Che cos'è la salvezza? (Inoltre: perché è necessario e come ottenerlo)

Da bambini impariamo le parole associandole ad altre parole. Da bambino non andavo molto in chiesa, quindi molte delle parole religiose non mi erano familiari. Uno in particolare che mi ha sempre causato confusione era la parola "salvezza". Non era una parola con cui avevo molto a che fare. Mio padre lavorava in un cantiere di recupero . Sembrava abbastanza vicino. Quindi ho pensato che la salvezza avesse a che fare con il pretendere qualcosa che era rotto e incasinato e poi in qualche modo rivenderlo per un po 'di profitto. Ho scoperto che ero abbastanza vicino

Cosa significa salvezza

La definizione più semplice di salvezza deve essere consegnata (o salvata) dal pericolo. La parola prese un po 'più di forma quando ho capito che era collegata al predicatore che ci diceva che dovevamo “salvarci”. Il significato più comune di salvezza è essere salvato da Dio dalle conseguenze del nostro peccato. Ma la Bibbia parla della nostra salvezza in termini un po 'più pieni di un semplice salvataggio dall'inferno.

Quando si pensa alla salvezza, è utile pensare a ciò da cui siamo salvati, da cosa siamo salvati, da chi siamo salvati. È anche utile pensare alla nostra salvezza come un avvenimento passato, presente e futuro.

Da cosa siamo salvati?

La natura stessa della parola salvezza significa che esiste una sorta di condizione minacciosa o mortale dalla quale dobbiamo essere salvati. Da cosa, secondo la Bibbia, siamo salvati?

Ascoltando alcune delle nostre canzoni popolari, detti e persino predicatori, si potrebbe pensare che la cosa principale da cui siamo salvati in questi giorni sia la mancanza di scopo. Altri parlano di salvezza dalla tossicodipendenza o da relazioni infrante. Tuttavia, altri parlano di circostanze difficili in cui ci troviamo di fronte. Mentre la Bibbia parla certamente della redenzione di Dio dall'inutilità, dalla mancanza di scopo e dalla sofferenza, questo non è il problema principale che l'umanità deve affrontare.

Nell'Antico Testamento (OT), la parola ebraica primaria che è tradotta come "salva" o "salvezza" si riferisce spesso alla liberazione in situazioni concrete di vita reale. In 2 Re 19:19 Ezechia prega il Signore per salvarli dagli Assiri. Sebbene ci siano enormi implicazioni spirituali in questo, la liberazione che desidera è principalmente nel presente. Allo stesso modo in Salmo 54: 1 quando David chiede a Dio di salvarlo, pensa soprattutto a essere liberato dalla mano di Saul che lo sta rintracciando. L'Antico Testamento stabilisce Dio come il Liberatore e il Salvatore.

Mentre la parola principale del Nuovo Testamento (NT) per la salvezza indica occasionalmente la liberazione da una minaccia fisica, il significato dominante è la liberazione dalle conseguenze del peccato e dalle grinfie della morte e di Satana. Il tema principale della liberazione nel NT è la liberazione dall'ira di Dio. In 1 Tessalonicesi 1:10 e Romani 5: 9 parlano del nostro essere liberati dall'ira che verrà. John MacArthur riassume bene:

"Il vero problema è il peccato e la colpa. Questo è il problema. Dio ha inviato Gesù Cristo per salvarci dalle conseguenze del nostro peccato, e tutti rientrano nella categoria dei peccatori. Non importa se sei tra i più o il non abbi, che tu abbia grandi aspettative o nessuna, che tu sia consumato dalle tue passioni o mostri un certo grado di autocontrollo e disciplina, sei ancora un peccatore. Hai infranto la legge di Dio ed è arrabbiato per a meno che non succeda qualcosa che cambi la tua condizione, sei sulla buona strada per l'inferno eterno. Devi essere salvato dalle conseguenze del tuo peccato. Queste sono le questioni principali che il Vangelo risolve ".

Vediamo, quindi, che la salvezza parla di ricevere liberazione dal nostro più grande problema; vale a dire, le molte conseguenze del nostro peccato contro un Dio santo. Quindi, come nasce questa salvezza?

Da chi siamo salvati?

In Atti 16:30 un carceriere filippino pone una domanda molto importante. “ Signori, cosa devo fare per essere salvato? ”Gli apostoli non hanno esitato a indicare Gesù Cristo come l'unico mezzo con cui gli uomini saranno salvati. Quelli dell'Antico Testamento guardavano a Dio solo come il loro Salvatore. Questo viene raccolto nel NT quando Gesù Cristo viene indicato come nostro Signore e Salvatore.

Dio è colui che attua la salvezza. Le Scritture indicano chiaramente che la via dell'incredulità è quella di confidare in se stessi o in altre cose per la salvezza. Il Salmo 20 mostra che il modo di credere non è confidare in carri o cavalli ma confidare nel nome del Signore. Siamo quelli che si sono messi nel caos; perciò solo Dio è in grado di salvare. 1 Timoteo 1:15 è chiaro che Gesù venne nel mondo per salvare i peccatori. Questo significa che ogni peccatore, se deve essere salvato, sarà salvato attraverso Cristo.

In cosa siamo salvati?

Qui è dove l'immagine di un cantiere di salvataggio è in qualche modo utile. Quando un cantiere di recupero recupera un'auto distrutta, ne prendono possesso, la cambiano sostanzialmente e la riutilizzano. Sebbene molto meno utilitaristico, questo è vero per i credenti. Alcune persone pensano alla salvezza come a Dio che pulisce le nostre liste, offrendo perdono e dandoci una seconda possibilità. È molto più di questo. La salvezza non viene solo salvata da qualcosa, ma viene anche salvata da qualcuno. Siamo salvati dal peccato e portati a Dio.

Le Scritture parlano dei numerosi benefici della salvezza. Giovanni 8:36 ci aiuta a vedere che siamo stati liberati. Siamo salvati dalla schiavitù e portati in libertà. Romani 5: 1 ci dice che siamo stati salvati dall'ira e portati in pace con Dio. Questi sono solo alcuni esempi. La Bibbia mostra costantemente che laddove un tempo il peccato causava il caos e il disastro, il Vangelo porta vita. Ma di tutti i benefici del Vangelo, il più grande è che ci porta a Dio stesso. Apprezzo queste parole di John Piper:

"In effetti ci sono diecimila doni che scaturiscono dall'amore di Dio. Il vangelo di Cristo proclama la notizia che ha acquistato con la sua morte diecimila benedizioni per la sua sposa. Ma nessuno di questi doni porterà alla gioia finale se non lo hanno per prima cosa ha portato a Dio. E nessuna benedizione del Vangelo sarà goduta da chiunque per il quale il dono più grande del Vangelo non sia stato il Signore stesso ". (Piper, Dio è il Vangelo, 12)

Siamo salvati per una relazione. Dio ha superato i nostri maggiori problemi in modo che potessimo essere messi in relazione con Lui. Questo è il nostro più grande bene. Ma come diventa questo nostro? Tutti sono salvati perché l'opera che Cristo ha compiuto?

Come riceviamo la salvezza?

Quando ho comprato un anello di fidanzamento per mia moglie, non ci ha fatto fidanzare. Dovevo ancora fare la domanda e lei doveva ancora ricevere il mio regalo. Allo stesso modo Cristo ha fatto ciò che è necessario per noi per essere salvati, ma quel dono non è appropriato a parte la fede. Questo è ciò che la Bibbia insegna in Efesini 2. Siamo morti nelle nostre trasgressioni e peccati e Dio ci rende vivi. Quando i nostri occhi sono aperti alla bellezza del Vangelo e alla realizzazione di Cristo, la nostra unica risposta adeguata è rispondere con pentimento e convinzione.

Il pentimento e la convinzione sono in realtà due facce della stessa medaglia. Il pentimento significa che stiamo cambiando idea su Dio e su noi stessi. Stiamo mettendo in atto i nostri sforzi folli per salvarci. Ci stiamo allontanando dall'autosufficienza. Allo stesso tempo ci stiamo rivolgendo a Cristo. Confidiamo che solo Lui è colui che può salvarci. Ci stiamo affidando a lui.

Questo è il motivo per cui la Bibbia dice che è per grazia attraverso la fede (Efesini 2: 8). La fede è semplicemente ciò che ci collega a Cristo. È ciò che protende e afferra il lavoro di Cristo. E, come è stato spesso detto, una fede debole è in grado di afferrare un Cristo forte. L'aspetto più importante del nostro pentimento e della nostra fede non è la sua stessa veridicità. L'aspetto più importante del nostro pentimento e della nostra fede è il suo oggetto. Quando riponiamo la nostra fede e fiducia in Cristo, la Bibbia dice che siamo salvati. " Chiunque invocherà il nome del Signore sarà salvato ", Gioele 2:32 (Atti 2:21 e Romani 10:13).

Passato presente futuro

L'ultima cosa da notare sulla salvezza è che la Bibbia ne parla in termini passati, presenti e futuri. Cristo è morto nella storia per nostro conto. Quindi c'è un senso nel quale possiamo dire con Paolo: " Ci ha salvati " (2 Timoteo 1: 9). C'è un altro senso in cui siamo salvati. La salvezza ha un impatto sul presente. Siamo ancora in procinto di essere salvati. Questo è il motivo per cui 1 Corinzi 1:18 parla di coloro che vengono “salvati”. Vediamo anche una componente futura della nostra salvezza. Romani 5: 9 dice: " saremo salvati ".

Questo non vuol dire che non c'è sicurezza nella salvezza. Il filo conduttore in tutti questi tempi di salvezza è l'unione con Cristo. È qui che riposa la nostra speranza di salvezza. O siamo in unione con Cristo o non lo siamo. Ogni volta che penso di stare davanti al Signore dell'Universo mi vengono in mente queste parole toccanti di Mark Dever:

"Un cristiano, quindi, sa che se dovesse morire stanotte e stare davanti a Dio, e se Dio dovesse dire: 'Perché dovrei lasciarti alla mia presenza?' il cristiano direbbe: "Non dovresti lasciarmi entrare. Ho peccato e ti devo un debito che non posso rimborsare". Ma non si fermerebbe qui. Continuerebbe, "Eppure, a causa delle tue grandi promesse e misericordia, dipendo dal sangue di Gesù Cristo versato come un sostituto per me, pagando il mio debito morale, soddisfacendo le tue esigenze sante e giuste, e rimuovendo la tua ira contro il peccato! '" Mike Leake è il pastore capo dell'FBC Marionville a Marionville, Missouri. Attualmente sta perseguendo il suo M.Div. al Southern Baptist Theological Seminary. Mike è sposato con Nikki e hanno due figli, Isaiah e Hannah. Puoi seguirlo su Twitter @MikeLeake. Credito fotografico: Unsplash / Radu Florin

Questo articolo fa parte della nostra più ampia libreria di risorse di termini importanti per la fede cristiana. Dal paradiso e dall'inferno, alla comunione e al battesimo, vogliamo fornire articoli di facile lettura e comprensione che rispondano alle tue domande sui termini teologici e sul loro significato.

Cos'è la bestemmia e perché è così mortale?

Che cos'è l'eresia?

Il frutto dello spirito: che cosa sono?

10 cose da sapere sul parlare in lingue

Cos'è la decima?

Che cos'è il sabato ed è ancora importante?

Heaven - Com'è, dov'è?

Inferno - 10 cose che dovresti sapere

Battesimo: cosa significa e perché è importante?

Comunione - 10 cose importanti da ricordare

La Trinità - Spiegazione di Padre, Figlio e Spirito Santo

Armatura di Dio: cos'è e come si usa

Che cos'è Agape Love?

Che cos'è la salvezza?

Lo spirito Santo

Che cos'è il peccato?

SUCCESSIVO: Come essere il cristiano più perfetto del mondo

Scelti dall'editore

  • 5 belle lezioni per i genitori che soffrono di depressione
  • 10 cricche che esistono in ogni chiesa


Articoli Interessanti