", allude alla Misericordia di Dio, e molte fonti hanno fatto riferimento a Luca 1:78:

"A causa della tenera misericordia del nostro Dio, mediante la quale il sole nascente verrà da noi dal cielo." (NIV)

Il "sole arriverà", in questo verso ha radici antiche, secondo la NIV Cultural Backgrounds Study Bible. Può riferirsi alla preparazione di Elia per il Signore, "Ma per te che veneri il mio nome, il sole della giustizia sorgerà con la guarigione nei suoi raggi" (Malachia 4: 2 NIV).

Sapendo che la traduzione esatta della parola "sorgere" è in realtà "avere successo", cosa significano le Scritture che si riferiscono al sole nascente? Forse il sole sorge e lo scopo e l'amore di Dio per noi continuano ogni giorno, indipendentemente da quale sia la nostra percezione di una strada di successo. Dal suo grande amore, il sole continua a sorgere e la vittoria di Suo Figlio ci dà la speranza a cui dobbiamo aggrapparci nel nostro viaggio.

Cosa simboleggia la pioggia?

"Le piogge cadono morbide sui tuoi campi", per un antico contadino irlandese, era un simbolo della disposizione di Dio. Il lussureggiante paesaggio verde non potrebbe esistere senza una costante quantità di pioggia. In questa preghiera, è un promemoria della disposizione di Dio per noi. Siamo annaffiati dalla preghiera e dalle Scritture e forniti da un Dio che conosce i nostri bisogni prima di realizzarli. L'evidenza della sua disposizione è rivelata in natura, la sua creazione.

La benedizione finale

“Possa Dio trattenerti nel palmo della sua mano”. Per una cultura arricchita dalla bellezza della natura che li circondava, forse questo sentimento finale ci riporta alle nozioni ripetute così spesso nelle Scritture, 'Non aver paura' e 'non preoccuparti. ”

“Guarda come crescono i fiori del campo. Non lavorano né ruotano. Eppure ti dico che nemmeno Salomone in tutto il suo splendore era vestito come uno di questi. Se è così che Dio veste l'erba del campo, che è qui oggi e domani viene gettato nel fuoco, non ti rivestirà molto di più: tu di poca fede? ”Matteo 6: 28b-29 NIV

Qual è la storia del cristianesimo celtico?

La parola "celtico" ebbe origine con Edward Lhuydin nel 1707, che coniò la parola per indicare coloro che parlavano la lingua. La cultura celtica includeva Cornovaglia, Galles, Scozia, Irlanda, Bretagna, Patagonia, Nuova Scozia e Isola di Man, con milioni di persone che parlano ancora le quattro lingue celtiche native su sei sopravvissute nella società moderna.

Il cristianesimo celtico "si riferisce ampiamente ad alcune caratteristiche del cristianesimo che erano comuni, o ritenute comuni, in tutto il mondo di lingua celtica durante l'Alto Medioevo", che abbraccia il IV-VII secolo d.C.

Le "città" di St. Patrick "hanno sviluppato un profondo senso di comunità".

I primi storici suggerirono di opporsi alla Chiesa cattolica romana. Si suggerisce che la Chiesa celtica fosse meno autoritaria, più spirituale, più amichevole con le donne e più connessa con la natura; ma gli studiosi moderni affermano che le differenze erano meno teologiche e basate più sulle tradizioni regionali e sulle differenze rituali.

In Irlanda, le "città" di San Patrizio hanno sviluppato un profondo senso di comunità. I ​​monasteri, in cui i monaci e i membri sposati della comunità erano benvenuti a vivere e lavorare insieme e a prestare servizio alla popolazione locale, hanno ispirato la bella creatività, evidenziata dalla ricca arte e meravigliose preghiere letterarie e canti di adorazione. Una fonte suggerisce che questo ha infuso la vita di preghiera dei primi Celti, lasciando dietro di sé parole ispiratrici di cameratismo nella loro ricerca della saggezza di Dio. Un altro ha rivelato che all'arrivo di San Patrizio più radici e lettere latine erano integrato nella cultura.

Come risuona il cristianesimo celtico con il cristianesimo moderno?

"E questo vangelo del regno sarà predicato in tutto il mondo come testimonianza a tutte le nazioni". Matteo 24:14 NIV

La linea di maggior impatto della mia ricerca fu questa: "c'erano cristiani in Irlanda prima dell'arrivo di Palladio nel 431". (Era il noto predecessore di San Patrizio.) Non importa come categorizzassimo il modo in cui adoravano, il Vangelo aveva già raggiunto quelle orecchie, e ancora oggi continua a raggiungere gli angoli più remoti del mondo.

“Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo a tutta la creazione”. Marco 16:15 NIV

Questa ricca verità ci collega con gli antichi cristiani. La cultura di culto celtica considerava fortemente la connessione di Dio e della natura, proprio come leggiamo ancora oggi nelle Scritture.

"... questa preghiera che ha attraversato e sopravvissuto ai secoli ...."

È illuminante ed estremamente toccante sapere che, nonostante le differenze dottrinali che l'umanità ha combattuto e combattuto nel corso dei secoli, preghiere come "May the Road Rise to Meet You" portano in superficie un filo conduttore. Sebbene tecnicamente privo di autore, il nostro autore parla chiaramente attraverso questa preghiera che ha attraversato e sopravvissuto nei secoli, per ricordare che tutti serviamo lo stesso grande Dio.

"Tutto è stato fatto tramite lui; senza di lui non è stato fatto nulla che sia stato fatto. ”Giovanni 1: 3

"Siamo stati tutti salvati per grazia e quindi meravigliati della sua creazione intorno a noi."

Siamo stati tutti salvati per grazia e quindi soggezione della sua creazione intorno a noi. Sia che si tratti della costa irlandese del 4 ° secolo o dell'inconfondibile alba di oggi, restiamo collegati nel corso dei secoli dall'immutabile maestà di Dio e dall'amore per noi attraverso la natura. E le persone sono state commosse e seguite nel corso del tempo.

“Ma chiedi agli animali e loro ti insegneranno, o gli uccelli nel cielo, e te lo diranno; o parla con la terra e ti insegnerà, o lascia che i pesci nel mare ti informino. Quale di tutti questi non sa che la mano dell'Eterno ha fatto questo? Nella sua mano c'è la vita di ogni creatura e il respiro di tutta l'umanità. ”Giobbe 12: 7-10

Fai clic qui per ulteriori benedizioni e preghiere irlandesi.

Per altri versetti sulla natura, clicca qui.

Meg scrive della vita quotidiana nell'amore di Cristo sul suo blog, //sunnyand80.org. È una mamma casalinga, scrittrice freelance, blogger e si prepara a pubblicare il suo primo libro, "Friends with Everyone". Risiede nel nord dell'Ohio con suo marito di undici anni, due figlie e il loro doodle d'oro.

SUCCESSIVO: una potente preghiera per le coppie che pregano insieme

Scelti dall'editore

  • 5 belle lezioni per i genitori che soffrono di depressione
  • 10 cricche che esistono in ogni chiesa


Articoli Interessanti