Fiorente nonostante un matrimonio difficile

NOTA DELL'EDITORE : Quello che segue è un estratto di Thriving Nonostante un matrimonio difficile di Michael Misja e Chuck Misja (NavPress Publishing)

Parte 1: matrimoni difficili

Quando il divorzio non è un'opzione

Tre percorsi per matrimoni difficili

Tuttavia, ciò dovrebbe avere problemi. - 1 Corinzi 7:28, KJV

Il divorzio non è un'opzione, quindi la miseria sembra inevitabile. Non sta funzionando. Niente sta cambiando. Non importa quello che fai, non importa quello che dici, non lo capisce. Nonostante tu faccia tutto ciò che ti ha chiesto, è ancora arrabbiata e distante. La speranza ha portato l'ultimo treno fuori città e ti aspettano giorni difficili.

Va mai bene rinunciare al tuo matrimonio?

Sei dove pensavi che non saresti mai stato. Pensavi che se avessi fatto la cosa giusta, sai, hai seguito le regole e tutto il resto, il tuo matrimonio avrebbe funzionato e saresti stato felice. Per sempre felici e contenti. Si, come no. Nessuno ti ha detto che saresti stato miserabile come te. Il viaggio del matrimonio è difficile, vero? Hai iniziato bene, ma ora vivi con il cuore spezzato, ti senti intrappolato in un matrimonio difficile senza speranza e non vuoi nemmeno iniziare a pensare al futuro. Quale futuro? Ogni mattina ti svegli incredulo e ogni notte vai a letto nella disperazione. Questo è il mio matrimonio? È davvero arrivato a questo?

Non è che non ci hai provato, vero? Sei andato ai seminari che insegnano principi e tecniche utili su come costruire un matrimonio forte. Le idee che hai imparato ti hanno dato molto senso e sembrava che il tuo matrimonio fosse diretto nella giusta direzione. Hai anche avuto alcuni momenti caldi con il tuo coniuge che ha fatto sembrare che le cose sarebbero andate diversamente. Ma sei stato semplicemente preso in giro con la speranza perché nulla è cambiato davvero. Due mesi, settimane o addirittura giorni dopo la conferenza matrimoniale tornerai agli stessi vecchi schemi. Il battibecco e la freddezza sono tornati e ti senti più scoraggiato che mai. Non puoi fuggire dalla realtà che il tuo matrimonio è vuoto.

Se sei abbastanza forte da guardare oltre il tuo dolore, in fondo a te stesso, ciò che ti disturba di più è ciò che sta accadendo al tuo cuore. Ogni tanto, quando guardi quello sguardo onesto, sei sconvolto dai pensieri oscuri e selvaggi che hai. Non hai mai pensato di poter avere pensieri così brutti sulla tua "amata". Il tuo cuore è inquinato dall'amarezza o si indurisce con disprezzo compiaciuto per il tuo coniuge. Potresti anche essere così solo e vuoto che ti stai permettendo di essere attratto da qualcun altro. Quindi non solo il tuo matrimonio è in cattive condizioni, ma anche il tuo cuore è un disastro.

D: "Tutti mi dicono che dovrei restare lì dentro e credere che se mi fido e faccio quello che dovrei, il mio matrimonio cambierà. Voglio urlare, 'Non capisci! Nulla aiuta. Perché dovrei continuare a provare? '"

Va mai bene rinunciare al tuo matrimonio? Molte persone la pensano così. I combattimenti, il gioco o la solitudine hanno distrutto la relazione e prima o poi un coniuge decide di uscire mentre lui o lei ha ancora un po 'di rispetto per se stessi. Quindi la coppia divorzerà. Alcune coppie lo fanno legalmente, ma molti altri divorziano emotivamente, rimanendo sposati mentre vivono vite separate e distanti. Ad ogni modo, il matrimonio è finito. Altri che sono in un matrimonio distruttivo e disordinato stanno insieme e lo combattono come due combattenti intrappolati in un combattimento in gabbia da maratona, graffiando e artigliando fino a quando nessuno dei due è rimasto in piedi. Non divorziano, ma sanguinerebbero molto meno se lo facessero.

D: "Non ha senso ammettere che la mia relazione non può essere risolta ed è meglio tagliare le mie perdite ed eseguire?"

Abbiamo parlato con centinaia di coppie che hanno lottato in matrimoni difficili. Questa è una domanda difficile e sincera che molte persone ci fanno regolarmente. Come psicologi cristiani, crediamo in una risposta difficile, anche se spesso impopolare: a meno che non ci sia un modello di abuso o immoralità immutabile, la risposta è "No, non è meglio rinunciare al tuo matrimonio". Invece, non mollare mai, non mollare mai, non smettere di pregare e cercare un modo per cambiare il tuo matrimonio. I miracoli accadono, le persone cambiano e, inoltre, non sai cosa Dio ha pianificato per il tuo matrimonio. Inoltre, non puoi rinunciare al tuo matrimonio senza tradire il tuo cuore. Nella parte migliore del tuo cuore, spererai sempre che l'amore ritorni in vita e il tuo matrimonio migliorerà.

D: "E se così non fosse? Non riesco a immaginare di perdere ancora più anni nel tentativo di risolvere questa debacle solo per finire ancora più miserabile di quanto lo sia ora. Se rinunciare al mio matrimonio non è un'opzione, allora dovrei provare ancora di più? "

Provare di più sembra avere senso. Dopo tutto, ti è stato insegnato a credere che tutto può essere risolto attraverso la preghiera, il duro lavoro e la determinazione. Quindi perché non scavare, fare quello che dovresti fare e lavorare ancora di più per portare il tuo matrimonio in pista? Un altro seminario, CD, sessione di preghiera - ci deve essere qualcosa che puoi trovare che cambierà il tuo matrimonio. "Ma", ti dici, "l'ho già fatto tutto prima e ho ottenuto lo stesso triste risultato: nulla cambia davvero". Sei stanco, frustrato, diventi cinico e sospettoso di eccitarti per un nuovo libro o insegnare sul matrimonio, temendo di finire ancora più disilluso.

D: "Stai dicendo che dovrei iniziare a pensare che il mio coniuge non cambierà mai e iniziare ad accettare che il mio matrimonio possa essere sempre difficile?"

Assolutamente! La realtà è che alcuni coniugi non cambiano mai e alcuni matrimoni non migliorano. Anche se non puoi mai rinunciare alla speranza, non vuoi continuare a sbattere la testa contro un muro di mattoni cercando di riparare qualcosa che non verrà risolto. C'è un momento in cui dovresti accettare che il muro è lì e che non hai modo di abbatterlo. Potresti essere in un matrimonio difficile che probabilmente non migliorerà e, se non sei saggio, potrebbe distruggerti.

D: "Okay, se non riesco a rinunciare al mio matrimonio e cercare di risolverlo non cambia nulla, quali opzioni ho?"

A volte le persone hanno bisogno del permesso di riconoscere ciò che è vero sul loro matrimonio - che potrebbe non avere mai un lieto fine o una risoluzione soddisfacente. Delusione, vergogna e inferiorità dominano lo spirito dell'individuo che non riesce a risolvere le difficoltà di un matrimonio imperfetto. Vivono spesso vite di sconfitta, vuoto e disperazione spirituale. Ma non deve essere così. È possibile diventare attrezzato per prosperare nonostante la mancanza di speranza nel tuo matrimonio. La maggior parte degli insegnamenti sul matrimonio afferma che se si praticano determinati passaggi o tecniche, si otterrà un matrimonio felice e appagante. L'apprendimento delle abilità relazionali e l'applicazione dei principi spirituali sono offerti come soluzioni che ripareranno qualsiasi matrimonio. Eppure realisticamente, molte persone hanno lavorato duramente al loro matrimonio con pochi cambiamenti. Le persone hanno bisogno di un altro modo di vedere la propria situazione per trovare un diverso tipo di speranza.

Cristiani e "Grandi matrimoni"

D: "Ma i cristiani non dovrebbero avere grandi matrimoni?"

In un certo senso crediamo che l'attuale cultura cristiana evangelica offra un disservizio alle coppie sposate senza saperlo. Vedete, siamo coinvolti in una cultura che crede davvero che qualsiasi ostacolo possa essere superato. Possiamo avere successo in qualsiasi cosa facciamo solo se preghiamo, ci impegniamo e spingiamo verso i nostri obiettivi. Riconosciamo la lotta e ne parliamo come parte della vita cristiana. Potremmo leggere il libro di Geremia e riconoscere che le cose non sono migliorate per il profeta sofferente, oppure possiamo piangere con compassione quando sentiamo storie di persecuzioni sul campo di missione. Eppure quando incontriamo un lottatore nelle nostre chiese, siamo spesso impazienti e compiaciuti.

Pensiamo, dai, superalo. Hai tutte le cose che ti servono per metterle insieme, quindi smetti di lamentarti e sii felice . Ciò è particolarmente vero con la nostra comprensione del matrimonio. Coloro che affrontano prove nei loro matrimoni sono visti come se avessero qualcosa di sbagliato in loro, mentre quelli che hanno matrimoni che sembrano funzionare hanno una maggiore maturità spirituale. Molte coppie imparano a essere disoneste su ciò che sta realmente accadendo nei loro matrimoni perché nessun altro sembra lottare e lottare tanto quanto loro. Se parlano dei loro problemi, hanno paura che gli verrà offerto un altro libro sul marito devoto o sulla moglie serva. Queste coppie sentono spesso che se continuano a lottare, sarà ovvio a tutti che semplicemente non stanno applicando i principi di Dio al loro matrimonio. Così imparano a mettere su un bello spettacolo e nascondono la verità che stanno solo passando, cercando di sopravvivere in un matrimonio doloroso.

Alcuni matrimoni maturi derivano da due persone che sviluppano le capacità e l'altruismo necessari per affrontare le difficili questioni della loro relazione. Questi matrimoni sono il risultato di un lavoro onesto e di un amore sacrificale e sono pieni di trasparenza, umiltà e onestà. Hanno, infatti, una profondità di maturità che funge da modello positivo. Altri matrimoni tenuti come modelli di maturità possono coinvolgere persone con cui è facile andare d'accordo, che si adattano bene l'una all'altra. Come ci ha detto un pastore, "Capisco i matrimoni difficili e provo compassione per le coppie che soffrono. Ma non riesco a relazionarmi perché mia moglie è così aperta con me. Non devo lavorare sodo per farlo - l'amore mi trabocca semplicemente dal mio cuore."

Le persone in relazioni senza conflitti sono spesso felici di seguire il flusso. Queste persone possono essere facili da amare o considerate persone a bassa manutenzione. Possono vedere il bicchiere mezzo pieno e con la loro personalità positiva non vengono mai trascinati in conflitti spiacevoli. Le loro buone relazioni potrebbero non essere il risultato di un attento lavoro sulle difficili questioni del matrimonio, ma il prodotto di uno stile di personalità accomodante. Questi individui hanno spesso matrimoni fluidi e di bell'aspetto. Ma incontriamo confusione quando sosteniamo i matrimoni con persone semplici e di bassa manutenzione come modelli per relazioni sante e mature.

I matrimoni tra due anime assetate e appassionate che sono egoisti per natura tendono ad avere conflitti e problemi. Le persone sono complesse. Molte persone che sono considerate ad alta manutenzione possono essere difficili da amare. Le persone ad alta manutenzione sono spesso difficili nei loro stili di personalità e una sfida da affrontare. Sono troppo sensibili e notano ogni minimo, o sono testardi, insensibili e inconsapevoli dei loro effetti dolorosi sugli altri. Possono essere drogati esigenti, bisognosi, lunatici, insicuri, sempre scontenti, annoiati o adrenalina.

Alcuni coniugi ad alta manutenzione possono anche essere una sfida perché non si accontentano dell'ordinario; desiderano molta interazione e esauriscono i loro compagni con la loro passione per la vita. Tuttavia, in realtà, gli altri sono persone poco gentili e non amorevoli. Possono essere visti come coniugi distruttivi. Se sei una persona simile o sei sposato con una persona simile e desideri un matrimonio senza stress, potresti essere continuamente frustrato.

Le Scritture ci insegnano che il matrimonio è intrinsecamente difficile. Se pensiamo al rapporto tra Dio e il popolo ebraico come un matrimonio, allora vediamo Dio affrontare un coniuge difficile e controverso in un matrimonio difficile pieno di tragedia e angoscia. Cristo, lo sposo, era un uomo pieno di dolore e sofferenza (vedi Isaia 53) e subì un brutale rifiuto da parte della sua "amata". Le difficoltà tra Cristo e la sua sposa (la chiesa) erano così gravi che era necessaria la sua morte per rendere possibile la loro relazione. Cristo conosceva la difficoltà del matrimonio.

Ad esempio, in Matteo 19 Cristo dà la sua comprensione:

I discepoli di Gesù obiettarono [alle sue parole], "Se quelli sono i termini del matrimonio, siamo bloccati. Perché sposarsi?"

Ma Gesù disse: "Non tutti sono abbastanza maturi per vivere una vita coniugale. Richiede una certa attitudine e grazia. Il matrimonio non è per tutti. Alcuni, a quanto pare dalla nascita, non danno mai un pensiero al matrimonio. Altri non vengono mai invitati o accettati E alcuni decidono di non sposarsi per ragioni del regno. Ma se sei capace di crescere nella grandezza del matrimonio, fallo. " (Matteo 19: 10-12, MSG)

Gesù ha chiarito che il matrimonio sarebbe costoso e richiederebbe molto. I discepoli pensavano come noi Non ha senso sposarsi se non sei felice. Gesù sfidò il loro pensiero e disse loro che il matrimonio non era per i fragili. L'infelicità non è la base per porre fine al matrimonio . Ha infranto il loro pensiero che il matrimonio non valesse il tempo e lo sforzo se non si traducesse in felicità.

I matrimoni difficili sono più la norma che l'eccezione. Questo è ciò che Paolo disse quando scrisse che avremmo dovuto affrontare molti problemi nel matrimonio (vedere 1 Corinzi 7:28). La parola guai è resa come tribolazione in altri luoghi. Una comprensione letterale è che coloro che sono sposati subiranno gravi tribolazioni. L'idea che tutti i problemi e le lotte possano essere eliminati dal matrimonio non è biblica. Le coppie sposate sono alla disperata ricerca di qualcuno che riconosca che per loro va bene avere continue lotte.

Q: "Vuoi dire che posso avere una vita anche se non risolvo tutte le cose tra me e il mio coniuge? Il mio difficile matrimonio non mi rende il fallimento del secolo? Non sono la Wicked Witch of the West perché a volte vorrei non essermi sposato? "

Molte persone che raccomandiamo credono di essere fallimenti e dispiacere a Dio perché il loro matrimonio è travagliato. Molti soffrono già abbastanza e non hanno bisogno di provare vergogna e senso di colpa inutili. A volte è difficile accettare che tu possa essere integro anche se il tuo matrimonio non lo è. Parte della ragione di ciò è che la maggior parte delle persone non ha una comprensione di come vivere in un matrimonio difficile.

Speranza

Visitare Dom nel reparto oncologico è stato più difficile di quanto immaginassi (Mike). Appena scesi dall'ascensore, riconobbi i messaggi contrastanti trasmessi dalla sala. Immagini luminose e allegre furono pubblicate accanto a una porta chiusa con il messaggio cupo, "Radiazioni in uso. Nessun visitatore." L'ospedale fece dei tentativi di comunicare che la vita era buona mentre l'odore della morte e della decadenza era inevitabile.

Quando vidi Dom trascinarsi per il corridoio, il suo corpo fragile e gli occhi senza vita mi riportarono indietro di sedici anni in un altro reparto di cancro. Gli occhi che mi perseguitavano allora erano quelli di nostro fratello minore.

Mark aveva ventotto anni quando il cancro gli rubò la vita dal corpo. I cuori della mia famiglia furono schiacciati durante la sua battaglia. Abbiamo pregato, sperato e implorato Dio di restaurare la sua vita mentre vedevamo la morte invadere più intensamente ogni giorno che passa. Abbiamo cercato di mantenere la speranza mentre lo vedevamo combattere per la vita con una profondità di integrità e passione che desidero ardentemente conoscere.

Eppure sapevamo che stavamo perdendo un figlio, un fratello, uno zio, un santo. Non sarebbe più con noi. Cosa puoi sperare di fronte a una diagnosi terminale?

Penso che le persone possano riconoscere quando una battaglia è andata persa. Chuck e io abbiamo sperimentato questo nel reparto dei tumori con la scomparsa fisica di nostro fratello, ma l'abbiamo anche visto molte volte nella stanza dei consulenti. Un cancro fisico porta spesso un cuore nell'abisso della disperazione nello stesso modo in cui un matrimonio difficile può produrre una morte emotiva e spirituale nel cuore. Il cancro del cuore non è il dolore della solitudine e del dolore tanto quanto lo sono le energie stridenti di "amarezza, irascibilità, rabbia, forti litigi, maledizioni e odio" (Efesini 4:31, GW). Purtroppo, molti cuori diventano cancerosi e perdono la gioia della vita quando conquistati da un matrimonio difficile. Vogliamo affermare ciò che molti sanno ma pochi riconoscono: il dolore in un matrimonio difficile può essere angosciante. A dire la verità, a volte il dolore della morte è più gestibile della perpetua distruzione di un cuore in un matrimonio distruttivo. Ma per prosperare, la battaglia che devi combattere implica impedire che il dolore si trasformi in un cancro famelico che distrugge il tuo cuore e ti impedisce di amare bene.

La nostra passione come consulenti matrimoniali è quella di comunicare a coloro che si trovano in un matrimonio difficile che, sebbene possa sembrare, non sei nel reparto dei tumori. Gli occhi vuoti associati alla disperazione possono essere riempiti di vita. Le fragili spalle che ora comunicano che la forza è stata esaurita un giorno possono trasudare potere. E la voce amara può perdere il suo tono cinico e ricominciare a ridere. La vita non è finita se il tuo matrimonio sembra la morte di una malattia orribile. Non avrai il cancro terminale se scegli di prosperare nonostante il dolore. La gioia è possibile. Nostro fratello Mark ci ha insegnato questo. Anche quando la vita gli veniva rubata dal corpo, il suo cuore prosperava in modi che lo inducevano a superare il suo dolore. Dio lo ha raffinato nel fuoco. Ciò che il nemico non poteva mai togliergli era la speranza. Mentre desiderava sempre la guarigione fisica, scoprì la speranza in un buon Dio che trascendeva il suo bisogno di una cura dal cancro. La sua speranza in un Dio potente e amorevole, che gli avrebbe dato il coraggio di affrontare il suo dolore e gli avrebbe offerto la promessa che tutto andava bene nonostante il cancro, si traduceva in un cuore trasformato e in una gioia che poteva essere vista nei suoi occhi penetranti, nelle sue finestre anima estatica. Il nemico aveva perso la battaglia. Come ci dice la Scrittura, "Il ladro viene solo per rubare, uccidere e distruggere. Sono venuto perché abbiano la vita e l'abbiano in abbondanza" (Giovanni 10:10).

Dave e Patty

"Sei la nostra ultima speranza. Faremo un altro tentativo. Se non puoi sistemarci, divorzeremo." Dave e Patty si sedettero cupamente di fronte a me (Mike) sul mio divano rosso logoro. La tensione nella stanza rivelava il dolore che la coppia portava nei loro cuori. Desideravano il sollievo dall'agonia di un matrimonio che feriva continuamente le loro anime e non offriva speranza per il futuro.

Ho iniziato la sessione rivolgendomi a loro onestamente, "Dave e Patty, hai già consultato e sei in una buona chiesa, ma nulla ha aiutato. Lascia che ti chieda entrambi, cosa farebbe la differenza in modo che tu potresti sperare che il tuo matrimonio cambierebbe in meglio? "

"Non ho molte speranze", ha detto Patty. "Sono disposto a cambiare, ma non lo è. So che se smettesse di essere così arrabbiato, la vita sarebbe molto meglio. Odia il mondo - e io. Niente che faccio gli fa piacere. Io ' ho provato a dirgli quanto sia difficile vivere con lui, ma non lo capisce. Si preoccupa solo di se stesso. "

"Mi biasimi sempre, come se tu fossi la grande donna cristiana, e io non sono niente. Ho fatto molti cambiamenti e cosa ottengo? Sai, solo una volta vorrei tornare a casa dal lavoro e pensi che tu fossi davvero felice di vedermi. Solo una volta! Se ti comportassi come una moglie per un cambiamento e non fossi così freddo e giudizioso, non guardarmi così, sai cosa intendo. non eri una principessa del ghiaccio, forse non sarei così arrabbiato! Qualunque cosa ... "

Mille pensieri mi attraversarono la mente. Dovevano imparare a parlare in modo costruttivo. Un libro sul perdono sarebbe utile. La consulenza individuale per la gestione della rabbia potrebbe funzionare. Mi chiedevo se avrebbero mai pregato insieme. Sapevano come alleggerirsi e divertirsi in coppia? Forse l'abuso sessuale era nel suo passato. Ha un problema con l'alcol? Avevano mai avuto un buon insegnamento biblico sui ruoli che un marito e una moglie assumono nel matrimonio? Oppressione dei demoni? Comprendono i loro bisogni, paure, egoismo e desideri? Che ne dici di quell'intenso ritiro coniugale di cui ho appena letto? Libri, seminari, Scritture e serie di CD sono stati recuperati dalla biblioteca della mia mente. Tutto bene, tutto utile. Ma ho preso una strada diversa.

Mi chiedevo se una qualsiasi di queste strategie avrebbe aiutato Patty e Dave a abbandonare i loro schemi distruttivi e trovare gioia nel loro matrimonio. Le energie di Patty e Dave erano focalizzate sul biasimarsi per i loro problemi. Come potrei aiutarli se il loro matrimonio fosse rimasto difficile e fonte di dolore continuo? Ho rivisto due percorsi spesso seguiti quando si trattava di un matrimonio difficile. Né il percorso "Happily ever After" né il percorso "Noble Misery" hanno mostrato un modo per trovare appagamento e gioia quando si deve vivere in un matrimonio doloroso e difficile. Mi sono quindi chiesto se Dio avesse un modo per aiutare le persone a prosperare nonostante affrontasse un futuro in un matrimonio travagliato. Mentre continuavo a porre questa domanda e ho lavorato con Chuck e altri consiglieri e amici maturi, il percorso "Thriving Nonostante" è diventato chiaro. Discutiamo i primi due percorsi e poi diamo un'occhiata a un nuovo percorso, "Thriving Nonostante".

Per sempre felici e contenti

Abbiamo tre opzioni per affrontare i matrimoni in difficoltà nella chiesa. Il primo è lavorare sodo per avere un matrimonio vincente seguendo il modello "Happily ever After". Alcuni suggeriscono che ogni matrimonio può essere risolto e riempito di profonda soddisfazione trovando i giusti principi o abilità, o quella che potrebbe essere chiamata "ingegneria" della relazione. Il mito è che una risoluzione positiva e permanente è disponibile per tutti i problemi trovando la giusta ingegneria. In una società tecnologica orientata al successo, capace di fare, spesso riduciamo i problemi complessi in un elenco di comportamenti e atteggiamenti giusti e sbagliati. Questo elenco è composto da una serie di passaggi pratici che, se seguiti correttamente, risolveranno i problemi. Li vediamo come il "come fare", o l'ingegneria della vita. In nessun luogo questo è più vero che nella nostra comprensione di come funzionano i buoni matrimoni. Ma trovare e impegnarsi nella giusta ingegneria non può garantire un grande matrimonio. Fai attenzione agli scrittori e ai relatori che sono "motivatori del matrimonio" e garantiscono il successo a coloro che applicano i loro strumenti rivoluzionari.

La verità è che la maggior parte delle coppie può arricchire i loro matrimoni lavorando sodo su di loro e sviluppando forti capacità relazionali. La comunità cristiana ha innumerevoli risorse per matrimoni travagliati o buoni matrimoni in cui la coppia vuole migliorare. Nella nostra pratica di consulenza siamo continuamente alla ricerca delle migliori tecniche per aiutare le coppie in difficoltà. Per fortuna, molte di queste tecniche e abilità hanno migliorato notevolmente i matrimoni. Amiamo raccontare e ascoltare storie di coppie che hanno cambiato il loro matrimonio imparando a vicenda il linguaggio dell'amore, imparando a controllare le proprie emozioni negative o approfondendo la comprensione dei bisogni reciproci. Vediamo coppie che si tengono per mano in chiesa e sorridono perché tutto va bene. Ma quelli i cui matrimoni rimangono difficili prendono a calci se stessi (o i loro coniugi) e sprofondano nella disperazione quando vedono queste coppie felici. Il modello "Happily ever After" presenta alcuni problemi significativi.

In primo luogo, mentre tutti desiderano essere felici, questo non è uno scopo biblico per il matrimonio. Il matrimonio può contenere periodi di grande felicità, ma Dio non promette una vita di felicità continua. Ciò che promette è una vita di pace, appagamento, gioia, appagamento e molte altre cose, ma non la felicità perpetua. Dovremmo cercare la felicità se abbiamo un bambino malato terminale? Sebbene possiamo essere gioiosi o contenti, vedi che il desiderio di felicità non si adatta alla situazione? Stiamo aspettando di essere convinti che Cristo fosse felice sulla strada del Getsemani. Ha provato molte emozioni mentre amava nel modo più profondo immaginabile, ma è dubbio che fosse felice. L'idea che la felicità sia il bene più grande e la misura ultima del benessere è un concetto completamente secolare e dimostra un profondo fraintendimento dell'intenzione di Dio per la vita da questa parte dell'eternità.

In secondo luogo, alcune persone non si assumono mai la responsabilità del loro comportamento. Fanno pagare ai loro coniugi una vita di infelicità. C'è un grande potere nel ruolo di una vittima e alcuni sposi useranno il loro ruolo di vittima come stile di vita. Spostamento della colpa, negazione, distorsione, menzogna e razionalizzazione sono alcuni dei modi in cui viene evitata la responsabilità. Siamo tutti egoisti e noiosi. Molti coniugi che si sentono trattati ingiustamente sono semplicemente induriti e non accessibili. Non guarderanno mai la loro parte nelle difficoltà coniugali. Se entrambe le persone non si assumono la responsabilità per la loro parte dei problemi nel loro matrimonio, la piena intimità e guarigione non sono possibili.

Terzo, alcune persone non sono facili da convivere. Molti coniugi sono spiacevoli e non sono suscettibili di cambiare. I coniugi difficili vanno da "buoni ma imperfetti" a "cattivi e distruttivi". Ad esempio, vivere con un coniuge malato fisicamente o emotivamente è difficile. Il matrimonio con una persona odiosa che cerca continuamente di buttarti giù è come cercare di sopravvivere sul campo di battaglia senza avere una pistola. Insistere sul fatto che si debba avere un matrimonio felice e per sempre con un coniuge difficile è come aspettarsi che il cibo in decomposizione sia in grado di nutrire il proprio corpo.

Nobile miseria

La seconda scelta che abbiamo per sopravvivere in un matrimonio difficile è vivere in "Nobile miseria" e soffrire in miseria poiché il divorzio non è un'opzione. Devi minimizzare le lamentele e fare del tuo meglio per sopravvivere al caos in cui ti sei impegnato. Molte persone che leggono questo libro vivono in matrimoni dolorosi che promettono poco o niente per la guarigione. Per motivi di impegno, figli o finanze, il divorzio non è considerato un'alternativa. Quando ti trovi di fronte alla realtà di vivere con un coniuge che ha causato o sta causando un dolore enorme, potresti non solo sperimentare la disperazione, ma potresti essere sulla strada della depressione clinica. Il martire o la vittima perpetua si trascina con nobiltà e fragilità spirituale. Consegnato a una vita di miseria, il coniuge sofferente prega per la forza di resistere. Mentre abbiamo la più grande compassione per qualcuno in questa situazione, il modello "Noble Misery" ha diversi difetti.

Primo, nessuno deve vivere come una vittima. Come vedremo, vivere come una vittima può essere distruttivo per sé e per gli altri. Puoi scegliere di attingere la tua energia dal tuo dolore o dalla speranza che Dio ripone in te. La vita è possibile anche se sei stato ferito o ferito nel tuo matrimonio. Anche qualcuno che è stato veramente vittimizzato ha la possibilità di non vivere come vittima.

Secondo, un coniuge non può essere la tua unica speranza per un'esistenza significativa. Se questo è vero, allora il tuo coniuge è diventato un idolo e non un coniuge. Vivere come una persona sconfitta nella nobile miseria ti tiene legato al tuo coniuge come unica speranza. Mentre un buon matrimonio può offrire molta gioia, Dio offre alla vita una soddisfazione significativa in molte aree diverse dal matrimonio. Imparare a rispondere alle difficoltà coniugali con forza e coraggio può fornire soddisfazione anche se il coniuge non accetterà il tuo amore. Rifiutare di prosperare perché il coniuge e il matrimonio rimangono difficili è pigrizia e irresponsabilità.

Terzo, è possibile prosperare mentre è triste. Un matrimonio difficile provoca dolore, ma il dolore non deve essere terminale. Gesù era un uomo di dolore e conosceva il dolore, ma ciò non gli impediva di andare avanti con la sua vita di grande passione. È possibile vivere nel paradosso: essere sempre dolorosi ma pieni di gioia (vedere 2 Corinzi 4: 8).

Fiorente Nonostante

Consideriamo un terzo modello per le persone che si trovano in matrimoni difficili: un impegno per essere vivi e appassionati in un matrimonio che ha continue difficoltà. Lo chiameremo il modello "Thriving Nonostante". In altre parole , ho una vita da vivere e la vivrò bene, non importa quale guaio mi capiti. Mentre ogni tentativo dovrebbe essere fatto per guarire un matrimonio travagliato, la mancanza di un matrimonio regolare non dovrebbe impedire a una persona di impegnarsi nella vita. Molte persone non hanno mai considerato che la vita possa essere soddisfacente anche se il loro matrimonio è difficile. Suggeriamo che se una persona si impegna a prosperare nonostante i problemi coniugali, sarà nella posizione migliore non solo per vivere bene la vita, ma anche per offrire risorse salutari al proprio matrimonio e alla propria famiglia. Quando iniziamo a discutere del modello "Prosperando", mettiamo in atto alcune precauzioni.

Innanzitutto, non stiamo dicendo che le persone non possano cambiare e quindi dovresti rinunciare al tuo matrimonio. Mai, mai rinunciare alla speranza. Il matrimonio richiede che lavoriamo sodo. Vai a consulenza, studia la Parola, leggi libri, prega, frequenta le lezioni e partecipa a ritiri nel fine settimana. Se riesci a trovare qualcosa per migliorare il tuo matrimonio, utilizzalo. Ma non mettere la tua vita in attesa finché il tuo matrimonio non è guarito o fino a quando il tuo coniuge non lo ottiene e cambia nel modo che desideri. Stiamo dicendo che alcune persone non cambiano in modo significativo. Se sei sposato con una persona simile, l'ambizione della tua vita non può essere quella di far cambiare il tuo coniuge. Se metti la tua vita in attesa che il tuo coniuge cambi, potresti svegliarti una mattina e capire di aver sprecato la tua vita.

Successivamente, non stiamo anche dicendo che dovresti semplicemente dimenticare il tuo coniuge e concentrarti sulla tua realizzazione personale. Questo non è un libro sulla giustificazione dell'egoismo. In realtà, accettando il coniuge e non chiedendo il cambiamento, sarai libero di amare da una prospettiva più forte, più sana e più divina. Quando la tua prospettiva cambia dalla ricerca di un cambiamento nel coniuge al rafforzamento del tuo cuore, sarai in grado di offrire un amore difficile da respingere.

Con questo metodo non stiamo promuovendo il modello di matrimonio "Parallel Path". Nel modello "Parallel Path", che molti seguono nel modello "Noble Misery", i matrimoni difficili sono gestiti da coniugi che scelgono di imparare a convivere in pace mentre cercano la soddisfazione più profonda della vita al di fuori del matrimonio. Fondamentalmente rimangono chiusi l'uno all'altro e rinunciano a ogni speranza di trovare significato e gioia nella loro relazione. Anche se allontanarsi dalle dinamiche distruttive che un coniuge difficile presenta è importante per prosperare, abbandonare il matrimonio non è ciò che stiamo suggerendo.

Stiamo dicendo che il percorso del prosperare libera una persona che non ha più bisogno del matrimonio o del coniuge per guarire le sue ferite e fornire una continua soddisfazione di vita.

Il bisogno di saggezza

Mentre abbiamo discusso di queste idee su come prosperare in un matrimonio difficile con amici e clienti, loro invariabilmente dicono: "Mi piace l'idea, ma come si fa? Quali sono i passaggi? (Qual è l'ingegneria?)"

Pur essendo pratico è una buona cosa, iniziare a praticare il modello "Fiorente nonostante" richiede un cambiamento di pensiero. La chiave per prosperare nonostante un matrimonio difficile sta sviluppando la saggezza. La saggezza non richiede che padroneggiamo un insieme di abilità tecniche ma piuttosto che entriamo in un percorso guidato dall'esercizio delle convinzioni fondamentali. Queste convinzioni includono:

1. Il matrimonio significa collaborare con Dio. Convinto che Dio ci sia dentro.

Lui ama te e il tuo coniuge e ti sta plasmando e modellando. Quando siamo di fronte a un Dio santo e affidiamo la nostra vita a un altro, siamo coinvolti in un rapporto a tre. Dio è fortemente coinvolto nel nostro matrimonio, sia esso facile o provante. Dal cortile alla camera da letto, Dio è lì. Il suo cuore desidera cose buone per noi. Tuttavia, dobbiamo capire che il matrimonio è uno dei modi principali in cui modellerà il nostro personaggio. Se sarai in comunione con Dio, ti mostrerà le tue passioni e il tuo egoismo mentre si svolgono con il tuo coniuge. Sarai sfidato ad amare e soffrire con un'energia e una saggezza che possono essere attinte solo dalle sue risorse. Non ti abbandonerà nelle tue lotte coniugali. Non stai viaggiando da solo. Il tuo dolore non è senza scopo. La prosperità non sarà possibile a meno che Dio non lavori attraverso di te.

2. Il matrimonio è più grande di te . Mantenere la convinzione che il matrimonio valga la pena darsi a prescindere dal costo.

You marry and invest in someone you believe is most likely to bring you meaningful life satisfaction. It is the rare person who understands that marriage is greater than the two individuals who have vowed to remain together for a lifetime. Marriage has a meaning and purpose far beyond personal happiness and the need for satisfaction. In the same way you're not in your marriage simply to have your needs met, you don't remain in your marriage just to keep your vow or commitment. A belief in marriage means that you are willing to yield yourself to the requirements your marriage presents you. In a difficult marriage that may mean that you learn how to love and endure when you receive little in return.

3. Marriage requires honesty. Possessing a willingness to relentlessly pursue truth about yourself, your spouse, and the state of your marriage.

You need to know yourself, who you are, what you've done, and what you want. You also need to know your spouse in the same way. We are masters at believing what we want to believe and choosing to deny the truth. The human denial and distortion system is one of the great mysteries of our being. A person can be a raging alcoholic and yet really believe he or she has his or her drinking totally under control. One has only to watch a reality show like American Idol to recognize that few people have an accurate view of themselves. Even the most off-pitch, unmusical singer believes he or she is the greatest talent in the country —despite direct feedback to the contrary. Few people are able to correct wrong self-perceptions even when given accurate evaluations by others.

Only when people earnestly desire to know the truth about who they are and who they are married to can they begin to deal honestly with the struggles in their marriages. A willingness to continually pursue an authentic awareness of the good, bad, ugly, and beautiful about yourself and your spouse will eventually shatter the denial and distortion system and lead to a refreshing freedom that only honesty can bring. Part of knowing the truth includes having knowledge of what you can and cannot do. You can't change your spouse. You are not responsible for your spouse's behavior or attitudes. However, you can take responsibility for your response to your spouse. The ability to respond to difficulty from your godly, redeemed nature as opposed to your selfish, corrupt nature is something you can do with God's help.

4. The battle is in the heart. Having a passion to maintain integrity of heart and keep hope alive.

We suggest that the real struggle in marriage is in the heart. Our enemy will attack our hearts so they become devoid of love and passion. Your commitment must be to never allow that to happen, no matter what troubles your marriage may bring to you. Paul understood this struggle accurately when he explained in 1 Corinthians 13 that performance and behavior, even of the most sacrificial nature, are meaningless if they are driven by a heart without love. You are on the right path when you understand that the true problem that needs to be addressed doesn't concern the defects in your spouse but rather the darkness that emerges from your own heart while in a difficult marriage. Change can occur when you look in the mirror and say that you don't like what you see. You find your heart becoming hateful, weak, disrespectful, or numb. The path of wisdom dictates that you must repent of the directions your heart has taken as opposed to justifying them because you have a tough marriage.

Speranza

This third model of marriage has a unique understanding of hope. The hope in the "Happily ever After" marriage is for personal fulfillment and pleasant circumstances. In the "Noble Misery" model the hope is that God will provide enough strength to survive the mess. In the "Thriving Despite" model, the concept of hope looks like this:

Your hope is that God will give you the wisdom, courage, and strength to defeat the enemy's attempts to corrupt your heart so you can remain alive and passionate. With a thriving heart you will be able to live vibrantly and allow God to offer a powerful love through you to whomever he puts in your path, especially your spouse. The result is that God will be honored and life will be immensely fulfilling.

The goal of this book is not to offer another strategy to get your spouse's attention or to find the way to successfully heal your marriage. But someone who commits to thriving despite will be in the best position to have a strong marriage. A thriving person is willing to accept who the spouse really is without an agenda to change the partner. Thriving people are prepared to accept that certain things may never happen in their marriage and to grieve the loss. For example, they may never have a spouse they can truly trust or be with a mate who pursues them passionately. By accepting and grieving the loss of things that will not happen (what is not possible), a person becomes free to focus on what is possible in the marriage. For example, you may find yourself thinking, Okay, you will never be a great spiritual leader or encourager of dreams, but I will discover something in you that is valuable and we can enjoy, even if it's only in passing moments.

Hope for Patty and Dave

"You both are saying that your hope for a better marriage is dependent on the other person changing. My guess is that you are experts in telling each other how badly you are being failed. I'm sure you have communicated countless ways the other could change so that you could be happier. And you're sitting here hoping that I can get your message across to your spouse so you can get some relief. I want to challenge you to consider another way. Dave, what if Patty never changes into a woman who enjoys sex with you or appreciates you as a man? Patty, what if Dave stays angry and negative and doesn't value your needs?" The feeling of tension in the room changed to the sound of groaning.

"Look, you've spent years being angry and hurt. You are so tired of being in pain. You've tried everything to fix this marriage—mainly to get each other's attention about how the other person is messing up. You are enslaved by your hurts and hopelessness. Neither of you is free to love — your hearts have become corrupt. Would you consider that you can be alive and enjoy life only after you stop trying to survive and fix each other?"

What If:

You believed God was less concerned with whether or not your needs were being met and more concerned with the state of your heart?

You were able to give up all efforts to become happy by trying to change your spouse?

You no longer desired to show your spouse how poorly you are being loved?

You had the capacity to accept your spouse as he or she is and have a lifestyle of forgiveness?

You knew God's grace in a way that freed you from guilt and shame so you could honestly explore the ways you don't love well?

You believed in God's love for you so deeply that you were confident you could love strongly and wisely no matter what?

You committed to finding purpose and passion for life that didn't depend on your spouse's response or approval?

Your heart was no longer characterized by bitterness, despair, pride, or apathy?

You were able to disengage from the destructiveness of your marriage while developing a desire to constructively engage in what was God-honoring?

The look in Patty and Dave's eyes told me they had never considered really being alive and thriving if their spouse never changed. Yet the idea captured something in their souls: There is another way. Hope is alive.

Thriving Despite a Difficult Marriage

Copyright 2009 by Michael Misja and Chuck Misja

NavPress Publishing

Articoli Interessanti